Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 29/05/2009 @ 09:22:13, in media, visitato 1577 volte)

Sul sito della campagna "Giornalisti contro il razzismo" chiunque può segnalare episodi di cattiva informazione sui migranti, simili a quelli stigmatizzati nell'appello che ha dato il via alla campagna. Il modulo di segnalazione presente in questa pagina serve per citare episodi concreti e circostanze specifiche di servizi giornalistici che possono alimentare la paura, il razzismo e la violenza. L'obiettivo non è la delazione, ma l'esercizio del "consumo critico" di informazione da parte dei cittadini, affinché le redazioni degli organi di informazione non siano soggette solamente alla pressione che arriva dall'alto dei poteri politici, ma anche alla pressione democratica che la società civile è in grado di esercitare dal basso.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 29/05/2009 @ 08:54:17, in blog, visitato 1479 volte)

Da Rom Sinti @ Politica

Gli ultimi anni sono stati terribili per la popolazione immigrata, rom e sinta, scelte e comportamenti sbagliati del passato e del presente hanno determinato un clima di odio e di rifiuto contraddistinto da violenze e da forme istituzionali di illegalità e di discriminazione.

Ma le reazioni agli atti di violenza e di discriminazione istituzionale pongono in evidenza una questione sostanziale: l’incapacità di “produrre” cultura, restando “incarcerati” all’interno di “gabbie culturali” di riferimento che minano la credibilità per un rapporto vivo con la società.

Un rapporto vivo con la società, per produrre cultura, impedirà la morte della propria cultura che per sua natura è dinamica.

E’ quindi necessario un lavoro culturale per innescare percorsi di reazione positiva al confronto e allo scambio culturale.

Un lavoro culturale per far emergere un orientamento verso la partecipazione attiva, verso una democrazia interculturale e passare dalla mediazione alla partecipazione.

Ma cosa si intende per partecipazione attiva?

Altre volte in questo blog ho affrontato la questione della partecipazione attiva di Rom e Sinti individuando due livelli di partecipazione:

Come un mezzo personale e strumentale.

Come un fine che investe processi di trasformazione di vasta portata per produrre cambiamenti collettivi.

Infatti la partecipazione come un fine è un processo di azioni attraverso le quali gli individui, le comunità e le organizzazioni guadagnano padronanza sulle loro vite per migliorare l’equità e la qualità di vita.

La forma e la sostanza della partecipazione come un fine devono avere una credibilità.

Un approccio partecipativo come un fine presuppone processi di formazione alla partecipazione (capacity building), cioè lo sviluppo delle capacità, affinché la partecipazione attiva sia efficace ed efficiente nel perseguimento degli obiettivi.

Chi pensa che possa esserci una partecipazione attiva per tutti e per chiunque a tutti i livelli e senza capacity building, purché si appartenga a quel determinato gruppo, commette un grave errore che troppo spesso impedisce il passaggio dalla mediazione alla partecipazione attiva e di conseguenza da una statica democrazia multiculturale ad una dinamica democrazia interculturale.

La popolazione Rom e Sinta in Italia se vuole migliorare la propria condizione di vita ed uscire dalla condizione di emarginazione ed esclusione sociale e culturale deve investire tutto sulla partecipazione attiva sia delegando le personalità Rom e Sinte in possesso di strumenti in grado di far crescere una credibilità al dialogo diretto, attivo e propositivo, sia attivando processi di di empowerment delle persone per produrre cambiamenti, un processo di formazione alla partecipazione (capacity building).

Le associazioni amiche di Rom e Sinti devono investire in questo processo se vogliono veramente essere utili alla popolazione Rom e Sinta ed alle loro organizzazioni.

Nazzareno Guarnieri

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2009 @ 13:47:34, in Italia, visitato 1680 volte)

L’associazione per i diritti umani critica pacchetto sicurezza, respingimenti e atteggiamento verso i rom

Roma – 28 maggio 2009 - "L'anno scorso Amnesty aveva avvertito che l'Italia stava scivolando lungo una pericolosa china razzista. Quest'anno purtroppo dobbiamo constatare che il paese ha ormai intrapreso questo cammino. La repressione sui rom, con sgomberi e aggressioni da parte di privati cittadini, è stato solo l'inizio di questo processo".

Così la presidente di Amnesty International, Christine Weise, che ha presentato a Roma il rapporto 2009 dell’associazione per i diritti umani.

Amnesty punta il dito contro le aggressioni a rom e sinti "che ancora non vengono riconosciuti come minoranze nazionali" e contro gli "sgomberi forzati illegittimi", mentre ai prefetti sono stati accordati poteri speciali per controllare gli insediamenti rom. Anche un gruppo di esperti dell’Onu, ricorda il rapporto, ha commentato con "sbigottimento la retorica aggressiva e discriminatoria usata da alcuni leader politici, tra cui membri del governo, nel riferirsi alle comunità rom".

Quanto al pacchetto sicurezza, denuncia il rapporto 2009, “non fa altro che aumentare l'insicurezza delle persone che già sono in grandissime difficoltà". Weise ha contestato l’aggravante di clandestinità, che "fa distinzione fra i reati commessi da italiani o da immigrati irregolari", e ha parlato di "criminalizzazione dei gruppi minoritari, elemento tipico di ogni campagna elettorale".

"La politica dell'immigrazione italiana e i respingimenti dei rifugiati che arrivano con le barche in alto mare – ha aggiunto Weise - e' espressione di un disprezzo dei diritti umani e delle persone veramente disperate che qui cercano solo aiuto". "L'Italia –ricorda Amnesty - sarà ritenuta responsabile di quanto accadrà ai migranti e richiedenti asilo riportati in Libia", dove non esiste "una procedura d'asilo'' e non viene offerta "protezione a migranti e rifugiati".

Leggi
Amnesty International: I diritti umani in Italia

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2009 @ 09:22:16, in Italia, visitato 3125 volte)

Ricevo da Marco Brazzoduro

fotografie di Simona Caleo, Giorgio de Finis, Max Intrisano e Massimo Percossi
a cura di Michele Carpani e Max Intrisano
al Padiglione 2B. Facoltà di Architettura Roma Tre. Via Aldo Manuzio 72 (Ex Mattatoio di Testaccio)
dal 5 al 15 giugno 2009 - Inaugurazione 5 giugno ore 18.30

Quattro fotografi raccontano attraverso i loro diversi sguardi il progetto di ricerca transdisciplinare "Campus Rom, oltre i campi nomadi", attivato dal 2007 insieme a diverse comunità rom di Roma, da Stalker – Osservatorio Nomade in collaborazione con la ricerca "Nomadismo e Città" del Dipartimento di Studi Urbani dell’Università di Roma Tre, volto ad affrontare l’emancipazione civile, culturale, economica, sociale e abitativa dei Rom, verso il superamento della realtà dei campi nomadi in Italia. Le foto saranno montate sui pannelli dell’installazione "?" di Stalker-Osservatorio Nomade presentata all’ultima Quadriennale di Roma, e saranno accompagnate dai due film documentari, "Rom to Roma, diario nomade" di Giorgio de Finis e "Savorengo Ker, la casa di tutti" di Fabrizio Boni, e dalla presentazione dei cinque numeri della rivista "Roma Time" che raccontano il percorso della ricerca svolta fino ad oggi. La mostra ospita inoltre due percorsi volti all’autorappresentazione e all’autopromozione dei Rom:

  • Romané Chavé laboratorio/concorso di fotografia rivolto ad adolescenti Rom e Sinti, promosso da Roma Onlus e Casa dei Diritti Sociali – Focus, e condotto da Fulvio Pellegrini.
  • Romanò Hapé progetto gastronomico di economia solidale rivolto a donne Rom e Sinte
    promosso da Roma Onlus e Stalker Osservatorio Nomade, condotto da Giulia Fiocca e Paola Marotti.

Durante l’inaugurazione si potrà gustare una cena preparata da Romanò Hapè.

Breve biografia dei fotografi:
SIMONA CALEO: fotografa e giornalista, ha lavorato per il Gruppo Espresso, il Gruppo Epolis e attualmente collabora con il World Food Programme. Le sue foto sono state pubblicate dai maggiori quotidiani e magazine italiani. Ha collaborato con Stalker/On e con lo European Roma Right Center.
GIORGIO DE FINIS: antropologo, regista, fotografo. Le sue fotografie sono state esposte alla IX e alla XI Mostra internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, al Museo Nazionale della Cina, alla Triennale di Milano, e nell'ambito di FotoGrafia, edizione 2008. Di recente ha pubblicato per le edizioni Postcart il libro fotografico Aut not Out. Ritratti di bambini con autismo.
MAX INTRISANO: fotografo professionista affianca all'attività di ritrattista la ricerca sullo spazio urbano, ha pubblicato su molti magazine e curato campagne internazionali nel settore musicale, attualmente collabora con varie case editrici, e con Stalker/ON.
MASSIMO PERCOSSI: fotoreporter, da anni documenta la cronaca della capitale per le maggiori agenzie giornalistiche. Attualmente collabora con l'Ansa.

Per informazioni: campusrom.foto@gmail.com 
Michele Carpani Mob. 328.6744087, Max Intrisano Mob. 347.6405448

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2009 @ 09:18:38, in casa, visitato 2288 volte)

Da Roma_Francais (delle demolizioni in Russia se ne è scritto QUI, QUI, QUI, QUI, QUI e QUI)

Il reporter di FRANCE 24 è andato in Russia per incontrare gli zingari. Considerati cittadini di seconda classe, sono vittime di numerose discriminazioni.
Il rapporto è stato filmato a Chudovo, a sud di San Pietroburgo.

venerdì 22 maggio 2009, By FRANCE 24 (text) / Ilhame TAOUFIQI (video) LINK

FRANCE 24 si è incontrata con gli zingari di Chudovo, una città situata circa 100 km. a  sud di San Pietroburgo. La comunità di 2.000 individui si è insidiata là nel 1986, subito dopo il disastro di Chernobyl, ma senza permessi scritti.

Per 20 anni, le autorità locali non si sono preoccupate della loro presenza, ma col collasso dell'Unione Sovietica ogni cosa è cambiata. Ora il terreno dev'essere registrato e occorre pagare. Nella primavera del 2007, poliziotti e soldati hanno agito per demolire le case degli zingari. Oggi, sembrano nuovamente sotto minaccia.

Dal 2005, l'amministrazione ha irrigidito le leggi sull'occupazione delle terre. Per esempio, ha ordinato la demolizione di uno dei campi zingari installato a pochi metri da una fabbrica d'asfalto chiusa cinque anni fa, per ragioni di salute pubblica. Ma le case dei Russi situate 50 metri più in là non sono minacciate [di demolizione].

La prossima primavera, gli Zingari dovranno spostarsi. Pagando 4.000 rubli per registrare il terreno, avranno il permesso di installarsi in un terreno paludoso schiacciato tra l'autostrada e la ferrovia, con nessuna scuola vicina. Qui, la gente è piuttosto ostile. "Conosciamo molto bene cosa fanno. Rubano la legna per il fuoco, causano problemi dappertutto," dichiara la decana del villaggio, che intende inviare una petizione a Mosca contro gli zingari e dice che farà tutto il possibile per fermare il trasferimento.

La comunità zingara non è trattata meglio dalle autorità locali. L'amministrazione rurale si rifiuta di registrarli. Così perdono l'accesso all'assistenza sanitaria, tutti gli aiuti familiari e quindi ogni esistenza legale.

La città di Chudovo non è un caso isolato. Dal 2006, mezzo milione di zingari russi sono stati vittime di espulsioni forzate. Nonostante la condanna dei gruppi dei Diritti Umani e un ammonimento dell'ONU, la Federazione Russa sinora non ha fatto niente per risolvere il problema.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 28/05/2009 @ 09:14:27, in Europa, visitato 2674 volte)

Ricevo da Dijana Pavlovic

Sono una romni, nata in Serbia nel 1976, cittadina italiana, di professione faccio l’attrice di teatro. Impegnata per il riconoscimento dei diritti fondamentali del mio popolo, ho partecipato alla costituzione della Federazione Rom e Sinti Insieme, sviluppando in particolare l’iniziativa culturale con spettacoli teatrali, traduzioni della letteratura rom, collaborando a l’Unità. Ho costituito l’associazione culturale Uprè Roma, che in lingua romanès significa “alzatevi uomini” in ricordo di come un Rom in un congresso internazionale chiuse il suo discorso: “Seppellitemi in piedi, per tutta la vita sono stato in ginocchio.” Adesso in ginocchio non sono solo i Rom ma la vita democratica del Paese. La destra che governa mette sì in ginocchio un intero popolo, quello Rom e Sinto, con leggi razziste, ma criminalizza gli immigrati, nega diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione e dal diritto internazionale, dallo studio, alla salute, alla libertà di culto, mentre su un altro versante attacca i diritti del lavoro e precarizza la vita di intere generazioni.

Ho iniziato l’impegno politico come candidata alle elezioni comunali 2006 nella lista di Dario Fo, poi alle politiche 2008 con la sinistra Arcobaleno, mi candido ora con il PRC convinta che compito dell’Europa sia difendere i diritti degli ultimi per difendere i diritti di tutti.

Articolo Permalink Commenti Oppure (2)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/05/2009 @ 14:34:33, in Italia, visitato 1456 volte)

Ricevo da Ernesto Rossi

La chiamano moral suasion. Non osano dirlo in italiano, ma quel "moral", grida scandalo, detto dagli amministratori più immorali –dal governo in giù. Giù, giù giù- che l’Italia abbia mai avuto. "Persuasione morale", vuol dire. Che c’è di persuasivo in uno sgombero? La ruspa? Gli agenti in divisa antisommossa? Grate e sbarramenti antizingari, realizzati coi soldi dell’Unione Europea (anche nostri), dati per migliorare le loro condizioni?

Che c’è di…morale? in centoventi sgomberi in due anni e mezzo? spesso operati sulle stesse persone e famiglie a ripetizione?

Le parole sono importanti: oggi gli azzeccagarbugli parlano un’altra lingua, in casa, per non farsi capire. Che sia un residuo di vergogna? Ma no, ecco una parola che non capiscono, neanche detta in italiano.

Un'altra area restituita ai milanesi e alla citta'. Ne parlano come se si trattasse di cantieri liberati da mafia e 'ndrangheta (robe siculo-calabresi, come ognuno sa), come un’operazione di derattizzazione. Restituiamo aree, fisiche e morali, alla legalità: quella vera, che vale per tutti.

Alleggerimento, questo è il termine usato –uno sfoltimento, insomma, sfumatura bassa- per l’eliminazione di un po’ di famiglie dai campi rom comunali. Qui siamo quasi bucolici, a parlar di campi. Invece a Triboniano non c’è un filo d’erba e l’unica ombra, tolta quella di container e roulotte, è data dal traliccio dell’alta tensione. Mmmh, che nostalgia.

Ernesto Rossi


MILANO: CON SGOMBERO EX MARCHIONDI ALLONTANATI 40 ROM (2)

Adnkronos) - ''Un'altra area restituita ai milanesi e alla citta' ", commenta il vicesindaco Riccardo De Corato. "Si tratta del ventesimo intervento da inizio anno. Che si aggiunge ai 100 sgomberi effettuati negli ultimi due anni. Un impegno importante che ha permesso di ridurre il numero dei rom in citta', stimati attualmente in circa 3000 presenze. Al 31 marzo, secondo i dati della Polizia locale, risultano infatti 1331 occupanti nei campi autorizzati dal Comune e 1745 abusivi".

"L'azione di moral suasion proseguira' con altri interventi gia' programmati a cominciare da un'area privata di viale Sarca. Verranno poi abbattute strutture sorte abusivamente in via Cusago, via Predil e via Trasimeno. Contemporaneamente procederemo all'alleggerimento dei campi autorizzati. Come prevede il nuovo regolamento cominceremo da chi ha procedimenti interdittivi o sentenze di condanna oppure ha recato grave turbamento alla cittadinanza''.

"In base alla convenzione stipulata -aggiunge De Corato- il Politecnico si impegna a realizzare l'intervento di recupero dell'ex Istituto minorile Marchiondi Spagliardi in vista dell'insediamento di una residenza universitaria che sorgera' su una superficie complessiva di 10.971 metri quadrati e sara' in grado di ospitare circa 240 posti letto, un multicentro socio-culturale, spazi accessori e parcheggi".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 27/05/2009 @ 09:13:50, in blog, visitato 1415 volte)

Marsala, si chiude l'inchiesta sulla scomparsa di Denise Pipitone
Si avvia a conclusione la lunga e infruttuosa indagine sulla scomparsa di Denise Pipitone, sparita nel nulla mentre giocava di fronte alla casa della nonna, all'eta di quattro anni, il 1° settembre del 2004. Denise Pipitone è stata cercata ovunque,...

Il rischio che si stia sviluppando una cultura xenofoba c’è tutto
"Il rischio che si stia sviluppando una cultura xenofoba c’è tutto". Lo dichiara don Federico Schiavon (nella foto di Hidden Side), responsabile della pastorale per i Rom e i Sinti della conferenza episcopale italiana, che aderisce alla Giornata di preghiera e digiu...

Napoli, il Sindaco: «Hanno colpe anche gli italiani»
«Con tutto il rispetto per chi è morto, ma qualche colpa c’è anche da parte italiana. Questo ragazzo arrestato è stato sfruttato anche sessualmente. Questo non giustifica assolutamente nulla, ma permette di non dividere i popoli in buoni e cattivi». Lo ha detto il sindaco di Napo...

Napoli, in 10mila per ricordare i fatti di Ponticelli
Ad un anno dai pogrom contro i Rom di Ponticelli, e dopo tanti episodi di intolleranza che si sono succeduti in questi mesi nella città di Napoli, la Comunità di Sant´Egidio ha promosso una marcia per la pacifica convivenza a Napoli...

Roma, il 1° giugno scatterà il piano "nomadi"
Lavori e vigilanza nei campi regolari dal 1° giugno, più fondi dal governo per concretizzare un lavoro che punta «a coniugare legalità e integrazione». Il piano “nomadi” per Roma entra nella fase dell’applicazione concreta...

Napoli, tra i quartieri Ponticelli e Poggioreale i nuovi tre "campi nomadi"
Sarebbero tutte nell'area orientale della città, al confine tra i quartieri Ponticelli e Poggioreale, le zone dove verranno allestiti i centri di accoglienza per i nomadi utilizzando i fondi messi a disposizione dal Governo. Spazi dove sono in costruzione anche diversi centri comm...

L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, il portoghese Antonio Guterres, replica al governo italiano
Il colpo annunciato è puntualmente arrivato: l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, il portoghese Antonio Guterres, replica al governo italiano. Dalle cui file - con argomenti e toni variegati - erano giunte reazioni negative alle critiche dell’Unhcr verso la linea di Roma in materia di immigrazione clandestina...

Mantova, presentazione dell'antologia “Il rumore degli occhi”
Sabato 23 maggio, alle ore 18:30 nella sala delle Capriate, in piazza Leon Battista Alberti(*) a Mantova, verrà presentata l’antologia di racconti “Il rumore degli occhi” (Edizioni Creativa, Torre del Greco, 2008), opera prim...

Milano, non più sgomberi ma alleggerimenti...
Ieri il Ministro Maroni ha incontrato alcuni Sindaci del Nord Italia, guidati da Letizia Moratti per discutere redistribuzione dei rifugiati accolti in questi anni. Nell’incontro, presente anc...

Il progetto su “Etnie e Culture del Mediterraneo” si occupa anche di Sinti e Rom
Pierfranco Bruni (in foto), esperto, del MiBAC, in Storia e Letteratura delle Minoranze Linguistiche ed Etniche è stato nominato Coordinatore del Progetto sulle “Culture storiche delle comunità Zingare: dai Rom ai Sinti” e Coordinatore delle “Presenze culturali della...

Berlusconi e l'ipocrisia razzista
Una tegola pesantissima, anche se attesa, è caduta sul Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. David Mills “ha agito certamente da falso testimone da un lato per consentire a Silvio Berlusconi e al gruppo Fininvest l'impunità dalle accuse, o, almeno, il mantenimento degli ingent...

Napoli, anche una storia sui Rom tra i vincitori del Premio Elsa Morante
Si aspettano i risultati della giuria popolare composta da circa 1500 studenti campani che in queste ore leggono i tre libri vincitori del Premio Elsa Morante. Ragazzi scelti dalla giuria presieduta da Dacia Maraini...

Zagabria, quale giorno della vittoria per le donne? Memorie traumatiche e narrazioni di resistenza
L’8 e 9 maggio scorso si è svolto a Zagabria il convegno internazionale “Imaju li zene svoj pobjede? Zenska traumatska sjecanja i naracije otpora” – “Quale giorno della vittoria per le donne? Memorie traumatiche e narrazioni di resistenza”, organizzato dal Centro di studi femminili...

Alghero, sgombero imminente per una famiglia rom
Potrebbe essere solo questione di ore. Nel primo pomeriggio di oggi, infatti, potrebbe essere dato corso all' ordinanza di sgombero dello stabile di Maria Pia (in foto), per la famiglia rom che...

Roma, ritorna in servizio il carabiniere che uccise Fabio Halilovic
Pena ridotta di un anno dal Tribunale di Appello per il carabiniere D. S., imputato di omicidio colposo e condannato in primo grado a tre anni di reclusione per aver ucciso un ragazzo rom, Fabio Halilovic di 16 anni che si trovava a bordo di un'automobile rub...

Milano, noi, agenti di polizia locale, diciamo "no" al grande inganno securitario
Caro direttore, ti chiediamo di pubblicare questo nostro appello, affinché si sappia che anche tra le forze dell'ordine vi è un ampio tessuto democratico che ha bisogno di solide sponde per potersi esprimere al meglio...

Torino, appello in merito al nuovo regolamento delle aree sosta per rom e sinti e all’annunciato trasferimento del campo di Strada Aeroporto
Le organizzazioni firmatarie esprimono forte preoccupazione in merito alla proposta di modifica del regolamento delle aree sosta attrezzate per rom e sinti, attualmente all’esame del Consiglio comunale, nonché alle modalità di attuazione dell’annunciato trasferimento del campo di Strada Aeroporto...

Pensieri migranti
La discussione di queste settimane sul reato di immigrazione clandestina e in generale le norme contenute nel “pacchetto sicurezza” mi hanno provocato un grande senso di rabbia, frustrazione e impotenza...

Praga, il Partito nazionale ceco chiede la "soluzione finale" dei Rom, dure le polemiche
Il Partito nazionale ceco (Ns), di estrema destra, ha diffuso un video elettorale in cui suggerisce "la soluzione finale della questione zingara", evocando quella perseguita dai nazisti con l'Olocausto degli ebrei...

Roma, la lotta all'abusivismo inizia dalla casa di una famiglia rom
In molti ieri hanno visto sui telegiornali nazionali le scene strazianti di un Rom italiano che minacciava di tagliarsi la gola con un coltello (in foto) se fosse stata abbattuta la sua casa, costruita abu...

Immigrati, le vittorie negate
All’opposizione di sinistra piace perdere, manifesta un certo gusto per la sconfitta. Basti considerare l’insieme delle misure su sicurezza e immigrazione, messe in cantiere dal governo. Rispetto alle proposte iniziali, l’opposizione ha incassato un sacco di vittorie, ma non le dichiara. Cito quelle più evidenti. Sull’iniziativ...

La macchia della razza
Anticipiamo qui alcuni passi dal capitolo finale del libro di Marco Aime La macchia della razza in uscita da Ponte alle Grazie (pp. 96, euro 8): in forma di lettera aperta a un bambino rom, uno di quelli cui si vogliono prendere le impronte digitali, spiega come e perché ...

La belva umana
«Devono solo provare a darmi fastidio. Non si devono permettere. Se toccano la "robba" mia, se toccano mia madre, mia sorella o la mia ragazza, mi faccio giustizia da solo. Tanto la polizia che viene a fare. Oggi li mettono in galera, domani stanno fuori. Io s...

Gambolò (PV), il Naga e i Sinti hanno vinto una causa strategica contro le discriminazioni
Il Naga comunica con soddisfazione la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia - Milano di sospendere lo sgombero di cittadini italiani di origine sinta residenti, da gener...

Bolzano, una targa commemorativa in memoria dei Sinti vittime dell’olocausto
Domani 27 maggio 2009, alle ore 11.00, sarà scoperta la targa commemorativa in memoria dei Sinti vittime dell’olocausto, presso il muro del lager di Via Resia. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Nevo Drom. Questo sarà un evento di grande impo...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 27/05/2009 @ 09:06:21, in Europa, visitato 1813 volte)

Da Roma_Francais

PARIGI (AFP) - La morte di un ragazzino sabato in occasione dell'incendio di un deposito abbandonato a Bobigny (Seine-saint-Denis), dove s'erano installati un centinaio di membri della comunità della gens du voyage, illustra le difficoltà di alloggio e di vita quotidiana di questa comunità in Francia. "Questo dramma spaventoso era prevedibile, è un incendio della precarietà e dell'indifferenza", ha dichiarato domenica ad AFP Malik Salemkour, vice presidente della Lega dei Diritti dell'Uomo ed uno degli animatori del collettivo Rom-Europe.

Ha ricordato che un incendio sempre a Seine-saint-Denis, nel settembre 2008, aveva fatto due feriti leggeri tra gli 80 occupanti di un campo rom situato sotto l'autostrada A86 a Saint-Denis.

Il corpo del piccolo Diego, 7 anni, è stato ritrovato sabato tra i resti del deposito dai pompieri, che si erano mobilitati in un centinaio per venire a capo del sinistro.

Ci sono da 2.000 a 2.500 Rom rumeni e bulgari a Seine-saint-Denis, dove le espulsioni dalle occupazioni abusive si moltiplicano, ha precisato Salemkour. "Abbiamo domandato, con altre associazioni, che il problema dell'alloggio dei Rom sia trattato a livello regionale", ha detto il vice presidente della LDH che auspica d'altra parte che siano regolate le condizioni d'accesso al lavoro di questi Rom rumeni e bulgari perché "si sa che vogliono lavorare".

Sabato, il sindaco (PCF) di Bobigny, Catherine Peyge, aveva espresso la sua "collera" di fronte ad una situazione che "non poteva che finir male".

"Sono stati respinti da una città all'altra per terminare in questo hangar, a volte soltanto per guadagnare soltanto qualche centinaio di metri su non si sa che", aveva poi aggiunto.

"Ho scritto mercoledì al prefetto per allertarlo sulla situazione e chiedere una tavola rotonda per mettere in atto tutte le soluzioni umani e materiali, sono sempre in attesa di una risposta", aveva affermato.

Dall'inizio di aprile, l'Alta Autorità di Lotta contro le Discriminazioni e per l'Eguaglianza (HALDE) aveva lamentato che le sue raccomandazioni sulle discriminazioni, come l'alloggio, riguardando le circa 400.000 persone recensite come "gens du voyage e rom" in Francia "non hanno ancora avuto effetto".

A febbraio, la Difensora dell'Infanzia, Dominique Versini, aveva denunciato le condizioni di habitat e di scolarizzazione dei rom e della gens du voyage, in un rapporto di valutazione dell'applicazione della Convenzione Internazionale dei Diritti dell'Infanzia (CIDE). Versini aveva allora rilevato che "come le carovane non sono assimilate ad un alloggio, i loro genitori non accedono agli aiuti per l'alloggio".

Questi migranti vengono da Romania e Bulgaria, paesi membri dell'Unione Europea, per fuggire dalla miseria. In Francia, sei ore di accattonaggio fruttano 15 euro, quattro volte di più di quanto possano sperare di guadagnare in una giornata in Romania.

I Rom sarebbero circa 10 milioni in Europa, ossia la più grande minoranza. La comunità conterebbe più di 2 milioni di persone in Romania, 800.000 in Bulgaria ed altrettanti in Spagna, secondo le cifre più recenti.

[...]

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 26/05/2009 @ 20:46:15, in media, visitato 1232 volte)

del 25/05/2009 di La redazione

Cultura e Spettacolo: Cinema

[...]

Mercoledì 27 maggio è (invece) in programma un evento speciale: "Voci fuori campo. Storie di adolescenze fuori da un campo nomadi". Seguirà un dibattito con Sergio Bontempelli di Africa Insieme e Daniela Lucatti, autrice del libro "Romantica gente" (Magi edizioni scientifiche). Il Progetto minori romeni e sinti di Lucca (gestito dalla Caritas diocesana, in collaborazione con la Cooperativa sociale "La cerchia" e il Comune di Lucca) da anni si occupa degli adolescenti residenti nei due campi nomadi di Lucca, con un intervento di sostegno educativo e scolastico.

Da questo lavoro quotidiano nasce l'esperienza documentaria di "Voci fuori campo", nella quale i ragazzi stessi raccontano la loro verità su di sé, le loro vite, le storie, i sogni, le aspettative.

Un lavoro accorato, attento e sincero che introduce con delicatezza e rispetto in un mondo pregiudicato. Il punto di inizio per cominciare una discussione onesta e scartare lo sguardo dalle facili comprensioni.

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


23/09/2019 @ 09:52:43
script eseguito in 173 ms

 

Immagine
 Ricordi, idee, speranze, progetti...... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 57 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoIo sono una persona che si offre di pres...
18/08/2019 @ 16:46:26
Di Stephano
BuongiornoQuesto messaggio è per gli individui, pe...
15/08/2019 @ 09:29:56
Di FRANCO
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source