Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
L'essere straniero per me non è altro che una via diretta al concetto di identità. In altre parole, l'identità non è qualcosa che già possiedi, devi invece passare attraverso le cose per ottenerla. Le cose devono farsi dubbie prima di potersi consolidare in maniera diversa.

Wim Wenders
-

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 17/07/2012 @ 09:19:24, in media, visitato 1180 volte)

Leggere la cronaca con attenzione, perché il titolo potrebbe essere fuorviante. C'è la parola ZINGARI, ma non è dato sapere se i ladri lo siano oppure no. La signora si è fatta truffare da due falsi incaricati, ANCHE perché per entrarle in casa hanno fatto leva sulla diffusa paura degli zingari. Risultato: cassaforte ripulita. (Qualcosa di simile accade quando sui giornali leggiamo un titolo con la parola ZINGARI; in realtà dei non-zingari ci stanno distraendo per fregarci in qualche modo) NdR


BolognaToday Oltre il danno la beffa per un 83enne derubata nel suo appartamento in zona Emilia Levante da due truffatori: spacciandosi per tecnici del gas e allertandola contro presunte ruberie in zona ad opera dei nomadi i due hanno conquistato la sua fiducia... di Redazione[]// 13/07/2012

Oltre il danno la beffa per un 83enne bolognese ieri derubata nel suo appartamento in via Cassino, zona Emilia Levante, da due truffatori. 15 mila euro in gioielli il bottino racimolato dai malviventi, che sono riusciti a mettere a segno il colpo.

LA TRUFFA. La malcapitata è stata avvicinata da due soggetti che l'hanno messa in guardia su presunti furti nelle case ad opera degli zingari. Uno dei due l'ha infatti avvicinata davanti al portone, dicendo di essere un tecnico del gas e offrendosi di aiutarla a portare in casa la spesa. Con alcune chiacchiere e qualche consiglio per difendersi dai ladri, l'uomo ha conquistato la sua fiducia e, una volta nell'appartamento, ha fatto entrare il complice. Questi, mentre il primo teneva impegnata la vittima, ha trovato le chiavi della cassaforte e l'ha ripulita di tutto, rimettendo poi a posto la chiave.

Prima di andarsene, un'altra beffa: uno dei malviventi ha riconsegnato alla pensionata un portafogli e un portagioie vuoti, oggetti che lei ricordava di avere messo in cassaforte. Sorpresa, la donna è andata subito a controllare e ha scoperto di essere stata derubata, ma i due si erano già allontanati.

 
Di Fabrizio (del 28/06/2012 @ 09:56:07, in media, visitato 1327 volte)

Da Polska_Roma

Thenews.pl 20.06.2012 Ripresa la leggendaria poetessa rom per lo schermo d'argento - PR dla Zagranicy - Nick Hodge

Sono in corso le riprese di un videoracconto su Papusza, leggendaria poetessa zingara del secondo dopoguerra, respinta dalla sua comunità dopo aver raccolto le lodi dell'elite letteraria polacca.

Il veterano regista Krzysztof Krauze, che descrive il progetto come "una storia epica", ha nel cast del film alcuni attori rom dilettanti.

"Sono attori fantastici", ha detto alla radio polacca.

"Sono molto cordiali, pieni di vita e di mentalità aperta," dice entusiasta.

Aggiunge: "In questo film abbiamo cercato di trattare gli zingari come una nazione, e non solo come una fonte di colorato folclore."

Il racconto si sposta dalla nascita della poetessa nel 1910, sino alla morte di suo marito nel 1970.

Rivela Krauze: "Mostreremo i pogrom, la guerra, la stanzializzazione forzata e le minacce della polizia."

E poi: "Una simile storia sugli zingari non è mai stata raccontata prima."

Papusza (Bronislawa Wajs-Papusza) venne scoperta dallo scrittore Jerzy Ficowski, che visse tra i Rom dopo la II guerra mondiale.

Come ufficiale veterano dell'esercito clandestino polacco nella II guerra mondiale, Ficowski era a rischio di arresto da parte delle autorità comuniste, e tra il 1948 ed il 1950 viaggiò con i Rom.

Ficowski nel film viene interpretato dall'attore polacco Antoni Pawlicki, mentre il celebre poeta Julian Tuwim, che aiutò a far conoscere Papusza, da Andrzej Walden.

 
Di Fabrizio (del 25/06/2012 @ 09:11:37, in media, visitato 963 volte)

Immagine dell'Africa

Uno degli effetti principali della comunicazione umana è quello di non farsi capire. Ne è prova il fatto che, quando comunichiamo (o proviamo a farlo), passiamo almeno la metà del tempo a cercare di spiegare cosa intendevamo dire veramente con i nostri messaggi. Molto spesso, l'incomprensione è un risultato puntuale anche di tanta comunicazione su argomenti seri e complessi, come è quello dell'immigrazione. Il manuale "Comunicare l'immigrazione" prova a fornire, a quelli che lo desiderano, qualche importante strumento per attenuare questo rischio. Il manuale, realizzato dalla Cooperativa Lai-momo (editrice della rivista Africa e Mediterraneo) e dal Centro Studi e Ricerche Idos (Roma), è rivolto agli operatori dell'informazione. Il volume contiene dati aggiornati sui fenomeni migratori nel nostro Paese e numerosi esempi di buone pratiche di comunicazione in questo campo.

 
Di Fabrizio (del 04/06/2012 @ 09:10:32, in media, visitato 1874 volte)

Segnalazione di Enzo Viscuso

 

Sinopsi
Quando arriva il carnevale in città, il vecchio fabbro aiuta a riparare la giostra, e vivrà un ricongiungimento con la sua vita itinerante passata e con la famiglia che lo salvò tanti anni fa.

Brooklin Film Festival - 1-10 giugno 2012: unico corto a rappresentare l'Italia.

Anteprima
Mercoledì 6 giugno, h. 21.00 | Brooklyn Heights Cinema
Venerdì 8 giugno, h. 18.00 | indieScreen
Dopo la proiezione la regista Mariangela Fasciocco sarà disponibile per rispondere alle domande

GENERE: short-movie
CREW:
soggetto e sceneggiatura: EMANUELA FAIAZZA E MARIANGELA FASCIOCCO
prodotto da: OfficinART in collaborazione con: Cineforum Teramo e FederArteRom
regia: MARIANGELA FASCIOCCO - mariangelafasciocco@gmail.com
direttore della fotografia: GIANNI CHIARINI
montatore: LORENZO LOI
musiche e arrangiamenti: ALEXIAN SANTINO SPINELLI & ALEXIAN GROUP
direttore di produzione: SERENA ALFIERI
presa diretta: FLORINDO CIMEI ED EMANUELA COLTELLESSA
scenografia: SILVIA STELLABOTTE
trucco e costumi: GIULIA BERARDINELLI

CAST:
BEPPE CHIERICI
DAVID DI SABATINO
ALEXIAN SANTINO SPINELLI
SABRINA DI DONATO

e con:
Paolo D'Agostino
Gianni Berardinelli
Paolo Ranalli
Paolo Candelori
Dante Di Furia
GianPiero Fasciocco
Mauro Berardinelli



La regista:
Mariangela Fasciocco è una regista italiana freelance. Si è laureata al DAMS di Bologna nel 2007. In quel periodo iniziò a lavorare come assistente sul set ed in seguito come regista. Nel 2004 ha scr4itto e diretto il suo primo cortometraggio "La seconde peau" (La seconda pelle) prodotto dalla Saint Dénis Université Paris VIII. Nel 2007 ha scritto e diretto il video musicale "American B" per la band Jazzspteppa! e nel 2008 ha scritto e diretto l'EPK (kit per la stampa) per la band Rosa Alchemica e diretto "Glue" un corto prodotto da Tensecond Production. Nel 2011 Mariangela ha girato "I VIAGGIATORI DELLA LUNA" in lingua romanes, che è stato in concorso in numerosi festival in Italia.

Links

 
Di Fabrizio (del 29/05/2012 @ 09:07:49, in media, visitato 1287 volte)

Segnalazione di Paolo Terruzzi. Scusate, ma a me quelli di Libero me fanno morì : - D ...

Se passerà il riconoscimento della lingua, i Sinti pronti a invadere i media (immagine tratta da Pitypetefans.forumfree.it, mentre l'articolo originale lo trovate QUI)

Tra i benefici della legge ci sono l'insegnamento della lingua Rom a scuola, i documenti in tribunale tradotti in Romanes, radio e tv

L'insegnamento della lingua Rom a scuola, i documenti in tribunale tradotti in Romanes, una radio e una televisione per l'etnia Sinti. Lo scenario si prospetta sempre più vicino e reale. La Commissione Affari Esteri e comunitari della Camera ha approvato uno specifico emendamento nell'ambito della ratifica della Carta europea della lingue minoritarie. Gli onorevoli Matteo Mecacci (Radicali) e Jean Leonard Touadi (Pd) hanno proposto di inserire le lingue parlate da Rom e Sinti tra quelle riconosciute e tutelate in ambito nazionale. E la norma è passata nonostante il governo, tramite il Ministero dell'Interno, avesse espresso parere contrario. Ma in Commissione tutti hanno votato a favore, tranne la Lega Nord.

Nuova legge? - La discussione passerà ora al voto del Parlamento, dove si profila un fronte comune tra Pd e parte del Pdl. Ci sono, quindi, buone possibilità che la linea pro-Rom diventi legge. Il popolo Sinti avrà tutti i benefici del caso, mentre le minoranze lombarde, venete e piemontesi continuano a non essere minimamente considerate. Il riconoscimento è prima di tutto simbolico ma porterà anche dei benefici giuridici ed amministrativi. Come spiega Dijana Pavlovic, attrice serba di etnia Rom e candidata al Parlamento nel 2008 con Sinistra Arcobaleno, questa decisione «di includere la nostra lingua nell'elenco di minoranze linguistiche tutelate, previsto dalla legge 482, potrebbe aprire la possibilità di insegnare la lingua Romanes nelle scuole con studenti Rom, ma anche la nascita di radio e televisioni per la nostra minoranza. O, più in piccolo, il riconoscimento dei nostri funerali e la traduzione degli atti legali in tribunale».

La presenza in italia - I Rom e Sinti presenti al momento in Italia sarebbero tra i 150 e i 200mila, secondo le stime più attendibili. Sono sparsi in tutto il territorio, al contrario di molte altre minoranze che si concentrano invece in una specifica area geografica. Questo può portare ulteriori difficoltà, perché ogni regolamentazione si dovrà applicare in ambito nazionale e non locale. Ma la Pavlovic promette: «Ci mobiliteremo in Aula per far passare questo riconoscimento».

La reazione leghista - L'approvazione della norma ha già scatenato le prime reazioni politiche. La Lega Nord ha infatti già annunciato battaglia e l'onorevole Matteo Salvini, eurodeputato e segretario in pectore del partito in Lombardia, spiega il suo disappunto: «Abbiamo già pronta un'interrogazione da presentare a Bruxelles. Vogliamo infatti che le minoranze lombarde vengano riconosciute ed è folle che invece venga data la precedenza ai Rom. Questa corsia preferenziale non è una novità, capita anche per alcuni contributi pubblici. Non capisco in base a che cosa vengano stabilite le priorità. Comunque sono scettico sulla possibilità che possano nascere emittenti televisive o radiofoniche dedicate ai Rom senza finanziamenti delle istituzioni. E in quel caso, Pisapia, che cosa fara?». Dello stesso parere anche l'onorevole Riccardo De Corato del Pdl: «Non voterò mai questa legge in Parlamento: se si devono riconoscere delle minoranze bisognerebbe dar la precedenza ai veneti e ai lombardi. In Italia finora i Rom hanno creato poca integrazione e molti problemi, al contrario di molte altre minoranze. La decisione della Commissione mi sembra un'iniziativa del tutto demagogica. In ogni caso, la radio e la tv non la apriranno con i soldi del governo, al massimo con i contributi di qualche associazione no profit». Radio Rom, se mai nascerà, non avrà vita facile. Le minoranze in coda per avere un briciolo di attenzione sono tante. Ma come è noto, in Italia la fila non la rispetta quasi nessuno.

di Pietro Pruneddu

 
Di Fabrizio (del 03/05/2012 @ 09:49:44, in media, visitato 1041 volte)

Articolo di Skinews (Tutte le notizie dal mondo della neve).

Cronaca da Argenta (che non mi risulta una stazione sciistica, ma poco importa) con quattro capitoletti - oltre al titolo e all'occhiello, 15 righe in totale - su una serie di rapine nella cittadina.

In tutto questo spazio, furto da parte di zingari slavi viene ripetuto 4 volte, 2 volte si aggiunge il termine o albanesi, 3 volte si mette un forse all'inizio.

 
Di Fabrizio (del 30/04/2012 @ 09:24:07, in media, visitato 1808 volte)

Stranieriinitalia.it VENERDÌ 27 APRILE 2012

I carabinieri mettono i sigilli a un’emettente di Scandicci. Indagato il proprietario e un collaboratore per le sparate su rom ed extracomunitari

Roma – 26 aprile 2012 - "Zingari che campano rubando'', stranieri che meritano ''una scarica di botte'', perchè ''vengono a romperci i ...''.

È con frasi come queste che Guido Gheri, consigliere comunale a Scandicci per la lista civica di destra Voce al Popolo, animava una trasmissione della sua Radio Studio 54. Ieri carabinieri della cittadina toscana hanno sequestrato le apparecchiature dell’emettente, il cui patron, insieme a un collaboratore è indagato dalla procura di Firenze per istigazione all’odio razziale e diffamazione.

Tutto è nato da una denuncia di un x collaboratore, conduttore di una rubrica sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, che una volta andato via dalla radio è stato offeso e deriso più volte nel corso delle trasmissioni. Alcuni ascoltatori avevano chiesto poi l’intervento della magistratura dopo le sparate contro rom ed immigrati andate in onda tra gennaio e aprile 2011.

"Sono accuse false, completamente infondate" sostiene Gheri."Io faccio parlare tutti, faccio parlare il popolo. Siamo di fronte al primo caso in Italia di radio chiusa perche' ospita una trasmissione, la mia, che va contro il sistema, non importa se di destra o di sinistra". Il suo avvocato, Paolo Florio, liquida le battute incriminate come "frasi grossolane, che non sono state dette con l'intenzione di istigare l'odio razziale nè con spirito razzista".


Sembra che non manchi mai qualcuno che confonde le "scariche di botte" con la libertà di pensiero...

Gonews.it CasaPound: "Il sequestro di Radio Studio 54 è eccessivo. E' una voce libera in una zona asservita a una parte politica" 26/04/2012 - 18:14

"Se è stato commesso un reato ne dovrebbe rispondere soltanto le persone che hanno violato la legge e non un'intera struttura fatta di persone che lavorano onestamente"

CasaPound Italia Firenze esprime la propria solidarietà a Guido Gheri e a tutti i collaboratori di Radio Studio 54 per il provvedimento di sequestro delle apparecchiature di trasmissione da parte dei Carabinieri.

"Riteniamo il provvedimento di sequestro a dir poco eccessivo", specifica in una nota il Direttivo di CasaPound Italia Firenze, "nei confronti di una radio che si è distinta in questi anni per essere sempre stata una voce libera in una zona geografica generalmente asservita ad una parte politica".
"Ci chiediamo", prosegue la nota di CPI Firenze, "se Radio Studio 54 dava troppo fastidio in una terra, la Toscana, che qualcuno sostiene essere la terra del libero pensiero. Ci chiediamo, altresì, se tale libertà valga solo per certe radio e non per altre".
"Se, e ribadiamo il 'se', è stato commesso qualche reato", termina CasaPound Firenze, "ne dovrebbero rispondere soltanto le persone che hanno violato la legge e non un'intera struttura fatta di persone che lavorano onestamente per portare a casa uno stipendio. Ribadiamo la nostra solidarietà a Guido Gheri e a tutti i suoi collaboratori".

 
Di Fabrizio (del 20/04/2012 @ 09:35:12, in media, visitato 1227 volte)

Lettera di Antonio Piazzi

Cari amici di Radiopop
lunedì mattina in Via Marino 7 (gruppi consiliari) un gruppo di associazioni ha tenuto una conferenza stampa per presentare ufficialmente un progetto per la riqualificazione (manutentiva, sociale, umana) del campo rom (che noi vorremmo chiamare più propriamente "villaggio solidale"...i "campi" ci ricordano esperienze, anche di un recente passato, non proprio positive) regolare e autorizzato (senza nulla togliere a quelli irregolari et abusivi dove trova rifugio un'umanità altrettanto, se non più, bisognosa di aiuto) di Via Idro.

Radiopop non era presente alla conferenza. Radiopop non ha trovato uno spazio di qualche minuto nel palinsesto informativo per notiziare i radio-ascoltatori.

Evidentemente capiterà tutti i giorni che a Milano, dove fino all'altro giorno imperavano la Lega e De corato (e non si può dire che predicassero nel deserto), un gruppo di cittadini, di associazioni, di comitati insieme alla comunità rom di Via Idro abbiamo collaborato per proporre un modello di villaggio che nel rispetto della cultura e delle abitudini dei cittadini rom cerchi anche di offrire un tentativo di integrazione con il quartiere in cui la comunità rom vive da 20 anni.

Radiopop era assente anche quando il 29 dicembre scorso c/o Villa Pallavicini si tenne una partecipata assemblea, con la presenza dell'Ass. Granelli, del Presidente del CdZ 2, della Cons. Comunale P. Quartieri e di Paolo Limonta dell'Ufficio per la Città: un centinaio di persone rappresentanti di comitati, associazioni e singoli cittadini che chiedevano all'Amministrazione Comunale di risolvere subito alcune emergenze (mancanza di luce elettrica, pullman per i bambini che vanno a scuola, ecc) e di adoperarsi per migliorare le condizioni di vita della comunità di Via Idro. Il 29 dicembre, durante l'assemblea, non si alzò una sola voce "contro" i rom ...tutti chiedevano al Comune di fare di più ...tutti chiedevano alla giunta "arancione" di dare attuazione a quanto previsto nel programma elettorale su questo specifico argomento. Da parte di Radiopop nessuna informazione: evidentemente vi capiterà spesso di avere notizia di assemblee pubbliche dove i cittadini chiedono alle A.C. di fare di più per i rom?

So bene che questo è un argomento scabroso....mi rendo conto che non è facile per l'attuale Giunta affrontare questo tipo di situazioni....si rischiano frizioni, forse spaccature....l'argomento si presta a interpretazioni diverse, ecc. ecc.

Noi non pensiamo di avere la verità in tasca. Noi stiamo cercando di percorrere una strada che tenga conto dei diritti di tutti. Noi crediamo che possiamo stare meglio, se stanno meglio tutti. Noi pensiamo che l'errore più grande sia quello di non fare nulla, noi pensiamo che lasciare le cose come stanno sia la soluzione peggiore per tutti.
Noi pensiamo che questa sia una notizia "da radiopopolare", noi pensiamo che Radiopop potrebbe/dovrebbe seguire quanto succede/succederà nei prossimi tempi in Via Idro (anche a prescindere dal progetto che abbiamo presentato lunedì scorso).

Grazie per l'attenzione.
Un bel saluto.
Antonio P. (a titolo personale)

PS: ...così tanto per aggiornarvi (siete o non siete una radio di informazione?): le emergenze che l'Assessore il 29/12/2011 aveva promesso di risolvere immediatamente, sono ancora lì che attendono...

 
Di Fabrizio (del 05/04/2012 @ 09:50:09, in media, visitato 1121 volte)

Sempre di (piccola) cronaca nera si parla, su "L'esame di guida? Tu paghi e noi lo facciamo al posto tuo", ma per una volta tanto il giornalista mette la provenienza di tutti gli arrestati, in un bel quadretto etnico: un tecnico di Foggia già pregiudicato, un fattorino torinese e due giovani sinti.

Mi resta un dubbio: senza gli ultimi due, sarebbe stata lo stesso una notizia di cronaca? Ma visto che non so rispondere, mi limito a registrare la cosa.

 
Di Fabrizio (del 25/03/2012 @ 09:47:40, in media, visitato 1476 volte)

La testata online SANREMOnews tra giovedì e venerdì ha dedicato ben SEI (6) articoli al fatto che nella città c'è una donna che mendica con un bambino in braccio.

In realtà l'articolo è uno solo, le altre sono lettere al direttore ripostate come articoli (fuori stagione Sanremo dev'essere una città davvero noiosa e dove non succede mai niente, se un fatto simile suscita tutta l'attenzione della redazione...)

Purtroppo, è inutile prendersela col razzismo dei lettori, quando è il giornalista (o la redazione stessa) che hanno, non un atteggiamento razzista, ma semplicemente fuorilegge.

Dunque: dopo poche righe di descrizione del fatto, mi imbatto in questo periodo (la divisione in due punti è mia):

  1. La situazione purtroppo è grave e come è noto l'accattonaggio è un reato punibile dalla legge
  2. in questo caso è ancora più grave se si pensa che viene fatto con un minorenne. Un modo probabilmente per impietosire ma anche perchè non ci sono alternative.

Allora: Il reato di accattonaggio è stato abolito il 28 dicembre 1995 (!) eliminando l'art. 670 del CP, che puniva con 3 mesi d'arresto "chiunque mendica in luogo pubblico e aperto al pubblico". Però è rimasta valida in tutta Italia la proibizione dell'elemosina "in forma organizzata o causando molestie o disturbo..." Quindi, la legge non punisce l'accattonaggio, ma il suo sfruttamento. Se parliamo di sfruttamento, parliamo anche di sfruttatore. Cosa - chi è sfruttatore? Sicuramente un racket, piccolo o grande che sia. In assenza di altre prove, che nell'articolo non ci sono, non mi sento di considerare tale una madre che è OBBLIGATA a portare con sé il figlio, dato che non ha altro posto dove lasciarlo, se non una roulotte - una baracca, a rischio sgombero.

Ma... ad oltre 15 anni dall'abolizione dell'art. 670 del CP, non sembra che nessun legislatore abbia voluto intervenire sulla questione, ponendo così un problema (molto italiano) di interpretazione della legge secondo i comodi del più forte. Negli ultimi due anni, le norme del piano Maroni (dichiarato anticostituzionale lo scorso novembre) hanno così fatto da pretesto per i singoli sindaci e prefetti nel creare una specie di legislazione locale sui mendicanti, indipendente dalla legge e dalle norme italiane. Succede qualcosa di simile a Vipiteno, ma non è l'unico caso.

    Non è tollerabile che un bambino stia tutto il giorno in strada a chiedere l'elemosina con la madre. E' necessario un intervento contro questo fenomeno, in crescita nella città, non tanto per il decoro ma perchè la strada non è il posto per un bimbo.

Così termina l'articolo che darà il LA alle risentite reazioni dei lettori, che se la prendono contro la madre ed il povero destino di suo figlio innocente, facendo magari un po' di confusione, perché dopo poche righe la preoccupazione diventa quella PER IL DECORO DELLA CITTA'. Insomma "causando molestie o disturbo..." al buon vecchio senso comune, di chi un giorno invoca gli sgomberi, e quello seguente si lamenta se chi non ha casa vaga con la prole appresso.

Ma la questione dell'articolo FUORILEGGE non termina qui: ci sono ben due foto di una mendicante (ignoro se sia la donna in questione o un'immagine d'archivio) col volto ben visibile. Credo che un giornalista che si dichiara tale (non mi interessa la sua paga o la sua età, c'è una firma in coda all'articolo e tanto basta a considerarlo giornalista), dovrebbe sapere che gennaio scorso la Cassazione ha stabilito che non si possono mettere volti di mendicanti sui giornali e sui media. E se al giornalista la notizia fosse sfuggita, cosa ci sta a fare il direttore responsabile?

(la risposta è semplice: compito del direttore è farsi inviare delle lettere, che ripetano quanto suggerito dal giornalista, o presunto tale, e pubblicarle come articoli!)

 

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


29/09/2020 @ 20:36:42
script eseguito in 57 ms

 

Immagine
 1995 - redazione del bollettino per le scuole IL VENTO E IL CUORE... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1874 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
       
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
LEGGI UN MOMENTO QUESTA OFFERTA DI PRESTITO .... O...
22/09/2020 @ 22:57:26
Di Alesi Gallo
LEGGI UN MOMENTO QUESTA OFFERTA DI PRESTITO .... O...
22/09/2020 @ 22:55:50
Di Alesi Gallo
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source