Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

\\ Mahalla : VAI : Europa (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 13/10/2005 @ 09:04:30, in Europa, visitato 1802 volte)


Tra i Rom aumento l'uso di droghe
12. 10. 2005
Si ritiene che vi siano 250.000 Rom nella Repubblica Ceca. Con la caduta del comunismo. i loro problemi sono man mano aumentati e si sono svelati pienamente attorno alla metà degli anni '90: aumento dei livelli di razzismo, problemi dell'alloggio, incapacità di accedere al mercato del lavoro. E' aumentato anche il consumo di narcotici.

Le comunità di Praga, Ostrava, Usti nad Labem, Plzen, and Most sono quelle più visibilmente colpite dal fenomeno. non solo per quanto riguarda il consumo personale, ma anche il coinvolgimento nella produzione e nella distribuzione.

Ci sono intere famiglie di consumatori. Il problema maggiore è quello delle pratiche di primo intervento. Che è prima di tutto un problema sociale che coinvolge il sistema sanitario: da una parte le associazioni antidroga promosse dai Rom sono al centro di campagne discriminatorie, dall'altra non sono apparse ulteriori organizzazioni statali o private credibili agli occhi dei Rom stessi.

Storicamente, le prime avvisaglie si verificano negli ultimi anni del regime comunista, principalmente con l'inalazione di fumo; dato che era a buon mercato e largamente disponibile, per quel periodo non si può parlare di correlazione diretta tra consumo e innalzamento dei livelli criminali. A seguito della caduta del comunismo, i giovani Rom hanno iniziato ad acquistare nuove droghe dai loro coetanei cechi. Il governo tentò di dar vita a programmi preventivi e di recupero, indirizzati principalmente ai non-Rom, e non fece niente per contrastare l'aumento verticale di consumo tra i Rom.

La mancanza di una politica specifica di prevenzione, coincise con la diminuzione d3 potere economico tra i Rom, e tutte queste concause legarono parecchi di loro al crimine e al mercato nero. Si verificò, attorno alla metà degli anni '90, un salto qualitativo dalla piccola criminalità al crimine organizzato, soprattutto riguardo lo spaccio e la prostituzione. E molti da piccoli trafficanti si fecero anche consumatori abituali.

La dipendenza è aumentata col tempo, anche a causa del basso livello, o della vera e propria assenza, di politiche preventive e informative specifiche. Attualmente. i Rom costituiscono una porzione rilevante tanto tra i consumatori di droghe che tra gli spacciatori, in crescita rispetto alla restante popolazione. L'abuso è facilmente riconoscibile all'interno delle comunità. Più recentemente, i media hanno prestato attenzione al fenomeno, che coinvolge anche giovani dell'età di 14 anni.

Le droghe più popolari nelle comunità sono Pervitin e Subutex. Secondo il Dipartimento di Stato USA, il Pervitin è uno stimolante a base di Efedrina, che può essere prodotto in piccoli laboratori clandestini. Il consumo avviene principalmente all'interno della stessa comunità, ma viene esportato anche in Germania e Canada. Nel 1997, la stampa riportò dei tentativi di alcuni corrieri cechi, di trasferire la produzione del Pervitin nei paesi esteri, pe ridurre il rischio del traffico di sostanze illecite.

A Praga e Ostrava, il Subutex è diventato molto popolare negli ultimi due anni. La US Food and Drug Association, classifica il Subutex assieme allo Suboxone come droghe in grado di curare (o di sostituire) la dipendenza dall'eroina e dagli altri oppiacei. La latitanza del Governo, e la sfiducia reciproca se non l'aperto boicottaggio) che intercorre tra questi e le organizzazioni Rom, non solo stanno portando la situazione alla cancrena. L'aspetto che col tempo sarà più preoccupante, è come la droga intacchi i valori e la cultura dei Rom, e ne possa minacciare l'esistenza stessa come popolo.

(Dzeno Association, Trever Hagen & Jakub Krcik)

 
Di Fabrizio (del 06/10/2005 @ 03:50:07, in Europa, visitato 1808 volte)
Bruxelles, 5 ottobre 2005. La Commissione ha adottato oggi una proposta di decisione del Parlamento e del Consiglio volta a dichiarare il 2008 «Anno europeo del dialogo tra le culture». Questa idea era stata prospettata inizialmente dal commissario europeo incaricato della cultura, Ján Figel’, in occasione della sua audizione presso il Parlamento europeo nel settembre 2004. Con una dotazione complessiva di 10 milioni di euro, l’Anno europeo farà leva sulla ricchezza e sulla diversità di una serie di progetti concreti che saranno realizzati nel 2008 tramite programmi e altre azioni comunitarie. Gli ambiti della cultura, dell’istruzione, della gioventù, dello sport e della cittadinanza saranno quelli maggiormente interessati.
Presentando questa proposta Ján Figel’, commissario europeo incaricato di istruzione, formazione, cultura e multilinguismo ha dichiarato: «negli ultimi anni l’Europa ha registrato importanti cambiamenti dovuti agli effetti combinati dei successivi allargamenti dell’Unione, di una maggiore mobilità determinata dal mercato unico e dell’intensificarsi degli scambi umani e commerciali con il resto del mondo. Ciò ha determinato interazioni tra gli europei e le diverse culture, lingue, etnie e religioni sul continente e altrove. Il dialogo tra le culture è quindi uno strumento indispensabile nella prospettiva di un ravvicinamento dei popoli europei, ravvicinamento che interessa sia i popoli tra loro sia le culture in cui questi si riconoscono».
La Commissione propone quindi che il 2008 sia dichiarato «Anno del dialogo tra le culture» un Anno europeo che costituirà, grazie al suo effetto moltiplicatore, uno strumento unico di sensibilizzazione dei cittadini, e in particolare dei giovani, su questa tematica.
L’Anno europeo ha, per l’essenziale, l’obiettivo di:
·     promuovere il dialogo tra le culture quale strumento atto ad aiutare i cittadini europei e tutti coloro che vivono nell’Unione europea ad acquisire le conoscenze e le capacità che consentiranno loro di padroneggiare un contesto più aperto e più complesso;
·     sensibilizzare i cittadini europei e tutti coloro che vivono nell’Unione europea sull’importanza di sviluppare una cittadinanza europea attiva e aperta sul resto del mondo, rispettosa della diversità culturale e basata su valori comuni.
Per il fatto di costituire un’occasione unica per rafforzare il «mainstreaming» nell’insieme dei programmi e azioni comunitari pertinenti nel 2008, l’Anno europeo del dialogo tra le culture consentirà di accrescere la visibilità e l’impatto complessivo di tali azioni nel contesto dell’Anno stesso.
Si promuoverà così un’immagine coerente della molteplicità delle azioni comunitarie che contribuiscono al dialogo tra le culture e si svilupperanno sinergie tra i programmi, in particolare quelli proiettati sui paesi vicini e i paesi terzi. Analogamente, l’Anno europeo assocerà strettamente gli Stati membri per concentrare gli sforzi su azioni di sensibilizzazione e di comunicazione.
La Commissione propone che l’Anno europeo sia dotato di un bilancio di 10 milioni di euro al fine di condurre tre tipi di azione che costituiranno gli obiettivi operativi:
·      una campagna d'informazione e di promozione degli obiettivi dell’Anno europeo – che sarà identificata mediante un logo - cui sarà destinata la metà del bilancio disponibile;
·      sovvenzioni di azioni su scala comunitaria che riguarderanno un numero limitato di azioni emblematiche di portata europea (ad esempio grandi eventi festivi o sportivi) volte alla sensibilizzazione, soprattutto dei giovani, agli obiettivi dell'Anno europeo;
·      cofinanziamenti di azioni su scala nazionale aventi una grande dimensione europea.
La preparazione dell'Anno europeo dovrebbe essere coordinata strettamente con la preparazione e l’attuazione dell’Anno europeo per le pari opportunità per tutti nel 2007 al fine di massimizzare le sinergie e la complementarità di queste due iniziative.
Questa proposta deve essere ora esaminata dal Parlamento europeo e dal Consiglio in vista di una sua adozione su base di codecisione entro la fine del 2006.
Da Rapid *
 
 
* Rapid è un database gestito dal servizio Stampa e Comunicazione della Commissione europea che fornisce quotidianamente informazioni sulle attività dell’Unione europea così come presentate nei comunicati ufficiali delle istituzioni. Il servizio è disponibile all’indirizzo: http://europa.eu.int/rapid/
 
Di Fabrizio (del 05/10/2005 @ 05:36:08, in Europa, visitato 1806 volte)

Da: Pellumb Furtuna (GIMI) - Rromani Baxt – Tirana

29 Settembre. 2005

Si è tenuto mercoledì di settimana scorsa a Tirana, un incontro tra il Consiglio d'Europa, il Governo albanese e le OnG dei Rom, per valutare gli sviluppi della Convenzione Quadro Europea sulla Protezione delle Minoranze e il corrispettivo piano nazionale, dopo due anni di attività.

Il governo, a dispetto della cronica mancanza di fondi, ha reclamato una serie di risultati positivi, come la ricostruzione di dozzine di scuole in aree abitate da Rom. La maggior parte però si trovano effettivamente lontane dagli insediamenti e meno dell'1% della popolazione scolastica è Rom. Così il paradosso è che le scuole, pubbliche o private, con l'offerta didattica più ricca sono di fatto riservate agli studenti non-Rom e non prevedono nei programmi alcuna attenzione alla lingua e all'identità delle minoranze, mentre i Rom continuano a frequentare scuole più povere e meno attrezzate. La richiesta di provvedere anche a finanziare un servizio di minibus per le famiglie che abitano lontano da scuola, è stata rigettata dai rappresentanti del governo, in quanto da discutere a livello locale, e non in un simile incontro. Giunto il mio turno di intervenire, ho iniziato il discorso in romanès (che ho ricordato essere riconosciuta lingua ufficiale della Comunità Europea, inoltre c'era un servizio di traduzione simultanea), ma ho dovuto lo stesso continuare in albanese, per le rimostranze di quanti non volevano mettersi le cuffie.

Un rappresentante di un OnG non Rom, ha iniziato a illustrare le difficoltà che la sua associazione incontra nel servizio di scolarizzazione che rivolgono ai profughi dal Kossovo e dal Montenegro. I soldi per la scolarizzazione di base sono previsti nel capitolo di spesa europeo, ma non vengono erogati. In compenso il Ministero con quei fondi ha finanziato corsi di inglese e informatica per bambini Rom  di Scutari, raccogliendo pochissime adesioni dato che l'urgenza è data dall'imparare a leggere e scrivere. Anche questo rappresentante è stato interrotto, rimproverandogli che le sue erano critiche personali.

Il seguito della discussione ha evidenziato come le stesse OnG dei Rom vedano a seconda dei casi, la cooperazione con le autorità in maniera positiva o negativa, ma limitatamente all'ambito locale, non riuscendo a coordinarsi per richieste a livello nazionale. 

A tale proposito, un rappresentante del gruppo etnico degli Egizi, ha sottolineato come per la sua minoranza non esista alcuna strategia specifica, per quanto il loro sia un gruppo ben distinto dai Rom come cultura, lingua e tradizioni. 

I governo ha infine riconosciuto in parte la propria mancanza di iniziative, lamentando però di non avere il dovuto riscontro da parte delle organizzazioni o di quanti, tra gli stessi Rom, svolgano compito simili a quelli dei mediatori sociali. 

Da parte delle organizzazioni è stato risposto che l'abbandono dello stato, nei fatti, ha tratti simili, sia che si affrontino le tematiche scolastiche, che quelle del lavoro o della casa. Più che di investimenti, la realtà indica un drastico taglio delle risorse. E a proposito della presunta "mancanza di volontà nel collaborare", ho dovuto ricordare come le stesse critiche fatte durante questo convegno, sono presenti in diverse richieste di incontri col governo, che da anni chiediamo. Ma che queste domande sono sempre rimaste lettera morta.

[...]

Pellumb Furtuna

RROMANI BAXT ALBANIA
Rruga Halil Bega 30
1000 TIRANA
ALBANIA
Telephone/fax: + 355 436 83 24

 
Di Fabrizio (del 02/10/2005 @ 13:13:06, in Europa, visitato 1989 volte)


28. 9. 2005 La Televisione Ceca (CT) ha trasmesso un servizio sul crescente numero di Rom che richiedono asilo dalla Slovacchia. Secondo la trasmissione, sono stati 500 negli ultimi tre mesi, a causa delle condizioni economiche.

Notizie simili sono apparse anche all'inizio dell'estate, quando il giornale Hospodarske Noviny (HN) pubblicò la notizia che la maggioranza dei richiedenti asilo nella Repubblica Ceca arrivavano dalla Slovacchia, aggiungendo che dall'inizio dell'anno erano stati 150 a chiedere accoglienza nel campo di Vysne Lhoty, 64 nel solo mese di giugno. La repubblica Ceca è diventata di colpo popolare tra i Rom slovacchi, soprattutto da quando all'inizio dello scorso anno le riforme sociali del governo slovacco avevano drasticamente tagliato i sussidi sociali. Con la disoccupazione che tra i Rom in Slovacchia supera l'80%, i tagli alle spese sociali avevano innestato una serie di disordini in molte città. Durante l'anno la situazione sociale non è migliorata e così i Rom sempre più rivolgono l'attenzione a un paese confinante, di lingua e costumi simili.

I primi richiedenti asilo dalla Slovacchia apparvero circa cinque anni fa. L'anno col maggior numero di richieste (990 casi) fu il 2003. Nel 2004 il numero crollò a 129 casi. Sembra, che la maggior parte dei Rom slovacchi non sia a conoscenza del fatto che come cittadini europei, possono raggiungere la Repubblica Ceca senza passare attraverso la procedura d'asilo. Il governo Ceco, da parte sua, stima in un migliaio all'anno, il numero dei Rom slovacchi che arrivano nella repubblica Ceca senza richiesta d'asilo.

Dzeno Association

 
Di Fabrizio (del 02/10/2005 @ 12:35:26, in Europa, visitato 1548 volte)

Da: Bashkim Ibishi

Source: Koha Ditore 2, Epoka e Re 4

La Commissione Europea ha espresso preoccupazione per il ritorno dei richiedenti asilo appartenenti a gruppi minoritari. A proposito della situazione dei Rom, così si è espresso Olli Rehn, Commissario Europeo per l'Allargamento: "Si può dire che il processo di rimpatrio è fallito, dato che solo in 13.000 hanno fatto ritorno" Ha poi aggiunto che la posizione dei Rom kossovari sarà presentata nel rapporto annuale, che dovrebbe essere pubblicato entro ottobre.

mailing list: Kosovo_Roma_News

 
Di Fabrizio (del 28/09/2005 @ 17:09:38, in Europa, visitato 2035 volte)

E' uscito il numero di settembre.

Contiene informazioni su notizie e sviluppi politici riguardanti i diritti sociali fondamentali dei migranti privi di documenti in Europa. La newsletter è attualmente disponibile in formato Word e scaricabile dal sito internet di PICUM (www.picum.org) nelle seguenti lingue: inglese, tedesco, olandese, spagnolo, francese, italiano e portoghese. Vi invitiamo a diffondere ampiamente questa newsletter. 
 
Di Fabrizio (del 27/09/2005 @ 21:17:14, in Europa, visitato 2375 volte)

Notizie in Europa da:
V Tunich 11
120 00 Praha 2
----------------
+420 224 941 945 - http://www.dzeno.cz

Prologo per leggere l'articolo completo, cliccare sulle immagini
Città Slovacca costruirà un muro di cinta attorno a un quartiere rom 27. 9. 2005
Il comune della città di Presov, ha votato ieri per cingere con un muro lungo 400 m. il quartiere di Stara Tehelna. [...] per isolarlo dalla vista delle famiglie "normali" ....
SK
Romanès diventerà lingua ufficiale in Spagna? 27. 9. 2005
Oggi il partito Esquerra Republicana de Catalunya (ERC) ha proposto al Parlamento spagnolo di adottare il Romanès come una delle lingue ufficiali di Spagna ...
E
Macedonia: 'Golden Wheel' Festival 27. 9. 2005
A novembre si terrà a Skopje la terza edizione de del Festival radio e TV 'Golden
Wheel'. E' organizzato dall'emittente privata romani TV BTR Nacional per incoraggiare i Rom ad avere un ruolo più attivo nel mondo cinematografico ...
MK
 
Di Fabrizio (del 25/09/2005 @ 23:52:25, in Europa, visitato 2028 volte)

Da: Kosovo_Roma_News (Fonte: Governo della Ex Repubblica Yugoslava di Macedonia) 21-09-05

Discussione per un rapido ritorno dei rifugiati in Kossovo (vedi articolo precedente)

L'agenzia MIA riferisce che Stevco Jakimovski, Ministro macedone del Lavoro e delle Politiche Sociali e il suo collega Ibrahim Ramadani, hanno discusso martedì scorso le tematiche di un rapido rientro dei rifugiati dal Kossovo attualmente in Macedonia, e firmato un accordo di cooperazione.
"Abbiamo concordato che i rifugiati debbano ritornare in Kossovo, e che di questo se ne faccia garante l'Alto Commissariato dei Rifugiati, fintanto che il governo del Kossovo non disporrà della capacità finanziaria di provvedere in proprio al ritorno di queste persone" ha affermato Jakimovski.

Ha poi aggiunto che i due governi si impegnano per il mutuo ritorno dei 2.400 rifugiati superstiti in Macedonia e dei 793 Macedoni che attualmente sono in Kossovo.

Durante la discussione è stato affrontato anche l'argomento del sistema sociale:
"Gli accordi e i patti in vigore al tempo dell'ex repubblica di Yugoslavia riguardo le pensioni e l'assistenza sociale, [...] possono essere estesi ai cittadini delle repubbliche di Kossovo e di Macedonia, su base paritaria. Inoltre abbiamo siglato un accordo sulle politiche di adozione dell'infanzia, cosa riveste un grande interesse soprattutto da parte dei cittadini di nazionalità albanese" ha continuato Jakimovski.

A sua volta il Ministro Ramadani ha sottolineato che la partecipazione della Macedonia nella Comunità Europea e nella NATO, avrebbe grande importanza per la stabilizzazione del Kossovo e della regione.

PS: alcune note personali: recentemente discutevo con alcuni promotori della mozione contro i rimpatri forzati (forza, si può ancora firmare), e i più scafati tra loro giustificavano la scarsa attenzione dei media e di molte associazioni, col fatto che ora il "businness" in Kossovo è la ricostruzione e la gestione dei rifugiati, più che le condizioni oggettive che rendono possibile il loro rientro. L'impressione è che queste dichiarazioni vadano in quel senso.

 
Di Fabrizio (del 22/09/2005 @ 18:27:29, in Europa, visitato 1471 volte)

Notizie in Europa da:
V Tunich 11
120 00 Praha 2
----------------
+420 224 941 945 - http://www.dzeno.cz

Primi 58 laureati dalla Facoltà di Cultura Romani presso l'Università Costantino filosofo 21. 9. 2005
NITRA - SK. Secondo quanto sappiamo, sarà loro offerta la possibilità di continuare gli studi per altri due anni e ottenere un master...
continua
La polizia non interviene ad un raduno neonazista nella Repubblica Ceca 21. 9. 2005
Oltre 500 fra skinheads e simpatizzanti si sono ritrovati ad un concerto che si è tenuto sabato 17 a Krtetice u Vodnan, un villaggio a circa 20 km da Strakonice. L'evento, mascherato come matrimonio, è stato probabilmente il più grande raduno di gruppi neonazisti dall'inizio dell'anno. Durante i concerti si sono susseguiti i saluti al grido di"Sieg Heil" e gli omaggi a Rudolf Hess...
continua
Mercato nella capitale d'Italia 21. 9. 2005
Se siete a Roma come turisti e intendete passare una domenica diversa dal solito, la cooperativa Pharalipe' (Fratellanza) organizza un mercato ambulante settimanale con esposizione di prodotti artigianali Romani...
continua
Rapporto di Save the Children Reports sulla scolarizzazione femminile 21. 9. 2005
L'organizzazione internazionale "Save the Children" ha presentato il rapporto annuale su "Potenzialità e promesse sulla scolarizzazione femminile". Nella versione spagnola si analizzano i livelli di scolarizzazione delle ragazze Rom e Kalé in Spagna...
continua
UK: Proteste anti- sgombero 22. 9. 2005
Si terrà il 29 settembre a a Chelmsford, nell'Essex, nel quadro di una più vasta campagna contro ulteriori sgomberi ed espropri...
continua
 
Di Fabrizio (del 16/09/2005 @ 15:53:39, in Europa, visitato 2040 volte)
Segnalo un articolo in inglese di Valeriu Nicolae (purtroppo adesso non ho il tempo per tradurlo).

Noto spesso anche negli ambienti antirazzisti, piuttosto che da parte degli interessati stessi, una sorta di doppia morale, per cui il razzismo è male, ma quelle stesse affermazioni che ci danno fastidio riferite (ad esempio) a Ebrei, Musulmani... o qualsiasi altro popolo, religione o minoranza, diventano giustificate se fatte su Rom, Sinti, Gitani nel loro complesso.
Cominciando dalla definizione stessa di "nomadi", mentre per la grande maggioranza sono da definire "sfollati", per arrivare a un lungo elenco di stereotipi, che vanno dal lavoro, alla famiglia, ad una supposta attitudine criminale.
Oggi la differenza tra razzismo e antiziganismo viene discusse nelle elite intellettuali rom, ma l'antiziganismo, come l'antiebraismo, è stata anche la prima forma di razzismo endogeno che si è sviluppata in Europa, sin dal formarsi degli stati nazionali. Di fronte alle difficoltà di definire in termini plurinazionali l'Unione Europea e agli episodi che hanno caratterizzato la storia recente dell'Europa Orientale, il tema secondo me è d'interesse comune.


PS: per chi fosse interessato, ci sono parecchi annunci nuovi nella sezione PIAZZA AFFARI
 

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


11/07/2020 @ 09:32:51
script eseguito in 65 ms

 

Immagine
 Gli amici sono partiti... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 8669 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< luglio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Testimonianza su come è stata trasformata la mia v...
20/06/2020 @ 17:12:08
Di Giulia Chiara
BTC INVESTMENT FUNDING                            ...
19/06/2020 @ 07:15:09
Di BRC INVESTMENT FUNDING
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source