Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Desideri, disperazioni e voglia di normalità dalla periferia più periferica.

-

\\ Mahalla : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 02/09/2008 @ 15:17:26, in Italia, visitato 1472 volte)

Ricevo da Maria Grazia Dicati

Comunicato dell'associazione EveryOne sull'attentato incendiario che è costato la vita a due giovani fidanzati a Legnaro (PD). Il razzismo fomentato da politiche securitarie di diversi sindaci sceriffi del Veneto (bypartisan come amano definirsi) sta creando un clima avvelenato e pericoloso che bene serve a mascherare i veri problemi della Regione nonché gli intrighi affaristici che stanno depredando le casse pubbliche e che sui giornali locali trovano molto meno attenzione rispetto ad appelli xenofobi.

LEGNARO (PADOVA)/GIOVANI GIOSTRAI UCCISI IN INCENDIO. GRUPPO EVERYONE: "NON E' REGOLAMENTO DI CONTI, INQUIRENTI INDAGHINO SU ATTENTATO RAZZISTA"

A Legnaro, in provincia di Padova, si è scatenato stanotte l'ennesimo incendio contro i "nomadi". Un rogo, di origine dolosa, secondo quanto riportano alcune agenzie e secondo le prime ipotesi del Sindaco della cittadina, ha distrutto il capannone e la giostra che apparteneva ad alcuni Sinti. Purtroppo il rogo ha ucciso in modo atroce due giovanissimi fidanzati, entrambi giostrai e Sinti: lui aveva 19 anni, lei 18.

Il Gruppo EveryOne e altre associazioni che tutelano i diritti dei Rom e dei Sinti hanno più volte lanciato l'allarme-razzismo nel Padovano, dove l'intolleranza raggiunge punte gravissime, fomentata da politici razzisti e irresponsabili. Il sindaco di Legnaro, Giovanni Bettini, ha addossato pubblicamente la responsabilità della tragedia a "un regolamento di conti tra famiglie di nomadi giostrai, per motivi sconosciuti", escludendo "nel modo più assoluto che si tratti di un'aggressione a sfondo razzista. Qui la città non c'entra nulla".

"Riteniamo che ci siano tutte le basi per vagliare attentamente l'ipotesi di un attentato a sfondo razzista, indirizzando le indagini in tal senso" dichiarano invece i leader del Gruppo EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau. "E' assurdo pensare che i Sinti, giostrai o meno, regolino i propri diverbi con un efferato omicidio, che nelle loro comunità è considerato come il reato più grave in assoluto, per il quale i responsabili sarebbero immediatamente messi al bando. Inoltre," proseguono gli attivisti "anche secondo i nostri volontari Rom, che conoscono la comunità Sinti padovana e i giostrai della zona, non è assolutamente ipotizzabile un regolamento di conti che sfoci in un reato simile, visto che la comunità di giostrai è costituita da famiglie imparentate tra loro e molto unite. E' noto inoltre a tutti" proseguono Malini, Pegoraro e Picciau "come nella zona della provincia di Padova, negli ultimi mesi e soprattutto d'agosto, quando l'Italia era in vacanza, si siano intensificati episodi di odio razziale ai danni di comunità Rom e Sinti stanziate localmente. Non ultima, la scritta su un muro ‘Brucia il rom' lasciata lo scorso 30 agosto da un gruppo razzista locale nel territorio di Vigodarzere, un comune limitrofo del padovano, dopo aver incendiato una baracca sull'argine del Brenta. Invitiamo gli Inquirenti" concludono i rappresentanti di EveryOne "a non sottovalutare queste ipotesi, come purtroppo è avvenuto in altri comuni italiani, e a indirizzare le indagini verso gruppi di estrema destra locali, che agiscono efferatamente senza paura di ritorsioni, confortati dalle posizioni spesso intolleranti e xenofobe delle istituzioni locali".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 02/09/2008 @ 11:33:40, in blog, visitato 1388 volte)

Freising (Germania), i giovani Rom e Sinti nella Chiesa e nella società
I giovani “zingari” e il loro ruolo nella Chiesa e nella società saranno al centro del VI Congresso Mondiale della Pastorale per gli Zingari, promosso dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti in collaborazione con la Conferenza Episcopale Tedesca. Sul programma si legge questa nota:...

Venezia, Rita Zanutel interviene dopo l'incontro in Prefettura
L’assessore provinciale alle politiche sociali, Rita Zanutel (in foto a destra), interviene dopo l’incontro in Prefettura a Venezia di alcuni giorni fa. «Di fronte ai problemi, spesso complessi - dice- come amministratori pubblici ab...

Venezia, Radames Gabrielli: "noi Sinti e Rom vogliamo essere soggetti attivi"
Pubblichiamo di seguito l’intervento tenuto il 30 agosto da Radames Gabrielli (in foto, il secondo da sinistra) alla Festa di Liberazione. Buona sera, sono Radames Gabrielli, sono un Sinto italiano, appartenente al...

Reggio Emilia, il battesimo per il riscatto sociale dei Sinti
Il battesimo come rituale di iniziazione. Simbolo della conversione alla chiesa evangelica che, per gli italiani di etnia Sinti, rappresenta anche una conversione sociale. Ieri mattina, al “campo nomadi” di via Antonio da Genova, sono state Tracy e Jasmine a ricev...

Veneto, la Regione vuole la deportazione di massa di Rom e Sinti?
Il consigliere regionale del Partito Democratico del Veneto, Igino Michieletto ha presentato un'interrogazione a risposta immediata per sapere se la Giunta veneta...

Card. Martino, i Sinti e i Rom sono vittime di discriminazione e d’indifferenza
“Di fronte alle situazioni di discriminazione e d’indifferenza” di cui sono vittime i Sinti e i Rom, “la Chiesa non può restare indifferente”. È questo il monito affidato oggi alla Radio Vaticana dal ca...

La Giornata Europea della Cultura Ebraica
La Giornata Europea della Cultura Ebraica, giunta quest’anno alla nona edizione, è ormai divenuta una piacevole consuetudine della prima domenica di settembre. La sfida dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane di aprire nello stesso giorno le porte delle sinagoghe, dei musei, dei siti ebraici, ha incontrato il crescente int...

Legnaro (PD), morti carbonizzati due giovani
Dramma a Legnaro, nel padovano: questa notte un incendio, forse di origine dolosa, ha distrutto un capannone della fiera cittadina. All'interno si erano appartati due giovani fidanzati che sono morti carbonizzati. I due ragazzi, entrambi sinti giostrai, erano ...

Consiglio d’Europa, i Sinti e i Rom devono essere inseriti nei processi decisionali politici
«Le popolazioni sinte e rom sono gravemente sottorappresentate negli Enti locali, nelle assemblee nazionali e nelle amministrazioni di governo in tutta l’Europa. Si tratta di una grave lacuna nelle nos...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 02/09/2008 @ 09:02:01, in casa, visitato 2076 volte)

Domenica scorsa Tom Welschen mi ha scritto un'appassionata lettera a favore della comunità turca di Sulukule minacciata di sgombero. Mi dice di aver "dedicato una grande parte della giornata alla produzione alcuni files sulla situazione nel quartiere" e di sentirsi "un'altra volta impotente e triste, ma facendo questo almeno mi do l'impressione di essere un po' utile e solidale..."

Vi linko il video girato in italiano:

Sulukule - le autorità stanno distruggendo il quartiere dei Rom

Descrizione: succedono delle cose terribili ad Istanbul...le autorità turche hanno mandate delle macchine distruttive nel quartiere Rom...staccano il corrente per almeno 8 giorni....dobbiamo fare qualcosa per salvare Sulukule (Turchia) e tutelare la Comunità Rrom più antica del mondo. (continua)

Per vedere gli altri lavori (in inglese): questo è il link ( appariranno gli 82 video... scegliere l'opzione "più recenti" e vedrete i 4 su Sulukele)


Sempre sul quartiere, le ultime novità da Roma_Daily_News

Today's Zaman Il taglio della corrente elettrica a Sulukule scatena l'ira degli abitanti

Un annuncio del comune di Fatih ad Istanbul che l'elettricità verrà tagliata nel quartiere di Sulukule per otto giorni a causa del prossimo progetto di demolizione dell'area ha scatenato le ire dei residenti nel quartiere.

Giovedì le squadre municipali hanno iniziato a demolire parti del quartiere, abitato soprattutto da Rom, come parte del progetto di rinnovamento dell'area. Gli edifici allineati sulle vie Neslişah e Hatice Sultan sono stati i primi ad essere demoliti. Il comune ha annunciato che il quartiere sarà lasciato senza elettricità per i prossimi otto giorni causa il progetto di demolizione, cosa che ha scatenato una forte reazione tra i residenti.

I residenti dicono che essere lasciati senza elettricità per oltre una settimana creerà una situazione in cui non potranno svolgere le attività basiche quotidiane, notando che ciò è particolarmente problematico perché si sta avvicinando il Ramadan. Dicono: "Non siamo contro le demolizioni nel nostro quartiere. Ma non è normale che l'elettricità venga interrotta per otto giorni mentre si avvicina il Ramadan. Abbiamo preparato molto cibo per il Ramadan. Verrà sprecato se non avremo l'elettricità per i frigoriferi."

Altri residenti hanno espresso il timore che il quartiere sarà bersaglio dei ladri se sarà lasciato senza elettricità. "Come possiamo sentirci sicuri la notte se non abbiamo l'elettricità? Gli scassinatori minacceranno le nostre vite in questo periodo," dicono.

Il progetto di demolizione dell'area continuerà nei prossimi giorni. La Municipalità Metropolitana di Istanbul ha progettato di costruire a Sulukule 620 case nuove, un hotel e un centro culturale e di intrattenimento. Il progetto di rinnovamento del quartiere e di rilocazione dei suoi abitanti ha sollevato l'indignazione dei residenti e dell'UNESCO. Istanbul è attualmente nella Lista dei Patrimoni Mondiali dell'UNESCO e ci si aspetta che prenda le necessarie misure per la protezione dei suoi siti storici, uno dei quali è il quartiere di Sulukule.

30.08.2008 News
BAYRAM EMİR

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 01/09/2008 @ 09:19:32, in Europa, visitato 1681 volte)

Da La voix de Rrom

Grazie al film "Il tempo dei gitani" del regista serbo Emir Kusturica, il pubblico il pubblico ha avuto una descrizione di ciò che furono negli anni '70 e '80 le reti mafiose che sfruttavano i bambini rrom nella Yugoslavia di allora. Si prenderanno in considerazione le immagini di questi campi di roulottes in Italia, dove erano tenuti da adulti abietti i figli forzati a mendicare, a volte lontani dalla loro famiglia. Quel tempo è passato, ma il film è sempre là per ricordarcelo. E là anche per mostrarci come dei ragazzi che non avevano mai visto una roulotte ci vivevano per la prima volta. Cominciò un secondo episodio all'inizio degli anni '90, quando dei Rrom rumeni vennero in Francia accompagnati da "passatori" che li misero nelle roulottes. Ancora là, hanno dovuto adattarsi a questo habitat - se così possiamo chiamare le roulottes rovinate e senza ruote dove erano stati relegati dai loro passatori - ma non è durato. Una volta liberati dai loro debiti verso i passatori, hanno costruito piccole baracche con materiale di recupero ed hanno provato sempre a sopravvivere ai margini delle grandi città francesi, lavorando in nero, recuperando ferraglia e vendendo fiori o giornali...

Dal 2002, la Romania e la Bulgaria hanno firmato accordi con i paesi Schengen, permettendo a tutti i possessori di passaporti di questi paesi di circolare liberamente e senza obbligo di visto nello spazio Schengen per una durata inferiore ai tre mesi. Cinque anni più tardi, questi paesi si sono uniti all'Unione Europea ed i controlli alle frontiere sono stati soppressi. Si arriva quindi da Sofia o da Bucarest a Parigi come se si venisse da Marsiglia, portando solo la carta d'identità con sé.

Disgrazia!

E' precisamente il periodo dove l'azione governativa si misura con le cifre. Evidentemente, la regola è più severa in materia d'immigrazione che su quella dell'impiego o del potere d'acquisto. Nell'agosto 2007, poco dopo aver assunto le sue funzioni ministeriali, M. Hortefeux ha preparato il terreno dicendo che la realizzazione dell'obiettivo quantificato in materia di espulsione di stranieri sarà difficile da raggiungere causa l'ingresso della Romania e della Bulgaria nell'Unione Europea, rappresentando i cittadini di questi due paesi circa un terzo degli espulsi nel 2006. Enorme! Vorrebbe dire che 8.000 Rumeni e Bulgari sono stati espulsi nel 2006, pur sapendo che in virtù degli accordi internazionali avessero il diritto di ritornare, come effettivamente hanno fatto. E tra questi 8.000, sono quasi tutti Rrom. Un semplice calcolo del costo di queste misure porta alla cifra ben rotonda di 80 milioni di euro. Quanti alloggi sociali si sarebbero potuti costruire con questi soldi gettati negli abissi della demagogia? Detto questo, M. Hortefeux non abbassa la guardia. Continuerà ad espellere i Rrom rumeni e bulgari, anche se cittadini europei. Nel 2007, rappresentarono circa 3.000 espulsi, sistematicamente tornati in Francia ed altri 30 milioni di euro. Come fare per espellere dei cittadini europei?

E' tutta una questione di transizione. Per quanto europei che siano, i Rumeni ed i Bulgari hanno uno statuto ibrido che assomiglia molto di più al regime di stranieri extracomunitari che a quello di comunitari. La Francia si è ben premurata di limitare i diritti di questi nuovi europei, particolarmente riguardo al diritto del lavoro, da cui indirettamente dipende anche il diritto di soggiorno. Ed ecco come si gioca per raggiungere le cifre di espulsione, con gente che si espelle anche più volte l'anno.

E per prendere comunque un aspetto di innovatore, ogni tanto, prima dell'espulsione, si raccolgono un certo numero di famiglie nel mucchio, che si pretende di "aiutarle ad integrarsi". E si inventano così "i villaggi di inserimento", queste specie di centri chiusi e sorvegliati; si osa chiamarli così! Questi MOUS (controllo d'opera urbana e sociale) di cui non si vede bene il carattere urbano o sociale: i siti sono sorvegliati 24h/24 e l'accesso è proibito a tutte le persone esterne, senza previa autorizzazione speciale. Quelli "accompagnati socialmente" che vi vivono non hanno l'autorizzazione a lavorare dalla prefettura, che è tuttavia destinataria dei progetti. Le buone idee dei Rrom che ci vivono, compreso in materia di imprenditorialità, sono soffocate dalla mancanza di "titoli di soggiorno". Il mantenimento di questi che vengono presentati come "scelti per fortuna" in una situazione di pressione costante, dove anche i corsi di formazione sono considerati come costrizioni, il prezzo da pagare per restare nei prefabbricati dei "villaggi d'inserimento", è una bomba a scoppio ritardato. Non ci si integra più dei propri fratelli o cugini che vanno da una baraccopoli all'altra rischiando le espulsioni. Non si sa dunque ciò che queste iniziative daranno tra qualche anno, ma nel frattempo, si sa che "bengalo" in rromani vuol dire diabolico.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 01/09/2008 @ 00:00:02, in Italia, visitato 1786 volte)

Da Circolo Pasolini Pavia

Associazione Sinti italiani di Pavia
Si è costituita in questi giorni a Pavia l'Associazione dei Sinti italiani di Pavia. Questo è il comunicato inviato alle associazioni cittadine. E' già in programma un'iniziativa presso il campo di Piazzale Bramante il 12 settembre alle ore 21. Il Circolo Pasolini dà il benvenuto alla nuova associazione rendendosi come sempre disponibile alla collaborazione per raggiungere gli scopi di convivenza pacifica e civile, rispetto e reciprocità. (Irene Campari)

Alle associazioni
ai partiti
ai gruppi sociali e culturali
ai cittadini della Pavia antirazzista e democratica

Pavia, 28 agosto 2008

OGGETTO: COSTITUZIONE DELL’ASSOCIAZIONE SINTI ITALIANI DI PAVIA
E INVITO AD UNA SERATA PUBBLICA DI DIBATTITO E DI INCONTRO CULTURALE

In data 20 agosto 2008, su iniziativa delle comunità sinte pavesi residenti in Via Bramante e in P.le Europa, si è costituita nella nostra città l’Associazione Sinti Italiani di Pavia.

L’associazione, prima del genere sul nostro territorio, si propone da statuto di “organizzare attività per il riconoscimento della cultura e della tradizione del popolo sinto e per il suo riconoscimento quale minoranza etnico-linguistica”. A tale scopo l’associazione agirà attraverso momenti di formazione, iniziative culturali ed artistiche, azioni di sensibilizzazione pubblica, ma anche interventi volti a valorizzare le competenze professionali e il sapere tradizionale dei suoi aderenti, a partire dal recupero del ferro e dalla sua lavorazione artigianale.

L’associazione vede la luce, come momento di organizzazione autonoma della presenza sinta a Pavia, in un periodo particolarmente critico per le nostre comunità, così come per quelle Rom, esposte più che mai, a livello nazionale come locale, al rischio della discriminazione etnica e di una progressiva quanto infondata criminalizzazione, nel nome di demagogiche e spesso antidemocratiche “politiche securitarie”.

A Pavia l’associazione intende rappresentare democraticamente la voce del popolo sinto, a partire dalla tutela dei suoi diritti di cittadinanza e dall’ottemperanza dei suoi doveri civici, con particolare riferimento alla collocazione sul territorio degli attuali e futuri insediamenti, stabili e temporanei, e alla loro ideazione e gestione. L’associazione desidera costituire una controparte dialettica per gli enti locali, a partire dal Comune, nella ricerca di una soluzione condivisa e partecipativa per la presenza degli insediamenti in questione, ma anche in riferimento alla progettazione di quegli interventi – in campo formativo, lavorativo, sociale, culturale – atti a favorire il migliore e più proficuo rapporto tra le comunità sinte e il resto della popolazione pavese.

Per continuare l’impegno comune, rinnovato insieme alle associazioni e alle realtà democratiche pavesi lo scorso luglio, in occasione della riuscita iniziativa pubblica presso il campo di p.le Europa, l’Associazione Sinti Italiani di Pavia chiede di aderire e di partecipare fattivamente alla riuscita dell’evento pubblico previsto al campo di Via Bramante per venerdì 12 settembre, con il seguente programma:

CON I SINTI E CON I ROM
COSTRUIAMO INSIEME UN PROGETTO PER PAVIA

VENERDI’ 12 SETTEMBRE 2008
CAMPO SINTI DI VIA BRAMANTE – BORGO TICINO

H.21: PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “OPERA GAGIA”
(2007), di A. Bocola e F. Scarpelli, sulla drammatica cacciata delle comunità zigane dal territorio del comune milanese di Opera

H.22: DIBATTITO PUBBLICO: “Sinti e Rom cittadini di Pavia? Progettiamo interventi condivisi, nel segno dell’accoglienza”
Presentazione dell’Associazione Sinti Italiani di Pavia e dibattito: sono stati invitati esperti, esponenti di associazioni di tutela delle minoranze zigane ed amministratori locali pavesi
Modera: Andrea Membretti (sociologo, Università di Pavia)

H. 23: MUSICA E BALLI ZIGANI

Durante la serata sarà presente un servizio bar, con specialità sinte (frittelle, torta nera, …). Verranno inoltre allestite una piccola mostra di pittura di artiste sinte e una bancarella dell’usato e dei prodotti artigianali in ferro.

Con l’augurio che la serata sia occasione di confronto produttivo e che veda un’ampia partecipazione della cittadinanza pavese, restiamo in attesa di un gentile riscontro via e-mail da parte delle associazioni e gruppi locali rispetto all’adesione all’iniziativa.

Con l’occasione porgiamo cordiali saluti
Il Presidente dell’Associazione Sinti Italiani di Pavia
Erasmo Formica

Per adesioni via e-mail: www.forem@yahoo.it

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


26/05/2022 @ 00:32:56
script eseguito in 55 ms

 

Immagine
 Il libro con le storie di via Idro... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2369 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoE-mail: giovannidinatale1954@gmail.comOf...
28/12/2021 @ 11:20:35
Di giovannidinatale
Hi we are all time best when it come to Binary Opt...
27/11/2021 @ 12:21:23
Di Clear Hinton
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2022 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source