Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Gli Zingari fanno ancora paura?

La redazione
-

\\ Mahalla : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 31/05/2010 @ 09:52:34, in Italia, visitato 1667 volte)

Le tre "barachine" ritratte qua sotto da Lorenzo Mandelli non si differenziano da quelle dei tanti campi "irregolari", tranne che per un piccolo importante particolare.

Qual è?? ; - ) (se non lo scoprite da soli, domani la soluzione)

Articolo Permalink Commenti Oppure (2)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di cicciosax (del 31/05/2010 @ 09:48:33, in casa, visitato 1580 volte)

venerdì 28 maggio 2010

Per la seconda volta nel giro di un mese, a Palermo una coppia di rom, con sei figli, prima nella graduatoria per l'emergenza abitativa, non è riuscita a prendere possesso di un appartamento assegnato dal Comune sembra per l'opposizione di alcuni inquilini, contrari all'ingresso nel condominio della famiglia che al momento abita in un camper nel campo nomadi della Favorita. La coppia di kosovari, che ha ottenuto asilo politico e vive in città da 18 anni, ieri si è presentata agli uffici del comune per ricevere le chiavi dell'appartamento, situato in un palazzo in corso Calatafimi. Ma il settore patrimonio del Comune ha rinviato la consegna dell'abitazione senza fornire al momento una data né una spiegazione. Secondo indiscrezioni, però, anche in questo condominio alcune persone si sarebbero lamentate per l'arrivo della nuova famiglia. Il primo episodio si era verificato a fine aprile. La famiglia aveva ottenuto un appartamento di 180 metri quadrati confiscato alla mafia in via Bonanno, nella zona di via Libertà, in pieno centro città, ma la protesta di alcuni condomini scesi in strada con lo striscione ‘Palermo ai palermitani', aveva indotto il comune a trovare un'altra sistemazione. "E' grave – dicono il consigliere comunale del Pd, Davide Faraone e la capogruppo dei democratici alla IV Circoscrizione, Serena Potenza – il tentennamento del Comune su questa vicenda". I due esponenti Pd sottolineano che si tratta di una "famiglia integrata: l'uomo fa lo stagionale in agricoltura, la donna lavora come badante mentre i figli frequentano la scuola". "Chiediamo l'immediata assegnazione dell'appartamento – aggiungono – e le scuse del sindaco Diego Cammarata per il ritardo della consegna".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 31/05/2010 @ 09:26:18, in Italia, visitato 1379 volte)

Segnalazione di Maria Grazia Dicati

 (il link per chi legge da Facebook) Servizio apparso il 13 Maggio sul TG3

Ne avevamo parlato QUI. Altre notizie su Rubattino

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 30/05/2010 @ 09:10:47, in media, visitato 1735 volte)

Segnalazione di Maria Gabriella De Luca

Terre di Confine e FareReteCatanzaro presentano

6 GIUGNO -ore 21.30
c/o IL CAFFE' DELLE ARTI Centro Polivalente per i Giovani - via Fontana Vecchia - Catanzaro
Breve viaggio nella storia e nella cultura Rom

Proiezione del video
"Seppellitemi in piedi"
La voce del popolo Rom

"Nessuno libera nessuno, nessuno si libera da solo, gli uomini si liberano insieme" (Paulo Freire)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 30/05/2010 @ 09:03:42, in blog, visitato 1444 volte)

Roma, Trenitalia vuole schedare i passeggeri se sono Rom
Segnalare e contare "eventuali passeggeri di etnia rom" che salgono e scendono dal treno alla fermata di Salone, tra Roma Tiburtina e Avezzano. La "selezione" è affidata a controllori e capotreni alle prese con un modulo prestampato di Trenitalia (in foto), secondo l'azienda però mai in pratica utilizzato, che non menziona pas...

Roma, le FS prendono provvedimenti disciplinari ma i razzisti sono sempre in agguato
Ferrovie dello Stato rende noto che si sono conclusi i lavori della Commissione interna d'inchiesta, riunitasi il 7 e 8 maggio scorsi, "in relazione all'indebita produzione e distribuzione di un modulo per la segnalazione di passeggeri di etnia Rom sui treni della linea FR2". L'inchiesta ha rilevato che ta...

Milano, scontri in via Triboniano
Circa 150 persone, tra Rom e attivisti dei centri sociali, si sono scontrati, nel pomeriggio di giovedì, a Milano con le forze dell'ordine fuori dal campo rom di via Triboniano. I Rom volevano raggiungere Palazzo Marino, per manif...

Milano, scontri e feriti in via Triboniano
Lancio di sassi, manganellate e auto in fiamme. Gli scontri fra alcune decine di Rom del campo regolare di via Triboniano e le forze dell'ordine sono scattati alle quattro del pomeriggio. I Rom volevano raggiungere Palazzo Marino, sede del Comun...

Milano, i video degli scontri in via Triboniano
Scene di guerriglia urbana in via Barzaghi a Milano, vicino al campo rom di via Triboniano. Giovedì pomeriggio i Rom si sono scontrati con le forze di polizia in assetto anti-sommossa e hanno lanciato sassi e bastoni contro gli agenti. Le violenze sono cominciate intorno alle 16.30, quando è...

Milano, tensione altissima in via Triboniano dopo gli scontri
Dopo la sassaiola, gli scontri con la polizia e i disordini di giovedì sera (guarda il video...) la tensione rimane alta nel campo rom di via Triboniano a Milano, presidiato dalle forze di polizia. A farne le spese, denuncia don Virginio Colmegna, sono stati gli operatori della Casa della Carità, che da anni operavano tra i nomadi del campo assicurando, oltre alla solidarietà, anche un...

Milano, basta strumentalizzare i Rom!
Gli scontri di giovedì a Milano sono un fatto grave, frutto dell’incapacità del Comune di Milano di costruire un dialogo con i Rom. L’Amministrazione comunale ha abdicato al suo ruolo istituzionale e ha lasciato un vuoto che è stato occupato da persone che stanno usando i Rom p...

Ascoli Piceno, l'identità sommersa
Sabato 29 maggio sarà presentato ad Ascoli Piceno il libro “l’identità sommersa” a cura di Francesca Innocenzi, edito da Edizioni Progetto Cultura. L’evento inizierà alle ore 18.00 nella Sala Conferenze della Libreria Rinascita in piaz...

Il Governo italiano dice no al riconoscimento dei Sinti e dei Rom
No all’introduzione del crimine di tortura nel codice penale. No al riconoscimento dello status di minoranza linguistica alle comunità rom e sinte presenti in Italia. Sì alla costituzione di una istituzione nazionale indipendente per la promo...

Rom e Sinti, siamo indignati!
Il prossimo 9 giugno, in occasione dell’esame periodico (universal periodical review) a Ginevra, il Governo italiano dovrà rispondere alle raccomandazioni poste al nostro Paese dal Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 29/05/2010 @ 11:39:32, in Italia, visitato 2371 volte)

21:49 - CRONACA- 26 MAG 2010

7 giugno al via lavori recinzione decisi da giunta centrosinistra
Milano, 26 mag. (Apcom) - Si accende la polemica politica sul progetto di costruzione di un muro lungo 500 metri e alto quasi tre con il quale il Comune di Sesto San Giovanni (Milano) intende cingere una vasta area demaniale dismessa divenuta da anni luogo di insediamento dei nomadi, con conseguenti, continui, sgomberi. L'opera, già soprannominata "muro anti-rom" e il cui cantiere partirà il prossimo 7 giugno, è stata decisa dalla giunta di centrosinistra al governo del piccolo Comune alle porte del capoluogo lombardo, che per costruirla ha anche ottenuto un corposo finanziamento ministeriale. Sulla costruzione del muro in via Luini, al confine con Monza e Cinisello nei pressi della ferrovia e vicina all'area ex Falck, oggi è intervenuto il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Milano Riccardo De Corato che, sottolineando l'"assordante silenzio della sinistra", ha ricordato come l'Amministrazione meneghina "lo scorso ottobre fosse stata messa alla berlina solo per aver deciso di mettere un semplice rilevato di terra come dissuasore della sosta abusiva dei camper e delle roulotte dei plurirecidivi sinti siciliani di via Cusago". "Nell'immaginario dei soliti buonisti e benaltristi quel nostro 'non-muro' era diventato una muraglia, un simbolo addirittura della volontà del Comune di chiudere le porte all'integrazione" ha proseguito De Corato, evidenziando come "la decisione del sindaco Oldrini ha avuto il pregio di scoperchiare le contraddizioni del centrosinistra: capace periodicamente di evocare i fantasmi inesistenti della discriminazione per certe decisioni prese da Palazzo Marino e di mettere la testa sotto la sabbia quando sono i sindaci amici ad attuare analoghi provvedimenti".

Copyright © Telecom Media News S.p.A. Tutti i diritti riservati

Articolo Permalink Commenti Oppure (4)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 29/05/2010 @ 11:33:32, in Kumpanija, visitato 2355 volte)

Ciao Fabrizio
Ti racconto un po' come è andata in Camargue.
Non è facile raccontare o scrivere di queste cose, vanno vissute... comunque ci provo.

Sabato ventidue ho caricato mio figlio Pietro all'uscita di scuola e poco dopo l'una siamo partiti.
Tirata unica, ci siamo fermati il tempo di riempire il serbatoio e vuotare la vescica: siamo arrivati verso le otto di sera. La chiesa era aperta, ma la cripta chiusa, e non siamo riusciti a salutare santa Sara. Abbiamo fatto un giro per il paese: tantissimi musicisti, uno più bravo dell'altro. Ci siamo innamorati di un gruppo di trombettisti moldavi (Fanfare Vagabontu).
Abbiamo dormito in macchina nel parcheggio del centro, il mattino dopo ci siamo mossi prima delle otto: dopo le otto si paga. Abbiamo deciso di fare un giro a les Salines, con corsa in macchina sulla lunghissima spiaggia. Questa spiaggia è misteriosa, ogni volta che vado è diversa: questa volta ci si corre in auto per chilometri senza piantarsi; l'anno scorso ci si affondava, come se fossero sabbie mobili, anche a piedi.
La spiaggia è piena di baracche e roulottes, da un certo punto in poi inizia la zona riservata ai nudisti. I nudisti, contrariamente a quello che ci si immagina, non sono dei fricchettoni con i capelli rasta di vent'anni, ma dei distinti signori di cinquanta, sessanta anni che girano completante nudi.
Dopo un secondo passaggio a les Salines, dove abbiamo visto una confusa (da dove si parte? Dove si arriva?) ma simpaticissima parata tradizionale, siamo ripartiti per les Saintes Maries. Il richiamo di santa Sara è sempre più forte.
Il paese incomincia a riempirsi di gente, in centro non si parcheggia più.
L'incontro con S. Sara è sempre emozionante, non si riesce a trattenere la commozione. Non so se qualcuno è mai riuscito a capire come mai santa Sara è diventata la patrona dei gitani, ma se uno viene in questa chiesa il 24 di maggio capisce che non potrebbe essere diverso.
Durante la giornata si gira per il paese ascoltando questi musicisti fantastici, e si fanno diversi passaggi nella cripta, a salutare la nostra patrona, a dire una preghiera o ad accendere un cero (che come sempre abbondano).
Durante la serata si canta e si balla, si ascolta musica e si incontra gente. Girando per i campi si incontrano gruppi e famiglie che suonano, mangiando piatti di ricchissima paella e bevendo vino bianco.
Il pellegrinaggio raduna sempre tanti fotografi (forse troppi), da qualche anno richiama anche una serie di "personaggi alternativi", come artisti di strada, buskers e giramondo.
Lunedì mattina ci svegliamo già elettrizzati: facciamo una colazione veloce, offerta da una famiglia di gitani che vengono da un paese dell'est che non sono riuscito a individuare e che hanno dormito in furgone di fianco a noi, ci vestiamo eleganti, e si parte per la chiesa. Per non rimanere fuori bisogna entrare in chiesa verso le due, per sicurezza entriamo all'una, forse un po' troppo in anticipo, ma abbiamo tutto il tempo di prepararci.
Questo è il momento per cui vale la pena fare quasi duemila chilometri e dormire in macchina per tre notti. La preparazione è straordinaria, ognuno porta una veste, un drappo, un fiore, il gioco di un bambino, le foto dei propri cari (io le foto di mia moglie e dei figli) per abbellire la santa, e perché vengano portati in processione. E' un momento molto forte, più di uno si fa prendere dall'emozione.
Le casse con le reliquie delle sante vengono fatte scendere dalla cripta superiore, il vescovo e i preti devono dire qualcosa (forse troppo?), qualcuno piange, qualcuno sviene e qualcuno strilla.
La santa viene caricata in spalla dai portantini, si parte. La gente è veramente troppa, i fotografi, i turisti, i cavalli… tutti spingono per seguire la santa.
Una delle cosa che mi ha sempre colpito è la processione che si ferma ogni volta che un anziano o un malato chiede di poter toccare la santa. Il rispetto per le persone malate, invalide o anziane che hanno i gitani è da imparare.
Si raggiunge il mare, seguiti dai cavalli e dai musicisti (urs karpaz) che dedicano un pezzo alla santa.
Il ritorno è più tranquillo, e nell'ultimo tratto la santa viene portata a spalle dalle donne gitane. Forse è vero che la società gitana è maschilista, ma non so in quante processioni hanno questa attenzione.
La processione finisce, santa Sara viene riaccompagnata alla cripta.
Un ultimo saluto, un cero, una preghiera per gli amici e le persone care, e siamo pronti per rimetterci in strada.
Subito dopo la processione si sente la smania di ripartire, nel giro di poche ore il paese si svuota: il popolo viaggiatore sente bisogno di rimettersi in marcia.
Mi sono fatto l'idea che il rischio peggiore in questo periodo per il popolo gitano sia perdere le proprie tradizioni e la propria identità. Il pellegrinaggio di santa Sara, il fatto di incontrarsi e di festeggiare assieme, la musica, i costumi e i balli danno ai gitani la possibilità di ricordarsi e ri-incontrare questa identità, la fede in santa Sara dà loro un'identità che altrimenti sarebbe troppo facile perdere.
Come sempre non ho fatto foto, un po' perché non sono capace e sicuramente in internet se ne possono trovare di migliori di quelle che farei io, un po' perché vado a les Saites Maries come pellegrino, non da "turista" che deve tornare con dei souvenirs.
Il ritorno è stato più rilassato, con varie tappe qua e là.

Mi son scritto queste note un po' per me, per non dimenticarmi, e un po' per te: se vuoi inserirle nel blog fai pure (magari taglia, fai un po' te…).
Ciao, [...]
Marco[Beri]

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2010 @ 09:51:49, in Italia, visitato 1803 volte)

Segnalazione di Tahar Lamri

Dal 4 al 6 giugno - Ravenna - Artificerie Almagià. Via dell'Almagià 2

La Dichiarazione Universale dell’Unesco sulla diversità culturale, Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'UNESCO, Parigi, 2 novembre 2001 afferma nel Primo articolo "Identità, diversità e pluralismo", che : "La cultura assume forme diverse nel tempo e nello spazio. La diversità si rivela attraverso gli aspetti originali e le diverse identità presenti nei gruppi e nelle società che compongono l'Umanità. Fonte di scambi, d'innovazione e di creatività, la diversità culturale è, per il genere umano, necessaria quanto la biodiversità per qualsiasi forma di vita. In tal senso, essa costituisce il patrimonio comune dell'Umanità e deve essere riconosciuta e affermata a beneficio delle generazioni presenti e future."
Il Festival delle Culture di Ravenna, nella sua IVa edizione, fa sua questa affermazione "la diversità culturale è, per il genere umano, necessaria quanto la biodiversità per qualsiasi forma di vita" e mette in scena lo scorrere dell’acqua tramite le performances dei giovani o nella rappresentazione dei rituali vodù o mettendo semplicemente a confronto le diverse comunità che compongono il tessuto sociale di Ravenna.

ANTEPRIMA FESTIVAL

Sabato 29 e domenica 30 maggio
Ore 21.00 - Teatro Zodiaco - via E. Mattei 28 (Villaggio Anic)
150° anniversario della nascita di Anton Cechov:
"Ehi Vanja, Bisogna vivere!" spettacolo teatrale
ideazione: Evelina Drianovska e Andrea Contarini. Regia: E. Drianovska

Lunedì 31 maggio
ore 21.00 - Sala Forum, Circoscrizione Seconda - via Berlinguer 11
Chi siamo? – Testimoni – mediatori culturali raccontano la loro Storia
L’emigrazione italiana attraverso immagini e lettere
Breve spettacolo teatrale sul linciaggio dei salinari italiani in Fracia. Regia di Vladimira Cantoni/Teatro del Sale
a cura di associazione Integriamoci Insieme

Mercoledì 2 giugno
Festa della Repubblica a Lido Adriano, c/o CISIM, viale Parini 48 (Lido Adriano)
Ore 10.00 Riunione pubblica della redazione della rivista L'Accalappiacani.
Ore 12.00 Parata per le vie di Lido Adriano della Spartiti per Scutari Orkestra.
Ore 17.00 Leggono gli scrittori Paolo Nori, Ugo Cornia, Eraldo Baldini e Lidija Dimkovska.
Ore 19.00 Cena di carne alla griglia, dalla Romagna ai Balcani.
Ore 21.00 Musica con Spartiti per Scutari Orkestra.
A cura di Ravenna Teatro/Teatro delle Albe, coop. Libra, Il lato oscuro della Costa

FESTIVAL DELLE CULTURE 2010

Venerdì 4 giugno
Ore 10,00 – Istituto Geometri Camillo Morigia di Ravenna
Teatro Forum del gruppo GIM (Generazioni in movimento) in dialogo e confronto con gli studenti
Coordina Emanuela Cappellari (Jolly di Teatro dell’Oppresso)
Ore 14.30 - Casa Melandri, via Ponte Marino 4
Sun Wen Long (Associna), Azeb Lucà Trombetta (Crossing Tv) e Meho Sulemanski (Città Meticcia) presentano: "Generazioni in movimento: le esperienze di Pillole d’identità, Rete TogethER, Crossing Tv e Juvenilia a confronto" – proiezione di video e cortometraggi (in collaborazione con Cospe)
- Proiezione del film "Le acque di Chenini" regia: Elisa Mereghetti (durata: 15’): L’oasi di Chenini, nei pressi di Gabès (Tunisia) un piccolo angolo di paradiso, è in pericolo. I palmeti scompaiono e le sorgenti d’acqua che la rendono rigogliosa non ci sono più, sostituite dalle pompe che erogano acqua a caro prezzo.
Ore 17.30
"Iè venu zô cun la fiumâna" a cura del gruppo Generazioni in movimento (i giovani della Casa delle Culture)
Come lo scorrere dell’acqua nel letto di un fiume giovani creativi di qui e d’altrove toccheranno e fertilizzeranno le vie della città in performance itineranti:
(Il flusso sarà scandito da giovani percussionisti senegalesi)
Sorgente: Museo Nazionale/Basilica di San Vitale, Performance di Parkur/acrobazie di strada
Alveo di scorrimento: via Argentario – via Cavour. Letto di inondazione: Piazza San Domenico: DIG – Dangerous International Gang presenta: Jerk/Break Dance/Hip Hop
Alveo di scorrimento: via IV Novembre. Letto di inondazione: Piazza del Popolo - Jerk, Break Dance, Salsa, Danze russe, Capoeira.
Alveo di scorrimento: via Diaz. Alveo maggiore: Giardini Speyer - "Hello Nigeria! Part I": Danze acrobatiche in maschera - Afesan Igbabonelimi Dance, Clapping for the Dead (a cura di Afesan Community). Alveo di scorrimento: viale Pallavicini – Sottopassaggio – Via Magazzini Anteriori.
Foce: Artificerie Almagià
Ore 19.30: "Le parole sono gesti in comune" sit-theatre. Regia di Matteo Cavezzali (TeatrOnnivoro).
A seguire
Esibizione di Capoeira (a cura del gruppo Coquinho Baiano)
Ore 20.30: Festa dei maestri e i loro allievi - Danza del leone e del drago. Arti marziali dei Maestri italiani e cinesi (a cura dell’associazione Qina/Oltre la muraglia)
Ore 21.00: Dave Kaye mini-concert (etno-folk dall’Australia)
Ore 21.30: Banda del Villaggio Solidale in concerto (Rom big band)
Nata del 2005 in seno alla Casa della Carità dallo sgombro del campo nomadi via Capo Rizzuto a Milano. La loro musica rispecchia la cultura popolare rumena: fisarmoniche e voci femminili, ritmi che nascono dall’incontro fra Oriente e Occidente. Virtuosismo, vivacità, allegria e malinconia.
A cura dell’associazione Romania Mare
Ore 22.30: Quilombo Total in concerto (world music natural remix) Presentazione dei giovani del gruppo Generazioni in Movimento
Gruppo multietnico (Italia, Argentina, Marocco, Giamaica). Rivisitazione della musica popolare brasiliana, argentina, arabo andalusa e gnawa.


Sabato 5 giugno
Ore 15.00 - Sala Forum, Circoscrizione Seconda - via Berlinguer 11
Seminario su immigrazione e inclusione sociale dell’associazione Noble Service International

Artificerie Almagià
Ore 18.00 (Spazio tenda berbera) – Presentazione del progetto "Terre di seta", delle cooperative di donne di Soatanana (Madagascar), di tessitura di sciarpe. Degustazione cibi del Madagascar. Intervento del presidente dell’Ong Ravinala Italia, Teresa Pecchini (a cura del Villaggio Globale)
Ore 18.00 - Dal Senegal: Sabar. Nella pura tradizione del Maestro Doudou N’daye Rose. Il dialogo fra donne e tamburi.
Ore 19.30: Tinikling - Danza delle Filippine (a cura di Mabuhay)
Ore 20.00: Festa dei maestri italiani e cinesi e loro allievi: Taijiquan e Qigong (a cura dell’associazione Qina/Oltre la muraglia)
Ore 20.30: Apolide & Sule mini-concert. Dedicato a tutti i Mohamed del mondo (etno-indie-rock)
Ore 21.00: Mo’O Me Ndama: Bissima e Match. Spettacolo di danza tradizionale africana e contemporanea. Coreografo Lazare Ohandja.
Ore 22.00 – "Hello Nigeria! Part II": Mgbidi Amaka in "Igbo Masquerade Dance", Donne Interculturali di Ravenna in "OdeniIgbo Dance", Edo Comunità presenta: "Voodoo Rituals", invocazioni degli spiriti per il loro aiuto in favore dell’ambiente.
Ore 22.30: Iam’S presenta: Hip Hop & Rap a gogo
Con-Fronti. Giovani in palco e in platea su tema del razzismo a cura di T’DO
Da L.E.C.C.E (S.U.D. della Bella Italia): Aban in corcerto

Da mezzanotte:
Shakin’ Generation. La notte dei giovani viventi. Almagià Dance Night.
Conduce Generazioni in Movimento

Domenica 6 giugno
Ore 16.00 – Fiera del baratto e del riuso a cura di CittA@ttiva
Ore 18.00: Spazio Tenda Berbera
presentazione del libro di Marina Girardi "Kurden People"
Al porto di Patrasso, sotto un torrido sole estivo, si incrociano la rotta di Sonia, che sola col suo zaino ritorna da una vacanza a Creta, e quelle dei ragazzi kurdi in fuga dalle persecuzioni che subiscono nei loro paesi.
(a cura dell’associazione Mirada)
Ore 19.00: Festa dei Maestri italiani e cinesi e loro allievi: Wushu, Kongfu e Sanda. Accompagnamento armonie musicali con l’arpa. (a cura dell’associazione Qina/Oltre la muraglia)
Ore 20.00: Estrazione biglietti vincenti della lotteria "Il Terzo Mondo".
Ore 20.30: "Error", musiche e danze dal Bangladesh
Ore 21.00: Consegna del Premio città di Ravenna per l’Intercultura
Ore 21.30: "Hello Nigeria! Part III": Skyladies in "Ugho Dance & Ogieke Dance", Lover Brothers "Obayangbon Dance", Dynamic Friends International in "Opuruiche Dance & Ekpo Dance", Ika Union in "Ika Cultural Dance"
Ore 22.30: Andrea Capezzuoli e Compagnia in concerto. Musiche popolari dall’Italia al Québec

IL FESTIVAL DELLE CULTURE AL RAVENNA FESTIVAL
Venerdì 11 giugno, ore 21 – Giardini di San Vitale
c’è un luogo, incontriamoci là… (anno secondo)
Voci nella preghiera

Incontro e dialogo tra le tre grandi religioni del Libro – ebraica, cristiana e musulmana – in uno dei luoghi – la Basilica di San Vitale – forse più emblematici di un’antica e ancora oggi possibile comunione tra Oriente e Occidente.
Introduce: Umberto Galimberti. In collaborazione con le associazioni delle comunità dei cittadini immigrati di Ravenna. Le voci di Tahar Lamri, Reda Zine, Sidh

Sabato 12 – Domenica 13 giugno
"IX Capoeira Festival Coquinho Baiano"
Villaggio del Fanciullo - Via del Pino 102 - Ponte Nuovo – Ravenna

Batizado e Formatura do Instrutor Diony.
12.06. dalle Ore 10:30 - Roda al mare nel Bagno Azzurra
13.06 dalle ore 11.00: lezioni, stage, Rods, formatura

LA MOSTRA
Futuro di sabbia. Mostra fotografica sulla desertificazione
A cura di a cura di Acra, Cospe, Icu, Rc


GASTRONOMIA
Ristorante Marrakech – Specialità maghrebine e mediorientali

Ristorante Araliya – Specialità da India, Sri Lanka e Indonesia

Piandineria&Kebab

SUK
Mercato con prodotti di artigianato africano e asiatico

Solo domenica: fiera del baratto e del riuso
(a cura di Citt@Attiva)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2010 @ 09:07:25, in Italia, visitato 1495 volte)
Siamo lieti di annunciarvi che il sito del convegno di giugno è on line. Oltre alla possibilità di iscriversi e trovare informazioni sulla conferenza, contiene una ampia rassegna della normativa e nei prossimi giorni sarà aggiornato quotidianamente con le relazioni al convegno.
 
http://rom.asgi.it/
 
Con molta cordialità, aspettando di incontrarvi a Milano il 16 giugno

per il Comitato scientifico,

Tommaso Vitale
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/05/2010 @ 09:56:43, in Italia, visitato 2226 volte)

Segnalazione di Ernesto Rossi

APERTAMENTE di Buccinasco promuove la
4 ^ FESTA DEI SINTI del QUARTIERE TERRADEO Via dei Lavoratori, 2 - Buccinasco
SABATO 29 MAGGIO 2010

ore 9,30 Messa nella chiesa di Santa Maria Assunta

ore 11.00 Incontro con le Autorità e la cittadinanza - Sala Consiliare
Relazione sulle attività svolte dall’Associazione
Intervento del Sindaco Loris Cereda
Dibattito
Seguirà rinfresco

ore 14.30 Festa dei bambini e ragazzi Sinti e dei loro amici con giochi vari,
al Terradeo - visita al quartiere

ore 16.15 Merenda

Il Sindaco
Loris Cereda

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


24/02/2017 @ 22:39:29
script eseguito in 47 ms

 

Immagine
 popoli e idee in movimento... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2211 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< febbraio 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
         
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoSiete alla ricerca di prestito per sia r...
23/05/2016 @ 10:54:59
Di manuele
BuongiornoSiete alla ricerca di prestito per sia r...
08/04/2016 @ 10:41:57
Di manuele
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2017 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source