Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Conoscere non significa limitarsi ad accennare ai Rom e ai Sinti quando c'è di mezzo una disgrazia, ma accompagnarvi passo-passo alla scoperta della nostra cultura secolare. Senza nessuna indulgenza.

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 22/08/2008 @ 12:41:27, in Italia, visitato 1332 volte)

Ricevo da Agostino Rota Martir

Alzati gli occhi verso i loro elettori, Gasparri e Giovanardi così predicavano:

Beati voi ricchi, perché finalmente è ormai nostro il Regno dell'impunità e dell'affarismo.

Beati voi che ora siete sazi,
perché ora più nessuno potrà criticare o fermare la nostra abbondanza.

Beati voi che ora beatamente banchettate,
perché saranno altri a piangere e a dover tirare la cinghia.

Beati voi quando gli uomini ci ammirano e quando ci esalteranno adulandoci e i nostri avversari saranno visti come scellerati, a causa della nostra propaganda.

Ma guai a voi, poveri, vi dichiariamo guerra,
perché ora avrete ciò che vi meritate: la smetterete di rovistare nei cassonetti...sarete finalmente identificati e multati!

Guai a voi affamati perché non potrete più infastidire la gente per bene mendicando ai semafori delle nostre ricche città, vi denunceremo e poi prenderemo i vostri figli.

Guai a coloro che vivono piagnucolando le loro miserie, perché saranno consolati dall'esercito che proteggerà la giusta quiete delle nostre città e per il loro bene prenderemo le loro impronte.

Guai coloro che oseranno parlare male di noi, che siamo i nuovi messaggeri della vera divina Provvidenza, perché i nostri guardiani dell'ordine non permetteranno più che falsi profeti disturbino la sicurezza della nostra patria e si permetta di mettere in dubbio i nostri valori cristiani occidentali.
Meriteranno la sorte degli antichi profeti, come fecero i nostri padri verso costoro.

(dal vangelo della casa della libertà)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 22/08/2008 @ 18:20:43, in Kumpanija, visitato 2149 volte)

Ciao invio un articolo su Bruno Morelli, rom abruzzese, socio della "Federazione Rom e Sinti Insieme"
Maria Grazia Dicati

da Il Messaggero
di PINO VERI

AVEZZANO - Non poteva non esserci un rom di Avezzano nella "Federazione" costituitasi al Ministero degli Interni quale organo consultivo per decidere i nuovi rapporti tra rom e sinti (le due entie zingare esistenti in Italia) ed il Governo, alla luce delle recentissime raccomandazioni dell’Europa sulla vicenda.

Non poteva non esserci dal momento che i rom ad Avezzano costituiscono una nutrita "colonia" da tempo inseritasi nel tessuto marsicano, ed in stretto contatto con le altre famiglie abruzzesi e romane.

Si tratta di Bruno Morelli, 49 anni, una maturità artistica conseguita a Roma al liceo e poi la laurea in Belle arti. E’ tornato in Abruzzo per le ferie ma, fino a ieri, è stato impegnato su più fronti: "Abbiamo lavorato a lungo assieme ai tecnici del Ministero. E devo dire di aver trovato la massima disponibilità. Dei rom sanno poco: abbiamo parlato di istruzione, di sanità, di casa. Non sono l’unico abruzzese, ce ne sono altri tre o quattro, ma, insomma, devo dire che si tratta di un confronto abbastanza serrato".

Morelli parla dell’Europa, delle raccomandazioni fatte al Governo italiano di non isolare questa comunità e dello sforzo reciproco per far si che questo non accada. Stupendo ed affascinante il suo mondo. Morelli vive tra Avezzano e Roma: in Marsica ha il suo studio nel quale dipinge.

Quadri stupendi, opere di un fascino coloristico assolutamente ineguagliabile. E l’ambiente? Tipicamente zingaro: una casa rigorosamente in periferia, fuori, abbastanza curata ma, dentro, quasi una reggia. Principesca e coloratissima: nulla di eccezionalmente ricco ma arredata con gusto da opere d’arte (sculture e quadri) di evidente ispirazione zingara.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 23/08/2008 @ 09:13:43, in Kumpanija, visitato 1582 volte)

Un altro racconto breve di Iryna Chumakova

Il giovane leghista di trent’anni posa sorridente ed impettito insieme con la sua donna davanti alla telecamera, con orgoglio sa di apparire in una delle più quotate tv locali, rigorosamente della Lega. In paese parleranno tutti di lui che ha partecipato all’ormai leggendaria manifestazione di Pontida, allestendo un piccolo gazebo. Una sorta di sfida tra i vari gruppi partecipanti, ogni gruppo vuol far vedere di essere valido, sia in politica, sia nel commercio sia nell’azione… parlano del volantinaggio di domani davanti a tutte le scuole della Padania, per sostenere la disuguaglianza sociale tra un cittadino Padano e un cittadino del sud, e anche per cacciare via questi folli immigrati clandestini che attentano alla sua incolumità.

"Oggi – dice davanti la telecamera - queste nuove generazioni di giovani sentono molto di più sulla propria pelle le problematiche di immigrazione, di sicurezza e vogliono vivere nella propria terra senza la paura di essere rapinati da extracomunitari che, nascosti sotto la cosiddetta "integrazione", cercando di fregarti. No... basta! lo dobbiamo impedire a tutti i costi.

la Lega è tornata di moda, ha successo tra i giovani per la comunanza di linguaggio, di mentalità, di azione. La Lega Nord è una confederazione di più movimenti politici autonomisti che attualmente ripropone il progetto di uno Stato federale e si batte per l'attuazione di norme più severe per contrastare l'integralismo islamico; enfatizza anche la lotta all'immigrazione clandestina."

Il giovane continua a parlare con maggiore tracotanza, ma all’improvviso cade a terra privo di sensi. La sua malattia, dovuta ad una malformazione del cuore congenita, ha avuto la prevalenza.

Trasportato di corsa in ospedale risulta subito un caso disperato… occorre un trapianto del cuore; lo sapeva e aspettava da tempo la disponibilità dell’organo.

…Intanto l’unico genitore in vita di Niko, ha dato il via libera alla donazione degli organi del figlio, morto proprio quella mattina in una strada lì vicina. Niko è un Rom, di una comunità Sinti, lombarda.

"Credo che la donazioni di organi - conclude il padre fra il pianto - rappresenti un'espressione di altissima solidarietà , mio figlio sarebbe d’accordo."

Dopo l’operazione riuscitissima ed una breve convalescenza, il giovane leghista torna a vivere, compra un mazzo di rose bianche e si reca al cimitero, curioso di conoscere il benefattore. Apprende cosi la verità, lascia i fiori nella tomba e torna a casa piangendo… finalmente un "cuore nero" continuerà a battere sotto la sua camicia verde.

IRYNA CHUMAKOVA

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 23/08/2008 @ 09:20:55, in Europa, visitato 1394 volte)

Da Czech_Roma

Più impegno per aiutare i Rom nei ghetti

Most, 18 agosto (CTK) - Dzamila Stehlikova, Ministro per i Diritti Umani e le Minoranze, ha detto lunedì scorso alla stampa che la città ceca di Most, base di una grande comunità Romanì, ha ufficialmente riunito una dichiarazione sull'associazione locale per migliorare la vita nelle località socialmente escluse.

Il progetto di associazione locale è partito dall'Agenzia governativa per l'Integrazione Sociale, fondata dall'ufficio della Stehlikova e sta funzionando da aprile.

Most è una delle 12 località in cui l'agenzia ha gradualmente stabilito le sue filiali.

Stehlikova ha detto che la dichiarazione è già stata firmata in tutte le località, eccetto la città di Ostrava, nord Moravia, dove la firma è prevista per il 25 agosto.

Oltre a coordinare i passi fatti dalle municipalità verso la graduale eliminazione dei ghetti, l'agenzia governativa aiuterà anche a gestire i fondi UE per migliorare la situazione nell'istruzione, impiego, sistemazione e sanità dei Rom, come pure a combattere il crimine e la dipendenza da droghe nella comunità.

A Most, l'associazione comprende l'ufficio municipale, quello del lavoro e le OnG, ha detto Stehlikova.

I partecipanti all'associazione di Most valuteranno i singoli progetti alla scopo di rallentare e poi eliminare l'esclusione sociale nelle località malfamate come il quartiere di Chanov.

Marek Podlaha, il direttore dell'agenzia, ha detto che la prima cosa da fare è uno studio sul campo che deve essere accluso alla domanda di sovvenzione.

This story is from the Czech News Agency (ČTK).

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 23/08/2008 @ 11:57:21, in blog, visitato 1528 volte)

"Le mie figlie, trattate come dei cani"
"Perché gli italiani ci odiano?". Se lo chiede Miriana Djeordsevic, madre 30enne di Cristina e Violetta, le due ragazzine rom di 15 e 13 anni morte a luglio a Torregaveta, sul litorale flegreo. L'interrogativo dà titolo a un articolo pubblicato sull'Observer, domenicale del quotidiano in...

Lourdes, Sinti e Kalè in pellegrinaggio
Da domani, i dintorni di Lourdes si riempiranno di roulotte e almeno 40 mila Kalè e Sinti pregheranno davanti alla grotta della Vergine. L’occasione è il pellegrinaggio, presentato stamani presso i Santuari di Lourdes, che si concluderà il prossimo 25 agosto. Il pellegrinaggio...

Santa Margherita Ligure (GE), Tigullio a Teatro
«Lo spirito di questa rassegna è portare una ventata di cultura profonda anche in piena estate, dimostrare che oltre al cabaret in agosto si possono proporre spettacoli che fanno riflettere». A parlare è Pino Petruzzelli (in foto): autore, attore e ...

Dribblare sui fatti, vizietto degli onorevoli
A un politico di una certa età, che ha attraversato tutto l'arco costituzionale, dovrebbe essere chiaro da che parte siamo stati e stiamo. Eppure, anziché entrare nel merito dei problemi da noi sollevati, si continua con la facile accusa di cattocomunismo. Una volta eravamo conosciuti come un giornale di g...

Milano, trenta famiglie saranno cacciate da via Triboniano
Almeno venti o trenta famiglie rischiano lo «sfratto». La situazione, ammette il vicesindaco Riccardo De Corato, «non è soddisfacente, a settembre daremo una stretta e molti se ne dovranno andare». È passato più di un anno e mezzo da quando i Rom rumeni di via Triboniano firmarono con il Comune e le associazioni d...

Milano, la federazione incontra il Prefetto Lombardi
Il 30 luglio 2008, una delegazione della federazione Rom Sinti Insieme ha incontrato il Prefetto Lombardi, Commissario per l’emergenza “nomadi” in Lombardia. La delegazione della federazione era formata da Radames Gabrielli (Nevo Drom, vice presidente della federazione), Eva Rizzin (Sucar Drom e OsservAzione, consi...

Partito Democratico, l'ipocrisia nella festa nazionale
E' stata presentata la prima edizione della "Festa Democratica", la festa nazionale del Pd che si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze dal 23 agosto al 7 settembre. Durante queste due settimane sono previsti incontri e faccia a faccia tra i big del partito ed esponenti della maggioranza, della sinistra e del mondo sindacale (qui il programma...

Reggio Emilia, ancora si discute sulla prima “kampina”
Il confronto negli organi istituzionali e con la città sul progetto ‘Dal campo alla città’ per l’inclusione sociale di un nucleo familiare di Sinti reggiani è stato ampio e trasparente. Basti ricordare che sono state tre le sedute del Consiglio comunale dedicate all’argomento, una seduta di Commissio...

“Sporco negro”… e non succede niente
L’episodio è noto, anche se i giornali di oggi trattano la notizia in cronaca, con scarsa incisività e versioni simili, da verbale di polizia: un giovane di colore, 24 anni, picchiato e insultato da un branco di deficienti nostrani a Genova. “Sporco negro, puzzi”, e via con calci...

Torino, sfiorata la tragedia
La piccola Pompea non poteva sapere a quale pericolo sarebbe andata incontro. A quattro anni da poco compiuti, quella presa della corrente era solo un gioco come un altro. Un oggetto da tormentare, da esplorare centimetro per centimetro. Come fanno tutti i bambini piccoli con le cose che non conoscono. Fino a quando le sue diti...

Io non sono razzista...
Alcuni anni fa, all’epoca delle prime rozze manifestazioni di linguaggio xenofobo e pararazzista di cui si servivano e si servono diversi esponenti della Lega Nord, è circolata per alcuni mesi, divenendo celebre, una barzelletta che mirava a stigmatizzare con un paradosso, qu...

Reggio Calabria, l'Opera Nomadi chiede al Sindaco di cambiare rotta
Dopo un anno esatto dalla demolizione dell’ex caserma 208, sei famiglie rom che avevano abbandonato l’insediamento perché il Sindaco aveva promesso loro l’assegnazione di un alloggio in dislocazione entro dicembre 2007, ancora oggi non hanno una casa. Tre famiglie vivono in albergo da ...

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 23/08/2008 @ 17:13:47, in blog, visitato 1647 volte)

Mentre stavo cercando di eliminare il malware che sino a settimana scorsa infettava la Mahalla, ne ho approfittato per ripulire l'home page, togliendo alcuni link e qualche immagine o collegamento che rendeva più difficile caricare la pagina iniziale.

Poi, dato che questo è soprattutto un sito di informazione (o almeno, così mi pare), ho caricato dal laboratorio di dBlog (grazie Marlenek!) un plug-in che inserisce, in fondo ad ogni post, 16 icone (quelle nuove immagini che sono apparse) con i relativi link a servizi di social bookmark. I social bookmark sono dei siti che permettono di condividere i preferiti con altre persone, aggiungere descrizioni, commentare i preferiti degli altri, effettuare ricerche, trovare persone che hanno i vostri stessi gusti e quindi scoprire nuovi siti. Per segnalare un articolo del blog ad un sito di social bookmark: basta cliccare sull'icona ed inserire (chi è iscritto) la userid e password del relativo servizio.

Spero che queste novità vi piacciano e siano utili. Fatemi sapere.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 24/08/2008 @ 09:07:07, in lavoro, visitato 2093 volte)

Da British_Roma

di LUCIA KUBOSOVA

Secondo le ultime cifre del Ministero degli Interni di giovedì 21 agosto, il numero degli immigrati in cerca di lavoro dall'Europa centrale ed orientale verso la Bretagna è caduto al livello più basso da quando i paesi post-comunisti si sono uniti all'Unione Europea nel maggio 2004.

La GB è stata uno dei tre stati dell'Europa occidentale che hanno aperto il proprio mercato del lavoro ai nuovi arrivati subito dopo che sono diventati cittadini UE - assieme a Irlanda e Svezia - con un numero iniziale di lavoratori arrivati che superavano largamente le previsioni del governo.

Tutti assieme, oltre 875.000 nuovi europei hanno richiesto lavoro in GB nei quattro anni dell'unione dei loro paesi alla UE.

Ma con la sterlina più debole e l'alta disoccupazione, ora la Bretagna appare meno attraente per chi cerca lavoro dal "nuovi" stati membri, con solo 40.000 richieste di registrazione lavoro in GB tra l'aprile e il giugno 2008.

L'erosione del valore della sterlina ha avuto conseguenze dirette per le paghe dei lavoratori stranieri.

Gli immigrati polacchi di solito ottenevano 3.565 zloty dalle 500 sterline, che avevano bisogno di spedire a casa per giustificare di lavorare in GB. Adesso è meno del 40%, appena più di 2.100 zloty, secondo gli esperti citati dal Financial Times.

Ma i lavoratori dai paesi come la Polonia, la Slovacchia o gli Stati Baltici sono anche stati espulsi dalla riduzione del lavoro in settori come le costruzioni, che hanno registrato un calo nei posti vacanti di circa il 13% tra maggio e luglio.

Similarmente, i posti vacanti in ristoranti, hotel e negozi sono caduti del 9% nello stesso periodo, secondo il rapporto governativo.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 24/08/2008 @ 09:10:26, in casa, visitato 2540 volte)

caro Fabrizio, ti segnalo questo articolo pubblicato sul Venerdì di "Repubblica" del 22 agosto: Dopo i mobili, ecco le case da montare.
Potrebbe diventare un sistema interessante non solo per Rom e Sinti stanziali ma anche per tutti noi!
ciao, Maria Grazia Dicati

Dopo i mobili, ecco le case da montare. Ma comprarle è una lotteria. di Riccardo Staglianò
Costruite con criteri ecologici e democratiche, si assemblano in un giorno, hanno tutti i comfort e prezzi competitivi. Nate in Svezia, ma arrivate anche in Gran Bretagna, sono richiestissime. Tanto che, per acquistarne una, bisogna partecipare a una riffa

Vivere in una casa Ikea nel senso dei muri, non dei mobili. Dal contenuto al contenitore è un trasloco anche linguistico. E infatti, entrando in questi sessantadue metri quadrati inondati di luce con il Baltico che scintilla in lontananza, non ti senti intrappolato nelle pagine del catalogo dell’arredamento globalizzato.
La teoria di base è la stessa: bel design a prezzi accessibili. Ma la prassi è diversa e ognuno di questi Bo Klok (in svedese «vivi con intelligenza»), i prefabbricati più insospettabili e affascinanti del mondo, fa storia a sé.

«Solo la cucina e un paio di pezzi sono Ikea» spiega la biondissima Joanna, al quarto mese di gravidanza, mostrandoci le tre stanze, «tutto il resto l’abbiamo comprato altrove». «Più bellezza per tutti» è sempre stato il programma estetico-elettorale del fondatore Ingvar Kamprad. Che nel ‘96 ha deciso di traslare la sua filosofia nell’edilizia. E, invece di chiedere agli architetti da che parte cominciare, ha interpellato l’ufficio statistico nazionale. Kamprad ha scoperto così che nelle grandi città i due terzi delle famiglie (oggi a Stoccolma sono l’85 per cento) erano formate da una, due, massimo tre persone. Cosicché le abitazioni in circolazione, ancora concepite per una natalità subequatoriale, risultavano grandi, inabbordabili, vuote. «Il passo successivo» spiega Martina Holtz, che lavora nel team dei designer che perfezionano le varie soluzioni abitative, «era fissare il prezzo giusto. Abbiamo scelto come salario di riferimento quello di un’infermiera con un figlio a carico. Dai nostri calcoli l’affitto che può permettersi senza troppi sacrifici è oggi di 550 euro». Ovvero la cifra che un inquilino di una Bo Klok base, cinquanta metri quadrati, deve pagare per una specie di super-condominio che comprende luce, acqua e tutto il resto. Oltre ai 50 mila euro iniziali per comprare la proprietà dell’edificio. Ci sono poi i tagli da 62, 73 e 144 metri, con un tariffario che cresce di conseguenza. «A ciascuno secondo i propri bisogni, da ciascuno secondo le proprie capacità»
sembra il sottotesto di un sistema che ricorda più una lezione in socialdemocrazia scandinava che in urbanismo.

Nei mesi scorsi le casette in legno sono sbarcate anche in Gran Bretagna, un centinaio di appartamenti sui 3500 assemblati in totale, a Gateshead, vicino a Newcastle. «Ci espanderemo anche nel resto d’Europa» dice Holtz, «ma abbiamo bisogno di partner immobiliari locali. Dall’Italia sono arrivate varie offerte, ma siamo ancora in una fase di perlustrazione».
I Bo Klok non sono prefabbricati che compri e metti dove vuoi...

continua su Repubblica CASA & DESIGN

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 25/08/2008 @ 08:47:21, in casa, visitato 2395 volte)

Da Roma_Francais

BOBIGNY, 22 agosto 2008 (AFP) - Un progetto d'inserimento sociale e professionale è stato proposto a 24 delle 150 famiglie rom del campo di Saint-Ouen (Seine-Saint- Denis), le altre sono state invitate a lasciare la Francia, si è appreso venerdì dal sotto-prefetto del distretto.

"Abbiamo trattenuto 24 famiglie, cioè più di uno centinaio di persone, per rientrare in un progetto d'inserimento sociale e professionale", ha chiarito ad AFP il sotto-prefetto Olivier Dubaut, spiegando che "occorre che questo tipo d'inserzione locale resti a dimensione umana perché l'inserimento funzioni". Altre sette famiglie, "che presentano problemi sanitari", saranno "prese in carico in modo umanitario", ha aggiunto Dubaut. "Le 24 famiglie selezionate dovrebbero potersi installare con le roulottes il 1° settembre su un terreno di Saint-Ouen appartenente alla Rete Ferrata di Francia (RFF), prima di integrare bungalow che saranno situati allo stesso posto", ha precisato. Il sotto-prefetto ha fatto la sua scelta tra le 94 situazioni familiari riportate dagli assistenti sociali incaricati di incontrare le famiglie volontarie. I Rom selezionati sono stati scelti sulla base di diversi criteri: padronanza della lingua francese, sforzo nella scolarizzazione dei bambini, capacità di maneggiare uno dei 62 mestieri aperti ai Rumeni e ai Bulgari dal 1° gennaio 2007. Secondo Dubaut, 663 persone vivono sul più grande terreno di Francia, costituito da un edificio abbandonato e da accampamenti di baracche in legno e lamiere insalubri, senza acqua né elettricità.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 25/08/2008 @ 16:19:38, in Kumpanija, visitato 1306 volte)

Da Chiesa Evangelica Zigana in Italia

Lettera aperta per le richieste negli ultimi anni
Vicenza, 24 gen. 08
Gentile Sotto segretario Lucidi,

La Missione Evangelica Zigana (M.E.Z) è un ente morale senza scopo di lucro[1] legalmente riconosciuta dal governo italiano.

Diffusa in Italia intorno agli anni 80, la M.E.Z trovò il proprio impulso nel risveglio religioso francese nel 48, opera che non si è mai arrestata, e che oggi risulta essere altamente diffusa in tutto il territorio nazionale con lo scopo di raggiungere in particolare le popolazioni sinte e rom ma offrendo il messaggio evangelico a tutte le persone che si vogliono avvicinare al signore senza alcuna distinzione. In questi vent’anni moltissime persone si sono convertite al vangelo partecipando assiduamente ai culti religiosi.

La Missione oltre a svolgere il suo compito religioso e spirituale per mezzo della parola di Dio si è dimostrata efficace anche dal punto di vista sociale, poiché numerosi sinti e rom attraverso la fede sono riusciti ad esercitare un riscatto morale all’interno della società.

Molti membri della Missione stanno iniziando personalmente un impegno per contrastare le discriminazioni subite dalle popolazione sinte e rom, la finalità è la costituzione di organizzazioni senza scopo di lucro con l’obbiettivo di rendere le società sinte protagoniste sociali pensanti, anche attraverso la promozione di politiche di interazione, di partecipazione diretta e di mediazione culturale.

Negli ultimi anni la Missione si è trovata sempre in piu’ difficoltà nel reperire delle aree in tutt’Italia di sempre maggiori dimensioni dove poter svolgere i propri convegni religiosi. Attualmente la M.E.Z ha raggiunto i sinti e i rom in tutt’Italia, la partecipazione è molto ampia e moltissime famiglie raggiungono i convegni anche facendo tantissimi chilometri. Tali importanti momenti di preghiera ed incontro prevedono l’installazione di un tendone e l’accoglienza di roulotte e camper di fedeli provenienti da diverse parti d’Italia.

Pur avendo i permessi per professare il culto, innumerevoli sono gli ostacoli che quotidianamente troviamo presso i comuni che spesso non ci autorizzano l’uso di terreni comunali o privati per i convegni evangelici. L’esistenza di un pregiudizio diffuso nei confronti dei rom e sinti induce spesso le Istituzioni Locali a fare degli accostamenti generalizzati di un intero gruppo etnico con determinati fenomeni di criminalità, un pregiudizio che sostanzialmente ostacola la concessione dei permessi. In Francia la M.E.Z è supportata dal Governo francese che offre l’uso di aree aereoportuali dimesse per poter svolgere i convegni religiosi e permettere a tutti di partecipare ai raduni spirituali. Con la presente vorremmo sensibilizzare le autorità competenti affinché agevolino la nostra opera di evangelizzazione. In particolare chiediamo che i Prefetti possono intervenire sui Sindaci affinché sia garantito ai sinti e ai rom il diritto di professare liberamente la religione evangelica.

In attesa di un Vostro riscontro, porgiamo i più cordiali saluti

Davide Casadio e Elvis Ferrari
M.E.Z (Missione Evangelica Zigana)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


26/10/2020 @ 05:34:54
script eseguito in 152 ms

 

Immagine
 Gli amici sono partiti... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 288 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoQuesto messaggio è per gli individui, ch...
20/10/2020 @ 08:03:13
Di FRANCO
LEGGI UN MOMENTO QUESTA OFFERTA DI PRESTITO .... O...
07/10/2020 @ 20:34:53
Di Alesi Gallo
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source