\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Gran Bretagna e Irlanda
Di Fabrizio (del 05/08/2006 @ 10:33:46, in casa, visitato 2040 volte)

APPELLO DI PROGETTO: DALE FARM, CRAYS HILL, ESSEX

by Grattan Puxon Save Dale Farm Campaign

  1. Dale Farm è una vasta comunità integrata, la più grande nel suo tipo di tutto l'UK. Le aree con permesso di sosta (oltre 40) e quelle che hanno richiesto il permesso, formano un tutt'uno - accomunato dalla parentela con il clan Sheridan.
  2. Gli Sheridan sono Nomadi da secoli e sono originari di Limerick, in Irlanda. La maggior parte di loro è nata in UK e ha documenti britannici. Molti hanno legami antichi con questa parte dell'Essex, avendo vissuto nel passato nelle aree di Grays, Thurrock, Prittlewell, oppure a Brentwood, Romford and Chelmsford, ed in altre parti della regione.
  3. Tradizionalmente, gli Sheridans sono commercianti di mobilio (sia antico che nuovo), anche se recentemente alcuni hanno differenziato la propria attività, gli Sheridans hanno viaggiato nel passato in tutta la Gran Bretagna. Dopo le severe limitazioni sul modo di vita nomade introdotte alla Legge criminale della giustizia di l994, hanno limitato i loro viaggi.
  4. A seguito della circolare governativa che favoriva l'acquisto delle aree di sosta (che nel contempo liberava i comuni dalla predisposizione e cura di queste aree), gli Sheridans iniziarono a comprare terreni ad Oak Lane, dove Nomadi e Viaggianti risiedevano da oltre 40 anni.
  5. Crescendo la pressione sul tradizionale modo di vita nomade, venne acquistata la terra in località Dale Farm. Questo includeva le aree per servizi e per le attività lavorative. Vennero rimosse tutte le carcasse delle autovetture e  migliaia di pneumatici abbandonati.
  6. L'area è stata poi suddivisa in lotti, che negli ultimi quattro o cinque anni hanno dato a Dale Farm l'aspetto attuale. I grossi caravans hanno lasciato il posto a chalets e case mobili e l'aea esterna completamente recintata.
  7. Essex Fire and Rescue ha recentemente restaurato e rinnovato gli idranti nella zona, incluso uno a Dale Farm, nella proprietà di Patrick Egan e della sua famiglia (non incluso nell'appello, perché la sua area ha il permesso di sosta).
  8. Vorrei sottolineare che spesso ci si riferisce erroneamente a Dale Farm come ad un accampamento. Può essere più precisamente descritto come un villaggio o un quartiere, con caratteristiche e sviluppi simili a quelli degli adiacenti Oak Road e Gardeners Lane North.
  9. Molti di quanti hanno visitato recentemente Dale Farm, incluso Ministri, autorità e membri della Commission for Racial Equality, hanno espresso la loro positiva sorpresa per l'aspetto ordinato e civile che permea tutta l'area.
  10. Tutti hanno rimarcato l'assurdità che questa area che conta 86 case venga rasa dalle ruspe.
  11. Quest'estate molti, se non la maggior parte dei lavoratori attivi, sono in Francia, in Germania ed in Spagna, dove loro hanno registrato aziende ed attività lavorative. A Dale Farm rimangono gli anziani e i bambini piccoli, continuando la popolazione attiva i propri commerci.
  12. Tra quanti rimangono, molti hanno problemi di salute. Buon numero di loro, sono nell'elenco del Comune di Basildon del 15 luglio 2005 e successivi. Questo elenco detto Date Protection Act, fornisce strumenti e aiuto medico a chi ne ha bisogno.
  13. Messi sulla strada, gli Sheridans perderanno assistenza medica, frequenza scolastica e gli altri benefici della comunità sedentaria, garantita al resto della popolazione. Ciononostante, mantengono la loro cultura dell'auto-aiuto e di curare anziani e malati, oltre ai giovani, naturalmente.
  14. Questa coesione è stata messa a dura prova da tante difficoltà e il minacciato sgombero da Dale Farm rischia di compromettere l'equilibrio e la sopravvivenza del clan.
  15. Di fronte alle difficoltà attuali e passate, gli Sheridans hanno saputo mantenere la loro unità e leadership. Le voci del Comitato dei Residenti, portate da Richard Sheridan e Kathleen McCarthy, sono state ascoltate in diverse riunioni e comitati, sino ai ministeri [...] Hanno anche preso parte a diverse riunioni locali e sono stati ascoltati da Peace & Progress, the Gypsy Council, UK Association of Gypsy Women, Gypsy & Traveller Affairs, the Irish Travellers Movement 2006, the National Travellers Action Group and the UK Gypsy, Traveller and Roma Forum, Jewish Socialist Group, Jewish Peace Group, Roma-Panjabi Group, PakiTV, Rokker Radio (in alcuni casi sono stati cooptati come membri onorari). Sono stati inoltre coinvolti in Helsinki Watch, Washington Advocacy Project, International Alliance of Inhabitants, Peace News, Ireland From Below, Anti-Fascist League e diversi gruppi anti-razzisti e associazioni romani collegate all'European Roma and Traveller Forum di Strasburgo. Dale Farm si è poi gemellato con il più antico quartiere Rom d'Europa: Sulukule ad Istambul.
  16. L'unico desiderio dei proprietari e dei residenti di Dale Farm è ottenere permessi permanenti per le loro case, cosa che regolerebbe la loro situazione e rimuoverebbe la minaccia di sgombero che pende da anni sulla comunità. Decisione che nasce dalla testarda volontà di Mr Malcolm Buckley, capogruppo Tory nel Consiglio comunale di Basildon, che prevede lo stanziamento di £2,9 milioni per "ripulire" l'area dalle carovane senza autorizzazione (eufemismo per le famiglie Nomadi e Viaggianti). Il partito Laburista ha definito questa decisione come razzista e la stessa è attualmente soggetta a un Giudizio di Revisione della Commissione per l'Uguaglianza Razziale, che si pronuncerà il 13 novembre.
  17. Siamo stati incoraggiati dal recente parere del Judicial Review per Hovefields Drive, un sito più piccolo che ha avuto uno sviluppo simile, e dall'altra soluzione adottata a Gipsy Hill, in forma di pianificazione quadriennale. Sostanzialmente, il Consiglio di Basildon colpevole di non aver provveduto alla sua parte allo sviluppo di Dale Farm, trincerandosi dietro la scusa del mancato rinnovo dei permessi di sosta.
  18. Nel caso di Dale Farm, il Vice Primo Ministro John Prescott ha proposto l'alternativa della sistemazione nella vicina area di Pitsea. Il Consiglio di Basildon ha preventivamente negato il permesso di sosta per l'area di Pitsea. Si aggiunga che il deputato locale, John Baron (Tory) si è lungamente opposto a questa soluzione, promuovendo invece una petizione anti-zigana.
  19. D'altra parte, la proposta di Pitsea è tuttora sul tavolo e alla luce dei possibili sviluppi, chiedo che si appronti un piano di soggiorno della durata di quattro anni. Un piano pluriennale, come a Gipsy Hill, sbloccherebbe la situazione.
  20. C'è un largo accordo di opinioni che una sistemazione alternativa è sempre meglio del puro e semplice sgombero di Dale Farm. Billericay and Wickford Primary Health Care Trust ha ammonito sull'uso della forza pubblica, la distruzione delle case porterebbe inevitabilmente traumi se non ingiurie fisiche, con bambini e anziani particolarmente vulnerabili. Una precedente valutazione degli ispettori affermava che azioni simili possono portare alla rivolta civile. Cathleen McCarthy ha espresso il timore che dei bambini possano essere uccisi.
  21. Un ulteriore problema è dato dall'impiego da parte del comune della compagnia Constant & Co., che ha gestito operazioni simili in UK. Nel recente passato, Constant & Co ha più volte violato i diritti di proprietà e di sicurezza, invadendo e demolendo alloggi sotto protezione del giudice. A Chelmsford e Hertsmere ha messo in pericolo la vita dei residenti e distrutto, oltre agi alloggi, anche tutte gli effetti personali degli occupanti.. Tutto questo è stato ripreso da video-camere e portato come prova in tribunale. Questa azienda ha ignorato ripetutamente le norme di sanità e sicurezza e non dovrebbe, in alcune circostanza, essere collegata da un'autorità pubblica.
  22. La mancanza di un piano regolatore, specialmente in una località che è parte della Cintura verde (greenbelt) può sicuramente essere motivo di preoccupazione. Ma la risposta di Mr Buckley è assolutamente sproporzionata e basata su criteri razzisti.
  23. Se, contrariamente al buonsenso, Constant & Co dovesse operare nella zona, nonostante la presenza di testimoni di Human Rights Monitors (il deputato Nick Harvey  e l'attrice Vanessa Regrave si sono offerti volontariamente per questo compito)  violerebbe il primario diritto allo studio dei bambini lì residenti, e porterebbe alla chiusura della locale scuola dell'obbligo a Crays Hill.
  24. Lo sgombero, ovviamente, non risolverebbe "il problema" da nessun punto di vista, escluso quello dei politici che seguendo l'esempio del BNP (British National Party - estrema destra) hanno usata la carta zingara o razziale per guadagnare voti. Semplicemente, porterebbe alla fioritura di un'altra o di diverse Dale Farm. Da qualche parte dobbiamo pur vivere.

[...]

Se non vi siete stancati ancora, ci sono molti articoli che illustrano nel tempo la situazione di Dale Farm.