Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Gli Zingari fanno ancora paura?

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 04/08/2006 @ 19:08:41, in Italia, visitato 1421 volte)

ROBERTO CALDEROLI: "Siamo stati troppo buoni finora, in 80 giorni abbiamo dovuto subire più immigrati per tutti, più tasse per tutti e più delinquenti in circolazione per tutti e ora si arriva ad un vero e proprio golpe proponendo di dare cittadinanza e voto ai bingo-bongo per far recuperare alla sinistra, dagli ultimi arrivati, i voti che dagli italiani non gli arriveranno mai più".

è fatto così...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/08/2006 @ 18:08:41, in Italia, visitato 1333 volte)

Regione Piemonte - Rifinanziamento della L.R. 26/93
“Interventi a favore della popolazione zingara”: un’occasione sprecata.

Nelle scorse settimane la Regione Piemonte - Assessorato alle Politiche Sociali - ha proceduto al rifinanziamento della L.R. 26/93 “Interventi a favore della popolazione zingara” che negli anni precedenti, con la passata giunta di centrodestra, aveva subito una battuta d’arresto.
La notizia, in sé positiva, contiene tuttavia aspetti che debbono però essere valutati in modo diverso.

L’ex assessore regionale alla Valorizzazione dell’Identità del Piemonte, Emigrazione ed Immigrazione, On. Gipo Farassino, al termine della legislatura precedente, aveva commissionato all’I.R.E.S. una ricerca per fare il punto della situazione a dodici anni dall’entrata in vigore della summenzionata L.R. la cui esigenza partiva dal corretto presupposto che a distanza di tempo la situazione fosse mutata e che gli interventi da adottare dovessero essere mirati alla situazione attuale. Alla luce dei dati raccolti appariva infatti evidente che le scelte da operare avrebbero dovuto essere diverse rispetto al passato e che una revisione dello stesso testo di legge si sarebbe resa opportuna. In particolare venivano evidenziate nuove emergenze ed i profondi mutamenti sociali che avevano interessato la popolazione romaní già radicata da tempo sul territorio suggerivano interventi alternativi rispetto al passato.

Le elezioni amministrative dello scorso anno, che hanno visto prevalere le forze dell’Unione nella maggior parte delle regioni italiane, ha modificato lo scenario politico anche in Piemonte, con la vittoria del centrosinistra. L’auspicio era che, malgrado il mutamento avvenuto, il percorso tracciato dall’assessore uscente fosse opportunamente considerato soprattutto tenendo conto delle indicazioni emerse da una ricerca svolta con assoluta obiettività e senza alcun condizionamento di parte.

Ma le aspettative in questo senso purtroppo sono andate deluse. Da parte dell’Assessorato alle Politiche Sociali, ad un incontro con le associazioni presieduto da un funzionario dell’Assessorato avvenuto lo scorso anno a pochi mesi dalla data di insediamento della nuova giunta non ne sono seguiti altri. Il processo di confronto con le parti interessate è rimasto incompiuto (mentre si ha l’impressione che il dialogo sia proseguito solo con una parte dei soggetti coinvolti); nessun contatto diretto ha avuto luogo con l’Assessore in carica, Teresa Angela Migliasso.

Con le recenti disposizioni assunte per il finanziamento dei progetti non solo non è stata considerata una formula di superamento dei campi nomadi ma i fondi messi a disposizione sono destinati alla progettazione di nuove aree ed all’ampliamento di quelle già esistenti. Tutto questo malgrado lo studio condotto dimostrasse chiaramente che tale tipologia abitativa non risponde in modo adeguato alla realtà odierna e che i campi sosta sono oggetto di un crescente e motivato rifiuto da parte della popolazione romaní.

Benché la legge preveda tra i destinatari di possibili finanziamenti “Enti che operano nell'ambito della tutela e della valorizzazione dell'identità etnica e della cultura degli zingari” (art. 12.1), ancora una volta si è ignorato questo aspetto, escludendo dal finanziamento qualsiasi progetto di tipo culturale.

A dire il vero la determina regionale ed in particolare gli obiettivi di cui all’allegato B (Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei progetti sociali) sembrano ritagliati esclusivamente sulle esigenze di una in particolare tra le associazioni presenti sul territorio.
Ma si sa, di questi tempi, le “lobby” vanno di moda e così dopo i tassisti, i farmacisti, gli avvocati e compagnia bella scopriamo che anche chi ha fatto dell’attività con i Rom e con i Sinti una professione, difficilmente è disponibile a cedere il piccolo “potere” che ha acquisito e che sfacciatamente propaganda come impegno sociale.

Dispiace constatare che, forse per pregiudizio politico o per inerzia, le indicazioni operative emerse dalla ricerca I.R.E.S. non sembrano aver trovato la minima considerazione.

In conclusione credo che a Gipo Farassino, a dispetto della sua collocazione politica, oltre all’impegno dimostrato vada riconosciuta anche una genuinità di sentimenti nei confronti della popolazione romaní che nasce da lontano (è un dato di fatto accertato che la causa dei Rom e dei Sinti non necessariamente trova sostegno o rifiuto a seconda del colore politico) mentre ancora una volta la sinistra al potere riesce a deludere in primis chi ha contribuito ad eleggerla…

Per ora non ci resta che dire: peccato, un’occasione sprecata. Speriamo nel futuro…

Sergio Franzese
Autore Ricerca I.R.E.S.
Presidente Associazione Culturale “Progetto Niglo"

31/07/2006

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/08/2006 @ 14:29:16, in blog, visitato 1313 volte)

twintrusion
credit: mario marzeddu

L’intruso si introduce di forza, con la sorpresa o con l’astuzia, in ogni caso senza permesso e senza essere stato invitato. Bisogna che vi sia un che di intruso nello straniero che, altrimenti, perderebbe la sua estraneità. Se ha già diritto d’ingresso e di soggiorno, se è già aspettato e ricevuto senza che niente di lui resti al di là dell’attesa e dell’accoglienza, non è piu’ l’intruso e non è più nemmeno lo straniero. (…)
Ma divenire estraneo a me stesso non mi avvicina all’intruso. Sembra che questa sia una legge generale dell’intrusione: non vi è mai un’intrusione unica: non appena se ne produce una, si moltiplica e si identifica nelle sue rinnovate differenze interne.

jean luc nancy, l'intruso

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/08/2006 @ 10:37:04, in Europa, visitato 1322 volte)
Alcune immagini di Rom in Russia: si va dalle immagini "storiche"  coi cavalli alle foto di lavoratori attuali, assando per le solite gallerie familiare. Per chi mastica il cirillico, questa è l'home page.
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 03/08/2006 @ 10:34:15, in Regole, visitato 1295 volte)

da: http://www.guardiacivil.es/prensa/notas/noticia.jsp?idnoticia=2001 28-07-06

Le Guardias Civiles riceveranno formazione sulla cultura del popolo gitano.

Il Piano di Formazione è stato presentato dal Direttore Generale della Guardia Civil, Joan Mesquida e dalla Presidentessa dell'associazione gitana "Yerba Buena", Pilar Heredia.

Verranno svolte una serie di "Giornate di sensibilizzazione, avvicinamento e conoscenza del popolo gitano", a cui prenderanno parte rappresentanti dell'etnia gitana e professori della Guardia Civil.

Con queste conferenze si intende far conoscere alle guardias civiles di nuova leva l'identità e la cultura del popolo gitano.

[...] Le giornate si impartiranno a tutti gli alunni a partire dal prossimo ottobre e includono un totale di 16 conferenza durante tutto il corso accademico.

Un tema delle conferenza sarà "La Cultura Gitana", in cui si tratteranno i concetti generali dell'idiosincrasia dell'etnia gitana e i suoi principali referenti sociali. L'altro riguarderà "La Collaborazione con entità e organizzazioni gitane" durante la quale verranno presentate le distinte organizzazioni gitane esistenti, la figura del mediatore dei conflitti con gli appartenenti a questa etnia, così pure il tipo di azione che consegue dai conflitti con questo collettivo.

Questa iniziativa intende dare alle guardias civiles una conoscenza più profonda sull'etnia gitana, così da svolgere con più efficacia la propria missione e migliorare il servizio al cittadino, particolarmente nelle zone in cui esiste una maggior percentuale gitana.

Ulteriori informazioni: Gabinete de Prensa de la Dirección General de la Guardia Civil, tel. (34) 91 514 60 10

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 03/08/2006 @ 08:34:41, in Europa, visitato 1374 volte)

Strasburgo, 2 Agosto 2006: In occasione della commemorazione dell'Olocausto Romani, il Presidente dell'European Roma and Travellers Forum, Rudko Kawczynski, ha richiamato gli stati europei ad un'azione risoluta contro l'anti-ziganismo.

Dice Kawczynski: "Sono seriamente preoccupato che sessant'anni dopo il genocidio nazionalsocialista contro i Rom, l'anti-ziganismo continua ad espandersi e fa nuove vittime ogni giorno," riferendosi alla discriminazione e alla violenza contro i Rom in molti paesi e alla pervasività dei discorsi di odio nei media e nelle testimonianze pubbliche.

Il presidente ha poi puntato il dito sulla situazione in Kosovo dove i Rom sono diventati vittime di pulizia etnica. Ha chiesto agli stati membri EU di interrompere le deportazioni di Rom in Kosovo e di garantire ai rifugiati uno status di residenza permanente.

Ha poi chiesto al governo tedesco di includere un chiaro riferimento al carattere sistematico della persecuzione nazista dei Rom, nella targa commemorativa che sarà posta sul futuro monumento dedicato alle vittime romani dell'Olocausto. Ha anche appoggiato la proposta dell'ex presidente tedesco Roman Herzog, che sottolinea come la persecuzione di allora aveva gli stessi motivi di quella contro gli Ebrei.

"L'anti-ziganismo è parte integrante del patrimonio della cultura europea" dice Rudko Kawczynski. Ha enfatizzato l'importanza della creazione dell'European Roma and Travellers Forum che raccoglie i Rom di tutta Europa allo scopo di  porre fine a secoli di persecuzione ed alienazione.

Nella notte tra il 2 e il 3 agosto 1944, i superstiti del settore zingaro di Auschwitz Birkenau vennero messi nelle camere a gas. In totale furono uccisi tra 500.000 e un milione e mezzo di Rom nele regioni occupate dai Tedeschi, nel nome dell'ideologia razzista della purezza del sangue. Circa 21.000 Rom perirono soltanto ad Auschwitz, vittime di un trattamento crudele ed inumano e degli esperimenti di Josef Mengele, o semplicemente sterminati.

Per contatti ed informazioni:
European Roma and Travellers Forum
c/o Council of Europe DG III
67 075 Strasbourg

Tel.: + 33 3 90 21 53 50
Fax.: + 33 3 90 21 56 58
Email: ertf@coe.int o ertf@ertf.org

immagine di Rudko Kawczynski da coe.int

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 02/08/2006 @ 12:49:32, in Italia, visitato 1332 volte)
Il Comune di Fano sgombera le famiglie Rom dalla casa parrocchiale e li "sistema" in tenda. La grottesca notizia è stata pubblicata il 22 luglio 2006 dal quotidiano Il Resto del Carlino.

Il Comune di Fano ha fatto sgomberare un gruppo di 14 Rom alloggiato abusivamente da quasi quattro anni nella casa parrocchiale di Madonna Ponte. L'ordinanza è stata emessa dopo un soprallu...
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 02/08/2006 @ 10:23:21, in casa, visitato 1266 volte)

28 luglio 2006 - Uno zingaro ha vinto l'appello per rimanere, lui e la sua famiglia, nel sito da dove il consiglio comunale ed i residenti invano hanno cercato di sfrattarlo.

L'Ispettore incaricato ha deciso oggi che Richard Smith, sua moglie Margaret e i loro cinque figli possono rimanere nell'appezzamento ai margini di Werrington Bridge Road, a Newborough, Peterborough.

Il signor Smith ha combattuto cinque anni per tenere i suoi quattro caravan sull'appezzamento, incontrando la costante opposizione del Newborough Fen e della Milking Nook Neighbourhood Watch Residents' Association.

L'associazione ritiene che il sito sia antiestetico e vari l'aspetto e il carattere generale dell'area di Werrington Bridge Road.

Viceversa, l'Ispettore Lucy Drake ha sentenziato che la famiglia Smith può restare dov'è, se rispetterà una serie di condizioni.

Nel suo rapporto di 15 pagine è scritto:

"Per diverse ragioni, trattasi di un'area adatta ad un piccolo gruppo familiare. Invece il danno apportato al carattere e all'aspetto della zona sarebbe un danno limitato. C'è un grande bisogno di luoghi di sosta nell'area e, in aggiunta, che incontrino i particolari bisogni di una famiglia.

Per controllare il grado di impatto, e superare le preoccupazioni del consiglio comunale riguardo i futuri sviluppi, è necessario imporre condizioni restrittive al numero delle carovane, che non devono essere più di quattro."

Il rapporto inoltre dichiara che le barriere che circondano il luogo devono essere ispessite per fornire una selezione migliore. Nessun veicolo che superi le 7,5 ton. avrà il permesso di fermarsi e nessuna illuminazione esterna potrà essere installata, senza l'approvazione del consiglio comunale.

Nick Harris, della Newborough Fen Association, dice di essere contrariato della decisione, ma non sorpreso. Aggiunge: "Abbiamo speso tempo e denaro in questa disputa. Ora inviterò il signor Smith ad applicare lo schema della Neighbourhood Watch, così da vivere in armonia."

Dice Richard Smith: "Ovviamente sono contento di aver ottenuto il permesso di sosta. Vorrei ringraziare tutti quanti mi hanno appoggiato. Voglio anche aggiungere che la mia famiglia è più che contenta di far parte della comunità locale e di applicare le regole di Werrington Bridge Road."

Un documento del Consiglio Cittadino di Peterborough recita: "Il consiglio è molto deluso per questa decisione, che ritiene fallace sotto diversi aspetti, probabilmente per un fraintendimento sulle prove presentate. Le opinioni dell'ispettore contraddicono le conclusioni della ricerca effettuata nella contea, ricerca svolta da esperti in materia e che conoscono le esigenze della comunità nomade e viaggiante."

Per questo il consiglio intende ricorrere in appello.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 01/08/2006 @ 17:03:13, in conflitti, visitato 1286 volte)
Cuando sembramos bombas y no semillas,
germinan muertos y no flores.

Cuando vivir es el pretexto para matar,
o morir sin motivo es el precio de vivir,
los inocentes riegan con su sangre
los jardines donde florecen
las victorias militares.

El oscurantismo religioso
y la prepotencia militar,
son dos peligrosísimas armas
de destrucción masiva que,
-disfrazadas bajo la piel aterciopelada
del amor a Dios o a la Patria-
esperan ansiosas el momento
de ser pisadas por gente como nosotros,
que lo único que pide
y quiere es poder caminar en Paz.

Bruno Kampel

 

Con mis mejores deseos…
Un beso, Elena
Sarakali.com
http://www.sarakali.com
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 01/08/2006 @ 10:01:21, in Kumpanija, visitato 1254 volte)

28 luglio 2006 - BRUXELLES - Venerdì  scorso, circa 250 Rom si sono riuniti sull'autostrada E40 Groot-Bijgaarden, per onorare la morte di un capostipite.

Tutti erano parte della famiglia Modest, uno delle più numerose nel Belgio. E' un gruppo che vive in Belgio da secoli.

Erano circa 60 carovane, che per tre giorni hanno onorato la morte di Jean Baudain, giovedì scorso.

"Quando muore un anziano, è normale che tutta la sua famiglia si ritrova assieme e si aspettano persone importanti degli altri clan," spiega l'attivista Wolf Bruggen. ha

La polizia di Dilbeek ha ricevuto lamentele riguardo l'assembramento, ma nessun caravan è stato situato nelle dirette vicinanze dell'area di parcheggio.

Jean Baudain aveva 12 figli, 100 nipoti e 50 bis-nipoti. Era un commerciante di macchine e materiali ferrosi, e ha lasciato diverse proprietà nel suotestamento.

Copyright Expatica News 2006

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


13/12/2019 @ 21:51:57
script eseguito in 162 ms

 

Immagine
 Parigi, 4 settembre 2010, manifestazione dei 50.000... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 760 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gm...
12/12/2019 @ 08:20:56
Di ANNA
Assistenza finanziaria in 24 ore (assistance.finan...
02/12/2019 @ 11:17:21
Di damien
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source