Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non un altro blog - giornale o chissacosa ma: 1. raccogliere notizie direttamente dalle fonti; 2. far conoscere come la pensano i diretti interessati.

La redazione
-

\\ Mahalla : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Daniele (del 28/02/2006 @ 22:34:35, in musica e parole, visitato 2067 volte)

Lunedì 27 febbraio suonerà a LA PALMA CLUB
Ivo Papasov & His Wedding Band

Una brillante serata, del costo di 400 km. di strada, c’ha regalato Ivo e la sua band. Un inizio “timido” di appena cinque minuti per riscaldare una macchina da guerra (come lo ha definito il presentatore) in azione per due ore piene, più una mezz’ora di revival bulgaro con tanto di danze di una cinquantina di spettatori. Il locale quasi pieno diviso 50 e 50 fra italiani e bulgari hanno goduto di questa serata. Sul palco appena gremito s’iniziano ad intravedere denti luccicanti d’oro, premonizione (per me) di un bel tripudio balcanico. La musica minestrone di Ivo, col suo clarinetto indemoniato, era accompagnata da un grande kaval, da una fisarmonica, da una chitarra elettrica e da un batterista; con l’aggiunta, in 3 o 4 brani, della voce della moglie di Papasov. Questo minestrone sonoro era rivolto sempre ad est, o meglio, al sud est Europa fino a scendere verso la Turchia. Il tutto con l’aggiunta di “scherzi” di musica occidentale. Alcune battute di Ivo fra un brano e l’altro assolutamente in bulgaro ed assolutamente simpatiche, viste le risate dei suoi connazionali. Tutto la serata, prima del concerto, nella pausa e nel finale, abbiamo respirato una bellissima “aria” bulgara fatta di gigante energia, parole, musica e danze… grazie anche al comune di Roma per l’ottima partenza della rassegna del Romabalkan festival…
Un “affettuoso” saluto ai bulgari e a chi ne conoscesse il significato… gustomaina!

èâî ïàïàñîâ live at "la palma", rome 02-27-2006

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/02/2006 @ 18:08:02, in conflitti, visitato 1994 volte)

GIRCA (Gypsy International Compensation and Recognition Action) comunica che la Corte di Giustizia di Ginevra ha richiesto la prescrizione della causa intentata contro l'IBM, per complicità con lo sterminio operato dai nazisti nei confronti di Ebrei, Rom e altre minoranze. La causa era stata formalizzata nel dicembre 2004. Un'altra ricostruzione dei fatti è disponibile su Webmasterpoint e su Ticinonline.

La Corte di Ginevra ritiene di non poter giudicare in merito, perché i crimini contro l'umanità sono entrati a far parte del diritto svizzero solo nel 1981, e quindi nulla possa essere imputato alla filiale svizzera di IBM per quanto commise sino al 1945.

GIRCA presenterà un nuovo ricorso al Tribunale Federale entro i prossimi 30 giorni.

Pour GIRCA
Me Henri-Philippe Sambuc, advocat
legal@itip.ch
0041 79 202 19 52
0041 22 343 80 12 (fax)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 28/02/2006 @ 08:01:37, in blog, visitato 1987 volte)
(cliccare sulle immagini per leggere l'articolo completo)

Lunedì 27 febbraio suonerà a LA PALMA CLUB
Ivo Papasov & His Wedding Band
alle ore 22.00 in via Giuseppe Mirri n.35, ingresso euro 10.

Il concerto è in calendario nella manifestazione
ROMABALKAN FESTIVAL 2006
Settimana della Cultura Bulgara
a Roma dal 26 febbraio all’1 marzo 2006.

Per i suoi fans Ivo Papasov, musicista rom, è "il Re della wedding music...



Giovedì 23 febbraio un nuovo sgombero ha colpito la Minoranza Etnica Lingistica Europea dei Rom Rumeni.

E' infatti stato sgomberato dalle forze dell'ordine il "campo nomadi", su sollecitazione dei vicini di casa.

In totale sono state abbattute dalle ruspe quattro costruzioni abusive situate in una zona boschiva di via Roma.

All’interno di esse trovavano rifugio dive...



Sono duri a morire, e di certo in una società bombardata dall'informazione come la nostra, trovano nuova linfa, nella marea di notizie, quelle leggende metropolitane e bufale che pure presso le nostre latitudini non mancano.
Negli ultimi anni però sulla rete sono nati parecchi siti con l'intento di smascherare queste nozioni comuni, le quali, affermate e ripetute, acquistano credibilità e po...



Un interessante articolo è stato pubblicato da AidaNews sul carnevale di Venezia. Naturalmente tra una sfilata di maschere, spettacoli con musica, danza e recite c'è il tempo per criticare l'attuale Giunta comunale che non scaccia alcune povere donne rom che chiedono l'elemosina.
Secondo la contessa Frattini dalle Voglie, questi "mendicanti" sono "tutti della stessa tribù di zingari"...


In questi giorni, fino a domenica 5 marzo si tiene a Formigine (Provincia di Modena) un carnevale molto particolare e diverso da quello di Venezia.
Il carnevale, ogni anno, rivive un'antica leggenda che descrive la nascita di questa cittadina, intorno al 980 (e questa data metterebbe in crisi tutta l'attuale storiografia sulle popolazioni sinte e rom) con l'arrivo e la sedenterizzazione di un g...


Il Comune di Treviso ha presentato in Regione Veneto il progetto per la realizzazione di un nuovo "campo nomadi".

Il campo dovrà accogliere i Sinti, i Rom e i Giostrai che sono insediati in vari terreni sul territorio comunale. Il nuovo "campo" sarà precluso a chi è "itinerante".

Il progetto prevede il concentramento di circa cento persone in un sito inq...


Il Ministero della Pubblica Istruzione ha reso pubblico il 16 febbraio il documento: linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri.

Secondo il Direttore Generale, Maria Moioli, il documento descrive le azioni per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri, condotte con la collaborazione dei Referenti regionali e del Gruppo nazionale di lavoro per l ...



Sabato 1 e domenica 2 aprile 2006 a Magione (Perugia)
nel teatro Mengoni a Ballet 2006,
si terrà la manifestazione
Flamenco e Khatak
Viaggio nel ritmo dall’India alla Spagna

Ideato da Rossella Fanelli con musiche tradizionali indiane e flamenchi.


Lo spettacolo si ispira a quel particolare evento storico, stratificatosi nei secoli, del lungo cammino che i Kalé spa...


Di sicuro all'integrazione non si arriva attraverso miracoli, veri o falsi che siano, ma nemmeno attraverso false ideologie, assistenzialismo indiscriminato, ambigui aiuti che rischiano di diventare, seppur in chiave moderna, un qualcosa di pericolosamente simile all'antico "commercio di schiavi".

Ho provato a leggere su un qualsiasi dizionario il significato del termine "int...
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/02/2006 @ 18:24:47, in media, visitato 1888 volte)
S. del blog Ruota segnala questa notizia di ieri su Repubblica:

VATICANO: DOMANI DOCUMENTO SU CHIESA E ZINGARI

"Orientamenti per una pastorale degli zingari". Si intitola cosi' un documento a cura del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, che sara' presentato domani presso la Sala Stampa della Santa Sede dal card. Stephen Fumio Hamao, presidente del dicastero vaticano e dall'arcivescovo Agostino Marchetto, segretario del medesimo Pontificio Consiglio. Il 4 maggio 1997 Giovanni Paolo II ha proclamato il primo zingaro beato nella storia della Chiesa, Zefferino Gimenez Malla detto 'El Pele'', nato a Benavent de Lerida nel 1861 e fucilato presso il cimitero di Barbastro nell'estate del 1936. Nei primi mesi della guerra civile che insanguino' la Spagna fu arrestato per aver difeso un sacerdote; al momento dell'esecuzione stringeva tra le mani la corona del rosario.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/02/2006 @ 09:49:53, in lavoro, visitato 1955 volte)

2454592

Roma Cisti - Roma pulita”: raccolta rifiuti ingombranti: Il 1 novembre 2005 è decollato il progetto di raccolta di materiali ferrosi e rifiuti ingombranti che vede 8 Rom impegnati. Il progetto consiste nella raccolta di rifiuti ingombranti (elettrodomestici, televisioni e affini) da parte di operai Rom della cooperativa Phralipè solitamente abbandonati a fianco dei cassonetti della spazzatura o in discariche abusive per conferirli alle isole ecologiche dell’AMA sul territorio in cui si opera. Il Progetto si articola nei Municipi Roma IV, V, VII e XII. Il Progetto nasce dallo “Sportello di segretariato sociale per l’avviamento al lavoro delle comunità Rom, Sinti e Camminanti” che lavora alla sua buona riuscita e ad un suo allargamento anche sul territorio provinciale e regionale.

continua su Romano Lil

La testimonianza di un operaio del progetto “Roma pulita”: Sevko Ahmetovic è operaio-autista della cooperativa sociale Phralipè – Fraternità impiegato nella raccolta rifiuti ingombranti per conto dell’AMA (Azienda Municipale Ambiente di Roma). Il progetto di lavoro è partito il 1 novembre 2005 con la cooperativa che ha 9 soci lavoratori (di cui 8 Rom). Sevko lavora part-time (18 ore la settimana) ed ha otto figli. Quella che segue è la sua testimonianza, di vita e di lavoro.

continua su Archivio Romano Lil

2454601

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/02/2006 @ 01:24:09, in musica e parole, visitato 1964 volte)

Pretty Dyana (123 le segnalazioni precedenti) su Google Video


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 26/02/2006 @ 13:10:16, in musica e parole, visitato 2443 volte)
Se n'era scritto il mese scorso, ecco una recensione su RomanoLil:

Un film che “gira” per diverse realtà socioculturali di Napoli (campi rom, centri sociali, facoltà universitarie…) a promuovere momenti di incontro e di riflessione, a fare intercultura nel senso di scambio e intreccio. Le periferie marginali mutano in Zone Temporaneamente Liberate dove si aprono nuove visioni e sensibilità rispetto al fenomeno Rom, a quello della devianza sociale e della legalità. Una riflessione: “Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito e non la luna”.

L’Associazione
L’associazione culturale “Figli del Bronx”, con il contributo del comune di Napoli (assessorato agli Affari Sociali), organizza "Sotto la stessa luna tour": un ciclo di 10 incontri in varie realtà socio-culturali cittadine, con la proiezione-dibattito dell'omonimo film di Carlo Luglio. L'occasione della proiezione del film è quella di mettere a fuoco le questioni più delicate che relegano le periferie della città di Napoli, e non solo quelle, a dei territori di disagio e desolazione maggiore rispetto ad altre periferie italiane. Degli incontri interculturali che possano aprire nuove visioni e nuove sensibilità rispetto al fenomeno Rom e a quello della devianza sociale e della legalità. Il regista e gli attori del film saranno presenti alle varie proiezioni-dibattito.

Quando il giro (tour) diventa viaggio (drom)
27 Febbraio 2006, presso il campo Rom del comune di Napoli a Scampia, in collaborazione con l'associazione "Opera Nomadi".
Ore 19,00, saluta Amedeo Curatoli (Presidente "Opera Nomadi" regionale). A seguire proiezione del film e dibattito con:
Marco Nieli, Enzo Esposito (Opera Nomadi), Marco Rossi Doria (maestro di strada), Antonio Moscato (dirigente del comune di Napoli – servizio contrasto nuove povertà), Alessandro Fucito (presidente Commissione Educazione – Comune di Napoli) e Pa-raska Muharem (cittadina Rom residente in campo rom - area nord Napoli).

La trama del film (Carlo Luglio)
“La vita quotidiana di due giovani Rom nella periferia di Scampia a Napoli, si incrocia con quelle di un ex capozona napoletano in via di pentimento e con il gruppo del giovane boss emergente del clan vincente. Le situazioni all’interno del campo Rom e quelle all’esterno, hanno un unico comune denominatore: sono storie di vita ai margini con una loro disperazione intrinseca, ma con la forza vitale tipica di chi deve sbarcare il lunario costretto a confrontarsi con la dura legge della strada calpestando quotidianamente la propria dignità per sopravvivere. Inevitabile migrare se si cerca una vita migliore”.

Avevo bisogno di un lavoro (Gaetano di Vaio)
“Avevo bisogno di un lavoro come primo passo nel tentativo di costruire una nuova vita, dopo aver scontato l’ennesima condanna durata circa quattro anni. Andavo in giro a chiedere, ma nessuno mi voleva. Un giorno, camminando per via Zuccarini a Scampia dove stava il vecchio campo Rom sotto il ponte della metropolitana, notai una bambina che trasportava una busta contenente alcune bibite; capii subito che il punto vendita doveva trovarsi parecchio distante dal campo in cui viveva. Pensai quindi di caricare la mia malandata autovettura con bibite e generi alimentari pre-confezionati e recarmi ogni giorno al campo per rivenderli. Nonostante il mio passato di devianza temevo molto gli zingari. Pensavo a cosa inventarmi per farmeli amici nel momento in cui avrei messo piede nel campo. In realtà fu tutto semplice: la gente era contenta, a tal punto da propormi di costruire una baracca da utilizzare come punto vendita fisso. Era la prima volta che mi capitava di sentirmi accettato veramente. Pian piano cominciai a riconoscermi in alcune delle loro abitudini, come quella della famiglia numerosa, delle mamme che la sera lavavano i figli nelle bagnarole, nei piedi nudi dei bambini con la faccia sporca come la mia quando vivevo nel basso con mamma papà e dieci figli; nei semafori e nei vetri delle autovetture che lavavo da ragazzino a Capodimonte, nella loro musica, nella semplicità delle relazioni, nei furti… nell’emarginazione!
Oggi posso dire che la mia vita è cambiata proprio a partire da quella esperienza”.

Informazioni: 3294396527 e-mail: figlidelbronx@libero.it
2451308
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 26/02/2006 @ 12:49:53, in media, visitato 2486 volte)

Lo scorso 10 febbraio ho riportato un comunicato stampa di protesta contro l'esclusione di una giornalista dalla manifestazione “La Due-giorni Romanì” Incontro con la cultura Rom.

Le autrici, il cui lavoro era già stato riconosciuto nel concorso artistico internazione “Amico Rom”, avrebbero dovuto ritirare il premio assieme agli altri partecipante.

Il filmato “incriminato” è online QUI; sono poco più di 2 minuti: fatevi voi una ragione della sua esclusione ed eventualmente, se avete notizie, critiche, ragguagli, fatelo sapere nei commenti o alle autrici.

Articolo Permalink Commenti Oppure (4)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 26/02/2006 @ 09:29:18, in scuola, visitato 2115 volte)

[RIASSUNTO]

II puntata La strada per educare al futuro

Avvicinandosi alla scuola non ci si rende conto di cosa ci sia dentro. Posta in un angolo pulito e quieto di un altrettanto lindo villaggio, a 90 km. da Sofia in una valle circondata da montagne, la scuola Vidrare appare per quello che è: una scuola normalissima, col campo di calcio, il recinto di rose che testimoniano il lavoro di un giardiniere coscienzioso. Il campus è costituito da quattro edifici [...]

Sono circa 90 gli studenti, tra i 7 e i 16 anni. La maggioranza di loro sono Rom, che dividono le loro abitazioni col bestiame esono sparpagliati nei villaggi montani lì intorno, spesso anche distanti dai centri abitati. Per questo gruppo di studenti la lotta per l'educazione comincia da casa, con la quotidiana sfida della distanza da percorrere, della mancanza di vestiti o di nutrizione adeguata.

La scuola Vidrare è unica nel suo tentativo di rompere le barriere che incontrano questi bambini: pur non essendo un orfanotrofio (i bambini hanno i genitori), è attrezzata per ospitare gli studenti ce arrivano da lontano, provvede al mantenimento di quelli più bisognosi, fornisce quaderni, libri di testo, gessi e materiale per la scrittura.

Quattro anni fa se ne ventilava la chiusura. La caldaia centrale aveva oltre 60 anni e tutto l'impianto era a rischio incendio. La nuova direttrice, Maya Pencheva, aveva inviato una richiesta alle organizzazioni umanitarie, nel tentativo di salvare la scuola. Un'organizzazione riuscì a trovare una nuova caldaia e un'altra donò i computer. Negli anni successivi, le due associazioni hanno continuato ad investire finanziariamente e personalmente nel mantenimento della scuola.

Maya Pencheva in un'intervista ha sottolineato le barriere che circondano il suo gruppo di studenti. I loro genitori di solito sono scettici di fronte all'istituzione scolastica; ci sono eccezioni, ma di solito la scuola tradizionale non è una priorità. Maya Pencheva è convinta che la maggior parte di quei bambini vuole andare a scuola e si mostra particolarmente preoccupata per quanti vorrebbe frequentare ma trovano ostacolo nella volontà dei genitori.

Lei e il gruppo di otto insegnanti sono tutte Bulgare e risiedono nell'area del villaggio. Si ingegnano nel comprendere

  1. cosa potrebbe motivare i genitori a mandare i propri figli alla scuola e

  2. come insegnare al meglio con le scarse risorse a disposizione.

Le insegnanti a turno devono essere disponibili nottetempo per quanti si fermano a dormire. La dieta scolastica, che consiste primariamente in pane e fagioli, viene integrata coi prodotti dei loro orti. A natale si ingegnano con la vendita di cartoline d'auguri autoprodotte o altre realizzazioni artigianali.

Le ragioni del rifiuto dei genitori sono varie: uno dei fattori più comuni è la paura che i figli partano per non tornare più. I Rom sono estremamente orientati alla famiglia, creano un'unità dal combinarsi di generazioni multiple. Difatti, in molte comunità l'autorità risiede nei membri più anziani della famiglia allargata. Inoltre c'è un'innata sfiducia nel governo e verso “quelli di fuori” - sfiducia legittima, visto come i libri di storia descrivono la “piaga zingara” negli ultimi secoli. Per finire, la religione presso i Rom è una confusa miscela di tradizione, folklore e della religione dominante della cultura “patria”, che produce una gran varietà di credenze. Fondamentale, i Rom ritengono “quelli di fuori” come contaminati e rifiutano i contatti eccessivi. Tutto questo assieme, costruisce quel muro che gli insegnanti devono abbattere per dare un'opportunità ai giovani.

Le sfide che minacciano la scolarità non sono solo filosofiche, ma soprattutto pratiche. A una giovane madre è stata posta la domanda: “Cosa ti impedisce di mandare i figli a scuola?”. Nella sua risposta, la madre anticipò che i figli si alzavano e si vestivano da soli, che avevano assunto anche la responsabilità di fare i compiti e di frequentare. Ma la risposta vera era: “Non li posso mandare quando sono senza scarpe”.

Le barriere per questa generazione fondamentalmente sono simili a quelle di altri gruppi minoritari: povertà, paura, sfiducia. Come può un gruppo di insegnanti con un budget di 200 leva annui, provvedere a calzare i propri studenti perché facciano a piedi le due-tre ore di percorso verso la scuola? Come può una cultura assimilata investire in un gruppo minoritario riluttante? Basta un decennio per sovvertire secoli di barriere? Alcune certezze ci sono. Le divisioni permarranno per anni ancora e il cammino verso l'inclusione resterà in salita, ma cominciare a dare attenzione e risorse alle giovani generazioni, darà frutti in futuro. [...]


La scuola Vedrare, immagine tratta da "The Sofia Echo"

fine II puntata

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 25/02/2006 @ 23:44:28, in lavoro, visitato 2117 volte)

Dietro le quinte: l'intervista sullo sportello sindacale è avvenuta sabato 18, proprio mentre tra gli immigrati, compresi quei Rom rumeni, esplodeva la notizia delle richieste di permesso di lavoro da ritirarsi in posta. L'argomento non riguardava l'intervista, ma se ne era parlato lo stesso, del passaparola tra gli immigrati, della stranezza di un “quasi condono” prima delle elezioni, delle code in posta, piuttosto che del tradurre i moduli dal burocratese all'italiano (e se il caso anche in rumeno). Un bilancio sulla prima settimana (prevedibile) nella newsletter di

logosuper

Il dramma dei kit

Moduli venduti al mercato nero: prezzi fino a 250 euro

La denuncia dei sindacati: "Tante le segnalazioni"

MILANO - Fino a 100 euro pagati per il kit per la domanda di assunzione di lavoratori extracomunitari: secondo la Camera del lavoro di Milano, in città si è creato un vero e proprio bagarinaggio e i moduli, consegnati gratuitamente in posta, ma difficili da reperire per l'alto numero di richieste, vengono venduti per le strade.

"Se c'é anche allegato un contratto - afferma il sindacato - di lavoro, ovviamente falso, il prezzo raggiunge i 10 mila euro". La Cgil sottolinea inoltre che, per mancanza di informazione, spesso gli immigrati credono di trovarsi di fronte ad una sanatoria e non hanno ben chiaro che non tutte le domande verranno accettate.

"I posti a disposizione, stabiliti dal Ministero, sono 170 mila - spiega Graziella Carnieri della Camera del Lavoro - Perché allora distribuire così tanti kit, creando aspettative inutili?". La risposta starebbe, sempre secondo il sindacato, negli introiti che lo Stato e Poste Italiane riceverebbero se tutti i moduli ritirati venissero poi effettivamente spediti.

"La tariffa per la riconsegna di ogni busta, già prestampata sulla busta stessa è di 5,70 euro. Ogni domanda, dovrà inoltre contenere una marca da bollo di 14,62 euro - spiega Carnieri -. Se venissero riconsegnate le 900 mila domande fino ad ora distribuite ci sarebbe un introito complessivo di 5 milioni di euro per le Poste e di oltre 13 milioni di euro per lo Stato".

Anche l'Anolf Cisl di Pesaro denuncia un mercato illegale dei moduli distribuiti gratuitamente dagli uffici postali.

Secondo il sindacato i kit verrebbero venduti a prezzi fra i 30 e i 250 euro ciascuno. A lanciare l'allarme è stato Gianluigi Storti, responsabile territoriale. Secondo la sua testimonianza, all' Anolf sarebbero già arrivate "una decina di segnalazioni in tal senso".

Non solo: sembra che dietro un compenso di 400 euro, alcuni professionisti si offrano di compilare la domanda con la promessa di un' assunzione sicura.

(24 febbraio 2006)

Stefano Camilloni

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


28/02/2017 @ 06:27:04
script eseguito in 47 ms

 

Immagine
 6 maggio: Djurdjevdan - Herdelezi - la festa di san Giorgio... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 957 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< febbraio 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
         
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoSiete alla ricerca di prestito per sia r...
23/05/2016 @ 10:54:59
Di manuele
BuongiornoSiete alla ricerca di prestito per sia r...
08/04/2016 @ 10:41:57
Di manuele
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2017 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source