Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare

Federico Fellini
-

\\ Mahalla : VAI : Kumpanija (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Sucar Drom (del 14/05/2008 @ 20:31:09, in Kumpanija, visitato 1439 volte)

Sucar Drom chiede a tutte le forze democratiche del Paese di intervenire per fermare le violenze contro le popolazioni sinte e rom in Italia. In particolare si chiede aiuto a Napoli, Trieste, Novara, Genova, Milano, Torino, Vicenza e Roma. A tutti i Sinti e i Rom rivolgiamo l’appello di non rimanere isolati in nessuna occasione, soprattutto nelle ore notturne.

 
Di Fabrizio (del 05/05/2008 @ 16:35:46, in Kumpanija, visitato 2839 volte)

Ricevo da Roberto Malini

L'assessore Dolores Madaro, che ha portato a Napoli la ragazzina prodigio, salvandola dalla persecuzione: "Rebecca esprime l'anima del popolo Rom". Il Gruppo EveryOne: "Un talento che ci ricorda quello del grande artista Otto Mueller. Un simbolo contro il razzismo". Genova e Napoli si stringono intorno a Rebecca e propongono nuovi progetti di integrazione per i Rom in Italia. La premiazione al Teatro Verdi, nel corso della Giornata Shakerata.

Domani, 6 maggio, si terrà a Genova la IV edizione del Concorso interculturale sulla creatività espressiva “Caffè Shakerato”, promosso dall’Istituto Alberghiero Nino Bergese di Genova “Scuola Ambasciatrice di Buona Volontà UNICEF” in sinergia con il Comune di Genova e l'UNICEF. Il Concorso internazionale ha coinvolto migliaia studenti di Istituti di ogni ordine e grado e ha visto la partecipazione di ben 15 scuole genovesi e liguri, dell’asilo Interetnico Oasis, della Scuola Laboratorio di ricerca e sperimentazione teatrale del Teatro delle Nuvole, del Gruppo EveryOne, del Carcere maschile di Marassi – sezione a custodia attenuata, del circolo Arci “8 marzo” e anche di realtà di altre regioni italiane. Il Tema del concorso, articolato nelle sezioni pittura, video, poesia e prosa è la “Distanza”. La giuria ha assegnato il Premio UNICEF 2008, riservato alle arti plastiche, alla dodicenne Rom romena Rebecca Covaciu, che ha presentato la serie di opere grafiche "...e per tetto le nuvole". La ragazzina, che è seguita dal Gruppo EveryOne, è stata recentemente adottata dal Comune di Napoli, per volontà dell'Assessore alla Memoria Dolores Madaro, che da anni si impegna per la comunità Rom partenopea, dopo aver raccolto l'eredità di Anna Maria Cirillo, la "Nanà dei nomadi", indimenticata presidentessa di Opera Nomadi scomparsa nel 2003. "Rebecca Covaciu possiede un talento straordinario," dichiarano i leader del Gruppo EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, "un talento che ha sviluppato senza insegnanti, disegnando e dipingendo all'interno di baracche, case abbandonate o sotto i ponti, dove tante volte la sua famiglia è stata costretta a rifugiarsi, perseguitata da razzismo e politiche intolleranti. Quando l'assessore Dolores Madaro ha conosciuto il suo caso, ha voluto togliere la famiglia da una condizione tragica, accogliendola immediatamente a Napoli, dove Opera Nomadi, il Centro Lima e la Protezione civile vegliano su di loro. Rebecca adora luci e colori e la sua arte trasmette speranza. Ricorda, sotto certi aspetti, l'opera di un grande pittore Rom del primo '900: Otto Mueller". L'assessore Dolores Madaro accompagnerà Rebecca a Genova, dove la giovanissima pittrice riceverà il prestigioso riconoscimento. "E' una ragazzina speciale, intelligente, intuitiva, piena di talento" commenta Dolores Madaro. "E' importante che la giuria abbia deciso di premiarla, perché Rebecca è la dimostrazione del contributo culturale e artistico che i Rom hanno offerto all'Europa attraverso i secoli, nonostante la lunga persecuzione cui sono stati e sono tuttora sottoposti". Il Gruppo EveryOne, insieme a Dolores Madaro e alle associazioni che si occupano della comunità Rom di Napoli, presenterà nei prossimi giorni all'Unione europea il "Progetto Romanesia - dai campi di qualità alle aree abitative permanenti", per consentire ai Rom di Napoli di vivere in condizioni migliori, punto di partenza per la loro integrazione positiva. Napoli è città di accoglienza, ma servono risorse per trasformare i piani di integrazione in una realtà che possa servire di esempio all'Italia intera. Non è un caso che la premiazione di Rebecca avvenga a Genova, che è un'altra città impegnata a sostituire la politica della persecuzione a quella dell'integrazione effettiva. La premiazione di Rebecca Covaciu avverrà all'interno dell'iniziativa "Una Giornata Shakerata" - che si svolgerà presso il Teatro Verdi, a partire dalle 9.30 - presentata da Davide Mancini, alla presenza di autorità politiche, culturali e scolastiche.

info@everyonegroup.com
www.everyonegroup.com
www.annesdoor.com

 
Di Fabrizio (del 29/04/2008 @ 08:50:24, in Kumpanija, visitato 2079 volte)

SIEC. Actualidad Étnica, Bogotá, D.C. 23/04/2008. Le Nazioni Unite avvertono che la diversità linguistica si vede minacciata in tutto il mondo e che i popoli indigeni sentono questa minaccia con particolare intensità tanto che circa 600 idiomi sono spariti. Il documento preparatorio al dibattito sulla questione degli idiomi indigeni, da realizzarsi il 24 aprile 2008 come parte del settimo periodo delle sessioni del Foro Permanente per le Questioni Indigene delle Nazioni Unite, contiene i diritti linguistici e varie raccomandazioni per proteggere e promuovere gli idiomi indigeni.

La settima sezione del Foro Permanente per le Questioni Indigene si riunirà nella sede delle Nazioni Unite a New York dal 21 aprile al 2 maggio 2008. Le Nazioni Unite sostengono che "secondo l'UNESCO, circa 600 idiomi sono spariti nell'ultimo secolo ed altri seguono sparendo, al ritmo di un idioma ogni due settimane. Se non si farà niente per lottare contro le tendenze attuali, è probabile che entro la fine del secolo oltre il 90% degli idiomi mondiali sarà sparito."

Le Nazioni Unite avvertono che ogni volta sono meno i bambini che apprendono l'idioma indigeno in forma tradizionale, dai genitori ed antenati; "Anche quando la generazione paterna parla la lingua indigena, non tende a trasmetterla ai figli. Ogni volta è più frequente che soltanto gli anziani utilizzino gli idiomi indigeni."

Davanti a questo rischio imminente l'ONU sottolinea l'importanza di proteggere gli idiomi indigeni ed esige dagli Stati, dai governi e dalla società un reale compromesso; "salvare gli idiomi è una questione che riveste somma urgenza ed è fondamentale per assicurare la protezione dell'identità e della dignità dei popoli indigeni e per salvaguardare il loro patrimonio tradizionale."

Secondo la massima istanza internazionale in materia di Diritti Umani, gran parte dell'enciclopedia dei conoscimenti tradizionali indigeni che suole trasmettersi oralmente da una generazione all'altra, corre il rischio di perdersi per sempre come conseguenza dell'erosione linguistica; "Questa perdita è irreparabile e non rimpiazzabile. Le norme consuetudinarie dei popoli indigeni si fondano sull'idioma e se questo di perde, il popolo non può capire le proprie leggi ed il proprio sistema di governo che sottintende alla sopravvivenza futura."

Le Nazioni Unite enfatizzano il fatto che la perdita degli idiomi indigeni significa non solamente la perdita delle conoscenze tradizionali ma anche della diversità culturale, che riguarda l'identità e la spiritualità dei popoli e delle persone. "Le diversità biologiche, linguistiche e culturali sono inseparabili e si rafforzano reciprocamente, di modo che quando si perde una lingua indigena, si perdono anche i conoscimenti tradizionali su come conservare la diversità biologica del mondo e far fronte al cambio climatico ed altri problemi ambientali."

Diritti linguistici

In questo aspetto l'ONU assicura che "I diritti linguistici non sono adeguatamente riconosciuti in molti paesi e frequentemente le legislazioni e le politiche nazionali li lasciano a lato. Alcuni idiomi ricevono un riconoscimento ed uno statuto ufficiale mentre alla maggioranza degli idiomi, specialmente quelli indigeni, viene negato il riconoscimento giuridico. Gli idiomi e le persone che li parlano sono rifiutati e vengono fatti sentire inferiori, ciò da luogo a politiche e pratiche discriminatorie."

Però non basta il diritto base per conservare e utilizzare il proprio idioma; le Nazioni Unite sostengono che i diritti linguistici dei popoli indigeni includono: "Il diritto a ricevere educazione nella lingua materna. Il diritto che gli idiomi indigeni siano riconosciuti nelle costituzioni e nelle leggi. Il diritto a non essere discriminati per motivi di lingua ed il diritto a creare mezzi di comunicazione nella lingua indigena e ad averne accesso."

Protezione e promozione degli idiomi linguistici

Le Nazioni Unite segnalano che la Dichiarazione delle Nazioni Unite Sui Diritti dei Popoli Indigeni, approvata l'anno scorso dall'Assemblea Generale, insieme ad altre norme pertinenti i diritti umani, propone la base per formulare politiche e norme relative alla promozione ed al rafforzamento degli idiomi indigeni. "Per la sopravvivenza e lo sviluppo degli idiomi indigeni si richiedono la volontà e gli sforzi dei popoli indigeni, come pure l'applicazione di politiche di appoggio, specialmente nel campo dell'istruzione, da parte degli Stati Membri."

Questi sono alcuni dei mezzi che, secondo le Nazioni Unite, si devono adottare per proteggere e promuovere gli idiomi indigeni:

  • Garantire il diritto all'educazione nell'idioma materno per i bambini indigeni.
  • Assegnare fondi e ricorsi necessari per conservare e sviluppare gli idiomi indigeni, specialmente per l'istruzione.
  • Tradurre negli idiomi indigeni leggi e testi politici chiave, in modo che i popoli indigeni siano nelle condizioni migliori per partecipare nelle sfere politiche e giuridiche.
  • Stabilire programmi di immersione in un idioma per i popoli indigeni, tanto per bambini che adulti.
  • Aumentare il prestigio degli idiomi indigeni, favorendone l'uso nell'amministrazione pubblica e nelle istituzioni accademiche.
  • Utilizzare gli idiomi indigeni in modo che vengano mantenuti vivi e siano trasmessi da una generazione all'altra.

Tomado de: http://www.etniasdecolombia.org/actualidadetnica/detalle.asp?cid=6645

 
Di Fabrizio (del 24/04/2008 @ 13:49:27, in Kumpanija, visitato 2332 volte)

COMUNICATO

Come ogni anno, a partire da Carlo Cuomo, di cui ricorre quest’anno il decimo anniversario della morte, Rom e Sinti, ‘milanesi’ indesiderati, parteciperanno al corteo del 25 Aprile dietro lo striscione della loro Associazione Aven Amentza – Unione di Rom e Sinti, con sede nel campo comunale di via Triboniano.

Il volantino distribuito ricorda, come sempre (siamo un paese di memoria corta, è bene insistere), le persecuzioni e le stragi nazifasciste contro Rom e Sinti, e la loro partecipazione alla Lotta di Liberazione, senza conseguenze liberatorie, a tutt’oggi, dalla guerra del pregiudizio. Essi rimangono in attesa –vera prova di resistenza!- d’un 25 Aprile, che viene tutti gli anni, ma non per loro.

Ma il testo denuncia anche l’aggravarsi di atteggiamenti persecutori, in cui si distinguono nuovi ‘amministratori’, esperti spesso bipartisan nell’eliminazione (‘solo’ sgomberi, per carità) di problemi e portatori, anzi che nella loro soluzione: denomadizzare, parola nuova per spregevoli pratiche nazifasciste, che sembravano consegnate ad una dolente memoria. Berlin ohne Zigeuner, Berlino senza Zingari, era lo slogan che accompagnò le Olimpiadi del 1936, prima tappa della strada verso Auschwitz. Č la sicurezza, ragazzi. Ma per chi?

Intanto Rom e Sinti cercano di crescer famiglia e lavorare: in nero, sottopagati, licenziati non appena un indirizzo li denuncia come Zingari. E, beninteso, nomadi , e pertanto ladri.

Per i Rom, conclude il testo, clandestini sono i diritti.

Un saluto cordiale dal presidente Ernesto Rossi.


70° anniversario del Manifesto della Razza, base per le Leggi razziali,

60° anniversario della Costituzione italiana,

SESSANTATREESIMO 25 APRILE DI LIBERAZIONE

non solo per gli Italiani ma per tutti coloro che qui sono giunti in cerca di una terra di pace e di lavoro, di democrazia, dove ricostruire la propria vita e riprogettare il proprio futuro.

se questo è un paese libero

lo deve alle lotte e al sacrificio di chi si è opposto alla dittatura fascista e all’occupazione nazista, che molti, interessati o confusi, cercano oggi di dimenticare, così come si cerca di cancellare la Storia, quella delle violenze e delle stragi, delle deportazioni, dei campi di concentramento e di sterminio.

In tutta Europa, dovunque si è organizzato un movimento di Resistenza, Rom e Sinti ne hanno fatto parte; spesso talmente numerosi da costituire intere formazioni, con propri comandanti (come in Jugoslavia, in Francia, in Slovacchia); spesso compiendo imprese e atti di valore personale e d’importanza storica; talvolta persino ottenendo il riconoscimento di una medaglia, in cambio d’una vita sacrificata. VOGLIAMO DIFENDERNE LA MEMORIA

Rivendichiamo, così come facciamo per le centinaia di migliaia di nostri (e vostri!) fratelli, sterminati dagli oppressori, che queste persone stiano col loro nome nella schiera di coloro che hanno contribuito a liberare questo ed altri paesi e a porre le basi di una nuova Europa. Senza confini, proprio com’è nella nostra antica cultura. Ecco i nomi degli ignoti partigiani rom e sinti italiani:

*il rom istriano Giuseppe Levakovich, detto Tzigari, che militò nella Brigata “Osoppo”, in Friuli, agli ordini del comandante Lupo *Rubino Bonora, partigiano nella Divisione “Nannetti” in Friuli *Walter Catter, eroe partigiano, uno dei Martiri di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944 *suo cugino Giuseppe Catter, fucilato ventenne nell’Imperiese da brigatisti. Il suo distaccamento ne prese il nome. Č decorato al valore. *il sinto piemontese Amilcare Debar, l’unico ancora vivente, staffetta e poi partigiano combattente nella 48^ Bgt. Garibaldi “Dante Di Nanni”, comandata da Colajanni. Dopo la guerra fu rappresentante del suo popolo alle Nazioni Unite.*E molti altri, ancora più ignoti.

Il 25 Aprile è arrivato anche grazie a loro, ma per i Rom e i Sinti non è arrivata la liberazione dal pregiudizio che ha segnato tutta la loro storia. E ancora oggi li opprime.

Quest’anno è il decimo anniversario della morte di Carlo Cuomo, che dedicò la sua vita alla lotta per la giustizia e la libertà, mettendo al centro del suo ultimo impegno i diritti basilari di Rom e Sinti.


SGOMBERI SGOMBERI SGOMBERI SGOMBERI SGOMBERI SGOMBERI SGOMBERI

Oltre 300 SGOMBERI in pochi anni a Milano e provincia


Questo significa donne e bambini che vagano abbandonati, persa la scuola e ogni avere; uomini che vanno a lavorare senza una casa in cui fare ritorno, senza saper dove ricoverare la propria famiglia:

certi amministratori si liberano dei problemi invece di affrontarli e risolverli: così siamo tutti capaci

senza grandi stipendi. Denomadizzare è il verbo di ultima moda: parole nuove per idee e pratiche vecchie, spregevoli, inumane, nazifasciste: Berlin ohne Zigeuner, 1936, Olimpiadi di Berlino senza Zingari. Deportati. Così è cominciata la storia di Auschwitz. Siamo l’unico altro popolo, insieme agli Ebrei, sterminato durante la Seconda Guerra Mondiale, per la sola colpa di esistere. Č un dolore che non si cancella mai. Ma ritorna più vivo quando vediamo fra voi quelli che rimpiangono un passato infame. E senza vergogna pregano non si sa quale dio, in chiese che non li vomitano fuori.

Punire chi commette reati, italiano, rom, sinto, o altro. Casa, lavoro, scuola, salute, cultura per tutti!

Se un italiano ruba, è un ladro – se un rom ruba, tutti i rom sono ladri – la sentenza è senza appello.

Non importa se ti alzi alle quattro del mattino per andare in cantiere per 10-12 ore di lavoro in nero, malpagato, senza sapere se tornerai a casa vivo o storpiato. Costruiamo le vostre case; a noi offrono campi, container e roulotte. Se no, baracche. O dormitori comunali, per dividere le nostre famiglie. Per poter fingere e sostenere che siamo nomadi, anche se abbiamo lasciato in patria le nostre case.

se la legge è uguale per tutti, perché per Rom e Sinti ci vogliono leggi, regolamenti, patti speciali?

L’Unione Europea è formata da 27 stati e una nazione: questa siamo noi.

(dichiarazione ufficiale del Parlamento dell’Unione Europea)

* *** *

La nostra ASSOCIAZIONE “AVEN AMENTZA” – UNIONE di ROM E SINTI

è nata quattro anni fa per combattere il pregiudizio, con l’incoraggiamento di CGIL Lombardia, Camera del Lavoro e Coop Lombardia. Č un’associazione di Rom, Sinti e non rom (gagè).

La nostra impostazione: *avere voce come Rom e Sinti, perché oggi, qui, siamo muti *difendere concretamente i nostri diritti, per consolidare l’esercizio dei doveri *usare l’associazione come percorso d’integrazione nell’esercizio della democrazia *difendere la legalità e la sicurezza di tutti.

Partecipiamo al progetto europeo di ricerca RomEco; stiamo compiendo una ricerca sulla partecipazione dei Rom e Sinti alla Resistenza. Ma l’iniziativa di gran lunga più scandalosa cui abbiamo dato vita, grazie al sostegno attivo di Camera del Lavoro di Milano e FILLEA Cgil, è stata l’apertura (giugno 2005) d’uno sportello sindacale, tuttora attivo, nei campi di via Triboniano, per il controllo delle buste paga e delle situazioni lavorative di numerosi Rom, romeni e bosniaci.

SICUREZZA PER TUTTI – LA SICUREZZA Č UN BENE COLLETTIVO, NON PRIVATO

Decine di Rom perdono il lavoro perché identificati dall’indirizzo del campo come Zingari

Venite con noi! Questo significa Aven Amentza in romanès. Chi è interessato ai nostri progetti e al nostro modo d’agire, può contattarci al telefono sotto indicato o all’indirizzo meg.rossi@tin.it.

Per i Rom, clandestini sono i diritti

sede legale: Via Triboniano 212 – 20156 Milano (Italia). Tel. +39.(02).48409114

 
Di Fabrizio (del 13/04/2008 @ 09:34:06, in Kumpanija, visitato 2131 volte)

Da YLE

La minoranza finlandese rom  sta osservando molto attentamente l'influsso dei mendicanti romeni nelle città finladesi.. Sperano che la UE li aiuti a migliorare l'assistenza ai mendicanti rom nel loro paese.

Il presidente del Forum Rom, Tino Varjola, dice che offrire denaro ai mendicanti per strada non è la soluzione.

Martedì si è celebrato il giorno Internazionale dei Rom a Tampere. I festeggiamenti sono una tradizione che parte dai primi anni '90, allo scopo di aumentare la conoscenza della più vasta minoranza etnica d'Europa.

L'arrivo di mendicanti rom in Finlandia ha destato più attenzione degli anni scorsi. La loro apparenza è indicativa delle difficoltà che i Rom affrontano particolarmente nei paesi del vecchio blocco sovietico. In questi stati ex-socialisti la discriminazione contro i Rom è sistematica.

L'elemosina è un anatema per la comunità rom finlandese, ma sta cambiando vedendo i loro colleghi più indigenti per strada.

Dice Satu Blomerus del Tavolo Nazionale Finlandese dell'Educazione: "Non possiamo neppure immaginare che cosa sia vivere senza dignità umana e completamente fuori della società."

Varjola, che è da poco a capo del Forum Rom, dice di essere cosciente sui bisogni dei mendicanti. La sua personale opinione, d'altra parte, è che al gente non dovrebbe dare denaro ai mendicanti. Dice che questo tipo di carità genera un circolo vizioso.

"Dare denaro ai mendicanti, incoraggia il processo di mendicità" dice Varjola.

Vedrebbe piuttosto che l'UE esercitasse la sua influenza sul suo stato membro di Romania. Ritiene che la UE dovrebbe prendersi cura dei suoi cittadini in maniera che non debbano girare la UE elemosinando.

Trattamento umano è ciò che Varjola vuole per i mendicanti che sono già in Finlandia. Dice che ci sono altri modi di aiutare che donare qualche moneta.

Sull'argomento: leggi Tsunami quotidiani

 
Di Fabrizio (del 16/02/2008 @ 09:36:34, in Kumpanija, visitato 2096 volte)

Da Mundo_Gitano

[...] Dalila Gómez, ex candidata al Senato per il Polo Democrático Alternativo (PDA) è una giovane e bella gitana colombiana che, come succede con le minoranze più antiche, proietta la sua azione politica cercando migliori destini per il suo popolo, visibilità e riconoscimento con equità in un paese che perorala politica del dialogo per ottenere la pace.

Quali obiettivi animano la sua presenza nel Polo Democrático Alternativo?

Il popolo intende essere interculturale in una società maggioritaria a volte ostile ed escludente e cerca di vivere questa interculturalità vivendo questi aspetti positivi delle altre culture per rafforzare la sua propria.

Dentro questa interazione c'è il vincolo al Polo Democrático Alternativo, precisamente per le coincidenze che ha il mio popolo nella sua essenza con l'Ideario de Unidad del Polo. Importante è ciò che vediamo su come dev'essere la vita di comunità, con principi, con valori, con la difesa della vita stessa, della diversità, con principi. Questo è quel che vediamo nel PDA.

Pensiamo che tramite il Polo possiamo sottolineare un primo elemento fondamentale che è la visibilità del popolo gitano. In secondo luogo dimostrare alla gente chi siamo realmente, perché a volte come siamo, impregnati di un'essenza anarchica, ci contestano l'essere vincolati ad un partito politico. Dobbiamo quindi affermarlo, facciamo così, primo perché è un partito progressista, secondo, perché avere una condizione etnica non ci preclude al diritto della partecipazione politica, dove possiamo decidere senza che altri lo facciano per noi.

Istruzione pertinente e di qualità

Quali iniziative porterete per combattere la discriminazione e per ottenere visibilità e partecipazione come popolo?

Noi registriamo la discriminazione verso il nostro popolo in Colombia nel disegno delle politiche pubbliche, perché queste sono generalmente per tutti, è molto differente disegnare una politica pubblica per un gruppo etnico che per la società maggioritaria. La società gagia, maggioritaria, ha molte opportunità senza rinunciare al proprio patrimonio culturale, come succede nel nostro caso. Uno degli elementi omogeneizzanti è precisamente quello dell'istruzione.

Lo Stato è il primo discriminatore del popolo gitano, perché non esiste un referente dal punto di vista educativo per verificare se stiamo ricevendo un'istruzione di qualità. Necessitiamo di referenti dal punto di vista gitano. Predomina in Colombia un sistema d'istruzione dove non esistiamo nella storia. Ci sono una serie di elementi che si scontrano con l'essenza gitana come le gerarchie ed i tempi. Noi misuriamo l'autorità da altri punti, misuriamo altri tempi, l'organizzazione è praticamente piana. Nel popolo Rom tutti comandano a casa loro. Tutti sono patriarchi e le decisioni si prendono attraverso un'istanza collettiva.

Soluzione politica con molto dialogo

Dal punto di vista gitano, che soluzioni vedete al conflitto colombiano?

La pace, e le soluzioni che si possono dare a questo conflitto sembrano come se avessero un nome proprio, come se avessero un padrone. Se noi siamo in un paese come la Colombia, dobbiamo cercare uscite e cercare la pace tanto anelata, perché la parola pace si è deteriorata nei tempi e limiti che le competano, così che questa situazione si veda riflessa in molteplici aspetti che incidono contro, da quello politico, all'economico, al sociale. Consideriamo che come gruppo etnico e anche con gli indigeni e gli afrocolombiani, possiamo proporre importanti alternative per risolvere il conflitto ed ottenere la riconciliazione dei colombiani.

Un passo importante è il ritorno a valori come la vita, la collettività, la sensibilità sociale. Non siamo isole, e questo implica lo scollamento del materiale. Il conflitto consiste nel controllo del territorio, lì dove ci sono ricchezze e diversità. Occorre trovare una soluzione politica attraverso molto dialogo: riscattare il valore della parola.

Noi siamo un popolo di tradizione orale e mai abbiamo avuto bisogno di firmare documenti o altre cose simili per stabilire una coerenza tra quanto si pensa, si dice e si fa. Molte volte si pensa una cosa, se ne dice un'altra e se ne fa un'altra distinta, questo produce uno choc. La soluzione al conflitto passa per la negoziazione e come sempre occorre equilibrare gli interessi delle parti per raggiungere la soluzione.

La proposta Rom al Polo Democrático Alternativo

Si è pensato a materializzare l'iniziativa Rom in un progetto di legge?

Abbiamo una proposta presentata al Comitato Esecutivo Nazionale dal Polo Democrático Alternativo, dalla sa branca parlamentare, che si riassume in un progetto di legge simile alla Ley Gitana, qualcosa che si avvicina alla Legge 70 del 1993 per le comunità indigene. Vogliamo sviluppare l'articolo sette della Costituzione, dove recita che questo è un paese plurietnico e culturale, dove fare azioni informative per quanti siano stati discriminati attraverso la storia.

State organizzando la celebrazione del Giorno Internazionale del Gitano, cosa perseguite con questo evento?

Vogliamo pubblicare un libro, se l'Istituto della Cultura e Turismo ci dirà sì, e così l'8 aprile, Giorno Internazionale del Gitano, potremo lanciare la pubblicazione che sarà presentata dagli autori. Con la celebrazione del Giorno Internazionale del Gitano cerchiamo soprattutto la visibilità, farci sentire. E' un atto politico e culturale, nel quale con i fatti facciamo sentire che viviamo in questo paese, che siamo anche colombiani e che è importante lottare per compensare questo debito storico che si ha con la nostra comunità, in particolare con Bogotà, una delle nostre città preferite che amiamo molto e perché siamo contenti qui, e partendo dal nostro processo ci siamo dati molti strumenti a livello nazionale ed internazionale.

Por: Álvaro Angarita - Periodista y sociólogo

Tomado de: http://colombia. indymedia. org/news/ 2008/01/78661. php
Corporación para el Análisis, la Investigación, la Educación para la Paz y la Resolución de Conflictos CREARC
"Juntos construyendo la paz"
Honro el lugar donde dentro de ti, reside todo el Universo.
Honro el lugar dentro de ti donde, si tú estás en ese lugar dentro de ti y yo estoy en ese lugar dentro de mí, somos sólo uno.
Namaste
Telefax: (571)2831013 - 2830203
E-mail: crearc@gmail.com 
http://nuestronombre.es/crearc
http://crearc.blogspot.com
Bogotá - Colombia - Suramérica

 
Di Fabrizio (del 02/01/2008 @ 09:24:36, in Kumpanija, visitato 13460 volte)

Come gli anni scorsi, questo post verrà aggiornato di volta in volta, con gli auguri che arrivano dalle varie comunità e associazioni sparse nel mondo:

Drage Braćo i Sestre
Želim Vam Sretnu Novu Godinu 2008! Želim Vam puno upsjeha u Vašoj karijeri kao i puno srece, zdravlja i ljubavi u Novoh Godini !!!

Phralalen thaj Phenjalen
Mangava tumenege Baxalo Nevo Bers 2008! Mangava tumenege but bax, sastipe thaj kamlipe ano Nevo Bers

Elham Memedi
elham.memedi@yahoo.com
Zagreb, Croatia


Baxtalo tumaro Nevo Berś !

L'association "La voix des Rroms" vous présente les meilleurs voeux de bonheur en ce début de l'année 2008.

Puissent les nouvelles publiées sur notre site ętre toutes bonnes. Il est encore permis de croire...


Lacho Dive Romalen !
Tumenge te ovel Buut Baxtalo o Nevo Bers 2008
Sastipe hem Pobut Baravalipe Sasostar! Sa so Mangena e gudle Devlesta Te do tumen!

Tumari fevzieja Bahar


More Pheia thai more Phral!
Mekháv tumenge
But BAX Thai But SASTIMOS
Pel o Nevó Bersh!

Devlésa!
Hans Dhamo Caldaras
www.caldaras.com


Mikhail Smirnov and Barynya are wishing you and your family all the best in 2008!

Happy New Year!
S Novym Godom!


Paqivale Rromane phenia thaj phrala,

Ake o jekhto dive e nevo bershesko gjala amencar thaj pakjav o sasto thaj lokho nevo 2008 bersh ka anel amenge sarenegje: satipe, lacho dialogo mashkar amen e Rroma,jekhipe Rromano, zuralo thaj majlacho standardi e gjivdipasko pale Rroma,lokhi buqi thaj aver lache buqa so na kerdam ano purano 2007 bersh.

Akava bersh las ane amare vasta pale amare Rroma,sa okola so trubusaren/mangen te keren buqi,misho avilen/ shukar alen.

Lokho thaj Baxtalo nevo 2008 bersh, kamas sa e Rromenge.

Kulturako mashkaripen Rromano andi Kroacia
Forumo e Rromengo andi Kroacia
Roma Art Centro andi Kroacia
thaj me o Kasum Cana ando foro Zagreb/ Kroacijatar.
romacana@yahoo.com


Dear friends,
I and the team at A.F.R. and LIFERO wish you a Happy Christmas and all that you desire in the new year. Please do keep in touch with us in 2008.

Liliana Pagu
President of Asociatia Femeilor din Romania
(Women's Association of Romania )

President of International League of Romanian women
-LIFERO-
Coordinator of National Network of Women's
NGOs in Romania
Postal BOX 37- 80
7000 Bucharest Romania
Tel/Fax+40- 021-3159859
Mobil phone 0744561431
Email afr@opensys.ro
www.afr.ro 
www.afr2010.ro


Baxtalo Nevo Bars 2008!
Sa le, romenga andai tumea phenau:
Asen pasa o Dell!

Luminita Cioba


I wish you Health...
So you may enjoy each day in comfort.

I wish you the Love of friends and family...
And Peace within your heart.

I wish you the Beauty of nature...
That you may enjoy the work of God.

I wish you Wisdom to choose priorities.. .
For those things that really matter in life.

I wish you Generousity so you may share...
All good things that come to you.

I wish you Happiness and Joy...
And Blessings for the New Year.

I wish you the best of everything.. .
That you so well deserve.


--
Mr. Samet Malicevski
President
Youth Roma Initiative "Gypsy soul"
Kralja Petra I 14
19210 Bor
Serbia
Phone/Fax: +381 30 456 640
Mobile:+381 64 27 25 23 8
www.gypsysoulbor.org.yu


Sa le Romenge ande lumnja e temeski but bah sastimos putarde droma maj but shave te avenamen e devlesko kam te tatarela men ando nevo 2008 bersh.

Jovan Damjanovic – JOJA
Deputato ando Parlamento e Srbijako


Mr. Valery Novoselsky,
Editor, Roma Virtual Network.
http://www.valery-novoselsky.org/romavirtualnetwork.html

Consultant, European Roma Information Office
http://www.erionet.org/staff.html

Galilee, Holy Land


BAXTALO NEVO 2008 BERSH SA E ROMENGE ANDE LUMA!
AHMET
aibrahimi@rambler.ru


Postovani prijatelji,
U ime Saveta Roma za medjunarodnu saradnju Srbije,zelim Vam srecnu Novu godinu i Bozicne praznike.
Vama i Vasim porodicama u novoj 2008.godini od sveg srca zelim, dobro zdravlje, prosperitet, mir i harmoniju.
Srdacan pozdrav,

Miroslav Veljkovic
President


HAPPY NEW 2008 YEAR
WISH YOU
R.C.C. "DROM" - KUMANOVO

WWW.DROM.ORG.MK


I wish you and your family a very
Happy New Year – 2008.

May the new year fulfill all of your dreams and bring all round prosperity

Dev Bhardwaj
Director:
India Inter-Continental Cultural association
# 3437 Sector 46-C CHANDIGARH-160 047 (India)
Cell:Ph.++91- 98728-23437
www.writersclubinternational.org

Convenor :
Indo-Roma Cultural Centre
Belgrade (Serbia)


Wishing you a Happy & Prosperous New Year 2008

Best Wishes,
Michael (Veshengro)


BAXTALO NEVO BERSH 2008 LE ROMENGE ANDE LUMA-CARA!
BAX, ZOR, SASTIMO LASHO!
Romedia Fundacija thaj Agi Daroczi anda Budapest


BAHTALO NEVO BERS THAJ O KRECUNO!
MERRY CHRISTMAS AND HAPPY NEW YEAR!
SRECNU NOVU 2008 KAO I BOZICNE PRAZNIKE !
ZELI VAM

NEZVISNA UNIJA ROMA SRBIJE
sa snojim clanicama
Slavko Jovanovic


Dear friends!
On behalf of the All-Ukrainian Union of NGOs “Congress of Roma of Ukraine” and Roma people of Ukraine.
I wish you Merry Christmas and Happy New Year!
With all my heart I wish you and your families good health longevity, prosperity and well-being, good mood, peace and harmony, continued energy and creative enthusiasm, bright thoughts and achievements.
Let the bright Christmas star bring to your home happiness, good luck and realization of your lifelong dreams!
Best wishes,
Petro Grygorichenko
President All-Ukrainian Union of NGOs
"Congress of Roma of Ukraine”
forumo@kievweb.com.ua

Merne pativale phralale thaj phejale!
Mernĺ anavestar thaj e thematiri Romani organizacija katar I Ukraina “Romano Congreso Ukrainako” mangav Devles te avel tumendi bahtalo Nevo Bersh thai o Krechuno. Te avel mashkir amende phralipe, patjamo, ekhipe thaj shukar rundyra.
Odesa,
Tumaro phral Petro Grygorichenko
Prezidento “Romano Congreso Ukrainako”
forumo@kievweb.com.ua


O stafi Rromani Baxt Albania, bichalel sa e rromenge and i luma , but baht, sastipen, thaj kamlipen, and-o Nevo Bersh 2008 !

Devlesar

Furtuna Pellumb (Gimi)


Peace! Paz! Shalom! Salaam! Baxtalo o Nevo Bersh!

Rana Halprin MA MFT
Mill Valley CA 94941
Email rana@infoasis.com
www.photomythology.com
415 -381 -5865 (home /office)
415 706 6526 (mobile)
415 721-5374 (office VM)


BAHTALO NEVO BERSH – HAPPY NEW YEAR
Feat Kamberovski


TO ALL MY ROMA BROTHERS
BAXTALO NEVO 2008 - TO BERSH SARE ROMENGE ADE BARI LOK

From:
INDIAN INSTITUTE OF ROMANI STUDIES


Sve najlepse u novoj godini zeli Vam
PROTECTA
Nis

NGO PROTECTA
Adress: TPC Kalca, I sprat
Lamela B, lokal 43
18000 Nis
Serbia and Montenegro
e mail: centar@protecta.org.yu
Phone: +381 18 522 788
Web: www.protecta.org.yu


Baxtalo nevo bersh vi tumenqe!
Katar o Gheorghe Sarau andar i Rumunia.


BAXTALO 2008 BERSH TUMARO ROMALE !!!

latchorat


Zhutisarda o Del te resas krechuno ande bute bershende baxtyasa, zorasa, vojasa, sastyimasa, amare familijanca kethane.
Po rup, po somnakaj te phiras savorrezhene. T avas saste thaj baxtale ando nyevo bersh!

Isten segítségével sok éven át megérjük a karácsonyt szerencsével, erővel, békével, vidámsággal, egészséggel, a családunkkal együtt.
Ezüstön és aranyon járjunk mindaqnnyian. Az új esztendőben legyünk egészségesek és szerencsések.

Merry Christmas and a Happy New Year!

Zsigó Jenő
president of Hungarian Roma Parliament,
www.amarodrom.hu
www.romanokher.hu  
www.andodrom.hu


Baxtalo Nevo 2008-to bersh sare Romenge ade bari lok.
Bonne année 2008 à tous de par le monde.
Happy new year 2008 to everybody throughout the world.

Jean-Claude Mégret (Balval)
Romano Yekhipe France
balval2007@orange.fr


Mangle prajla thaj pejna

Bahtale bidjukoja ko sasto Sumnal thaj o 2008 bres.

A i me but bukja mangav bashi o nevo 2008 bers, numa sar sako bers sa e sukaripa mangav e Romenge te resen dji lende - numa sako nevo pal nevo bers e Roma achoven ko than i me tadani thaj akana puchav e neve brese 2008 bers THINDALAVATUT te na ove vi tu sar e nakle bersa , de gogaveripe pal Romane liderija te ustaren e romen taro sovipe -soske chacjikane ola but sukje thaj gndinena so si mule , Numa i me na djanav - Rodav gogaveripe ko Liderija kana ola but po hor sute tare okola roma .

DEVLESA
Te del amen samo e del o ALLAH gogaveripe soske samo vov saj te kerel odova .


Romani Biradjakiri Organizacija
Kham Sijan -Skopje

But baxt thaj sastipen an nevo bers 2008
Puno srece i zdravlja u novoj 2008 godini

Snagom argumenta
minimumom medjusobnog uvazavanja i poistovanja
samo zajedno doci ce mo do uspeh

Zoran Kostic


Dragi kolegi i prijateli HDZR "Mesecina" - Gostivar Vi gi cestita
Bozicnite i Novogodisnite praznici i neka istite Vi se ostvarat vo 2008.

HDZR "Mesecina"
Ul. Braca Ginoski br. 61
1230 Gostivar
Makedonia
tel. +389 (0) 42 222 271
tel&fax. +389 (0) 42 222 272
e-mail: mesecina@mesecina.org.mk 
www.mesecina.org.mk


Srecna Nova Godina i Bozicni praznici!!!

Roma Children Centre


BAHTALO NEVO BERSH, but bersha, sastipe, laqhipe mangela tumenge e romani redakcia ano Kosovako Publikuno radio "RADIO KOSOVA"

Stafi e Romana Redaksiako ROMTEGRA ano Radio Kosova
avdimisini@hotmail.com


Respected Internet viewers,
As a member of World Roma Parliament charged for the matter of Roms from Kosovo and Metohija, I wish to all internal-unpeopled persons of Romany origins, as well as to all citizens of the world, to spend upcoming Christmass and New-Year holidays in peace, and I bespeak:
"To all Roms as well as to all citizens of the world to realize those what we are trusting in, that joint vision of the World is : that world should be developed region, where no-one fears from future, rather is joy for future. That in world shouldnt be fear from poorness and incertitudes.
Peace, development and a better life – that`s what modern world should be. World were is good to live and where Roms and citizens of world are joy to life.
Third millenium, which is afore us will be much refractive, and I believe that we together have strength and will to tide over difficulties which we are confronting.
I pray dear God Brahma to give to us in the Third millenium some more sense to understand each other and to meet each other, and to solve all conflikts and problems via dialogue and by diplomatic resources.
Roms have always stand in line of scrupulous and responsible humanity, and like that, they always strived and are striving to "conquer world by fineness of its soul, by beauty of its speech and by charity of its being, as well as theirs honorable ancestors. "
With wish that in countries where Roms lives, next year be completely in service of Roms as well as other citizens, so that they can effectively solve their life problems, to all of you, once again, I wish happy holidays, as well as love, health and happiness in life."
Bajram HALITI


Olá Amigos!
Desejamos a todos vocęs e a seus familiares um Feliz Ano Novo!!!!
Um Feliz Ano Novo e que todos os desejos de seus coraçőes sejam realizados - no melhor para todos -
Um grande abraço em Luz.

Família Luz Cristica
Namastę.


Bahtalo haj lacho krechuno dive sa e romengor ko sasto Sumnal .
Mangav tumenge bah thaj sastipe vi but vrama ko amaro barabutno buti kjeripe ko lachipe o djivdipe e romengoro ki sasti lumja .

Romani Biradjakiri Organizacija
Kham Sijan -Skopje
DEVLESA!


MERRY CHRISTMANS AND HAPPY NEW YEARS 2008!
But baht thaj sastipe ano nevo bersh 2008!
Imer Traja Brizani

r.d. Amala
Nusdorferjeva 17
1000 Ljubljana
Slovenija
Tel: +386 41 711 / 295
www.brizani.si


Paćivale amalalen,
Manga tumenge lošale Kulundake thaj Neveberšeske feste, savorenge tumenge ano varesave thana e lumiake kote djivdinena. But sastipe, lošalipe thaj kamibe te ovol ano 2008. berš.
Dragoljub Acković e korespodentenca
ps. dikhas amen ano Romanistani

Dragi prijatelji,
Želimo vam srećne Božićne i Novogodišnje praznike, ma u kom delu sveta da živite. Neka vas zdravlje, sreća i puno ljubavi prati u 2008. godini.
Dragoljub Acković sa saradnicima
ps. vidimo se u Romanistanu


Srecna Nova 2008 Godina I Bozicni Praznici

Amzi Rusiti


Merry Christmas and Happy New Year!
Best wishes,

TV BTR Nacional

tvbtr@tvbtr.com.mk


CERCI - Centro de Estudos e Resgate da Cultura Cigana

Latchi Kritchuna ai Baxtalo Nevo 2008 bersh.
Zhor, Sastimos, Bar ai but Lovę.

Yáskara


Bahtale neve bersheske feste kotar o stafi e Radio" Romano Avazo"-Prizren

Romano Avazo
romanoavazo@yahoo.com


Dragi prijatelji, partneri i poslovni suradnici želimo Vam Sretan Božić, sretnu Novu 2008.
godinu kao i mnoštvo uspjeha na privatnom i poslovnom planu uz obilje zdravlja i sreće.

Dear friends, partners and associates, we wish you a Merry Christmas and a happy New Year.
We also wish you lot of success in business, and in private life with plenty of health and happiness

www.romskicentar-tk.org


ROMALEM TAI CHAVALEN TE DEL O DEL TUMENGUE ANDE GADALÁ KRETCHUNO BUT SASTIMÔS TAI TE AVEL LE NEVO BURS BUT BARTALÔ, TAI BUT LOUVĘ ANDE  POSNARI. (GUNÔ).
ATCHÉ DEVLESSA
CIGANA LIZ


ROMALEM TAI CHAVALEN TE DEL O DEL TUMENGUE ANDE GADALÁ KRETCHUNO
BUT SASTIMÔS TAI TE AVEL LE NEVO BURS BUT BARTALÔ, TAI BUT LOUVĘ ANDE POSNARI. (GUNÔ).
ATCHÉ DEVLESSA

LIZ
lizcigana@ig.com.br


Te avel tumenge bakhtalo Nevo Berhs & Krihcuno!

Artur Ivanov
devel@bk.ru


Roma Women Organization in Macedonia DAJA-Kumanovo wishes you very Happy New Year 2008 and Merry Christmas!

R.W.O.M DAJA
ST.Ivo Lola Ribar 46
1300.Kumanovo
Tel.+389 31 413 662
Fax.+389 31 423 654
e-mail. daja@daja.org.mk
www.daja.org.mk


Srecne nastupajuce praznike i sve najbolje u novoj 2008. godini zeli vam Save the Children u Crnoj Gori

Save the Children in Montenegro wishes you allthe happiness through the holiday season and all the best in 2008!


Phrala!len,

Bichalas Tumenqe akate jekh poèzia vas i rat e Krecunosqi, amare baxtalinençar kotar i Frància.
Baxtalo Tumaro Krecuno aj o Nevo Bers!

Saj te dikhen vi p-o internet jekh àkcia so kerda i associàcia "O krlo e Rromenqo" p-o 22-to Decèmbra: http://www.dailymot ion.com/voxrromo rum/video/ x3uesv_un- boomerang- pour-hortefeux_ politics

Sar i Frància pànda tradel e Rromen and-i Rumania aj and-i Bulgaria, ustavindor sa e thamia, jekh Pàpo Krecunosqo rromano gelo, som jekhe tikne delegaciaça k-i Ministria vas i imigràcia aj dias e ministresqe jekh bumeràngo, te sikavel lesqe so e Rroma naj kastune bumeràngia te khelel pesqe o ministro lençar.

But baxt, sastipe, barvalipe aj zor savorrenqe!

E rromane organizàcie and-i Frància: Rromani Baxt, Ternikano Berno, AVER mamuj o racizmo, O krlo e Rromenqo

MILE Saimir
rinchibarno@yahoo.fr


Roma National Congress
Respected
O nevo bersh te anel mange bah, sastipe, pakavibe tay zoralipe...
Let the New Year bring us joy, well being, mutual confidence and streght...
Devlesa Ashmet Elezovski!
We wish a Merry Christmas and a Happy New Year


Hola primos!
Deseamos felicitaros la Navidad y al ańo nuevo, para lo cual os llevo a la página de inicio de mi web y desde alli podéis descargaros la animación, el cómic, la musica. Escuchar un villancico cantado por uno de nuestros jóvenes del área de juventud de la asociación y también reenviar la postal a todos vuestros contactos QUE ESPERO QUE HAGÁIS
Un abrazo a todos y todas y
BAXTALO O KRETCHUNO THAJ NEVO BERSH
Ver la postal en www.kaledorkayiko.org


Hallo,

Na vsi4ki zhelaq zdrave veselo izkaarvane na kolednite i novogodishnit praznici shtastie i uspehi prez predstoqshtata godina i naj-vazhnoto mnogo zdrave :)

Merry christmas and happy new year.

Baxtalo tumaro Nevo 2008 Bersh!

Dzhevid Sali
Dobrich , Bulgaria
djakolinus@gbg.bg


Lacho deves & Bahtalo Nevo Bersh
Yvonne Slee taro Ăstráliyahaite

Yvonne Slee
Romani Life Society
Australia

www.geocities.com/daveauss
http://geocities.com/romani_life_society 
www.geocities.com/romanivonnie


Rromale, te avel baxtalo tumaro Krecuno thaj o Nevo 2008 bersh !

To my all Roma friends, I wish Merry Christmas and Happy New Year 2008 !

Simona Jovic
President of Humanitary and Cultural Organization "Rroma of the World"
Rromani dances performer
Website : www.simonajovic.com
Email : rromaorganization@gmail.com


Kellemes karácsonyi ünnepeket és boldog új évet!

Merry Christmas and a Happy New Year!

Baxtalo Krechuno thaj Nevo Bers bishavel tumenge!

Zsigó Jenő
president of Hungarian Roma Parliament,
founder and leader of Ando Drom Gipsy Folk Group
andodrom@t-online.hu
www.andodrom.hu


Bachtali karaèona savore romenge nejvo bersh 2008 mangel o Badi Dushan andolo èechyko

Dusan Badi
Dusanbadi@seznam.cz


Romale !!!

Te avel tumenge bakhtalo Nevo Berhs & Krihcuno !!!

Nikola Moskalov
listname@list.ru

Ukraine, Sumy


Shavale Rromale,

Lasho Krechuno ay Baxtalo Nevo Bersh tumenge savorrenge!

Katar o Lolya anda'y Argentina
jorge@bernal.net.ar


Te aven baxtale sa tumęnde ánde sa e lúmya.

Te avel baxtalo tumáro Kretchúno hai te aven pe sastimáste, baxtása, sastimása thai-vi lovęnsa ándo Bersh o Nevo.

Ronald Lee
leerom@cogeco.ca

Toronto, Canada


FELICES FIESTAS !!!

David Zaafra
zaafra@hotmail.com


Obshtestveniat suvet po izpulnenie na Obshtinskata Strategia po Desetiletie na Romskoto vkluchvane v Sofia 2007 - 2013 g. pojelava na vsichki veselo posre6tane na kolednite i novogodishnite praznici.
Jelam ot surce na vsichki sibirsko zdrave, evreisko bogatstvo i ciganska ljubov !

Publico Concilo kaj kerel buki pe Municipalikani Strategia Decada e Romenge andi Sofia 2007 - 2013 bresh, mangel te ovel bahtalo tumaro Krechuno thaj o Nevo bresh !
Sa ilestar bishalas tumenge o Sibirjako sastipe, o Zutano barvalipe thaj e Romengo khamipe !

The Public Council on realization the Municipal Strategy on the Decade of Roma Inclusion in Sofia 2007 - 2013 wishes all of you Merry Christams and Happy New Year.
We wish you, from the bottom of our hearts, the health of Siberinas, the wealth of Jews and the love of Roma


Dear friends

I wish you a Merry Christmas and Happy New Year!
Te avel baxtalo tumaro krečuno!

I want also thank all of you for these 4 years I have been IRWN's (International Roma Women's Network) communication coordinator and secretary.

I have decided not to continue with these mentioned roles because I can't do that as a paid worker.

I wish you all the best,

Janette Grönfors
janettegronfors@gmail.com


Merry Christmas and Happy New Year
wish you
hCa/ORC Tuzla


But baxt thaj sastipen an Nevo 2008.

Bers mangel tuke o Rajko Djuric thaj e Unija Roma Srbije.


Dear prijatelji,

Tim CARE NWB - Kancelarije u Srbiji zeli vam Srecan Bozic i srecnu i uspesnu Novu Godinu.

Nadamo se da cemo nastaviti da radimo zajedno i razmenjujemo ideje i iskustva.
Jasna Kronja
Head of Office
CARE International North West Balkans
Serbia Office
Belgrade
Sumadijski Trg 6a
tel (011) 3559 774
mobile (063) 371 125


Ke i Sastipen thaj Mestepen te aven tumentsa savaxt
Que la salud y la libertad estén con vosotros siempre

UNION ROMANI
Dirección Postal/Postal Address:
Apartado de Correos 202
E-08080 BARCELONA (Spain)

Tel. +34 934127745
Fax. +34 934127040
E-mail: u-romani@pangea.org
URL: http://www.unionromani.org/index_es


Dear friends

I wish you a Merry Christmas and Happy New Year!
Te avel baxtalo tumaro krecuno thaj o NEVO 2008 bers.

Dr. Trajko Petrovski,
Instute of Folklor "MArko Cepenkov" - Skopje
Higher reasercher of Roma linguage, etnology and history
trajkopetrovski@yahoo.com


O manusha andar I ‘Romani Baht’ Foundation, Sofia, Bulgaria mangel te phenel tumenge te oven but saste, veste thai bahtale palal o biyanduro dies e devlekse thai ando nevo bersh 2008!
Te del o del ando nevo bersh. Te na ovel bokhalipe thai babihtalive o nasvalipa te nashel taro manusha, I sasti phuv te zariolavel! Sa o manusha te arakhas amari lumya! Te na ovel mariba mashkar o thema.
O roma te djas kop o uprino nivelo ki Evropeakiri politika karnik amende, iek te djas a gadjenca ando biznesi, andi kultura, thai ki edukacia! O gadje te ahalioven kai ame o roma but angal breshende sinjmas Evropeicia tahi phirasas veste ando sato dunyas!
‘Romani Baht’ Foundation, Sofia, Bulgaria

The team of ‘Romani Baht’ Foundation, Sofia, Bulgaria wants to congratulate you on the Day the Jesus was born and wishes you to be healthy, free and happy during the new 2008.
We hope that god will not let people starve and be unhappy, won’t allow diseases in people, and will cure the Nature. We should all cure and protect our world. There should not be any wars! We hope that Roma will improve there way of life and will take their place in the European policy with dignity. We hope that Roma will align with non- Roma in culture, education and business.
We hope that non-Roma will understand that we, the Roma people, have become Europeans many years ago by traveling all over the world.
‘Romani Baht’ Foundation, Sofia, Bulgaria


Tanti AUGURI di BUONE FESTE da CHIamaMILANO


E mere pativale Romalen!
Me te mere e Indiake manusha ame kamas te mangas e bare Devalestar tume sa e Dunijake/Lumnijake/ Phuveske e amare kamle Roma Phralenge te Pheniange, te Shavorenge/Chavoren ge, te shavoriange sa e amare chache illesa/jilesa/ vilesa
O Baxtalo KURBAN BAJRAMO! te
O Baxtalo KRECHUNO! te
O Baxtalo NEVO BERSH 2008!
Mukav tumenge e bare Devloresa!

Tumaro chacho Phral taro INDIA,
JANARDHAN PATHANIA
pathania1@yahoo.co.in


Un saludo para todos y todas, un mensaje enviado por la compańera Diana Britto donde se hace una reflexión sobre sobre la actitud de cada uno de nosotros y nosotras en Navidad, me lleva a pensar que no podemos perder el verdadero significado de la Navidad en esta época, el espíritu de la Navidad se ignora en medio del consumismo y lo no fundamental, un verdadero regalo de Navidad sería que las personas aquí en Colombia no fueran víctimas del secuestro y que en Colombia algún día la "humana política" impere sobre la "real politik".

Esta Navidad en muchos hogares estará iluminada por la luz del espíritu de los y las que partieron, esa luz junto con la luz de la estrella que nos guía hacia nuestra Leyenda Personal como dice Paulo Coelho, será la luz que desde nuestros corazones nos indicará el sendero a recorrer en el 2008, que el mismo esté lleno de paz interior, salud, prosperidad y un amor que se vea reflejado en el servicio hacia nuestros hermanos y hermanas que más lo necesitan, el nacimiento del Seńor Jesucristo el Maestro del Servicio es lo que celebramos en cada Navidad, que su mensaje y su obra nos orienten siempre.

Compartimo como regalo de Navidad a todas las redes que hacemos parte el Calendario para el 2008 que aparece en la Página Web de los Gitanos y Gitanas de Australia que fue socializada por esta red, mil gracias por todo lo que nos aportan.

Bendiciones,
Patricia Romero Sánchez
Directora CREARC
Junta de Asociados de CREARC


Wir wünschen frohe Weihnachten
Und einen guten Start in Neue Jahr 2008

Das Team von der
International Romani Union
Fevzije Bahar


Te aves baxtalo
BAXTALO O KRETCHUNO SA LE ROMA LE LUMIQE
DIKHEL AMARI LIL KRETCHUNESQE AND-I www.kaledorkayiko.org


ACH DEVLEÇA PHRALA THAJ PHEJA


”EUROMA”
Romana Kulturako Centri - Kopenhagen
Ruten 167.3.3
2700 Brřnshřj
Danmark
Tlf. & Fax: 38 81 07 08
Mob.:20 922 068
www.euroma.dk

KAMLE PHRALALEN THAY PHENYALEN,
VILOSTA BAHTALKERAV TUMARO KURBAN BAYRAMO , KREQUNO THAY NEVO 2008 BERSH
MANGIPAYA SA SHUKARIPA ANO TUMARO JIVDIPE.
SELAHETIN KRUEZI - SALKO - DANIMARKA


Sa e Romenge ko sumnal baxtarav o krechuno, nevo bersh a e romenge save si muslimanja baxtalo o Bajrami.
Mangav sa e Romenge but bax hem sastipe, hem baro suxeso ke lengiri avutni buti.

Ramiza Memedi
Nazif memedi
Zagreb
ramiza.mehmedi@zg.t-com.hr


Svim građanima romske nacionalnosti i druge nacionalnosti

®ELIM SREĆĆNU NOVU 2008 GODINU I NASTUPAJUĆĆE BO®IĆĆNE PRAZNIKE

Andrija Đorđević-sasvim obièan građanin


Kellemes karácsonyi ünnepeket és boldog új évet kíván a Roma Sajtóközpont!
*******
The Roma Press Center Wishes You Merry Christmas and a Happy New Year!
********
O Romano Médijako Centro Baxtalo Krechuno thaj Nevo Bers bishavel tumenge !
*********

Roma Sajtóközpont
romapres@t-online.hu


Seljami sa e romenge thaj Bahtalo o Kurban Bajrami sa e Romane Muslimanenge, thaj tindalava e Allahe te del amen pharlipe thaj mangipe hem ko sasto Sumnal sa e romenge Pasakeripe .
DEVLEJA

R.B.O.
KHAM SIJAN
Sevgul Abdula
s_abdula01@yahoo.com


Sa e romenge so si Muslimanjora managav baxatlo kurban bajrami thaj but sastipe thaj bax ko tumaro dzivdipe
Kamol tumenege Depotanti taro parlamento e Croacijako Nazif Memedi


Laèo èaèipen sa le romenge nove berą amare romenge

Irinel o Badi Duąan
Dusanbadi@seznam.cz


Paqivale phenia thaj phrala Rromalen,

Kamaov sarenenge baxtalimos e divenge so si angle amen: Kurban bajramo,krechuno thaj nevo 2008 bersh.
O baro Devel tumencar,sastipaxa thaj bare baxtalimosar te nakhen o dive amare so si mashkar amen.

Mire ilestar kamaovav tumenge,
Kasum Cana ande Kroacia.
romacana@yahoo.com


The staff and board of the European Roma Rights Centre wish you much success in 2008 and looks forward to fruitful co-operation in the new year.


Bahtalo Kurban Bajram sa e muslimanenge ko sumnal

Sali
TV Sutel- online
Macedonia
salimemed@yahoo.com

Mangle dikhutnalen,

Bare losajipaja kamas te infromirinatumen ci i Evropaki Romani Televizija TV Sutel on-lene, e neve bersheske kerga specijalano neve bersheskiri programa 24 casora-arija. Amen sem sigurna ci ka kera tumare bidjukoskere dive maj bahtale te nakhen tumare familijaja ko tumare khera. Shaj te sunene gilja taro sa e thena kote si djivdine e Roma.

I Redakcija taro TV Sutel on-line mangel tumenge bahatale nevebersheskere krecuneskere dive, sastimos thaj baht pe tumaro djivdipe.

Sutel Television -Skopje
tvsutel@yahoo.com

 

 
Di Fabrizio (del 29/12/2007 @ 09:34:17, in Kumpanija, visitato 1918 volte)

Da Roma_Francais

Jenisch, Sinti e Rom (Le temps, CH, 11.12.2007)

Il Fondo Nazionale della Ricerca Scientifica (FNRS) pubblica uno studio sulle sorti della "gens du voyage" nella Svizzera del XX secolo, in particolare sulle centinaia di infanti jenisch, sinti e rom prelevati a forza dalle loro famiglie, con lo scopo di integrarli ed assimilarli, dalla Pro Juventute tra il 1926 e il 1973.

Florence Gaillard
Mercoledì 12 dicembre 2007

Gli Jenisch sono un gruppo etnico europeo. Si dicono di origine celtica ma la tesi è contestata, così come quella che li fa discendenti di commercianti giudei itineranti. Le loro origini rimangono dunque poco conosciute, ma hanno una lingua loro - lo jenisch - il cui primo dizionario è apparso nel 2001. A volte sono chiamati gli "Zingari bianchi" per le loro caratteristiche fisiche: capelli ed occhi chiari.

Nomadi o largamente sedentari al giorno d'oggi, vivono soprattutto in Germania (circa 200.000, nonostante le enormi perdite sotto il nazismo), in Austria, in Francia e nella Svizzera orientale, dove sarebbero oltre 30.000, di cui da 1.000 a 2.000 nomadi. Costituiscono il principale gruppo della gens du voyage di nazionalità svizzera. Stephan Eicher, cantante zurighese ed icona nazionale, è Jenisch da parte di padre.

I Sinti sono pure loro un gruppo etnico che vive soprattutto nell'Europa germanofona. Hanno le stesse radici, modo di vita e struttura patriarcale dei Manouches francesi - il chitarrista Django Reinhardt è Sinti. Sono, come i Rom di Romania - ramo est europeo dello stesso gruppo etnico la cui presenza ha recentemente preoccupato l'Europa occidentale - d'origine lontana indiana. Hanno una lingua propria [...] Il loro numero in Svizzera è ritenuto in meno di 5.000 persone.

 
Di Fabrizio (del 05/12/2007 @ 09:07:09, in Kumpanija, visitato 1752 volte)

Da Macedonian_Roma

Contributed by: WMC_News_Dept. - Interview by Ivana D'Alessandro

Esma Redzepova, la cosiddetta "Regina degli Zingari" è unaincredibile artista che coopera con la campagna Dosta! che promuove un miglior riconoscimento della cultura rom e del loro essere cittadini europei. Nominata per il Premio Nobel per la Pace nel 2003, Esma è stata anche la prima artista yugoslava a calcare le scene dell'Olympia di Parigi. Orgogliosa delle proprie origini, Esma ha cominciato a cantare dall'età di 13 anni. Il suo matrimonio con un "gagio", Stevo Teodosievski, fu uno scandalo prima di diventare il simbolo del dialogo tra la comunità rom e la società maggioritaria. L'abbiamo incontrata a Friburgo, nel quadro di un'attività che è tuttora una sorpresa ma che verrà annunciata su www.dosta.org.

Signora Redzepova, lei è una cantante conosciuta a livello internazionale, è stata nominata al Premio Nobel per la Pace, è sposata con un non-Rom... Molti direbbero che lei non corrisponde all'immagine dei Rom che comunemente ha la gente, Si considera un'eccezione?

E'una domanda molto importante: se sono un'eccezione per il popolo Rom e per essere stata nominata al Nobel per la Pace. Sento dii aver fatto molto per la popolazione Rom. Sono stata la prima cantante che ha cantato in romanes nel mondo, sono la Regina ufficiale della musica rom, incoronata a Chandigarh, in India nel 1976. D'altra parte, sono speciale nel mondo musicale, non un'eccezione per essere Rom. E' vero che ho fatto molto per dare visibilità alla cultura Rom e per tenere insieme Rom e non-Rom, ma questo è normale, niente di eccezionale.

I Rom sono tuttora la minoranza più discriminata in Europa. Secondo lei quali sono le ragioni di ciò e come l'esempio di personalità come lei  può invertire la situazione?

Posso dire che la discriminazione contro i Rom è sempre esistita, ma il popolo Rom l'ha sempre affrontata con dignità e l'ha sempre combattuta. Posso dire che i Rom sono un popolo duro, che vive in tutto il mondo, ed è l'unico popolo che non ha mai dichiarato guerre, l'unico popolo che non ha assimilato degli altri.

L'attitudine Rom dovrebbe essere emulata e la loro cultura riconosciuta. Anch'io, quando ero giovane, ho sofferto la discriminazione. Per esempio, alla scuola elementare nessuna bambina voleva sedersi accanto a me, per la mia pelle scura, perché ero differente dagli altri. Devo dire che ho avuto dei momenti difficili nella mia vita di cantante rom, ma ho sempre provato a dimenticare quei brutti momenti e cercato di ricordare le cose piacevoli che mi sono successe come Esma Redzepova Teodosievska.

Come spiegheresti a un non-Rom chi sono i Rom e cosa significhi esserlo nella società odierna?

Per me essere Rom significa felicità. Può sembrare strano a qualcuno che si sia felici di essere Rom. Ma sono orgogliosa della mia origine etnica perché sono orgogliosa della storia del mio popolo, della ricchezza della mia cultura e dell'attitudine pacifica e cosmopolita del mio popolo che è sempre stato di una grande apertura mentale. Il popolo Rom dovrebbe avere il diritto di scegliere il posto dove vivere, perché non hanno un paese proprio.

Come vede la condizione delle donne Rom nella nostra società, e quale il loro contributo alla Romanipen, l'identità e cultura Rom?

Devo dire che in Macedonia c'è un gran numero di donne Rom che giocano un ruolo attivo non solo nella vita familiare, ma anche nella vita sociale: Molte donne Rom lavorano sulle tematiche rom, difendono i diritti dei Rom e lottano per il riconoscimento della cultura rom. La presenza delle donne Rom nella società è anche dimostrata dal numero di donne Rom scolarizzate, che è in costante aumento. In Macedonia ci sono ragazze e giovani donne che hanno educazione superiore e grande conoscenza delle tematiche rom. Io sono tra quante lavorano sulle tematiche rom e fanno un lavoro positivo per la comunità Rom.

Quali messaggi vorresti indirizzare ai non-Rom che leggono questa intervista?

Il mio messaggio a tutti sarebbe di smettere di combatterci, di insegnare la tolleranza, il rispetto e la mutua comprensione per garantire un miglior futuro ai nostri figli ed un mondo migliore dove vivere.

This interview was made for the Council of Europe's Dosta! - Basta! campaign. "Dosta" is a Romani word meaning "enough." Dosta is also an awareness raising campaign which aims at bringing non-Roma closer to Roma citizens. For more information about Dosta, go to www.dosta.org.

 
Di Fabrizio (del 17/11/2007 @ 09:16:41, in Kumpanija, visitato 1637 volte)

L'avvocato italiano Gustavo Zagrebelsky analizza la nozione di "straniero" nella società occidentale. "Se le relazioni sociali fossero perfettamente bilanciate, la parola straniero ed i suoi sinonimi correnti (migranti, immigrati, extracomunitari) e le sue differenti variazioni (Nord-Africani, Islamici, Rom, Cinesi ecc.) sarebbero parole neutrali deprivate di significato discriminatorio... Nelle società precedenti lo straniero era il nemico per definizione, che doveva essere limitato se non ucciso. L'umanità funzionava con l'idea di essere divisa in comunità separate, naturalmente ostili l'un l'altra. Da allora, l'idea di una società globale, con leggi comuni è progredita con la moltiplicazione di convenzioni e dichiarazioni internazionali... Ma oggi, il trabocchetto mortale si trova nella distinzione fra gli immigranti normali ed irregolari."

da La Repubblica - riportato su Roma_Italia

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie piů cliccate


25/05/2022 @ 09:14:49
script eseguito in 64 ms

 

Immagine
 Parigi, 4 settembre 2010, manifestazione dei 50.000... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 4537 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoE-mail: giovannidinatale1954@gmail.comOf...
28/12/2021 @ 11:20:35
Di giovannidinatale
Hi we are all time best when it come to Binary Opt...
27/11/2021 @ 12:21:23
Di Clear Hinton
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2022 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source