Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Desideri, disperazioni e voglia di normalità dalla periferia più periferica.

-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 06/04/2006 @ 10:40:34, in conflitti, visitato 2546 volte)

Ustiben report: By Grattan Puxon

All'alba del Giorno della Nazione Rom, il Forum UK incontrerà il vice primo Ministro per dire che ormai la Bretagna è allineata al resto d'Europa nel trattamento riservato a Nomadi e Viaggianti. Ma se l'Unione Europa sembra voler mettere freno alla politica degli sgomberi, il nostro Governo lascia massima autonomia ai Comuni nel "ripulire dagli Zingari" i loro territori.

"Abbiamo impiegato un anno a Strasburgo nel tracciare le linee-guida," dice Cliff Codona, presidente del Forum. "Ma il lavoro svolto è stato ignorato nel nostro paese. Vogliamo la fine delle pulizie etniche e il raggiungimento dei primi risultati positivi."

Secondo Codona, quattro anni di incontri e colloqui con l'Ufficio di Presidenza dei Ministri non hanno portato alcun progresso. Dopo 40 anni di campagne per i diritti umani, i 350.000 Travellers e Romanichals in Bretagna si trovano di fronte a odio e razzismo senza precedenti.

Il messaggio inequivocabile per le famiglie le cui case sono state distrutte settimana scorsa dal comune di Basildon è "non tornerete". Una esplicita dichiarazione di volontà di pulizia etnica, secondo Richard Sheridan, membro della delegazione di Dale Farm, la più grande comunità di Viaggianti in UK.

Continua chiedendo il controllo delle ditte private che i comuni hanno impiegato per distruggere centinaia di abitazioni. Stanno infrangendo ogni regola di sicurezza e mettendo a rischio la vita di vecchi e bambini. Tra le compagnie che si sono distinte in questa poco onorevole classifica: Constant & Co, con sede a Bedford e specializzata in sgomberi anti-Rom; H.E.Services; e Terranova,una compagnia di macchinari edili a noleggio. Le loro azioni sono state filmate in numerose azioni recenti di sgombero.

"Di questo passo, potrebbe scapparci il morto, se il comune di Basildon non controllerà il comportamento di queste compagnie- Il Governo deve assumersi le sue responsabilità per il precipitare della crisi."

Kay Beard, rappresentante UK nell'European Roma and Travellers Forum, dice che l'Ufficio di Presidenza non ha incluso nelle sue linee guida alcun accenno alle regole su sicurezza e sanità. Nel contempo, quando i nomadi richiedono l'applicazione dei permessi di sosta, se li vedono regolarmente negare dal razzismo delle autorità.

"E' gente che aveva messo insieme i soldi per comperarsi un piccolo pezzo di terra, dove non essere sgomberata di continuo", prosegue. "L'unico crimine che hanno commesso è di provare a bastare a se stessi".

Per terminare, chiede che sia favorito lo scambio di terreni quando i permessi di sosta vengano negati.


E' ANCORA POSSIBILE FIRMARE LA PETIZIONE LANCIATA DAL COMITATO per DALE FARM & INTERNACIONAL ALLIANCE OF INHABITANTS:


Infine, per chi è in GB questo fine settimana:

The Petition will be presented during RED WHEELS AGAINST RACISM

A Festival for "8 April", celebrated by Romanies and Travellers around the globe as Roma Nation Day and promoted by the UK Gypsies, Travellers and Roma Forum


LAINDON COMMUNITY CENTRE
Aston Road, Laindon, Essex
close to Laindon railway station and the A127

Starts 2.30 pm on Saturday, 8 April

main feature

A TRAVELLER IN PROGRESS
A play by Michael Collins, depicting his own childhood and the forty years of the Travellers' campaigning for civil rights, from the stand at Cherry Orchard Camp, in Dublin,
to today's siege of Dale Farm....

Also ATCH, a short film by Jake Bowers

>>>cut out this ticket and present on entry (print more if needed):

RED WHEELS FESTIVAL


A TRAVELLER IN PROGRESS
By Michael Collins


Laindon Community Centre - Saturday 8 April 2.30

Complimentary Ticket

Admit One


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/04/2006 @ 10:29:51, in media, visitato 1545 volte)

Mi son ripromesso di non eccedere più nel bere (almeno sino al 10 aprile), dopo aver letto quanto segue.

Viaggio tra i segreti del popolo rom (di Redazione)

Non chiamateli zingari, il loro nome è «rom». Popoli nomadi finiti qui al centro dell'Europa dopo secoli di peregrinazioni, ingiustamente discriminati per anni per via della pelle scura, degli abiti stravaganti, di una lingua incomprensibile e di mille pregiudizi che li fanno ritenere ladri ed ubriaconi per colpa di una piccola minoranza che davvero lo è.

> Dunque, il Giornale è da ottobre scorso che quasi ogni giorno da notizie sulle "malefatte degli zingari". Intervista comitati e consiglieri di zona per pagine e pagine, e ora cosa scopre in una decina di righe?

Dopo essere stati deportati e sterminati al 90% durante la seconda guerra mondiale, dopo essere stati nel 1999 letteralmente murati con la costruzione di un muro in un'area della Boemia settentrionale, poi abbattuto per le pressioni dell'Unione Europea, oggi i Rom continuano ad integrarsi con difficoltà, a vivere nelle periferie delle città della Repubblica Ceca

> Sbaglio o sono diffusi anche fuori dal Centro Europa? Per dire, le loro condizioni in Italia non mi sembrano così incoraggianti...

in catapecchie scoraggianti, senza alleati e protettori, mantenendo alte le tradizioni della loro etnia, con la libertà ottenuta da qualche tempo in qua di poter usare la loro lingua e di formare movimenti politici.

> Lo so che l'ho gia chiesto, ma dov'è la notizia? E' lo stesso Giornale che pubblica notizie infondate e poi si rifiuta di aggiungere le smentite?


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/04/2006 @ 09:54:20, in musica e parole, visitato 1838 volte)
[ICN-News 03/04/06]

Aprile con le “riviste giovani” dell’Editrice Elledici
Dimensioni Nuove e “Il popolo che segue il Sole”
Mondo Erre e le “Curiosità spaziali”

Rivoli (Torino), aprile 2006 - «Lavoro da due anni in una cooperativa di pulizie. Forse la gente non lo sa, ma non tutti i rom amano stendere la mano per chiedere l’elemosina»: firmato Adriana Murtic, 23 anni. «Sono un rom di 32 anni, a 16 ho finito la scuola media. Alcuni compagni mi trattavano come un cane rognoso. Ma Claudio, un ragazzo gagé, cioè non zingaro, un giorno mi invitò al suo compleanno: da quel giorno la scuola mi è sembrata più bella. Oggi ho cinque figli che mando regolarmente a scuola»: firmato Marco Sulejmanovic.

Ancora una volta la rivista Dimensioni Nuove riesce a raccontare storie “diverse” e “altre”. Il mensile della Elledici sul mondo giovanile, infatti, esce ad aprile con un dossier-inchiesta dedicato ai due popoli zingari, cioè i Rom e i Sinti. Curato da Carla Osella, presidente dell’Associazione Zingari Oggi, il dossier racconta la vita del “Popolo che segue il Sole” tra cronaca, storia, cultura e reportage, ma anche attraverso le testimonianze in prima persona di tre giovani rom e un’analisi dell’ambiguo razzismo all’“italiana”.

Ne emerge, senza agiografie zuccherose, il ritratto di un popolo impegnato in un difficile cammino sulle strade della modernità. Oggi la maggior parte dei 100-120.000 Rom e Sinti che vivono in Italia risiedono, non più “nomadi”, in circa 180 aree di sosta autorizzate. Ma moltissime famiglie hanno ormai hanno lasciato da tempo i campi-favelas, accettando una casa popolare o comprando terreni dove vivere in piccoli gruppi.

Sempre nel numero di aprile un'altra rivista della Elledici, il vulcanico Mondo Erre diretto da Valerio Bocci, racconta ai ragazzi decine di “Curiosità spaziali” in un inserto curato da Piero Bianucci, responsabile del settimanale Tuttoscienze del quotidiano La Stampa. Cinque le parti che compongono questo dossier: “Il cielo sopra di noi”, “Il sole e le altre stelle”, “Guarda che luna!”, “A spasso per la Via Lattea”, “E il tempo va”.

Bianucci svela i segreti delle “luci polari” e dei “neutrini fantasma”, ma riconosce con fair play che «nessuno sa che cosa sia il tempo». Ci informa che se non esistesse sorella Luna «l’asse terrestre subirebbe forti oscillazioni caotiche che altererebbero il clima, impedendo ogni forma di vita». Racconta la storia dei 400 “alberi lunari”. E nel paragrafo “Lezioni di democrazia” dimostra che «il cielo è uguale per tutti». Anche se è vero, come diceva il cancelliere tedesco Konrad Adenauer, che «viviamo tutti sotto lo stesso cielo, ma non tutti hanno lo stesso orizzonte».

I siti Internet delle due riviste: www.dimensioni.org e www.mondoerre.it

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne Elledici - Alessandro Mormile e Giovanni Godio
Telefono: 011.95.52.162 - 011.95.52.160 - 338.44.00.474 (cell. Mormile) - Fax: 011.95.74.048
E-mail: ufficiostampa@elledici.org

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 06/04/2006 @ 00:36:26, in Italia, visitato 1549 volte)
In questi giorni sono iniziate ad arrivare le adesioni dei singoli candidati alla lettera che abbiamo inviato a tutte le forze politiche impegnate nella campagna elettorale per le elezioni del 9 e 10 aprile 2006.

Siamo consapevoli del ritardo con cui è stata promossa l’iniziativa e sicuramente non siamo riusciti a raggiungere tutte le candidate e tutti i candidati ma pensiamo che questo sia un primo passo per offrire ai novantamila Sinti e Rom Italiani la possibilità per essere protagonisti nelle scelte del Paese.

Abbiamo ricevuto il sostegno di alcune forze politiche nazionali.

Il Partito di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea da alcuni anni si distingue per le iniziative a favore delle Minoranze Nazionali ed Europee Sinte e Rom, tra cui la disponibilità a candidare nelle realtà locali Sinti e Rom Italiani nelle elezioni amministrative.
Ricordiamo che alcuni giorni fa a Mantova c’è stato l’incontro tra Fausto Bertinotti, Segretario di Rifondazione Comunista e Yuri Del Bar, primo Sinto Italiano eletto in un Consiglio Comunale.
Inoltre, dobbiamo ringraziare Sergio Boccadutri della Segreteria Nazionale che ha personalmente favorito la nostra proposta.

Il Movimento per l’Autonomia con un intervento diretto dell’Onorevole Raffaele Lombardo ha aderito alla nostra iniziativa.

Di seguito l’elenco in ordine alfabetico, che giornalmente aggiorneremo, delle candidate e dei candidati che hanno aderito formalmente alla nostra iniziativa, impegnandosi a promuovere provvedimenti legislativi che facciano proprie le disposizioni della Raccomandazione n.1557/2002 del Consiglio d’Europa.


Daniela Alfonzi
Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
candidata al Senato della Repubblica nella Regione Piemonte

Matteo Gaddi
Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
candidato alla Camera dei Deputati nei collegi di Mantova, Cremona, Pavia e Lodi

Patrizia Sentinelli
Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
candidata alla Camera dei Deputati nei collegi Veneto 1 e Lazio 1

Livio Togni
Movimento per l’Autonomia – Ricominciamo dal Sud
candidato alla Camera dei Deputati nella Regione Molise

Ruggero Ruggeri
L'Ulivo (Margherita)
candidato alla Camera dei Deputati nei collegi di Mantova, Cremona, Pavia e Lodi


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/04/2006 @ 14:21:43, in Italia, visitato 1536 volte)
Apparso ieri su Indymedia. Ho chiesto all'autore il permesso di ripubblicarlo e possibilmente di tenerci aggiornati sul mistero dei Rom scomparsi. Rimango dell'opinione che la gente non è biodegradabile, e che da qualche parte debba rispuntare...


Censura sul ghetto ferroviario di roma nord

DOVE SONO FINITI GLI "ZINGARI" DELLA STAZIONE NUOVO SALARIO? Non sento più nulla riguardo alla faccenda degli 'zingari' che abitavano nei vagoni della stazione Nuovo Salario, soprattutto dopo lo sgombero avvenuto a fine agosto, se non erro...dove sono finiti i 400 e più individui che 'abitavano' in condizioni penose in quei vagoni merci? E dove finiscono i più di 100 minorenni che stavano con le loro 'famiglie' in quella disumana situazione?
Io sono andato a vedere nel giugno scorso, coi miei occhi, dopo un colloquio con Teresa Ellul del IV Municipio e un altro colloquio (telefonico) con Paolo Cento, che mi aveva anticipato il rischio dello sgombero.
Ho passeggiato, accompagnato da un ferroviere, tra i corridoi pieni di merda (nel senso letterale), immondizia a cielo aperto e batterie rubate, tra i vagoni aperti di cui vedevo solo materassi pieni di muffa buttati alla meno peggio, giovani muscolosi giocare a carte mentre aspettavano il 'turno' di ritorno degli altri, più tanti altri vagoni misteriosamente chiusi.
Casualmente ci sono capitato il giorno dopo la visita del prefetto Serra, prefetto di Roma (così mi hanno detto i ferrovieri) che ci è andato 'protetto' da due elicotteri, a quanto pare. Questo nel giugno 2005.
Il ferroviere che mi ha gentilmente fatto da 'guida' (altrimenti me la sarei rischiata da solo) mi ha raccontato come questi poveracci arrivassero con dei camion dalla Romania, con un cartello con su già scritto il numero del vagone loro assegnato (!!!), per poi finire a lavorare in nero in qualche cantiere e/o industria di altre zone della Capitale... A quanto pare tutte cose vere, documentate da un operatore filmaker indipendente (non ne faccio qui il nome), che ha avuto il pregio di vedere i suoi filmati trasmessi dalla TV di Stato, in Romania, per scoraggiare appunto l'emigrazione clandestina.
Poi, in piena estate, lo sgombero. E ora? Quei ragazzi, quei bambini? Sapevo, come sanno tutti i bravi educatori, che venivano lavati, puliti e vestiti prima di un qualche 'appuntamento' con misteriosi individui con belle Mercedes, dietro lauti compensi (alla famiglia).
Non sono favole, né film. Gira in questi giorni su Internet un grosso allegato con fotografie di un feto di bimba abbandonato per strada, in Cina, per i noti problemi demografici e di discriminazione verso le nate donne.
Grande è lo sdegno di chi l'ha ricevuto, da quello che ho potuto sentire in giro, ma dei vagoni di Nuovo Salario, nessuno sa più nulla?
Dello sgombero, che ottiene solo l'effetto di sparpagliare la microcriminalità e la disperazione, nessuno si informa presso il Municipio IV o il Comune di Roma?
Scusa la lunghezza, ma invito tutti i lettori di AmicoQua (e i cittadini del IV) a chiedere conto ai nostri dipendenti municipali che cosa è successo, e di dirlo chiaramente.
Inutile se no, che tra qualche settimana ci lamentiamo per i 'furti slavi' o le 'violenze degli immigrati' che sono terminologie mediatiche comode a nascondere solo atteggiamenti politici ancora da chiarire.
Francesco Melozzi , Educatore - Pedagogista

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/04/2006 @ 11:03:38, in Europa, visitato 1413 volte)

BUCAREST – L'etnia Rom è una delle più soggette a disagio nel campo della salute. nonostante l'ampia percezione secondo cui "i Rom sono tra le etnie più sane e col tasso anti-immunitario più alto".

Secondo le ricerche, l'aspettativa di vita tra la popolazione rom in Europa è di 10 anni inferiore alla media, i suoi componenti sono generalmente esposti ad inquinamento ambientale, malnutrizione e mancanza di vaccinazioni tra i bambini, dipendenza dalle droghe e dall'alcool, mancanza di educazione sessuale e quindi vulnerabilità alle malattie trasmissibili sessualmente.
Una delle cause principali della situazione è la difficoltà di accesso all'assistenza sanitaria.

In Romania, il sistema sanitario nazionale copre un'ampia fascia di popolazione, ma altre ne rimangono escluse. Principalmente, questo avviene in due forme:

  • esclusione formale di chi non abbia i requisiti legali (ad es. mancanza di documenti d'identità);
  • esclusione informale: chi ne ha il diritto non ne beneficia.

I Rom sono principalmente esclusi dal sistema per mancanza di documenti. Pesano anche cause generali, principalmente culturali ed etniche, che si sommano a stereotipi e pregiudizi nel far sì che la maggior parte dei Rom rimangano esclusi dal sistema.

I maggiori problemi tra Rom riguardo e operatori sanitari sono: la difficoltà nel procurarsi le medicine, i malfunzionamenti del database del sistema sanitario nazionale, mancanza di interesse verso i pazienti. Per migliorare le relazione tra le due parti è necessaria una mediazione.

A partire dal 1997, Romani CRISS (Center of Ethnic Roma for Social Intervention and Studies - Centrul Romilor pentru Interventie Sociala si Studii) ha iniziato un progetto per coinvolgere le altre associazioni rom, nel formare dei mediatori sanitari, che facilitino l'accesso all'assistenza sanitaria e funzionino da tramite da autorità, fornitori di servizi sanitari e componenti della comunità, in particolar modo donne e bambini.

All'inizio, dicono i rappresentanti rom di CRISS, i mediatori sanitari sono stati accettati con difficoltà dalla comunità. C'erano riserve e incomprensioni "sul ruolo del mediatore sanitario" e le donne erano riluttanti a parlare dei loro problemi di salute.

Nel 2001, i risultati positivi raggiunti hanno portato a riconoscere la professione di mediatore sanitario, inclusa nell'albo delle professioni di Romania.

Fonte: Romanian_Roma


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/04/2006 @ 10:52:32, in musica e parole, visitato 1487 volte)



Continua la partnership con Demo Rai. C'e' ancora tempo per partecipare al concorso, le iscrizioni sono aperte fino al 29 aprile.

Manca poco alla chiusura del bando di concorso di "Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty". Il 29 aprile sarà' infatti il termine ultimo per inviare il materiale e partecipare al concorso aperto a tutti i cantanti e band emergenti che hanno realizzato una canzone che sappia affrontare in modo efficace e originale i temi legati al messaggio di Amnesty International, contribuendo cosi' alle campagne per la promozione e la protezione dei diritti umani.

L'unione nata nel corso dello scorso anno fra Voci per la Libertà e Demo Rai si consolida con la nuova edizione del concorso. Fra tutti gli artisti/gruppi che si iscriveranno a "Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty", indicando come fonte Demo Rai, Michael Pergolani e Renato Marengo, i due notissimi "acchiappatalenti" di Radio 1, ne
selezioneranno due "oltre ai dieci scelti dai responsabili dell'Associazione Culturale Voci per la Libertà" che suoneranno alla IX edizione del festival, in programma dal 19 al 24 luglio 2006 a Villadose (RO).

I sei finalisti che verranno scelti durante il concorso da una giuria di addetti ai lavori, parteciperanno al cd compilation Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty 06 e al vincitore del premio "Una canzone per Amnesty" verra' anche realizzato il videoclip della canzone portata in concorso, che sara' inserito all'interno del cd compilation.

Il cd Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty 05, con i brani finalisti della scorsa edizione, e' uscito in allegato al numero di febbraio di Rockstar e da aprile sara' disponibile sul sito www.vociperlaliberta.it.

Continua anche la rassegna "Arte per la Libertà", che come per la scorsa edizione sara' divisa in tre sezioni: Fumetti per la Libertà, Scatti per la Libertà e Corti per la Libertà. Questa iniziativa nasce per far si' che il messaggio contenuto nella Dichiarazione universale dei diritti umani possa essere trasmesso anche da forme d'arte visive oltre che musicali.

Durante le rassegne, le opere degli artisti che si distingueranno meglio nelle proprie sezioni verranno segnalate e diffuse dall'Associazione Culturale Voci per la Libertà e dalla Sezione Italiana di Amnesty International.

Entrambi i bandi di concorso sono disponibili sul sito www.vociperlaliberta.it.
PER INFORMAZIONI: tel. 0425/405562 info@vociperlaliberta.it

Media Partner:

APPUNTI - DEMO RAI "DNAMUSIC" ECO RADIO " FREAKOUT " FREEQUENCY " L'ALTOPARLANTE " LA VOCE DI ROVIGO " MESCALINA " MUSICALNEWS " MUSICBOOM " RADIO BASE POPOLARE " RADIO EFFETTI COLLATERALI " RISUONO " ROCK SHOCK " ROCKSTAR " ROCKIT - ROCKSOUND " SENTIREASCOLTARE " TELESTENSE - VIAVAI

FINE DEL COMUNICATO
Roma, 3 aprile 2006


Per ulteriori informazioni, approfondimenti:
ASS. CULTURALE VOCI PER LA LIBERTA'
www.vociperlaliberta.it
Tel. 0425/405562 info@vociperlaliberta.it
Dir. artistico: Michele Lionello - 339/6322874
e-mail: mic.lio@libero.it
UFFICIO STAMPA VOCI PER LA LIBERTA'
Tirza Bonifazi Tognazzi - 333/3245868
e-mail: tb.tognazzi@fastwebnet.it
UFFICIO STAMPA AMNESTY INTERNATIONAL
Tel. 06/4490224 - 348/6974361
e-mail: press@amnesty.it

# Le comunicazioni effettuate per mezzo di Internet non sono affidabili e
# pertanto Amnesty International non si assume responsabilita' legale per i
# contenuti di questa mail e di eventuali allegati. L'attuale infrastruttura
# tecnologica non puo' garantire l'autenticita' del mittente ne' dei
# contenuti di questa mail. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, e'
# pregato di non utilizzare le informazioni in essa riportate e di non
# portarle a conoscenza di alcuno. Opinioni, conclusioni e altre
# informazioni contenute in questa mail rappresentano punti di vista
# personali e non, salvo quando espressamente indicato, quelli di Amnesty
# International.


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/04/2006 @ 10:00:27, in scuola, visitato 1676 volte)

Si è conclusa settimana scorsa una ricerca sui Rom in Serbia, di cui hanno dato notizia parecchi media internazionali.

30 marzo (UPI) - Oltre il 72% dei bambini rom di Serbia non hanno mai completato la scuola dell'obbligo e il 9% non gode di assistenza medica.

Questi i risultati della ricerca condotta su 630 famiglie rom a Belgrado e nelle quattro più grandi città della Serbia. La stessa ricerca mostra che circa il 20% dei minori non sono presenti nelle liste scolastiche [...]. La ricerca è stata organizzata da Save the Children e dal Centro Diritti per l'Infanzia, secondo quanto riferito dall'agenzia BETA.

Vesna Dejaniovic, del Centro Diritti per l'Infanzia, afferma che i bambini rom iniziano di solito gli studi all'età di 7 anni, e passano 4 bocciature prima di completare il ciclo dell'obbligo.

Le ragioni principali risiedono nello scarso livello scolare dei genitori e nelle condizioni di vita, la maggior parte [degli intervistati] risiede in baraccopoli, sgomberati continuamente da un posto all'altro.

Vesna Dejaniovic ha aggiunto che l'8% dei bambini soffre di gravi disturbi e non ha effettuato le vaccinazioni prescolari [...]

Da: Roma_ex_Yugoslavia


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 04/04/2006 @ 14:47:55, in Italia, visitato 1442 volte)
L’Ulivo risponde alla lettera aperta che abbiamo inviato a tutte le forze politiche impegnate nella campagna elettorale per le elezioni del 9 e 10 aprile 2006.

Dopo alcuni contatti con la sede nazionale dell’Ulivo, Romano Prodi ha confermato l’impegno preso con Yuri Del Bar, nell’incontro tenuto a Mantova il 15 aprile 2005, di considerare le problematiche vissute dai Sinti e dai Rom Italiani ed Europei, in particolar modo il mancato riconoscimento ai Sinti e ai Rom Italiani dello status di Minoranze Nazionali.

L’Ulivo, dopo aver inviato la nostra lettera a tutti i propri candidati, ci ha chiesto di essere ricontattato, ad elezioni avvenute, per portare in parlamento la Raccomandazione 1557/2002 del Consiglio d’Europa.

Naturalmente siamo strafelici.

I Consigli Direttivi
  • Istituto di Cultura Sinta
  • Associazione Sucar Drom
  • Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova
Ci impegnamo a informarvi se avremo contatti positivi con le altre forze politiche nazionali presenti a queste elezioni.
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/04/2006 @ 11:11:05, in sport, visitato 1643 volte)

SPORT

Adebowale Ogungbur, che ha giocato nella rappresentativa nigeriana agli All-Africa Games del 2003, e attulmente in forza alla squadra tedesca del Sachsen Leipzig, ha risposto col saluto nazista a un gruppo di holligans che lo stava insultando durante la partita contro l'Hallescher FC.

Per questo è stato denunciato come fomentatore di disordini razziali. Difatti l'uso del saluto a braccio alzato, in Germania è proibito per legge.

Secondo Andreas Schieweck, portavoce della sua squadra, il giocatore si è limitato a rispondere alle provocazioni dei tifosi. Siegfried Koch, per la polizia di Halle, ribatte che anche i tifosi dello Hallescher FC sono indagati con lo stesso capo d'accusa.

Al governatore della regione, Wolfgang Boehmer, è giunta anche la protesta di un gruppo di Rom e Sinti tedeschi, per gli insulti a cui il giocatore nigeriano è stato soggetto.

Story from BBC SPORT:
http://news.bbc.co.uk/go/pr/fr/-/sport2/hi/football/africa/4857080.stm

Published: 2006/03/29 11:59:03 GMT

BBC MMVI

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


17/09/2019 @ 03:43:02
script eseguito in 166 ms

 

Immagine
 1995 - redazione del bollettino per le scuole IL VENTO E IL CUORE... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2467 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoIo sono una persona che si offre di pres...
18/08/2019 @ 16:46:26
Di Stephano
BuongiornoQuesto messaggio è per gli individui, pe...
15/08/2019 @ 09:29:56
Di FRANCO
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source