Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Richiediamo chiarezza. Di Rom si parla poco e male, anche quando il tema delle notizie non è "apertamente" razzista o pietista, le notizie sono piene di errori sui nomi e sulle località

La redazione
-

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 13/10/2011 @ 09:10:59, in blog, visitato 1137 volte)

Circa un mese fa, scrivevo Giramenti. Ricevo, con permesso di pubblicazione, questa mail da parte di chi scrisse quell'articolo:

Mi spiace molto dell'equivoco creatosi, in quanto per mia disattenzione ho citato solo l'autrice Karin Waringo e non Lei, in quanto traduttore dello stesso articolo. Non volevo in nessun modo mancarLe di rispetto, ne tanto meno mancare di rispetto al Vs lavoro che fate egregiamente sul Vs blog, in modo volontario e senza alcun profitto. Volevo solo divulgare delle notizie che mi sembrava fosse giusto sapesse quanta più gente è possibile, mi creda molti anzi moltissimi non sanno delle sofferenze dei rom durante la seconda guerra mondiale, come sicuramente lei sa di memoria storica scritta su questi argomenti non ne esiste molta purtroppo. Approfitto per chiedere scusa sia a Lei che ai suoi collaboratori, non c'era nessuna cattiva fede, la prego di credermi. Continuerò a leggere il suo blog, e semmai dovessi postare qualcosa, sicuramente non commetterò mai più lo stesso errore.

Rosalba Moccia


Oggi alle 14.26, mi scrive la redazione di Campo Libero, segnalandomi questo link:

ERRATA CORRIGE SU CONTRIBUTO DI ROSALBA MOCCIA

Per correttezza, pubblichiamo una rettifica relativa al contributo pubblicato sul nostro sito nel mese di agosto 2011 a firma di Rosalba Moccia.
Nella sua riflessione, la socia Moccia, per riportare l'attenzione sulla questione rom, cita un articolo di Karin Waringo postato il 1 agosto 2005, ma non il traduttore dello stesso, Fabrizio Casavola, quale fonte originale attraverso il suo blog (http://www.sivola.net/dblog)
Rispondiamo così al signor Casavola che sottolinea giustamente, dalle pagine del suo blog, che lavoriamo tutti nel sociale e, presumibilmente, tendiamo agli stessi obiettivi. Ci scusiamo con lui per l'inconveniente: non era nostra intenzione causare problemi a nessuno, quanto piuttosto, attraverso il ricordo, sensibilizzare i lettori riprendendo una storia che non tutti conoscono e che l'attenzione mediatica spesso ha trascurato.

 
Di Sucar Drom (del 10/10/2011 @ 09:32:02, in blog, visitato 1095 volte)

Buccinasco (MI), non c'è pace per il Terradeo...
...che è un "quartiere" di Buccinasco (altrove verrebbe definito un campo "nomadi', ma che nomadi sono? se ci stanno da oltre 30 anni, con regolare contratto col Comune), pulito ordinato, abitato da un'ampia famiglia di giostrai sinti, italiani, buccinaschesi, difesi da ogni Amministrazione, di destra, di centro, di sinistra...

Milano, Consulta rom e sinti: i fondi europei non possono essere spesi per la "sicurezza"
Comunicato stampa. La Consulta rom e sinti di Milano inizia propone al Comune un percorso per la revisione dell'utilizzo dei fondi sociali destinati all'integrazione delle comunità rom e sinte...

Ministero dell'Interno, come spendere il Fondo europeo per l'integrazione?
La Commissione europea ha assegnato 30 milioni di euro all'Italia per cofinanziare i progetti. Sul web un questionario per suggerire al Ministero dell'Interno cosa mettere nei bandi...

CoE, dichiarazione finale del Summit of Mayor on Roma and Sinti
Comunicato stampa, Strasburgo 22 settembre 2011. In una dichiarazione finale adottata dal primo Vertice europeo dei sindaci a Strasburgo, i partecipanti da 47 paesi membri del Consiglio d'Europa hanno confermato la loro determinazione a sostenere ulteriori azioni per migliorare l...

Mantova, In Other Words
Si terrà il 6 ottobre la conferenza internazionale In Other Words (in altre parole), presso l'Aula magna della Fondazione Università di Mantova. L'obiettivo della conferenza è discutere di stereotipi, rappresentazione delle minoranze e media. Per informazioni e iscrizione: Matteo Bassoli...

Cambia il procedimento per l'azione giudiziaria civile anti-discriminazione
Dal 6 ottobre cambia il procedimento per l'azione giudiziaria civile anti-discriminazione - D.lgs. 01.09.2011, n. 150 (G.U. 21.09.2011, n. 220). Le controversie in materia di discriminazione per motivi di nazionalità, etnico-razziali, di credo religioso, età, disabilità o orientamento sessuale, di genere nell'accesso ai beni e servizi...

Milano, inaugurazione de Il Museo del Viaggio Fabrizio De Andre'
Il Consorzio SiR, l'Opera Nomadi Milano, la Cooperativa Romano Drom e la Cooperativa Arca di Noè, in collaborazione con Fondazione Cariplo invitano all'inaugurazione de IL MUSEO DEL VIAGGIO FABRIZIO DE ANDRE', Museo Etnografico-storico e centro di documentazione della cultura romanì...

World Habitat Day: "Casa dolce casa… il diritto all'alloggio è un diritto umano"
In occasione del World Habitat Day, che si celebra oggi, la Sezione Italiana di Amnesty International, in collaborazione con la Facoltà di Architettura di Roma Tre, organizza domani...

Ia bers du U VELTO RADIO - Un anno di U VELTO RADIO
Un anno fa U Velto Radio (mobile/cellulare) iniziava le sue trasmissioni sperimentali, erano le ore 15.00 del 7 ottobre 2010. L'obiettivo che ci siamo dati era quello di offrire uno strumento che trasmettesse 24 ore al giorno per 365 giorni una parte importante del contributo offerto dai sinti e rom alla cultura occidentale...

Milano: è finita la paura? No, per i rom la paura non finisce mai
Lo sgombero dei rom dell'ex campo di via Triboniano non deve essere la ripetizione della politica di De Corato. La Consulta rom e sinti di Milano chiede un incontro all'assessore alle politiche sociali: costruiamo insieme una...

Roma, lo sgombero inutile in via Salaria
La mattina del 29 settembre è stato effettuato ad opera di Polizia e Vigili Urbani uno sgombero presso l'insediamento spontaneo sito in via Salaria proprio nelle adiacenze del civico 971, la famosa ex-cartiera ora adibito a "centro d'accoglienza"...

Roma, i Rom sono perseguitati
Dopo le giornate alla Basilica di San Paolo dello scorso aprile e la solidarietà diffusa della città alla condizione disumana delle comunità rom e a seguito dell'intervento della Caritas che ha risolto solo per qualche mese il problema di un r...

 
Di Fabrizio (del 06/10/2011 @ 09:52:22, in blog, visitato 1339 volte)

Da Coopofficina (forse il prof. Guarnieri sarà noioso e monotematico, ma possiamo dargli torto?)

Tante persone ed organizzazioni tentano di "aiutare" la popolazione romanì a superare disagi e difficoltà sociali, culturali ed economici. Ma se da troppo tempo e troppo spesso questo "aiuto" si trasforma in un disastro una motivazione deve pur esserci.

Le assenze di conoscenza e di partecipazione attiva e professionale dei rom sono motivazioni concrete della grave condizione della popolazione romanì.

Ma i danni prodotti nel passato, ed ancora oggi, alle comunità romanì, portano a pensare anche ad altre motivazioni e responsabilità che spesso sfuggono all'attenzione senza un'analisi professionale ed onesta, senza una serena autocritica.

Responsabilità delle numerose ricerche che hanno descritto e descrivono una realtà romanì stereotipata e quindi falsa, e sulla base di queste ricerche sono state attivate politiche NON coerenti alla realtà ed ai bisogni reali.

Responsabilità di una partecipazione come un mezzo degli stessi rom, che per un pugno di mosche si sono prestati a realizzare il danno alla collettività romanì e non.

Responsabilità della politica e delle istituzioni che non vogliono dialogare direttamente con le professionalità e le organizzazioni rom, credibili e documentati.

Certamente tutti riconoscono che le politiche attivate nel passato per la popolazione romanì erano sbagliate e concordano che le principali motivazioni del fallimento sono da attribuire:

  1. all'assenza di partecipazione attiva e propositiva, credibile e professionale dei rom
  2. alla diffusione di una falsa conoscenza interpretativa del mondo romanò che ha portato alla proposta ed alla realizzazione di politiche sbagliate, impedendo l'evoluzione della cultura romanì

Quindi dovrebbe scattare l'applicazione della più elementare regola democratica ed antidiscriminatoria: in qualsiasi iniziativa avviata per le comunità rom e sinte la Federazione romanì, rappresentatività romanì credibile e professionale, (o altra documentata rappresentatività romanì) deve essere co-protagonista attiva e propositiva a tutti i livelli.

Ma cosi non è ...

forse perché le persone rom/sinte che possiedono conoscenze e competenze danno fastidio, come danno fastidio le organizzazione rom credibili e professionali con un chiaro progetto politico.

Deve pur esserci una motivazione che porta le persone e le organizzazioni a trasformare un tentativo di aiuto alla popolazione romani in un disastro.

Potrei citare tante iniziative pubbliche, anche recenti, in cui la popolazione romanì è stata ignorata oppure è stata considerata SOLO folclore e/o arredamento, mentre è ignorata la partecipazione attiva e qualificata:

  1. La commissione diritti umani del Senato della Repubblica lo scorso anno ha promosso, attraverso le audizioni e qualche visita "speciale", una iniziativa di ricerca sulla realtà rom in Italia per stilare un rapporto. I diretti interessati (le professionalità e le organizzazioni rom) non sono stati ascoltati. Il rapporto viene presentato con orgoglio dalla Commissione del senato, ma è lontana anni luce dalla realtà, dai bisogni della popolazione romanì e dalle soluzioni politiche da avviare.
  2. Lo scorso 01 Ottobre un'associazione impegnata nel contrasto alla discriminazione ha promosso a Roma un folcloristico "pride rom" senza coinvolgere nessuna organizzazione rom italiana nella promozione dell'iniziativa. Questo è il modello di contrasto alla discriminazione quando si tratta di rom.
  3. Nei prossimi giorni a Roma presso il Senato della Repubblica e Comune di Roma le Fondazioni europee organizzano un Forum sull'inclusione delle comunità rom, MA tra i relatori non c'è traccia di professionalità ed organizzazioni rom d'Italia. Parlano e sparlano di rom, senza i diretti interessati, senza interlocutori rom credibili e professionali. Questo è il modello di inclusione delle comunità rom.
  4. Viene promosso un incontro in Vaticano della popolazione romanì con il Santo Padre Benedetto XVI° senza coinvolgere una rappresentatività romani nella programmazione dell'iniziativa. I diretti interessati sono stati chiamati per fare folclore, arredamento, e per confermare pregiudizi e stereotipi. Hanno promosso questo incontro per dare visibilità ai bisogni della popolazione romanì oppure per cercare autoreferenzialità sul mondo rom? Questo è il modello di partecipazione quando si tratta di rom.

ecc. ecc.

E' possibile parlare e sparlare della popolazione senza i diretti interessati?

Senza alcun dubbio due sono gli obiettivi reali di queste iniziative:

- DELEGITTIMARE i diritti utili alla popolazione romanì

- LEGITTIMARE stereotipi e pregiudizi

Circa un anno fa il Consiglio d'Europa approva la Dichiarazione di Strasburgo, un piano di azioni finalizzato a migliorare l’integrazione economica e sociale della popolazione romanì.

In questo piano di azioni "il Consiglio d'Europa indica in particolare quelle misure finalizzate alla partecipazione di rappresentanti rom in meccanismi decisionali che direttamente li riguardano."

Si tratta di una giusta risposta alle cause del fallimento delle politiche sbagliate del passato, ma "si predica bene e si razzola male".

E' possibile che il Consiglio d'Europa organizzi in Italia un corso di formazione per mediatori culturali rom/sinti, quando nel nostro paese ci sono circa 400 mediatori culturali rom senza una occupazione?

E' possibile che il Consiglio d'Europa avvii questa iniziativa di formazione in Italia senza coinvolgere le rappresentatività romanì Italiane, ed in particolare la Federazione romanì?

E' possibile ... lo ha fatto ...

senza un criterio di scelta dei corsisti, hanno "raccolto" per l'Italia alcuni rom (e non rom!), hanno composto la classe pur di avviare un corso di mediatori culturali.

Requisiti, prerequisiti, profilo professionale, ecc. dei corsisti sono questioni determinanti in un corso di formazione, ma diventano trascurabili quando si tratta di "zingari".

L'importante è spendere qualche milione di euro anche se non produrrà risultati utili né alla popolazione romanì, né alla collettività (in modo che si possa rafforzare il pregiudizio che "i rom non vogliono integrarsi"), ma che certamente pagherà compensi ai docenti del corso e rimborso delle spese ai corsisti.

Mi chiedo se ha senso promuovere un corso di formazione per mediatori culturali rom quando in Italia ci sono circa 400 mediatori culturali rom (formati nei decenni scorsi) in grandissima parte disoccupati e qualcuno impegnato come manovalanza nei "progettifici".

Non era forse il caso di utilizzare le risorse del corso di formazione per dare maggiore professionalità e lavoro ai mediatori culturali Rom già formati?

  • Nell'attuale contesto della società italiana la mediazione culturale è la risposta giusta ai bisogni della popolazione romani?
  • E' possibile mediare tra culture diverse?
  • Oppure si media il perseguimento del massimo interesse possibile per una cultura?
  • Allora quale modello di mediazione culturale romanì?
  • Quali conoscenze e competenze deve acquisire un mediatore culturale romanò?

Se i responsabili del Consiglio d'Europa avessero coinvolto attivamente la Federazione romanì (o altra rappresentatività italiana che conosce con professionalità la realtà romanì in Italia) NON avrebbe messo in atto una iniziativa inutile e dannosa alla causa romanì.

Se anche il consiglio d'Europa trasforma un tentativo di aiuto alla popolazione romani in iniziative senza alcuna utilità alla collettività, allora vuol dire che la questione è molto grave per la popolazione romanì.

CONCLUSIONI

Concludo questa riflessione nella speranza che possa essere uno stimolo al cambiamento rispetto al passato, la Federazione romanì è sempre disponibile al confronto chiaro, onesto e finalizzato a migliorare le condizioni della popolazione romanì.

E' fin troppo evidente che la popolazione romanì è "trattata" come un osso da spolpare con qualsiasi metodo e con qualsiasi mezzo.

Ho molti motivi per essere convinto che attorno alla "causa romanì" circolano troppi interessi e soldi per iniziative troppo spesso inutili e dannosi alla quotidianità delle famiglie rom e per una evoluzione della cultura romanì; INTERESSI e SOLDI che attirano "predatori" per nulla interessati al presente ed al futuro del popolo romanò.

Spero che amici del popolo rom e le persone rom siano consapevoli del danno e sappiano evitare le incomprensioni con risposte chiare e pubbliche, e non cadere nella trappola per un fico secco.

Spero che le istituzioni europee e Italiane si decidano a definire con chiarezza il ruolo attivo delle professionalità e delle organizzazioni rom/sinte e valutare la proposta di modifica delle modalità di accesso ai fondi destinati alla nostra popolazione.

Rivolgo un appello agli amici del nostro popolo per sostenere il progetto politico della Federazione romanì e la "causa romanì" con la promozione della partecipazione attiva a propositiva, credibile e professionale a tutti i livelli, ed aiutarci nella preparazione del secondo congresso delle comunità rom e sinte, in programma per il mese di Aprile 2012.

Dr. Nazzareno Guarnieri – Presidente Federazione romanì

 
Di Sucar Drom (del 18/09/2011 @ 09:27:45, in blog, visitato 1276 volte)

Venezia, corso di formazione per avvocati
Il Consiglio d'Europa e il Centro diritti umani dell'Università di Padova organizzano un Corso di formazione per gli avvocati italiani impegnati nella difesa dei diritti umani dei Rom e dei Sinti. Il corso si terrà il 13 e 14 ottobre 2011, pre...

Mantova, Sucar Drom: eletta Barbara Nardi alla carica di Presidente
L'Assemblea Elettiva dei Soci dell'Associazione Sucar Drom ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo e ha eletto la Socia Barbara Nardi (in foto) alla carica di Presidente. Ogni tre anni lo Statuto dell'Associazione...

Amnesty International: nuova legislazione viola il diritto alla libertà dei migranti
Amnesty International ha sollecitato il parlamento italiano ad annullare la Legge 129/2011, che il 2 agosto ha reso permanenti una serie di norme transitorie contenute nel Decreto legge 89/2011 adottato dal governo il 23 giugno. La legge viola in modo evidente i diritti dei migranti irregolari, estendendo tra l'altro il limite massim...

Scellerato il taglio delle Province
In questo scorcio di fine estate molti problemi strutturali del nostro Paese sono venuti al pettine e le forze politiche si stanno impegnando per trovare soluzioni atte a tagliare e rimodulare la spesa pubblica che anche negli ultimi tre anni è stata fuori controllo. Non ho certo ricette...

Regno Unito, firma anche tu l'appello per la Dale Farm
Invitiamo tutti a firmare l'appello per scongiurare lo sgombero di famiglie romanichal e traveller senza soluzioni alternative condivise, a Basildon...

ENEL: stop al forfait (fornitura temporanea)
L'ENEL e tutte le Aziende che distribuiscono l'energia elettrica stanno modificando i contratti di fornitura temporanea (forfait), in base alla Delibera n. 67/10 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas...

Consiglio d'Europa: in Italia retorica razzista e xenofoba contro i sinti e i rom
"Le misure adottate dalle autorità italiane nei confronti dei rom e dei sinti non sono in linea con gli standard internazionali ed europei in materia di diritti umani". Il Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa dichiara le proprie...

Trento, Sinti: Cittadini d'Europa (racconti di vita, testimonianze e ricerche)
Si terrà giovedì 15 settembre 2011, alle ore 17.30, presso lo spazio archeologico SASS di Piazza Cesare Battisti, la presentazione del dvd multimediale "Minor Swing - Storie sinte", progetto di ricerca e raccolta di testimonianze sui sinti trentini a cura...

"La persecuzione nazista degli zingari", note critiche al libro di Guenter Lewy
Le persecuzioni subite dalle minoranze sinte e rom, durante il nazifascismo, sono ancora poco studiate in tutta l'Europa. Le Università e i Dipartimenti di Storia Contemporanea sono del tutto assenti in questo campo di ricerca. Le prime pubblicazioni sono state...

CEDAW, le donne in Italia subiscono pesanti discriminazioni e violenze
In Italia le donne sono rappresentate come oggetti sessuali. Questa una delle principali critiche sollevate all’Italia dal Comitato delle Nazioni Unite che ha il compito di monitorare l’attuazione della Convenzione ONU per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna (CEDAW) negli Stat...

Puoi anche tu aiutarci
L'Istituto di Cultura Sinta viene sostenuto dall'associazione Sucar Drom con progetti condivisi con: Provincia di Mantova, Comune di Mantova, Consorzio Progetto Solidarietà, UNAR ed Unione europea. Inoltre, Amministrazione locali e Istituzioni del Nord e del Centro I...

Giornata Internazionale della Democrazia
New York, 15 settembre 2011. Questo è stato un anno straordinario nella storia della democrazia. Milioni di persone hanno partecipato agli eventi drammatici avvenuti in Medio Oriente, Nord Africa e altre zone e molte più persone hanno seguito queste vicende con vivo interesse. Il loro...

18° edizione del Festival Alexian and International Friends
Il 29 ottobre prossimo si aprirà la 18° edizione del Festival Alexian and International Friends fra gli ospiti Ferdi, Lino Patruno, i Ladri di Carrozzelle e Gian Antonio Stella. Presenterà l’evento la famosa conduttrice Rai Lorena Bianchetti...

 
Di Fabrizio (del 17/09/2011 @ 08:58:20, in blog, visitato 1397 volte)

AVVISO A CHI LEGGE: In queste pagine troverete articoli che possono piacervi o meno... se non vi piacciono, poco male: evitate di leggerli, oppure commentate, magari qualcuno vi risponderà.

Se invece vi piacciono (e magari volete linkarli), fate attenzione a quanto segue:

Avrete notato che, a parte gli articoli personali, ogni post riporta la fonte e se possibile la firma da cui proviene. E' giusto così: un modo per riconoscere il lavoro fatto da altri (spesso redattori sottopagati), che contribuiamo a far circolare.

Da parte nostra, il compito svolto è notevole e tutt'altro che facile: scegliere e raccogliere le notizie, verificarle quando possibile, spesso tradurle... e altro ancora. Un lavoro che svolgiamo da oltre 6 anni, in diversi (ecco il perché del plurale) e naturalmente tutti a titolo volontario.

Questo per realizzare un blog libero, indipendente e (si spera) affidabile, soprattutto perché con gli argomenti che trattiamo è facile fare informazione cattiva e quindi pericolosa.

Vi chiederete il perché di quello che sembra uno sfogo. Tutto nasce da una mail inviata il 17 agosto 2011:

Spett. redazione,
Facendo una ricerca su Google, ho trovato il vostro "I ROM, GLI UOMINI SENZA STORIA. DA UNA PARTE GLI ZINGARI, DALL’ALTRA IL MONDO INTERO" a firma di Rosalba Moccia.
Anche se manca la data, l'articolo è una copiatura della mia traduzione dell'articolo originale di Karin Waringo, che comunque è citata come autrice, postato il 1 agosto 2005.
Ne sono sicuro, perché nell'introduzione commisi l'errore di datare il 2 agosto 1944 come il giorno della liberazione del campo di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche, errore che mi fu fatto poi notare nei commenti. La vostra collaboratrice, oltre all'articolo di Waringo, riprende in toto anche la mia introduzione, errore compreso.
Non ho niente in contrario a condividere il mio lavoro, ma chiedo che me ne sia riconosciuta la paternità.
Grazie per l'attenzione e distinti saluti
Fabrizio Casavola

Risposta dopo un mese? Come dice il poeta: Una beata minchia.

Leggo però (Chi siamo): "Campo Libero - Per i diritti e le libertà è un’associazione politico-culturale nata per iniziativa di un gruppo di operatori del mondo socio-sanitario e del terzo settore e di esponenti di quello politico, universitario e istituzionale." ...figuriamoci se non avessi avuto la fortuna di incontrare la crème della crème!!

Quindi sappiate, se per caso finite su quel sito e trovate qualcosa che vi sembrerebbe interessante, che magari non è farina del sacco di chi firma l'articolo.

PS: Da notare: quando invece riprendono articoli da La Repubblica Napoli, non si dimenticano mai di citare la fonte.

 
Di Fabrizio (del 07/09/2011 @ 09:13:15, in blog, visitato 3244 volte)

Qualche anno fa, provai a descrivere cosa era una Mahalla e come intendevo trasportarla in un blog. Col tempo e l'esperienza ho aggiunto a quelle informazioni iniziali, un discreto database di articoli e di fonti a cui attingere.

Pensavo che questo bastasse a tirare avanti "onestamente", mettendoci la passione necessaria.

Non basta... tantomeno se uno è come me un "cane sciolto", senza associazioni, chiese o partiti a coprirgli le spalle. Prima o poi salterà sempre fuori qualcuno a chiederti: "Ma tu non sei Rom/Sinto/Kalé ecc. (cioè: e allora perché lo fai?)" A volte la domanda può essere assolutamente ingenua e legittima, altre può essere piena di sottintesi (si va dal "Di che ti immischi?" al "Lascia che -se la sbrighino-ce la sbrighiamo- da soli"). Con, sottinteso al sottinteso: "o ti conformi, o finisci isolato" assolutamente bipartizan.

Tornando alla domanda iniziale "Perché lo fai?", ognuno come persona singola avrà le proprie motivazioni, e se sono personali, non ci sono motivi per spiegarle qua. Aggiungo che caratterialmente, di fronte alle critiche anche motivate, ho sempre dato ascolto a tutti, ma poi alla fine decido con la mia testa. In fondo, sempre di un blog si tratta, che non ha alcun potere di influire sulle scelte altrui, a meno che non lo voglia lo stesso lettore.

Vorrei invece rispondere alla domanda in maniera oggettiva (non so se ne sarò capace): il perché sta nella testa di chi legge. A molti sembrerà che qui si parli SOLO di Rom e Sinti (e nei fatti è così). Nella mia testa invece cerco di descrivere una società dove NOI e questi popoli interagiamo, a volte in maniera conflittuale, altre volte cercando la convivenza e il rispetto reciproco. Se dovessi estremizzare: non esiste alcun problema "Rom e Sinti" (con buona pace di specialisti ed esperti), esistono invece dei problemi che riguardano tanto NOI che LORO, e di conseguenza questi problemi possono risolversi SOLO con uno sforzo congiunto.

La grande scommessa (mi rendo conto che mi sto allargando e non sto più ragionando sul ruolo di questo blog) è poter mantenere le rispettive differenze di pelle, costumi, organizzazioni sociali, superando la falsa distinzione tra un NOI e un LORO. Siamo entrambe parti in causa di un problema, che può risolversi usando le altrui differenze.

Questi miei ragionamenti magari stanno in piedi nella sola teoria, ma ci sono grosse difficoltà nel metterli in pratica. La difficoltà più grande è nel riconoscere l'altro: in Italia Rom e Sinti sono numericamente insignificanti (circa 150.000 su oltre 56 milioni di abitanti), quindi nella pratica sono poche le persone che conoscono "in realtà" qualcuno di loro. Mancando la conoscenza diretta, si tende a supplire con un'immagine: per cui i Rom e Sinti devono essere PER FORZA o ladri, o sporchi, o pigri oppure (ma cambia poco) delle povere vittime che non sanno difendersi da sole, sempre bisognose di qualcuno di NOI a fare da paladino. Ci saranno anche quelli, ma se davvero fossero tutti così, LORO non potrebbero MAI essere interlocutori affidabili.

Avendone conosciuto diciamo qualche centinaio, posso invece affermare (e tento di dimostrarlo quando scrivo) che sono PERSONE con sentimenti, aspettative, che ragionano, hanno una visione del mondo che GIA' ADESSO si intreccia con la nostra. Aggiungo, dato che non mi ritengo BUONISTA: sono davvero uguali a NOI; cioè possono essere razzisti, gretti, disonesti come qualsiasi gagé (e viceversa). Se sono discriminati è perché qualsiasi tipo di società ha bisogno di qualcuno da mettere all'indice.

Quindi, come scrivevo ad un'amica qualche settimana fa: Non sono Rom, ma col tempo ho imparato che la cosa ha pochissima importanza. Sono convinto che quando loro staranno meglio e avranno riconosciuta la dignità a cui tutti hanno diritto, starà meglio anche la mia gente.

Mi è piaciuta la risposta di quell'amica: e' esattamente il nostro concetto che esprimiamo con la frase "quando ci sara' l'acqua nel deserto, allora nessuno piu' avra' sete". Perche' quando anche l'ultimo dei reietti avra' di che vivere tutta l'umanita' stara' meglio.

Termino aggiungendo di essere felice di aver scritto tutta questa somma di (?) ...banalità colossali, perché mi accorgo di averle sempre pensate, sin da giovane. Sono soddisfazioni, non trovate? ; - )

 
Di Sucar Drom (del 25/08/2011 @ 09:58:47, in blog, visitato 1080 volte)

Auschwitz-Birkenau, 2 Agosto 1944
Il 2 agosto 1944 ad Auschwitz-Birkenau avviene l'ultima liquidazione dello Zigeuner Familienlager nel settore BIIe, dove erano internate le famiglie sinte e rom. Nel maggio 1944 le famiglie sinte e rom attuano con successo una rivolta per scongiurare...

Rom e Sinti, prepariamo una grande manifestazione: partecipa anche tu!
Il Presidente della Federazione Rom e Sinti Insieme, Radames Gabrielli (in foto), ha lanciato da alcuni giorni la proposta di organizzare una manifestazione a Roma dal titolo "Sinti, Rom, Camminanti, Amici e Simpatizzanti TUTTI UNITI"...

Francia, il razzismo non paga
Un anno fa Nicolas Sarkozy aveva lanciato il cosiddetto "giro di vite" contro i rom arrivati in Francia dall'Est Europa, in particolare dalla Romania. L'azione del Presidente francese aveva fatto scattare la reazione dell'Unione Europa che aveva stig...

Immigrazione, Ministro Maroni: fatta la legge, trovato l'inganno
Il Ministro dell'Interno Maroni è riuscito a far approvare in via definitiva il decreto legge n. 89 del 23 giugno 2011 recante misure di recepimento delle direttive europee sulla libera circolazione dei cittadini e sul rimpatrio...

Reggio Emilia, la Lega Nord fomenta il razzismo
Nei giorni scorsi la Procura di Parma ha dato ordine alle Forze dell'ordine di irrompere in tutti i cosiddetti "campi nomadi" di Reggio Emilia (ma anche in quelli di Milano, Modena e Parma) per cercare una fantomatica...

Libano, i dom sono discriminati
Sono 2,2 milioni in tutto il Medio Oriente, tra Libano, Giordania, Territori Palestinesi, Turchia, Iran e Iraq. In Libano sono una delle comunità più emarginate. Rom e Sinti in Europa, Dom in Medio Oriente...

L'ipocrisia italiana e la tragedia infinita
A metà degli Anni Novanta vivevo a Roma ed ogni anno morivano nelle baraccopoli capitoline tre ma anche quattro bambini. Il copione era sempre lo stesso il fuoco di una candela o di un braciere e il gelo della notte...

Amplifica le tue informazioni
In questa pagina offriamo la possibilità di conoscere organizzazioni con cui collaboriamo e pagine web che riteniamo offrano sguardi interessanti sulla situazione delle minoranze linguistiche sinte e rom. I blog più aggiornati hanno una sezione dedicata nella pagina principale...

Pubblicazioni
L'Istituto di Cultura Sinta su mandato della Sucar Drom ha pubblicato libri, cortometraggi, mostre e cd musicali. Alcune pubblicazioni sono disponibili e possono essere richieste...

Orta Nova (FG), una situazione abitativa inaccettabile
Pubblichiamo la lettera invita venti giorni fa, dall'Associazione di promozione sociale Noialtri, al Sindaco del Comune di Orta Nova per sensibilizzarlo sulla grave situazione abitativa vissuta da alcune fa...

Pisa, appello di un gruppo di sacerdoti della Diocesi
Siamo un gruppo di sacerdoti della diocesi di Pisa che, di fronte alla situazione venuta a crearsi in seguito al recente sgombero a Cisanello di un insediamento di famiglie rom, intendono condividere alcune consideraz...

Slovacchia, vogliono violare il corpo delle donne
In questa Europa attanagliata dalla crisi economica da alcuni anni e con una classe politica simile, in maniera imbarazzante, a quella della Repubblica di Weimar che portò all'ascesa in Germania del nazionalsocialismo...

Romania, una campagna per dire: anche io sono rom!
Le cifre ufficiali indicano che ci sono poco più di 500mila persone appartenenti alla minoranza rom in Romania, ma sono in molti a pensare che i rom siano il doppio e che quindi ritengono insufficienti le risorse destinate dal Governo rumeno. "Molte persone di origine rom non dic...

Mantova, Sucar Drom: Relazione Morale (sintesi)
Questa sera, 25 agosto 2011, si terrà a Mantova l'Assemblea Elettiva dell'Associazione Sucar Drom. Di seguito la sintesi della Relazione Morale del Presidente Davide Gabrieli che sarà letta, discussa e votata dai Soci...

 
Di Fabrizio (del 10/08/2011 @ 09:54:10, in blog, visitato 1397 volte)

"Siamo sicuri della notizia? Lo dico perché ho verificato più volte che dietro queste notizie ci sono bufale grandiose. Fabrizio, riesci a fare su questa notizia una ricerca come quella che hai appena fatto." Questo mi scriveva settimana scorsa un'amica e io ci ho provato. Siate clementi nel giudicare il risultato: non sono uno specialista...

Cani non sterilizzati che partoriscono e che non lasciano sterilizzare, cuccioli PORTATI VIA IN ROMANIA (nascosti in borsoni)....CANI USATI PER L'ACCATTONAGGIO, mamme e cuccioli portati per le strade per impietosire!!! CHIEDIAMO AIUTO A VOI.

Carissimi tutti, siamo un'Associazione di Bari "Legalo al Cuore Onlus", abbiamo deciso di creare questo album con 2 FOTO SIMBOLICHE per lanciare UN APPELLO AD ASSOCIAZIONI del nord Italia e privati (previo controllo) per CHIEDERE AIUTO!!!!! Ci occupiamo da anni di randagismo e come tristemente saprete QUI AL SUD SALVARE I TANTI ANIMALI maltrattati, randagi ed abbandonati è DAVVERO DIFFICILE pur mettendoci anima e cuore. Non abbiamo un rifugio ma se fate un giro sulla nostra bacheca potrete vedere quanti Amici pelosi accudiamo quotidianamente e salviamo.
A BARI SI STA DIFFONDENDO A MACCHIA D'OLIO UN FENOMENO CHE HA COME SCENARI CAMPI ROM. Se avremo persone e/o rifugi disponibili A STALLI FINO ALL'ADOZIONE, NOI CI IMPEGNEREMO A PORTARLI VIA DI VOLTA IN VOLTA. I cuccioli li faremo partire NOI A NOSTRE SPESE preferibilmente verso il nord, SVERMINATI, VACCINATI, TRATTATI CON ANTI PARASSITARIO E CHIPPATI A NOME NOSTRO. Siamo disponibili a test leishmania e filaria e qualsiasi cosa verrà richiesta, purchè CI AIUTATE A SALVARE QUESTE POVERE VITE!! Le foto sono state scattate DI NASCOSTO nell'ultimo campo rom segnalato...perchè minacciati dai rom. Le istituzioni NON AIUTANO....Noi chiediamo aiuto... I NOSTRI RECAPITI SONO 338.2470747 O info@legaloalcuore.it o palmalisa@legaloalcuore.it. Al momento preme salvare 4 CUCCIOLI MAMMA SIMIL COCKER NELLA FOTO, 3 FEMMINE E 1 MASCHIETTO. A settembre vogliono portarli IN ROMANIA. VI PREGO AIUTATECI.
P.S.
Abbiamo già fatto sequestrare e abbiamo sotto nostra tutele 2 canette dei rom con rispettivamente 6 e 5 cuccioli.....Le foto sono negli album.
GRAZIE A CHI CI AIUTERA' ANCHE SOLO DIFFONDENDO E TAGGANDO CHIUNQUE!!!

Da quel che ho trovato, non si tratta di bufala. A parte l'abbondanza di MAIUSCOLE e punti esclamativi, l'associazione esiste, è attiva, i numeri telefonici corrispondono.

Ma forse, tu volevi chiedermi un parere in merito all'appello. Riguardo al loro rapporto "conflittuale" con i Rom di Bari, ci sta tutto. Quello che non posso sapere è di chi sia la responsabilità.
D'abitudine i Rom quando non ti conoscono, non sono dei mostri di simpatia. Di solito la loro antipatia aumenta (ad esempio) se i leghisti di turno vogliono manifestare dentro il loro campo, volendo verificare di chi siano macchine, roulotte, documenti personali ecc. (senza nessun mandato, ovviamente... che già ti girano quando sono i poliziotti a comportarsi così). Oppure se uno sconosciuto si presentasse (QUANDO si presenta, ma di solito lo fa nascondendosi) dicendo di fatto che i Rom sono sub-umani e lui si arroga il diritto di fregarti il cane. Succedesse a me, potrei diventare violento, ma questo ignoratelo, per favore.

Purtroppo spesso gli animalisti in casi simili si trasformano in fondamentalisti.
E ragionare con loro non è facile (altro che Rom!)
Circa due settimane fa aggiunsi un commento (breve ed educato) in un loro sito, ad un articolo che raccontava l'odissea dei cani abbandonati dopo gli sgomberi a Roma; ricordando che oltre agli animali ci sono anche persone che rimangono abbandonate a se stesse (vedi QUI). Il mio commento è ancora in "attesa di moderazione", superato nel frattempo da tanti altri commenti più recenti : - (

L'unica maniera che mi rimane per rispondere è raccontare alcune brevi storie sul rapporto tra Rom ed animali:

  1. Gira una leggenda sul periodo della II guerra mondiale. Un Rom era evaso (forse da un campo di concentramento). I nazisti gli avevano sguinzagliato dietro i cani. Non seppero più niente di cani ed evaso, quei nazisti ignoravano che quel Rom in precedenza era stato un abile addestratore di cani.
  2. Ho conosciuto anche Rom che trattavano male i loro animali. Però m'è rimasta in mente una famiglia conosciuta molti anni fa. Erano talmente malmessi, che dormivano tutti in una macchina scassatissima. Una gatta scelse quella macchina per partorire i suoi cuccioli. Per non disturbare mamma e gattini, la famiglia di Rom dormì diverso tempo per terra, prima di riuscire a procurarsi una roulotte di quinta mano.
  3. E per terminare, scombiniamo un po' le carte: con alcuni rom stavamo facendo un trasloco (regolare! cosa avete capito??). Nella squadra c'era anche un ragazzo, buono come il pane, ma che solo 3 anni prima aveva steso a cazzotti due poliziotti. Mentre lavoravamo sudando come porci, questo "superman de noartri" stette chiuso nell'abitacolo del camion tutto il tempo, terrorizzato (così disse) dall'alano che girava libero nel cantiere, grosso e pacifico come una mucca al pascolo. Non ci credette nessuno e ci trattenemmo la sua parte di paga.

Insomma, bufala o meno, alla fine ho fatto ancora quello che mi riesce meglio: raccontare qualcosa da parte di chi in questi casi non viene mai consultato, condannato ad essere colpevole a prescindere.

 
Di Fabrizio (del 03/08/2011 @ 09:23:57, in blog, visitato 4173 volte)

Il testo che segue appare su MAHALLA e U VELTO. Invitiamo i lettori a verificare quanto pubblicato e, se lo ritengono, a contribuire a far circolare queste informazioni. Grazie

Fra le tante cause che concorrono alla diffusione del razzismo e delle paure verso ciò che è sconosciuto, c'è la circolazione di notizie non verificate spacciate come verità universali. Da anni circola in rete il testo di un fantomatico "Codice degli zingari", le cui prime segnalazioni risalgono addirittura agli anni '20 del secolo scorso.

Da un po' di tempo è apparsa in rete questa mail (riportiamo la parte iniziale):

"Le bande di malviventi, i Rom e i ladri stanno escogitando vari stratagemmi perchè gli automobilisti (soprattutto donne) fermino il proprio veicolo e ne scendano (in zone isolate)."

Altro non è che la versione di un testo in francese, apparso già l'anno scorso. Riportiamo anche in questo caso la parte iniziale:

"Alors que je roulais sur une route départementale un soir pour rentrer chez moi, j'ai vu un enfant dans un siège auto, sur le bord de la ..."

Ne scrive il sito Hoaxbuster, specializzato in bufale su Internet. Nel caso francese la segnalazione sembrerebbe arrivare da un poliziotto, che stranamente invita a segnalare casi simili non ai centralini della polizia francese (17), ma al numero internazionale dei vigili del fuoco (112).

L'anno scorso la notizia in Francia venne inizialmente diffusa da un ragazzo, probabilmente uno "spammer" francese, che contattato via mail rispose soltanto di sapere che avvenivano fatti simili, senza fornire ulteriori spiegazioni. In seguito le associazioni francesi di difesa dei Rom e dei Sinti presentarono denuncia per incitamento all'odio razziale.

Abbiamo fatto una ricerca su Google riguardo al testo in italiano, ricevendo sinora 104 risultati. Un fatto curioso: abbiamo trovato due casi in cui le autrici ne parlano come di un'esperienza personale, descrivendola con le medesime parole. In un caso la firma è di "Alessandra Savio, Purchase Department", nell'altro viene firmata da una dipendente dell'amministrazione provinciale di Padova.

A questo punto si è voluto conoscere se esistesse veramente questa persona nell'amministrazione padovana. Una nuova ricerca in rete ha restituito pochi risultati, anche se appare con due cognomi simili ma diversi.

Venerdì 29 luglio siamo riusciti a parlare con questa persona, che ci ha chiesto di rimanere anonima. Per telefono ci ha detto di aver inizialmente inoltrato a 5 amiche una mail arrivatale da un altro mittente - per sua leggerezza senza cancellare la propria firma, di essere stata informata in seguito delle falsità che vi erano contenute, di aver indagato sul caso attraverso diversi forum in rete (ed aver scoperto anche una versione in inglese), di aver provato a scusarsi personalmente con i destinatari per quanto era successo.

Purtroppo, il più delle volte le scuse non bastano ad arginare la diffusione in rete di queste menzogne, che rimangono in circolazione per anni. Perciò abbiamo provato a smontare questa bufala.

Aggiungiamo a questo punto alcune raccomandazioni finali:

  • se possibile, verificate le notizie che vi giungono, prima di contribuire alla diffusione di informazioni false;
  • diffidate delle notizie spacciate come sensazionali, e nel contempo come sconosciute perché "qualcuno" non vorrebbe che circolassero;
  • diffidate altresì delle notizie dove non vengono specificate date certe, anche i luoghi citati non sono indicati con precisione, in cui l'autore originario dell'informazione è citato in maniera generica.

Per tutto il resto, vi consigliamo questa guida.

Sperando di essere stati utili, vi ringraziamo per l'attenzione.

Oltre alle redazioni di U VELTO e MAHALLA hanno collaborato: Ivana Kerecki (Sesto San Giovanni - MI), Angela Tropea (Catania), Alberto Maria Melis (Cagliari) ed Ernesto Rossi (Trezzano sul Naviglio - MI)

 
Di Sucar Drom (del 31/07/2011 @ 09:43:49, in blog, visitato 1336 volte)

USA, all'asta i diari di Joseph Mengele: l'angelo della morte
La casa d'asta statunitense Alexander Autographs, rimetterà in vendita il 21 luglio i diari di Joseph Mengele, ufficiale delle SS e medico nazista che operò ad Auschwitz-Birkenau nel Zigeuner Familienlager, dove erano...

Il racconto di Alma Azović dopo l'incontro con Papa Benedetto XVI
Il racconto di Alma Azović, (mediatrice culturale rom a Torino) sull'udienza concessa a sinti e rom da Papa Benedetto XVI, domenica 11 giugno 2011 in occasione del 150esimo anniversario della nascita del beato Ceferino Gimenez Malla (1861-1936), catechista kalè di origine spagnola, mar...

Reggio Calabria, un successo lo spettacolo "Nomadi per decreto"
Il 17 luglio scorso l'Associazione Culturale Multietnica "Terra senza confine" in collaborazione con la Cooperativa ROM 1995 ha presentato lo spettacolo "Nomadi per decreto" che fa parte del progetto "ImmigrArte"...

Brat (fratello), cantieri per un'opera rom
Cantieri Teatrali Koreja e Centar Za Kulturu di Smederevo (Serbia) hanno prodotto e stanno portando in giro in Italia lo spettacolo "Brat (fratello), cantieri per un'opera rom" che ha vinto il Premio Internazionale Teatro dell'Inclusione 2010, dedicato a Teresa...

Roma, Minorities Stereotypes on Media
I risultati del monitoraggio sulla rappresentazione delle minoranze sui mezzi di informazione italiani. Il 58,6% dei casi riguarda gli immigrati, poi vengono gay, lesbiche, transessuali, che ottengono un'attenzione 'significativa" pari al 13,8% dei casi, le minoranze etno-cu...

Roma, il Comune non tutela i rom sgomberati ma tutela gli animali
Nei giorni scorsi don Franco De Donno, da anni responsabile della Caritas di Ostia, denunciava pubblicamente lo sgombero senza alternative abitative dei rom, oggi leggo che la Giunta capitolina ha stabilito che per gli animali (cani e gatti) dei rom sgomberati sarà predisposto un sistema di a...

Il sogno di Ciprian
Si chiamava Marian Danila, ma per tutti era Ciprian, ed aveva solo 13 anni. Ciprian aveva un amore che lo aspettava in Italia, a Pesaro. Ciprian aveva un sogno, sempre lo stesso, quello che da sempre accompagna intere generazioni di migrant...

Massa Carrara, "Homo migrans" prima nazionale
Lunedì 25 luglio 2011 all'Anfiteatro di Luni (Massa Carrara) si terrà la prima nazionale di HOMO MIGRANS, racconto teatrale e musicale di Marco Rovelli. Regia di Renato Sarti (assistente alla regia Marco Di S...

Sinti e Rom descritti dal Parlamento italiano
Una nuova sezione di approfondimento è stata inserita nella parte destra di U Velto. La nuova sezione ha come titolo: "Parlamento italiano, XVI legislatura" ed offre tutto il materiale che le due Camere legislative it...

Vicenza, il Pastore Davide Casadio: «Non chiamateci nomadi, non vogliamo i campi ma micro aree per famiglie»
Prende posizione la Comunità sinta dopo le polemiche per il presunto "campo" che doveva nascere in Gogna. Un terreno sequestrato dalla polizia locale, una massicciata, la posa di tubazioni e di condotte per l'allacciamento idrico, un contatore elettrico comparso in un fondo agricolo...

 

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


29/01/2020 @ 05:16:10
script eseguito in 63 ms

 

Immagine
 Ricordi, idee, speranze, progetti...... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1400 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< gennaio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gm...
27/01/2020 @ 16:13:20
Di Monica
Testimonianza su come metto fine alle mie preoccup...
23/01/2020 @ 18:28:29
Di MR PENDELIS
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source