Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Blog INDIPENDENTE di informazione e divulgazione

-

\\ Mahalla : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 07/05/2010 @ 09:00:11, in Italia, visitato 1386 volte)

Segnalazione di Franco Marchi ed Eleonora Casula

La Repubblica.it IL CASO Polemica per il modulo da compilare sulla Roma Tiburtina-Avezzano. I ferrovieri scrivono alla Carfagna Ma Trenitalia dichiara: quella carta mai usata di ELEONORA CAPELLI

ROMA - Segnalare e contare "eventuali passeggeri di etnia rom" che salgono e scendono dal treno alla fermata di Salone, tra Roma Tiburtina e Avezzano. La "selezione" è affidata a controllori e capotreni alle prese con un modulo prestampato di Trenitalia, secondo l'azienda però mai in pratica utilizzato, che non menziona passeggeri senza biglietto o molesti, ma semplicemente gli appartenenti all'etnia rom.
Un asterisco tra voci burocratiche, proprio sopra la casella "annotazioni", che ha scatenato la denuncia dei ferrovieri del sindacato autonomo Fast Ferrovie, che conta 3mila iscritti soprattutto tra i macchinisti. Con un piccolo giallo: Ferrovie dello Stato sostiene che il modulo non è mai stato impiegato, ma evidentemente ha circolato abbastanza per provocare la reazione di capotreni e addetti, scandalizzati dalla prospettiva di dover compilare quelle caselle.

Con una lettera indirizzata al ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna chiedono di correggere il modulo "dall'evidente intento discriminatorio". "La richiesta ai capotreni di indicare viaggiatori di etnia rom, meramente in quanto tali e senza alcun'altra motivazione, non può avere altra lettura che la discriminazione - scrive al ministro il segretario di Fast, Piero Serbassi - Noi crediamo che tutto ciò non possa essere tollerato. Per questo siamo a chiederle un intervento". Intervento che però, secondo Ferrovie dello Stato non è necessario, perché il modulo non è stato poi "attivato". "E comunque tutto quello che facciamo è per la sicurezza dei viaggiatori - spiegano dall'azienda - la fermata di Salone è nei pressi di un enorme campo nomadi, è stata chiusa nel 2002 per ragioni di sicurezza e riaperta solo dal primo aprile. La questione è molto seria, in passato ci sono state minacce ai viaggiatori, nessuno voleva più prendere il treno in quella stazione. La riapertura è stata concessa solo a patto di controlli molto rigidi sulla sicurezza, con tanto di telecamere. La questione di quell'area è nota a tutte le amministrazioni".

Gli addetti si pongono però anche problemi pratici. "Come fa il personale a stabilire che il cliente in questione sia inequivocabilmente di etnia rom? - chiede Serbassi nella lettera - il viaggiatore di etnia rom va segnalato anche se regolarmente in possesso di biglietto?". La questione finisce su un blog di ferrovieri che citano Bertolt Brecht: "Vennero a prendere gli zingari, e fui contento perché rubacchiavano. Quando presero me non c'era rimasto nessuno a protestare".

(06 maggio 2010)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 06/05/2010 @ 09:56:40, in blog, visitato 1719 volte)

Prignano sulla Secchia (MO), luogo della memoria (cronaca fotografica)
Giacomo "Gnugo" De Barre, sopravvissuto, leader sinti, l'inizio del convegno, L'incontro tra il Senatore Mercenaro e Vladimiro "Cavallini" Torre, la sala del convegno, la musica sinta, la musica sinta guidata dal Pastore Lanco...

Milano, l'Inter multietnica sconfigge il Barcellona e la Lega Nord
Luci a San Siro. Stavolta non solo per Milito, Eto'o, Messi e Ibrahimovic, ma anche per un gruppo di bambini Rom e di varie altre etnie a cui l'Inter e Mastercard, sponsor della Champions, hanno dato la possibilità di sfilare con gli idoli di tanti bambini italiani. Una decisione quella di Moratti e dell'Uefa che la L...

Messina, i Rom presentano ricorso al Tar contro lo sgombero
Le associazioni si mobilitano con un appello di solidarietà ed"esprimono perplessità sulle scelte adottate dagli enti pubblici" e chiedono "la convocazione urgente del tavolo annunciato in sede di Consulta del Volontariato, da parte dell'assessore Caroniti", ovvero uno spazio di confronto che "dovrebbe...

Milano, gli sgomberi sono 71 e non si fermano...
Una cinquantina di vigili urbani hanno eseguito l’ennesimo sgombero, il settantesimo dall’inizio dell’anno. Questa volta è si è svolto un doppio sgombero in un'area demaniale in via Vittorini, nella zona sud di Milano. I Vigili urbani hanno allontanato oltre 200 Sinti spagnoli in sosta con 50 roulotte e...

Alba (CN), picchia la figlia perchè si è fidanzata con un ragazzo sinto
Un operaio 40enne originario di Asti, ma da tempo abitante ad Alba, non accettava che la figlia quindicenne si fosse fidanzata con un ragazzo appartenente alla minoranza dei Sinti italiani, per questo l’aveva pedinata e l’aveva aggredita verbalmente tra i bus in sost...

Palermo, protesta razzista contro i Rom
Ieri, in questo post, abbiamo pubblicato un comunicato stampa del Partito di Rifondazione Comunista, sulla vicenda di una casa confiscata alla mafia e assegnata dal Comune di Palermo ad una famiglia Rom, non voluta dai vicini. Un commentatore, Piero Fullone, ha scritto: “Poi ci lamentiamo che vince la lega… Be al nord non sareb...

Albania, la Regione Molise finanzia un asilo per bambini rom
Incontro a Lezhe e partenza per l'Italia. Per il Governatore del Molise Iorio (in foto) e la delegazione regionale in visita in Albania da tre giorni, ieri pomeriggio si è concluso il viaggio oltre l'Adriatico dopo l'ultima visita in programma. Accolto dal sindaco Viktor Tushaj, Iorio ha incontrato il presidente e i consiglieri comunali. Presente a...

Roma, il film "Sotto il Celio Azzurro" esce nelle sale
Cinquanta bambini di 25 Paesi che crescono insieme nel cuore di Roma. È la scuola dell'infanzia "Celio Azzurro" (salita San Gregorio, 3), nata vent'anni fa, nel giugno '90, "quando l'immigrazione non era neppure sentita come un problema", spiega uno dei fondatori, e oggi direttore, Massimo Guidotti. Ad avviarlo la Caritas e la Provincia, che quasi s...

Roma, la Provincia ha formato quindici mediatori culturali
“L'unico modo di concepire la sicurezza per le nostre comunità è investire nell'integrazione”, partendo da questa considerazione, l'assessore provinciale al Lavoro, Massimiliano Smeriglio (in foto), ha spiegato il progetto 'Percorso di formazione ed orientamento per l'inclusione socio-lavorativa', un corso di formazio...

Via Rubattino n. zero, vite in sospeso: cronache da uno sgombero nella città di Milano
Sarà inaugurata a Milano la mostra “Via Rubattino n. zero, vite in sospeso: cronache da uno sgombero nella città di Milano”. L’evento è il 10 maggio, alle ore 15.30, presso l’Università degli stud...

Ciao Charly, una pioggia di fiori per salutare un leader sinto
Ora riposa nella cappella di famiglia al cimitero di Rivalta, Luciano Truzzi, da tutti conosciuto come «il Charly». Riposa e veglia sulla sua comunità sinti del campo di Roncina dopo l'intensa giornata di lacrime, abbracci e applausi che ieri lo ha accomp...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/05/2010 @ 09:18:46, in Regole, visitato 1665 volte)

Proposta interessante, se significasse un riconoscimento e miglioramento degli insediamenti spontanei (ad esempio, basterebbe la raccolta della spazzatura da parte della nettezza urbana, che ora non viene effettuata). Purtroppo, secondo le indiscrezioni (il sito della Padania è offline da tempo) la soluzione proposta mi sembra che non impegni i comuni alla bonifica, ma ripete il vecchio errore degli sgomberi che, esperienza insegna, spostano solo il problema a poca distanza

La Lega dichiara guerra ai "campi discarica", con una proposta di legge a firma di Massimo Polledri ed Enrica Rivolta.

Presentata il 30 aprile 2008, la proposta di legge viene rilanciata con uno 'strillo' in prima pagina della Padania e chiede che siano previsti "precisi parametri igienico-sanitari" per tutti gli "accampamenti'.

Sottolineando l'intenzione di intervenire su uno dei maggiori "allarmi sociali" del nostro Paese, i due leghisti osservano che "non esiste attualmente una normativa a livello nazionale sulle popolazioni nomadi e sui problemi nascenti dagli insediamenti, talora temporanei, talora stabili, di queste popolazioni prevalentemente di etnia rom, tradizionalmente dedite al nomadismo".

La proposta di legge intende quindi "vincolare le regioni alla fissazione di precisi parametri igienico-sanitari cui devono conformarsi le aree di sosta attrezzate per i nomadi, affidando ai comuni, anche per il tramite dei competenti servizi delle aziende sanitarie locali, il compito di verificare il puntuale rispetto di tali requisiti. Al fine di rendere effettiva l'osservanza degli standard igienico-sanitari così previsti – viene aggiunto – si dispone espressamente la misura dello sgombero immediato dei campi nomadi che risultino non conformi ai requisiti imposti".

In tal modo, scrivono Polledri e Rivolta, "si ritiene di rispondere concretamente alle esigenze più volte segnalate dalle popolazioni residenti in numerose aree urbane in cui troppo spesso si registrano situazioni di degrado e allarme sociale dovute alle precarie condizioni igieniche e sanitarie in cui versano, purtroppo, molti dei campi nomadi ivi presenti".

Articolo Permalink Commenti Oppure (2)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/05/2010 @ 16:28:36, in Kumpanija, visitato 1692 volte)

Segnalazione di Rosi Mangiacavallo

Repubblica.it Palermo - Il via all'alba con canti, balli e la tradizionale mangiata dell'agnello. "Per una volta anche questo spazio sembrerà migliore". Si celebra il passaggio all'estate: "Speriamo vengano tanti palermitani. Vogliamo far conoscere le nostre tradizioni e contrastare così i pregiudizi"
di CLAUDIA BRUNETTO

Si sveglieranno all'alba. Accenderanno fuochi davanti a ogni baracca. Raccoglieranno fiori e ramoscelli verdi. E tutti indosseranno abiti nuovi. Soprattutto i bambini. Domani, nel giorno della festa Herdelezi, la più importante per il popolo rom, il campo alle porte della Favorita sarà una fiera di musiche e danze e di cibi tradizionali fino a tarda sera.
Un'occasione per la comunità che vive in città da oltre venti anni di aprirsi alla città e di fare conoscere il cuore di una tradizione molto antica. "È un po' come la Pasqua cristiana - dice Alì, uno dei rappresentanti del campo - Si cuoce l'agnello all'aperto su grandi spiedi oppure in forno. E si mangia tutti insieme. La carne si accompagna a una focaccia. Al vino e alla birra. Non si inizia a mangiare se non c'è almeno un ospite attorno alla tavola. E noi speriamo di averne tanti di ospiti, altrimenti non è festa. Dopo il pranzo si canta e si balla per ore. Fino a che non si è stanchi".

Lo spirito è quello della condivisione di un momento di gioia, ma anche di puro divertimento. "Purtroppo - continua Alì - anche se viviamo a Palermo da anni siamo ancora vittime di banali pregiudizi e di luoghi comuni. Cerchiamo di affrancarci da questo stile di vita che ci obbliga a vivere di stenti reclusi al campo nomadi. Ma quando cerchiamo di alzare la testa sembra sempre che cerchino di bloccarci. Come la storia della casa assegnata a una famiglia rom. Molti di noi sono in regola. Anche per noi la casa è un diritto".
La festa comincia intorno alle due del mattino. Le quaranta baracche del campo saranno adornate con nastri e fiori. E gli oltre cento bambini, tutti con un paio di scarpe nuove ai piedi, gireranno il campo per mangiare dolci da amici e parenti. Così il giorno di Herdelezi, celebrazione in onore di San Giorgio che segna per il popolo rom il passaggio dalla primavera all'estate, unisce sia musulmani che gli ortodossi. Anche la moschea del campo sarà aperta per chi volesse dedicare un momento alla preghiera. "Cuciniamo fin dal giorno prima - dice Jeneni - L'agnello soprattutto. Lo prepariamo direttamente al campo e lo mangiamo tutti insieme. Questa festa è molto antica.

I nostri antenati la celebravano e noi la trasmettiamo ai nostri figli di generazione in generazione. È l'unico appuntamento fisso che abbiamo ogni anno. E anche se attorno a noi abbiamo cumuli di immondizia, manca l'acqua e spesso non sappiamo come andare avanti, non rinunciamo a questo giorno. Speriamo che i palermitani ci vengano a trovare. Molti hanno paura di entrare al campo. Ma noi invece siamo ospitali, ci piace condividere. È la nostra natura".
Le donne indosseranno il loro abito migliore, con monili lucenti e stole colorate. "Ci faremo belle - continua Jeneni - E vedremo il passaggio dalla notte al giorno. Per una volta anche questo spazio sembrerà migliore di quello che è in realtà".

(05 maggio 2010)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/05/2010 @ 09:35:21, in casa, visitato 1427 volte)

Da Roma_Daily_News

Cohre.org Famiglia rom della comunità di Bourgas e quel che rimane della loro casa, Bulgaria (PHOTO: EOA, September)

23/04/2010 - Il Centro per i Diritti Abitativi e gli Sgomberi (COHRE) con il suo partner, l'Associazione per le Pari Opportunità (EOA), organizzazione bulgara per i diritti umani, hanno sottoposto questa settimana un rapporto al Consiglio ONU per i Diritti Umani, in cui si denuncia che da decenni i Rom in Bulgaria sono sottoposti a discriminazione razziale nel campo degli alloggi.

Il rapporto anticipa la rassegna del Consiglio per i Diritti Umani sulla situazione in Bulgaria riguardo al processo "Rassegna Periodica Universale".

La RPU è la più importante rassegna di dati sui diritti umani del Consiglio dei 47 stati membri.

"La situazione generale per i residenti rom in Bulgaria è illustrativa di decenni di discriminazione razziale, incluso il campo d'alloggio," dice Gotzon Onandia-Zarrabe, direttore legale del COHRE.

"Molti Rom risiedono in alloggi inadeguati sovrappopolati, senza accesso all'acqua, all'elettricità e alle fognature; molto lontani dagli standard internazionali che definiscono una dimora adeguata."

Nel 2009 sono cresciuti gli sgomberi minacciati ed attuati delle comunità romanì.

Nel loro rapporto [...] COHERE e EOA osservano come la mancata applicazione della legge esistente ha contribuito a questa crescita delle violazioni dei diritti d'alloggio in Bulgaria. Per esempio, mentre la Protezione contro gli Atti Discriminatori è in vigore dal 1 gennaio 2004, non è stata adeguatamente applicata nel contesto delle pratiche discriminatorie statali e delle autorità municipali, o dei ministeri e delle agenzie federali.

"I recenti sgomberi forzati nella città di Bourgas sono emblematici della cresciuta minaccia che pende sulle comunità romanì di tutto il paese," dice Gotzon Onandia-Zarrabe.

L'8 settembre 2009, le autorità comunali di Bourgas hanno sgomberato a forza 27 Rom della comunità di Gorno Ezerova e demolito le loro case. Le demolizioni sono avvenute con l'assistenza della polizia locale. I residenti sono stati allontanati dalle loro case ed alcuni di loro malmenati dalla polizia. Sono stati obbligati a lasciare la maggior parte dei beni di loro proprietà, mobili inclusi, quando le loro case sono state demolite. Le famiglie, compresi bambini ed anziani, sono state lasciate senza casa. Quanti sono rimasti attualmente rischiano uno sgombero forzato, senza che siano stati consultati o che sia stato loro offerto un indennizzo o una sistemazione alternativa.

La comunità di Gorno Ezerova esiste da oltre 50 anni. Durante questo periodo, è stata riconosciuta dalle pubbliche autorità. Questo riconoscimento includeva la fornitura di servizi postali individuali, come pure servizi pubblici, come l'acqua, le fognature e l'elettricità.

La comunità di Meden Rudnik, pure di Bourgas, ha sofferto un simile destino il 25 settembre 2009 e la comunità di Barite a Sofia è ora sotto minaccia di sgombero forzato.

I membri di comunità come  Gorno Ezerovo vivono in insediamenti informali dovuti in larga parte al modello persistente di discriminazione razziale contro i Rom nell'accesso alla casa. Questa discriminazione include la mancanza di accesso all'istruzione e alle opportunità d'impiego necessarie per affrontare gli affitti ai prezzi di mercato.

"Secondo le leggi internazionali sui diritti umani, sottoscritte dalla Bulgaria, gli sgomberi possono essere giustificati sono in circostanze eccezionali e dopo che tutte le alternative praticabili siano state esplorate, e con una significativa consultazione con i diretti interessati," dice Gotzon Onandia-Zarrabe.

"In ogni caso, gli sgomberi non possono avvenire in maniera discriminatoria o se rendono senza casa gli sgomberati."

COHRE chiede al governo bulgaro di indire una moratoria  su tutti gli sgomberi di massa, fintanto che non si arrivi ad un quadro legale adeguato per assicurare che non avvengano sgomberi arbitrari e contro la legge o altri sgomberi forzati e che il governo agisca in accordo con le leggi internazionali.

Inoltre l'organizzazione chiede al governo di assicurare che tutti i residenti, inclusi quelli di discendenza rom, ottengano un grado sufficiente di sicurezza di proprietà ( la sicurezza che venga riconosciuta il diritto della persona alla propria terra) che garantisca protezione legale contro sgomberi forzati, molestie e altre minacce.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/05/2010 @ 09:10:48, in musica e parole, visitato 1498 volte)

Dopo aver organizzato con successo due concerti di solidarietà per l’Aquila in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese Alexian Santino Spinelli torna a mettere a disposizione dell’Aquila la sua musica.

Giovedì 6 maggio in Piazza Duomo all'Aquila a partire dalle ore 20,00 Alexian sarà in concerto subito dopo la fiaccolata che partirà dalla villa comunale alle h. 18,30 per dirigersi presso la casa dello studente e poi in piazza. Con questo evento si commemorerà la memoria dei ragazzi morti nel sisma del sei aprile 2009.

Alexian Santino Spinelli suonerà con l’Alexian ta le Chavè group composto da - Alexian Santino Spinelli (Fisarmonica e voce), Gennaro Spinelli (violino e percussioni), Evedise Spinelli (arpa), Giulia Spinelli (violoncello e voce recitante) al quale si uniranno Antonio e Liviana Ranieri alle chitarre.

L'appuntamento su Facebook

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/05/2010 @ 09:53:47, in Italia, visitato 1449 volte)

Segnalazione di Marco Brazzoduro

Popica.org

Questa mattina a Metropoliz, lo spazio meticcio di via Prestina, in seguito alla segnalazione di alcuni operai dell’Acea che denunciavano un furto di corrente elettrica da parte degli abitanti, sono arrivate 7 volanti dei carabinieri.

I militari sono entrati nella parte dello stabile abitata dalla comunità di Rom rumeni e, dopo aver identificato tutti gli uomini presenti, hanno proceduto alla perquisizione degli alloggi.

Nonostante l’operazione si sia risolta in un niente di fatto, tra minacce e esibizioni di armi 7 uomini sono stati fermati e fotosegnalati al comando dei carabinieri del Torrino, prima di essere tratti in stato di arresto per furto di corrente elettrica e condotti presso il carcere di Regina Coeli.

Alle donne e ai bambini che in lacrime e spaventati tentavano di impedire che venissero portati via i loro uomini non sono state date spiegazioni. Si è inoltre rivelato vano il tentativo di appellarsi alle istituzioni, la Prefettura in primo luogo, per chiedere la tutela dei diritti di queste cittadine e cittadini.

Denunciamo il comportamento delle forze dell'ordine che hanno costretto i bambini ad assistere a scene di violenza totalmente immotivata, dall’estrazione di armi da fuoco all’irruzione nelle proprie abitazioni, con palese violazione dei diritti dell'infanzia riconosciuti da convenzioni internazionali che l'Italia ha ratificato da quasi vent'anni.

Ci opponiamo, inoltre, a questa concezione della legalità a senso unico, per cui si procede impeccabilmente a difendere diritti di aziende e privati mentre si continuano a violare i diritti sanciti dalla Costituzione italiana, in primo luogo quello alla casa e alla salute, in una città messa in ginocchio dall'emergenza abitativa.

Denunciamo, infine, il pesante clima di razzismo istituzionale e la continua persecuzione perpetrata a danno di cittadini appartenenti, peraltro, all’Unione Europea: il provvedimento di arresto risulta infatti ingiustificato perché, per prassi, analoghe vicende si risolvono con una denuncia a piede libero.

BLOCCHI PRECARI METROPOLITANI
POPICA ONLUS

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/05/2010 @ 09:52:38, in conflitti, visitato 1786 volte)

Segnalazione di Vojislav Stojanovic (leggere anche QUI)

Giornale di Sicilia.it Attico ai Rom, coppia di Palermo: "La casa è nostra"

Silvana Restucci e Salvatore Spinoli vivono in una tenda nel fango a Villaggio Ruffini: "Siamo dei siciliani trattati peggio degli zingari"

PALERMO. "La casa spetta a noi, che abitiamo da anni in una tenda nel fango a Villaggio Ruffini, siamo dei siciliani trattati peggio degli zingari". Lo dicono Silvana Restucci e Salvatore Spinoli, una coppia che è accorsa in via Bonanno per protestare contro l'assegnazione dell'attico, da parte del Comune, a una famiglia di Rom. "Il comune pensa agli zingari - continuano - e si dimentica di noi che viviamo peggio degli animali, accampati in una tenda e costretti a fare i nostri bisogni nei recipienti. I Rom continuino a stare per strada, noi veniamo prima di loro". "Adesso scoppia una guerra tra poveri - concludono - perché non gli permetteremo di entrare in casa". Da parte dei commercianti c'é perplessità. "Per Valeria Amari, impiegata in un negozio di fiori di via Bonanno, in linea di principio tutti hanno diritto ad una casa e quindi anche i Rom. E' indubbio, però, che vi sia un po' di paura, perché temiamo furti e rapine. Del resto, di cosa vivono loro?". Per il cassiere di un discount vicino, invece, "non c'é nessuna differenza, perché a volte i palermitani sono più delinquenti degli stranieri".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 03/05/2010 @ 22:39:38, in Kumpanija, visitato 1433 volte)

venerdì 7 maggio dalle 19.30 a mezzanotte
FORMA MOODS Open Restaurant & Bar - piazza Tito Lucrezio Caro 1 prenotazioni 345-5535.823 ristorante@formafoto.it

Un appuntamento mensile per far vivere le forme espressive della cultura romanì a Milano

Sul terrazzo:
Buffet tzigano
Musica romanì
Spettacolo di ballo
tutto compreso 10 euro

Nel salone:
Banchi di prodotti tipici
Sartoria, borse, vestiti

promosso da Opera Nomadi e Cooperativa sociale Romano Drom in collaborazione con Consorzio SIR e Cooperativa sociale Arca di Noe

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 03/05/2010 @ 09:38:15, in scuola, visitato 1369 volte)

Segnalazione di Ernesto Rossi

domenica 9 maggio 2010 dalle 11.00 alle 19.00
piazza Leonardo da Vinci, Milano

il Comitato di zona 3 per una Scuola di Qualità invita:
ore 11: la gara di biglie
mostra fotografica scuole Pini e Feltre (Rubattino)
ore 12.30/14: cibi e sapori dal mondo
ore 14: musica, teatro, interventi - Orchestra di via Padova, Muzikanti di Balval, Blue Cacao, Brincadera, Contrabbanda, Rosa dei Venti, Rhapsodija Trio, Cabaret Migrante e altri
video e laboratori
informazioni su tagli agli organici, bilanci e mense, tutto sulla scuola

promuove: Comitato di zona 3 per una Scuola di Qualità

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


25/05/2022 @ 08:56:37
script eseguito in 60 ms

 

Immagine
 Dale Farm: The Big Weekend... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 4456 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoE-mail: giovannidinatale1954@gmail.comOf...
28/12/2021 @ 11:20:35
Di giovannidinatale
Hi we are all time best when it come to Binary Opt...
27/11/2021 @ 12:21:23
Di Clear Hinton
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2022 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source