Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 05/08/2006 @ 10:33:46, in casa, visitato 2170 volte)

APPELLO DI PROGETTO: DALE FARM, CRAYS HILL, ESSEX

by Grattan Puxon Save Dale Farm Campaign

  1. Dale Farm è una vasta comunità integrata, la più grande nel suo tipo di tutto l'UK. Le aree con permesso di sosta (oltre 40) e quelle che hanno richiesto il permesso, formano un tutt'uno - accomunato dalla parentela con il clan Sheridan.
  2. Gli Sheridan sono Nomadi da secoli e sono originari di Limerick, in Irlanda. La maggior parte di loro è nata in UK e ha documenti britannici. Molti hanno legami antichi con questa parte dell'Essex, avendo vissuto nel passato nelle aree di Grays, Thurrock, Prittlewell, oppure a Brentwood, Romford and Chelmsford, ed in altre parti della regione.
  3. Tradizionalmente, gli Sheridans sono commercianti di mobilio (sia antico che nuovo), anche se recentemente alcuni hanno differenziato la propria attività, gli Sheridans hanno viaggiato nel passato in tutta la Gran Bretagna. Dopo le severe limitazioni sul modo di vita nomade introdotte alla Legge criminale della giustizia di l994, hanno limitato i loro viaggi.
  4. A seguito della circolare governativa che favoriva l'acquisto delle aree di sosta (che nel contempo liberava i comuni dalla predisposizione e cura di queste aree), gli Sheridans iniziarono a comprare terreni ad Oak Lane, dove Nomadi e Viaggianti risiedevano da oltre 40 anni.
  5. Crescendo la pressione sul tradizionale modo di vita nomade, venne acquistata la terra in località Dale Farm. Questo includeva le aree per servizi e per le attività lavorative. Vennero rimosse tutte le carcasse delle autovetture e  migliaia di pneumatici abbandonati.
  6. L'area è stata poi suddivisa in lotti, che negli ultimi quattro o cinque anni hanno dato a Dale Farm l'aspetto attuale. I grossi caravans hanno lasciato il posto a chalets e case mobili e l'aea esterna completamente recintata.
  7. Essex Fire and Rescue ha recentemente restaurato e rinnovato gli idranti nella zona, incluso uno a Dale Farm, nella proprietà di Patrick Egan e della sua famiglia (non incluso nell'appello, perché la sua area ha il permesso di sosta).
  8. Vorrei sottolineare che spesso ci si riferisce erroneamente a Dale Farm come ad un accampamento. Può essere più precisamente descritto come un villaggio o un quartiere, con caratteristiche e sviluppi simili a quelli degli adiacenti Oak Road e Gardeners Lane North.
  9. Molti di quanti hanno visitato recentemente Dale Farm, incluso Ministri, autorità e membri della Commission for Racial Equality, hanno espresso la loro positiva sorpresa per l'aspetto ordinato e civile che permea tutta l'area.
  10. Tutti hanno rimarcato l'assurdità che questa area che conta 86 case venga rasa dalle ruspe.
  11. Quest'estate molti, se non la maggior parte dei lavoratori attivi, sono in Francia, in Germania ed in Spagna, dove loro hanno registrato aziende ed attività lavorative. A Dale Farm rimangono gli anziani e i bambini piccoli, continuando la popolazione attiva i propri commerci.
  12. Tra quanti rimangono, molti hanno problemi di salute. Buon numero di loro, sono nell'elenco del Comune di Basildon del 15 luglio 2005 e successivi. Questo elenco detto Date Protection Act, fornisce strumenti e aiuto medico a chi ne ha bisogno.
  13. Messi sulla strada, gli Sheridans perderanno assistenza medica, frequenza scolastica e gli altri benefici della comunità sedentaria, garantita al resto della popolazione. Ciononostante, mantengono la loro cultura dell'auto-aiuto e di curare anziani e malati, oltre ai giovani, naturalmente.
  14. Questa coesione è stata messa a dura prova da tante difficoltà e il minacciato sgombero da Dale Farm rischia di compromettere l'equilibrio e la sopravvivenza del clan.
  15. Di fronte alle difficoltà attuali e passate, gli Sheridans hanno saputo mantenere la loro unità e leadership. Le voci del Comitato dei Residenti, portate da Richard Sheridan e Kathleen McCarthy, sono state ascoltate in diverse riunioni e comitati, sino ai ministeri [...] Hanno anche preso parte a diverse riunioni locali e sono stati ascoltati da Peace & Progress, the Gypsy Council, UK Association of Gypsy Women, Gypsy & Traveller Affairs, the Irish Travellers Movement 2006, the National Travellers Action Group and the UK Gypsy, Traveller and Roma Forum, Jewish Socialist Group, Jewish Peace Group, Roma-Panjabi Group, PakiTV, Rokker Radio (in alcuni casi sono stati cooptati come membri onorari). Sono stati inoltre coinvolti in Helsinki Watch, Washington Advocacy Project, International Alliance of Inhabitants, Peace News, Ireland From Below, Anti-Fascist League e diversi gruppi anti-razzisti e associazioni romani collegate all'European Roma and Traveller Forum di Strasburgo. Dale Farm si è poi gemellato con il più antico quartiere Rom d'Europa: Sulukule ad Istambul.
  16. L'unico desiderio dei proprietari e dei residenti di Dale Farm è ottenere permessi permanenti per le loro case, cosa che regolerebbe la loro situazione e rimuoverebbe la minaccia di sgombero che pende da anni sulla comunità. Decisione che nasce dalla testarda volontà di Mr Malcolm Buckley, capogruppo Tory nel Consiglio comunale di Basildon, che prevede lo stanziamento di £2,9 milioni per "ripulire" l'area dalle carovane senza autorizzazione (eufemismo per le famiglie Nomadi e Viaggianti). Il partito Laburista ha definito questa decisione come razzista e la stessa è attualmente soggetta a un Giudizio di Revisione della Commissione per l'Uguaglianza Razziale, che si pronuncerà il 13 novembre.
  17. Siamo stati incoraggiati dal recente parere del Judicial Review per Hovefields Drive, un sito più piccolo che ha avuto uno sviluppo simile, e dall'altra soluzione adottata a Gipsy Hill, in forma di pianificazione quadriennale. Sostanzialmente, il Consiglio di Basildon colpevole di non aver provveduto alla sua parte allo sviluppo di Dale Farm, trincerandosi dietro la scusa del mancato rinnovo dei permessi di sosta.
  18. Nel caso di Dale Farm, il Vice Primo Ministro John Prescott ha proposto l'alternativa della sistemazione nella vicina area di Pitsea. Il Consiglio di Basildon ha preventivamente negato il permesso di sosta per l'area di Pitsea. Si aggiunga che il deputato locale, John Baron (Tory) si è lungamente opposto a questa soluzione, promuovendo invece una petizione anti-zigana.
  19. D'altra parte, la proposta di Pitsea è tuttora sul tavolo e alla luce dei possibili sviluppi, chiedo che si appronti un piano di soggiorno della durata di quattro anni. Un piano pluriennale, come a Gipsy Hill, sbloccherebbe la situazione.
  20. C'è un largo accordo di opinioni che una sistemazione alternativa è sempre meglio del puro e semplice sgombero di Dale Farm. Billericay and Wickford Primary Health Care Trust ha ammonito sull'uso della forza pubblica, la distruzione delle case porterebbe inevitabilmente traumi se non ingiurie fisiche, con bambini e anziani particolarmente vulnerabili. Una precedente valutazione degli ispettori affermava che azioni simili possono portare alla rivolta civile. Cathleen McCarthy ha espresso il timore che dei bambini possano essere uccisi.
  21. Un ulteriore problema è dato dall'impiego da parte del comune della compagnia Constant & Co., che ha gestito operazioni simili in UK. Nel recente passato, Constant & Co ha più volte violato i diritti di proprietà e di sicurezza, invadendo e demolendo alloggi sotto protezione del giudice. A Chelmsford e Hertsmere ha messo in pericolo la vita dei residenti e distrutto, oltre agi alloggi, anche tutte gli effetti personali degli occupanti.. Tutto questo è stato ripreso da video-camere e portato come prova in tribunale. Questa azienda ha ignorato ripetutamente le norme di sanità e sicurezza e non dovrebbe, in alcune circostanza, essere collegata da un'autorità pubblica.
  22. La mancanza di un piano regolatore, specialmente in una località che è parte della Cintura verde (greenbelt) può sicuramente essere motivo di preoccupazione. Ma la risposta di Mr Buckley è assolutamente sproporzionata e basata su criteri razzisti.
  23. Se, contrariamente al buonsenso, Constant & Co dovesse operare nella zona, nonostante la presenza di testimoni di Human Rights Monitors (il deputato Nick Harvey  e l'attrice Vanessa Regrave si sono offerti volontariamente per questo compito)  violerebbe il primario diritto allo studio dei bambini lì residenti, e porterebbe alla chiusura della locale scuola dell'obbligo a Crays Hill.
  24. Lo sgombero, ovviamente, non risolverebbe "il problema" da nessun punto di vista, escluso quello dei politici che seguendo l'esempio del BNP (British National Party - estrema destra) hanno usata la carta zingara o razziale per guadagnare voti. Semplicemente, porterebbe alla fioritura di un'altra o di diverse Dale Farm. Da qualche parte dobbiamo pur vivere.

[...]

Se non vi siete stancati ancora, ci sono molti articoli che illustrano nel tempo la situazione di Dale Farm.

 
Di Fabrizio (del 02/08/2006 @ 10:23:21, in casa, visitato 1377 volte)

28 luglio 2006 - Uno zingaro ha vinto l'appello per rimanere, lui e la sua famiglia, nel sito da dove il consiglio comunale ed i residenti invano hanno cercato di sfrattarlo.

L'Ispettore incaricato ha deciso oggi che Richard Smith, sua moglie Margaret e i loro cinque figli possono rimanere nell'appezzamento ai margini di Werrington Bridge Road, a Newborough, Peterborough.

Il signor Smith ha combattuto cinque anni per tenere i suoi quattro caravan sull'appezzamento, incontrando la costante opposizione del Newborough Fen e della Milking Nook Neighbourhood Watch Residents' Association.

L'associazione ritiene che il sito sia antiestetico e vari l'aspetto e il carattere generale dell'area di Werrington Bridge Road.

Viceversa, l'Ispettore Lucy Drake ha sentenziato che la famiglia Smith può restare dov'è, se rispetterà una serie di condizioni.

Nel suo rapporto di 15 pagine è scritto:

"Per diverse ragioni, trattasi di un'area adatta ad un piccolo gruppo familiare. Invece il danno apportato al carattere e all'aspetto della zona sarebbe un danno limitato. C'è un grande bisogno di luoghi di sosta nell'area e, in aggiunta, che incontrino i particolari bisogni di una famiglia.

Per controllare il grado di impatto, e superare le preoccupazioni del consiglio comunale riguardo i futuri sviluppi, è necessario imporre condizioni restrittive al numero delle carovane, che non devono essere più di quattro."

Il rapporto inoltre dichiara che le barriere che circondano il luogo devono essere ispessite per fornire una selezione migliore. Nessun veicolo che superi le 7,5 ton. avrà il permesso di fermarsi e nessuna illuminazione esterna potrà essere installata, senza l'approvazione del consiglio comunale.

Nick Harris, della Newborough Fen Association, dice di essere contrariato della decisione, ma non sorpreso. Aggiunge: "Abbiamo speso tempo e denaro in questa disputa. Ora inviterò il signor Smith ad applicare lo schema della Neighbourhood Watch, così da vivere in armonia."

Dice Richard Smith: "Ovviamente sono contento di aver ottenuto il permesso di sosta. Vorrei ringraziare tutti quanti mi hanno appoggiato. Voglio anche aggiungere che la mia famiglia è più che contenta di far parte della comunità locale e di applicare le regole di Werrington Bridge Road."

Un documento del Consiglio Cittadino di Peterborough recita: "Il consiglio è molto deluso per questa decisione, che ritiene fallace sotto diversi aspetti, probabilmente per un fraintendimento sulle prove presentate. Le opinioni dell'ispettore contraddicono le conclusioni della ricerca effettuata nella contea, ricerca svolta da esperti in materia e che conoscono le esigenze della comunità nomade e viaggiante."

Per questo il consiglio intende ricorrere in appello.

 
Di Fabrizio (del 30/07/2006 @ 10:00:55, in casa, visitato 2440 volte)
I leaders romani si incontreranno in settimana in Polonia per commemorare il massacro avvenuto nel settore zingaro del campo di Auschwitz.

La notte tra l'1 e il 2 agosto 1944 fu il culmine del genocidio dei Rom, che lasciarono 500.000 morti in Europa.

La soluzione finale imposta dai nazisti e dai loro alleati, non fu però un fatto isolato. Il migrare dei Rom incontrò persecuzioni e repressione quasi dappertutto nel loro secolare vagare in Europa.

Storicamente, uno dei punti di entrata in Europa fu l'impero bizantino e la sua capitale Costantinopoli. Nel XX secolo, i Rom arrivarono dal quartiere Sulukule di Istambul [...]. In migliaia hanno vissuto nella locale mahala. E' il più antico insediamento Rom in Europa di cui si abbia notizia - oggi minacciato di demolizione per far spazio a nuovi sviluppi urbani.

I Rom di Sulukule hanno dato il via ad una campagna per salvare le loro case. Dicono che il quartiere è un patrimonio storico, che conta 800 anni - e che va preservato come sito storico romani. Contano sull'appoggio dell'UNESCO e di altre istituzioni internazionali al loro progetto.

Contemporaneamente, i Rom di Sulukule intendono gemellarsi con Dale Farm, il più esteso insediamento nomadico in Inghilterra, un villaggio attuale minacciato dalle ruspe.

Martedì 1 agosto, entrambe le comunità si ritroveranno a ricordare la distruzione del settore zingaro di Auschwitz. Nella speranza di riuscire a revocare la distruzione attuale delle loro case e vite.

 
Di Fabrizio (del 29/07/2006 @ 10:19:34, in casa, visitato 2289 volte)

Questa è una LETTERA APERTA inviata da UK Association of Gypsy Women (UKAGW) allo Scottish Executive and Perth & Kinross Council per esprimere preoccupazione sul sito a Bobbin Mill Pitlochry.

Bobbin Mill è stato il risultato del "Tinker Experiment Programme", sviluppato negli ultimi 60 anni. [...]

I residenti del sito vivono oggi in condizioni peggiori di quando inizio il Programma Sperimentale nel 1947. Miss Rosanna McPhee (di UKAGW) risiede lì ed opera instancabilmente per segnalare le inumane condizioni dei residenti.

Perth & Kinross Council è a conoscenza della storia di Bobbin Mill. L'Esperimento consta, se così si può dire, in capanne di 60 piedi per 18 (circa 18 metri per 5,5 metri ndr.) da trasformare in 4 dimore. La struttura è stata costruita e gestita con appalti al risparmio. Nota: la documentazione portata mostra come le strutture non corrispondano ai criteri minimi di legge per l'abitabilità.

La crescita delle famiglie ha obbligato a risiedere in nuove baracche e roulottes, poste dalle stesse famiglie. Acqua, sistema fognario, elettricità, le stesse vie interne di comunicazione, sono inadeguate, ma non sono state più prese in considerazione dal Programma Sperimentale. Le famiglie coinvolte nel Programma Sperimentale vi risiedono in qualità di inquilini dell'autorità locale. Riteniamo detta autorità come negligente verso il proprio dovere di curare i residenti del Programma.

Miss Rosanna McPhee e Mr Shamus McPhee hanno ricevuto entrambe una notificazione dal Consiglio di Perth & Kinross per "Non pagamento della Tassa Consigliare". I McPhee sono disoccupati da anni a causa di malattie contratte nelle condizioni di vita a Bobbin Mill.

Per questa ragione hanno da tempo presentato un'ampia documentazione che sancisce la loro invalidità, e di conseguenza per poter usufruire dei benefici di legge. Purtroppo l'impressione è che questa documentazione sia andata persa.

UKAGW si appella affinché la documentazione venga presa in considerazione dagli enti preposti e che venga ritirata la richiesta di pagamento.

Siamo assolutamente preoccupati che la gente possa essere trattata in maniera così inumana dai loro cosiddetti soci e sia obbligata a pagare servizi che non hanno mai potuto utilizzare. E' quello che si dice aggiungere il danno alla beffa.

Mr McPhee Senior è stato un eroe nella II guerra mondiale, servendo Lord Mountbattan nella Royal Navy. Al ritorno con tutta la sua famiglia, si è visto rinchiudere in un "Tinker Experiment Programme" che replicava aspetti della strategia del III Reich.

Quel Programma e la sua natura discriminatoria proseguono sino ad oggi. Crediamo, senza pregiudizio alcuno, sia nostro dovere sottolineare e portare all'attenzione il trattamento di Nomadi e Viaggianti in Scozia.

UKAGW richiede una missione esplorativa dei propri partners USA a Pitlochry, per realizzare un rapporto da inviare al Ministro Ruth Kelly, Yvette Cooper vice Ministro, alle istituzioni locali, all'UK Federation Romany Gypsies & Irish Travellers, alle Nazioni Unite, al Consiglio Europeo, all'European Roma Traveller Forum di Strasburgo, a International Roma Women’s Network di Strasburgo, alCentre on Housing Rights & Evictions di Ginevra, all'European Union Monitoring Centre di Vienna, all'Advocacy Project Washington DC USA.

Potete aderire alla petizione, comunicandolo via mail a Jack McConnell, Malcolm Chisholm e Bernadette Malone del governo locale, e facendocelo conoscere:

UK Association of Gypsy Women

 
Di Daniele (del 26/07/2006 @ 10:39:16, in casa, visitato 2085 volte)

Il 19 luglio 2006, l'organizzazione internazionale per i diritti umani, Centre on Housing Rights and Evictions (COHRE) e la European Roma Rights Centre (ERRC), hanno fatto un appello per bloccare lo sfratto pianificato dei rom di via Dobri Jelyazkov a Sofia, indirizzandolo al Presidente ed al Primo Ministro della Bulgaria.

Il 12 luglio 2006, l'autorità distrettuale ha mandato delle missive a sedici famiglie rom che abitano in via Dobri Jelyazkov, a Sofia, richiedendo loro di lasciare le loro case entro 10 giorni o il comune emmetterebbe un ordine di sfratto sommario, malgrado il fatto che le comunità hanno vissuto in questo terreno per molte generazioni. In mancanza di ragionevoli giustificazioni, adeguato preavviso, consultazione con le famiglie colpite, risarcimento e tutte le condizioni per un alloggio alternativo e supporto sociale per le famiglie, tale sfratto ammonterebbe a una grossa violazione degli obblighi della Bulgaria ai sensi della legge internazionale dei diritti umani.

 
Di Fabrizio (del 25/07/2006 @ 10:16:26, in casa, visitato 1518 volte)

I consiglieri comunali ammettono: occorrono altri siti

20/07/06 - By Nicola Rider

IL POLIZIOTTO staziona davanti al Mole Valley District Council', in attesa che inizi la discussione su come creare più siti.

E' stato chiamato lì per paura delle proteste che potrebbero esserci durante la seduta.

Ma non ci sono segni di agitazione da parte dei residenti, alla possibilità di un nuovo sito a Barnett Wood Lane ed all'allargamento di quelli di Dorking e Mickleha, che sono le proposte comunali.

Ai consiglieri del comitato è stato chiesto di proporre tre allargamenti di siti preesistenti e di un nuovo sito, da presentare al consiglio martedì scorso. Soprattutto, il comitato consiliare ha accolto favorevolmente l'ipotesi di migliorare le aree di sosta a Mole Valley.

Il consigliere David Walker (Con. Bookham North) dice: "Ho pensato a lungo che la comunità viaggiante e nomadica sia sotto-servita di aree di sosta".

Aggiunge il consigliere Jean Pearson (Con. Capel, Leigh and Newdigate): "E' del tutto evidente che spetta al consiglio di provvedere a nuovi luoghi di sosta, dobbiamo identificarli e/o migliorarli".

Ma la consigliera Penny Hedgeland (Con. Leatherhead North) obbietta che i residenti di Barnett Wood non gradirebbero la scelta comunale.Dice "Condivido la scelta di individuare nuove aree, cosa di cui c'è bisogno da tempo. Ma tutte le proposte devono essere riviste singolarmente". "Ci sono ampie ragioni perché alcune scelte non siano approvate".

"La scelta di quel sito porterebbe svantaggi alla comunità".

"E' il Governo che ci incoraggia ad indicare le assegnazioni, per ovvii motivi di sanità, ed è questa la situazione a North Leatherhead. Se l'area viene sovraccaricata, questo può portare a ridurre le assegnazioni [...] "Le assegnazioni avvengono ai confini della città, e non sono un buon biglietto da visita". "Quante persone penseranno due volte prima di comprare una casa o avviare un'attività a Leatherhead? Tutto ciò sminuisce il potenziale economico dell'area."

Hedgeland termina dicendo che comunque l'area non sarebbe adatta alla sosta di Nomadi e Viaggianti. Dice "La qualità dell'aria è bassa, perché l'area è interessata da 14 linee di traffico pesante. E' pericolosa per chi va a piedi e per i bambini che giocano".

In alternativa, Hedgeland e Tim Hall (Con. Fetcham West) propongono di abbandonare l'idea di Barnett Wood e di optare per due siti a Salvation Place, nello stesso distretto.

Il comitato ha concordato sulla proposta della consigliera Margaret Cooksey (Lib Dem, Dorking South) di coinvolgere nella consultazione le comunità ed i residenti.

Ora il consiglio cercherà di valutare la possibilità di estendere i siti già esistenti a Conifer Park, Ranmore Road, Dorking; Brambledown, Coldharbour Lane, Dorking; Travellers Rest, Mickleham e Salvation Place, Leatherhead.

 
Di Fabrizio (del 14/07/2006 @ 10:43:22, in casa, visitato 1963 volte)

Brutte notizie anche dalla Turchia, per quanto riguarda la politica della casa e i Rom. Il giornalista freelance Bertil Videt riporta sulla volontà di abbattere l'intero quartiere storico di Sulukule, abitato prevalentemente da Rom. Secondo quanto riportato, le autorità comunali hanno già stretto un accordo in tal senso.

In questa operazione sarebbero nel mirino 529 appartamenti e 42 negozi, per un totale di 703 persone, con diritto di residenza, 287 dei quali vivono nel quartiere e 416 altrove.

La municipalità offrirebbe questo tipo di concordato:

  1. I proprietari di edifici che saranno demoliti, possono acquistare casa nello stesso quartiere, ad un prezzo stabilito e TOKI (l'assessorato alla casa).
  2. I proprietari saranno risarciti.
  3. I proprietari possono anche trasferire i loro beni a TOKI e ottenere una casa popolare in un altro punto della città.
  4. Quanti sono coinvolti, possono comperare casa da TOKY

C'è la necessità di assistenza legale immediata, e di coordinamento tra i quartieri che attraversano la stessa situazione.

Özhan Önder and Bertil Videt, 13 July 2006.

 
Di Fabrizio (del 09/07/2006 @ 09:00:08, in casa, visitato 1261 volte)

Il Consiglio cittadino di York adopererà i primi £.30.000 dei fondi assegnati dal governo, per rinnovare tre campi sosta: [...] James Street, Water Lane in Clifton e Osbaldwick.

I lavori dureranno due anni e comprenderanno l'adeguamento dei collegamenti elettrici in James Str., il rinnovo delle aree di sosta e la sostituzione delle porte e l'installazionie di recinzioni e la messa a drenaggio del terreno negli altri tre terreni.

Steve Waddington, a capo dei servizi alloggiativi del consiglio, precisa: "E' importante costruire e parlarne pubblicamente, perchè la comunità di nomadi e viaggianti è uno dei gruppi etnici più socialmente escluso, deprivato e isolato in UK."

[...]

L'anno scorso, il governo annunciò che c'erano fondi disponibili per il rinnovo e la costruzione di nuovi spazi.

Il consiglio ha presentato un'offerta di £. 402.220, di cui concorrerà per il 25%.

Questa settimana è giunta conferma che i fondi governativi saranno così assegnati: £. 156.765 per il 2006/07 e £144.905 per il 2007/08: £. 301.670 in totale.

LO scopo è di assicurare che le aree di sosta incontrino le necessità della comunità viaggiante, come pure stabilire che tipo di piano di rinnovo sia necessario per migliorare la qualità di vita.

Il programma è stato discusso sin dall'estate scorsa e la discussione pubblica ha ottenuto un incredibile 92,3% di pareri favorevoli.

Il consiglio si è impegnato a continuare la politica del confronto anche in seguito.

 
Di Fabrizio (del 05/07/2006 @ 10:13:49, in casa, visitato 2314 volte)

Anche in Bulgaria si verificano sgomberi di massa nei quartieri abitati da Rom, a Sofia nei quartieri Batalova Vodenica, Hristo Botev, Zaharna fabrica e Evropa.

L'anno scorso venne eletto sindaco di Sofia l'ex generale Boiko Borissov, personaggio che riassume in sé molte caratteristiche della nuova classe politica dell'Europa dell'Est: già a capo dei servizi segreti nel periodo comunista, si è riciclato nello slogan "legge ed ordine". Durante le scorse elezioni si è schierato come indipendente contro il candidato socialista, ottenendo quasi un suffragio di voti.

A Sofia ci sono diversi quartieri abitati da Rom, e da tempo si parlava del loro risanamento. I contributi della Comunità Europea non sono stati mai spesi. Come spesso accade si ritiene più redditizio sgomberare l'intero quartiere che solleva diversi appetiti immobiliari.

Le vertenze durano ormai da mesi, ma il comune non ha mai dato udienza alle associazioni che chiedevano garanzie per gli abitanti e un piano di riqualificazione civica delle aree.

Attualmente non ci sono ancora stime su quante siano le famiglie coinvolte, e quante siano già senza più un tetto. Le associazioni coinvolte tuttora chiedeno una moratoria degli sgomberi o quantomeno che vengano spostati più in avanti.

Varie da Roma Network

 
Di Fabrizio (del 28/06/2006 @ 12:34:44, in casa, visitato 2292 volte)

Da Nadejda Demeter 

Secondo dati raccolti dalla nostra organizzazione, l'amministrazione di Kalingrad (vedi 14/2/06) ha assunto la decisione dello scorso febbraio di demolire il quartiere rom. La motivazione è la lotta contro il traffico di droga e l'assenza dei documenti di proprietà delle case del villaggio di Dorozhny, che è abitato dagli anni '60.

Secondo quanto a nostra conoscenza, i casi di droga sono isolati, mentre l'assoluta maggioranza degli abitanti non ha niente a che fare con essa. 

Nel pratico, tutti gli abitanti di Dorozhny hanno il permesso per viverci. Sono case donate loro dalle autorità sovietiche alla fine degli anni '60,al tempo del decreto che aboliva il nomadismo. Nel 2001 le autorità regionali registrarono le proprietà, ma il decreto venne annullato dopo un intervento di Georgy Boos, governatore della regione alla TV; durante il quale promise di "sradicare la criminalità nel villaggio col fuoco". Riteniamo che la vera ragione risieda negli appetiti commerciali che sollevano quelle aree.

Per preparare la popolazione locale alle demolizioni i giornali e la TV ha da tempo aperto una campagna sul traffico di droga nel villaggio. Il passaggio successivo è stata la decisione del tribunale di demolire le case.Contemporaneamente le autorità hanno cominciato a vendere i terreni espropriati.

 Dopo la demolizione di 40 stabili, 150 persone, inclusi bambini piccoli, si sono ritrovati per strada. Tutti cittadini della Federazione Russa e tutti col permesso di residenza. Ci sono stati anche scambi "legali" di passaporti, per cui i giovani sino a 14 anni hanno perso la loro residenza. Alcuni hanno la fotocopia dei vecchi passaporti registrati a Dorozhny. Non ci risulta che le famiglie espulse abbiano avuto alcuna forma di compensazione, ma attualmente siano sistemate in tende in un'area militare. Le autorità stanno tentando di rilocarle in villaggi lontano, ma la fama di spacciatori di droga vanifica gli sforzi. Al momento le aree della milizia sono poste a 2/300 km. da Kaliningrad, mentre Dorozhny si trovava a solo 2 km.

Se questa non è deportazione, come chiamarla? Si sta negando il principio costituzionale che garantisce a ogni cittadino un posto dove vivere. Le immagini delle demolizioni, della presenza della milizia armata, del rogo delle case, del disorientamento degli anziani, del pianto dei bimbi, ricordanoil comportamento dei nazisti durante a II guerra mondiale.

Siamo sicuri che il problema dello spaccio di droghe possa essere risolto con sistemi legali. I criminali vanno puniti, ma senza che le loro colpe ricadano su un'intera etnia.

Nel contempo azioni simili stanno accadendo ad Arcangelo, a Volgograd (dove recentemente sono stati uccisi due Rom) nella città di Iskitim nella regione di Novosibirsk (dove diverse case rom sono state date alle fiamme e ci sono stati diversi morti, tra cui una ragazzina di 8 anni).

Lo stesso sta accadendo a lianovsk and Yaroslval. DEputati, sindaci, governatori e giudici, tutti si appellano alle procedure legali, richiedendo deportazioni, pogrom, massacri ed incendi. Le espulsioni vengono mostrate in TV senza alcun commento, come misure dettate da disperazione. Resta la speranza che i casi menzionati siano solo una coincidenza e non una campagna pianificata contro questo gruppo etnico. Sono comunque necessarie misure urgenti per fermare queste azione e speriamoche vengano prese con urgenza.

Contact information:

Nadejda Demeter

Federal Ethnic-Cultural Russian Roma Authonomy

109428, RYAZANSKIJ Prospekt, 39, build 1.

Moscow. Russian Federation.

Tel.: +7-095-171-87-18 / +7-095-735-40-10

Fax: +7-095- 171-87-18

E-mail: demetera@mtu-net.ru

 

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


17/10/2021 @ 02:34:59
script eseguito in 63 ms

 

Immagine
 La comunità virtuale di Rom e Sinti nel mondo... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1380 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< ottobre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
OFFERTA DI PRESTIT0 GRATUITO klauscampregher21@gma...
14/10/2021 @ 14:28:34
Di klauscampregher
OFFERTA DI PRESTIT0 GRATUITO klauscampregher21@gma...
14/10/2021 @ 13:14:11
Di klauscampregher
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source