Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Da maggio 2005 circa 6.000 post

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 17/08/2009 @ 18:50:40, in Italia, visitato 2280 volte)

Da Rom Sinti @ Politica

Una bruttissima storia di razzismo contro Cittadini Italiani di etnia Rom.

Alcune famiglie rom di Pescara, cittadini Italiani, decidono di fare una gita a Roma per portare i loro figli al parco acquatico. Arrivati al Parco vanno alla biglietteria per fare i biglietti, ma vengono rifiutati PERCHE' ZINGARI. Il gruppo rom decide di chiamare le forze dell'ordine per far rispettare un loro diritto.

I Carabinieri arrivano al Parco e preso atto dei fatti decidono subito di identificare tutti i rom presenti e chiedere le relative informazioni via radio. Dopo qualche ora di accertamenti NESSUNA ILLEGALITA' viene riscontrata. Ma questo non è sufficiente, quando sei zingaro.

I Carabinieri decidono di portare un rom al comando Carabinieri di Ponte Galeria a Roma per accertamenti, un modo per evitare al gruppo dei rom di entrare al Parco.

Incontreremo le famiglie rom nelle prossime ore a Pescara e avvieremo tutte le iniziative necessarie e democratiche.

Intervista Radio radicale Atto di razzismo contro Rom Abruzzesi (se la registrazione non partisse, in calce si può ascoltare il file in formato mp3)


Ndr Non è la prima volta che l'acquaparco Hydromania di Casal Lombroso è coinvolto in storie simili. Ne avevamo parlato QUI un anno fa.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 17/08/2009 @ 09:12:54, in conflitti, visitato 1366 volte)

Da Czech_Roma

Aktuálně.cz

Ostrava - Venerdì la polizia ha accusato quattro persone per l'assalto incendiario a Vítkov, che aveva seriamente ferito una famiglia rom l'aprile scorso.

"E' un momento storico nella lotta contro l'estremismo," ha detto venerdì mattina ai giornalisti Dalimil Sypták, portavoce della polizia.

Sypták ha aggiunto di non poter rivelare ulteriori dettagli, causa le indagini in corso.

Giovedì nella Moravia settentrionale la polizia aveva arrestato 12 persone - nove uomini e quattro donne, in connessione col brutale attacco incendiario.

Lo scorso 18 aprile un gruppo di sconosciuti aveva attaccato una casa in cui dormivano nove persone. Tre dei membri della famiglia erano stati seriamente feriti.

La più grave fu Natálka, una bambina di due anni che ha sofferto di bruciature sull'80% del corpo. Sino a questa settimana Natálka è stata tenuto in sonno indotto. Lo stato della sua salute sta migliorando sensibilmente, ma rimane ancora serio.

Non c'è abbastanza evidenza dei motivi razziali del crimine, ma quella notte  testimoni udirono gridare "Zingari, la vostra casa crollerà tra le fiamme!"

Galleria fotografica (didascalie in inglese)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 17/08/2009 @ 08:43:33, in Italia, visitato 1362 volte)

Indymedia Piemonte

Dopo lo scempio compiuto dalle forze dell'ordine, sotto mandato delle autorità territoriali (comuni di Milano e Pioltello) e governative (Prefettura) e la conseguente distruzione della storica occupazione dei rom (cascina Bareggiate era stata occupata dai reduci dello sgombero di via Adda, e resisteva dal giugno del 2004), la repressione si è abbattuta ulteriormente sulle famiglie sgomberate che, dopo aver trovato rifugio nel bosco attiguo alla cascina, si sono visti braccare dai carabinieri che hanno distrutto nuovamente il loro insediamento di fortuna, costringendoli ad un nuovo esodo e ad una condizione di precarietà senza precedenti.

Parallelamente Comune di Pioltello e associazioni caritatevoli hanno cercato di mostrare il volto buono dell'operazione, consentendo ad 8 famiglie di insediarsi in un mini-campo regolare (per sei mesi) costruito nelle immediate vicinanze e impedendo a tutti gli altri l'accesso non solo alle strutture ma persino all'acqua. Ieri si è svolta una prima conferenza stampa di denuncia dell'accaduto, delle discriminazioni subite e della pretestuosità dei cosiddetti progetti che, lungi dall'essere una soluzione per i rom, assomigliano molto ad un cavallo di Troja che, da sempre, accompagna sgomberi e deportazioni, dividendo la comunità e indebolendone le capacità di reazione e di difesa. E sono proprio questi i contenuti e le motivazioni che stanno alla base della decisione presa dai reduci di cascina Bareggiate che convocano un presidio sotto la Prefettura per martedì 18 agosto alle 17, e cercano così di rilanciare una lotta ormai storica dell'intera loro comunità a Milano. Visti i trascorsi ed il clima di intolleranza che grava sui rom, oltre che la necessità di opporsi al clima xenofobo e terroristico rafforzato dall'ultimo pacchetto sicurezza, facciamo appello a tutti gli antirazzisti affinchè garantiscano il loro sostegno alla mobilitazione


Uniamo il diavolo l'acquasanta, IlPadano.com spiega tutta l'inutilità di questo sgombero:

Pioltell - "I nomadi sono stati allontanati, ma di fatto non si conosce la loro destinazione. Presumibilmente in questo momento ci sono gruppi di sbandati che stanno andando a cercare una sistemazione nei Comuni vicini, e così di fatto non si è risolto il problema, ma lo si è solo spostato di qualche chilometro. Già ieri sera qualche rom si aggirava per il Parco cercando dove poter piazzare una tenda. E’ segno che non si sono del tutto allontanati dalla zona". Questo il commento di Marco Rondini, deputato della Lega Nord e segretario provinciale della Martesana, a proposito delle operazioni di smantellamento dell'insediamento abusivo di Cascina Bareggiate, sita nel territorio del Comune di Pioltello, confinante con quelli di Cernusco sul Naviglio, Segrate e Vimodrone, in provincia di Milano.

Il parlamentare del movimento di Umberto Bossi critica anche l’insediamento provvisorio autorizzato di alcune famiglie: "Non si conosce – sostiene - il criterio con cui sono state selezionate. In ogni caso, una volta autorizzata la sosta delle roulotte sarà estremamente complicato rimuoverle. Di fatto viene autorizzato un piccolo campo nomadi. Alla fine – aggiunge - il risultato è: un centinaio di sbandati in giro per la Martesana, l’ultima cascina rimasta nel Parco demolita, e un piccolo campo nomadi autorizzato. Se questo è un bilancio positivo…".

In merito interviene anche l’Assessore Provinciale ai Parchi e Agricoltura, Luca Agnelli, segretario della Lega Nord di Pioltello, che si dichiara preoccupato del destino del Parco delle Cascine: "Dopo la Vallotta e la Chioso, anche la Bareggiate è a terra. Ora che le cascine sono demolite – afferma - il rischio è che il Parco perda di significato e prendano piede le proposte di sviluppo urbanistico di cui si è già parlato in Consiglio comunale. Ci siamo già dichiarati contrari a simili progetti e continueremo sulla linea del no al cemento nel parco".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 16/08/2009 @ 12:03:33, in Italia, visitato 1392 volte)

 se non vedete il video QUI

Repubblica.it Tragedia nel capoluogo campano: la bimba, 6 giorni, era a 100 metri dal corpo della madre E in Calabria, a Praia a Mare, ragazzo ubriaco travolge e uccide una diciottenne
Napoli: rom morta, grave figlia neonata forse investite da un pirata della strada

NAPOLI - Una ragazza rom di 20 anni è morta e la sua bimba di appena sei giorni versa in gravi condizioni all'ospedale pediatrico Santobono dopo che entrambe sono state presumibilmente investite da un'auto pirata a Napoli. Il corpo senza vita della madre e la sua piccola, distante un centinaio di metri da lei, sono stati ritrovati questa mattina sulla Circonvallazione esterna del capoluogo campano, all'altezza del chilometro 1,2, nei pressi di un insediamento rom. La strada è a doppio senso di marcia con spartitraffico: oltre il guard rail c'era una carrozzina.

Le indagini condotte dalla polizia municipale di Napoli convergono al momento sull'ipotesi dell'auto pirata, ma la mancanza di tracce di sangue sull'asfalto così come l'assenza di elementi che riconducano al violento impatto fanno sì che gli investigatori lascino aperte altre ipotesi. Sul corpo della donna è stata disposta l'autopsia, per chiarire la causa e l'ora del decesso.

Momenti di tensione si sono registrati nella comunità rom di Secondigliano all'arrivo della polizia mortuaria, incaricata di trasportare il cadavere della giovane senza vita. Sono stati soprattutto i familiari della ragazza a inveire, manifestando la loro rabbia nei confronti degli agenti.

[...]

(cliccare sul logo per leggere il lancio dell'Ansa)

notizie e foto

AGGIORNAMENTO (nota in breve di Elisabetta Vivaldi in serbo/croato):

Svim Romima!
Molim vas recite molitvu za mladu majku, Romni 20 godishnjakinju koju je udarilo auto i podlegla je ranama. Takodjer njezino djete, samo sedmica dana staro je ozbiljno ozljedjeno i bori se za zivot. Romni je iz "Campo Vecchio of ...Scampia ( Napulj)". Ali je zivjela u novome kampu sa svojom obitelji i djecom. Oba kampa se mole i oplakuju Romni.
Pridruzite im se u molitvi i pomozite bebi molitvom.
Hvala*Nais Tuke

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 16/08/2009 @ 09:11:48, in Europa, visitato 1309 volte)

Da Roma_Daily_News

Mercoledì 12 agosto 2009

L'Europa orientale ha una significativa e crescente popolazione rom. Tensioni di lungo tempo tra i Rom e gli altri si sono intensificate sotto i colpi della crisi.

Molti Rom non si registrano nei censimenti perché tentano di nascondere la loro etnia, ed in alcuni paesi è illegale identificare i Rom nei documenti legali.

Hanno detto gli esperti locali che la mancanza di dati certi è un problema, rendendo difficile affrontare i problemi dalla disoccupazione all'istruzione ed i servizi sociali come pure il monitoraggio.

BULGARIA

  • I Rom formano il 4,7% della popolazione, o circa 370.000 persone, secondo il censimento 2001.
  • Sui stima che la proporzione sarà nel 2020 del 6,5-7,0 %, o 520.000-550.000 persone, ha detto Alexey Pamporov, sociologo dell'Accademia Bulgara delle Scienze.
  • Il tasso di disoccupazione tra i Rom nel 2004 era del 56,2%, cadendo al 48,3% nel 2007 (riflettendo tanto quelli che smettono di cercare lavoro che quelli che l'hanno trovato)
  • Di recente non vengono riportate violenze. L'ultimo caso è del 2007, quando circa 200 Rom devastarono un caffè ed attaccarono quattro persone perché sembravano skinhead, dopo che un Rom era stato picchiato da skinhead.
  • Il partito nazionalista Ataka ha raggiunto un 9% costante nelle ultime due elezioni, nel 2005 e nel 2009.

REPUBBLICA CECA

  • Il governo stima la popolazione rom attorno al 2% della popolazione, ma secondo alcune organizzazioni sarebbero oltre 450.000.
  • Una studio governativa stima una crescita della popolazione rom del 50%, 300.000 persone nel 2050.
  • Non esistono dati ufficiali sulla disoccupazione dei Rom (è illegale raccogliere questi dati).
  • Il governo ha speso 117 milioni di corone ($21.18 milioni) per creare lavoro per i Rom.
  • La popolazione Rom è forte nelle aree settentrionali del paese, dove ci sono stati violenti assalti almeno una volta anche con molotov.
  • Il Partito dei Lavoratori di estrema destra non ha ottenuto rappresentanza parlamentare ed i sondaggi mostrano che abbia scarse speranze di successo nelle prossime elezioni di ottobre.

UNGHERIA

  • Le ricerche mostrano che la popolazione rom è di circa 660.000 persone, il 6,6% della società.. Non sono disponibili dati ufficiali sul censimento, e molti Rom nascondono la loro identità.
  • Secondo l'Ufficio Centrale Statistiche KSH, la proporzione dei Rom potrebbe raggiungere l'8% nel 2020 e superare il 10% a metà secolo.
  • Gli studi mostrano che la disoccupazione rom è dal 1993 costantemente inferiore al 20%. Alcune aree, specialmente nel nord del paese, hanno quasi il 100% di popolazione rom, quasi totalmente disoccupata.
  • Negli ultimi18 mesi ci sono stati violenti scontri, inclusi attacchi con molotov, bombe a mano e fucili. Sono state uccise oltre a una mezza dozzina di persone.
  • Il partito Jobbik di estrema destra ha ottenuto sostanziali successi usando una dura retorica anti-Rom. Ha ottenuto il 15% dei voti alle elezioni di giugno del Parlamento Europeo e potrebbe ottenere 50 dei 386 seggi parlamentari nelle elezioni nazionali dell'anno prossimo.

ROMANIA

  • La popolazione rom sarebbe di 535.000 persone, secondo le stime governative ufficiali, ma i gruppi dei diritti civili ne contano 2,5 milioni, rendendola al più grande comunità rom in Europa.
  • Più delle altre nazionalità i Rom sono migrati altrove in Europa, cercando opportunità in Irlanda e in Italia, dove ci sono 500.000 cittadini rumeni.
  • Studi dell'UNPD (United Nations Program for Development ndr) del 2005, contano al 24% il tasso di disoccupazione dei Rom (definito tra chi cerca lavoro). La disoccupazione auto-percepita (inclusa la mancanza cronica di lavoro) è di circa l'80%, sempre secondo l'UNPD.
  • Sporadici e localizzati gli scontri violenti. A luglio, ci sono stati scontri in Transilvania tra abitanti di etnia ungherese e Rom locali, che hanno sparso paura che episodi simili a quelli ungheresi potessero ripetersi in Romania.

SLOVACCHIA

  • Secondo le stime del governo, la popolazione rom conta 380.000 persona, circa il 7% della società.
  • Dice il governo che circa il 44% dei Rom hanno meno di 14 anni, segno di un prossimo boom della popolazione. La maggior parte delle famiglie rom conta 10 o più membri.
  • Secondo il governo, meno del 10% dei Rom lavora regolarmente.
  • Non ci sono più stati violenti disordini della rivolta rom nella metà degli anni '90, e recentemente i partiti politici non hanno insistito sulle questioni rom.
  • Alcuni progetti per l'alloggio e programmi per il lavoro hanno facilitato le condizioni in alcune parti del paese.

(Reporting by Reuters bureaux, writing by Marton Dunai)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 15/08/2009 @ 13:39:00, in Italia, visitato 1635 volte)

Segnalazione di Tom Welschen sul caso di Pioltello

I 200 rom sgomberati si accampano di Zita Dazzi
Sgomberati dalla cascina Bareggiate non sanno più dove andare e campeggiano tra Vimodrone, Segrate e Pioltello

altre immagini (di Paolo Cagna Ninchi)

Campeggiano all’aperto, nei campi tra Vimodrone, Segrate e Pilotello come fossero turisti non troppo esigenti. Ma appena cambieranno le condizioni climatiche, i circa 200 rom rimasti senza tetto dopo lo sgombero della cascina Bareggiate, andranno ad occupare qualche altro stabile dismesso.

Nel frattempo, le associazioni che li sostengono, minacciano esposti al prefetto e al presidente della Repubblica Napolitano per denunciare quella che Djana Pavlovic, vicepresidente della Federazione Rom e Sinti insieme, non esita a definire «grave emergenza umanitaria». Ci sono infatti almeno 87 bambini, fra cui tre neonati, e due donne incinte, fra i nomadi romeni sgomberati dalla cascina, oggi demolita, dove negli anni passati si sono rifugiati molti degli zingari sgomberati a Milano.

Dettaglio che viene sottolineato con forza anche dal sindaco di Pioltello, Antonio Concas, che guida una giunta di centrosinistra e che punta il dito contro la giunta Moratti: «Io, con le piccole forze che può avere un Comune dell’hinterland ho chiesto i finanziamenti al commissario straordinario ai rom, il prefetto Lombardi, per dare una alternativa alla strada alle famiglie sgomberate che hanno i figli iscritti alle nostre scuole. Palazzo Marino non fa niente per quelli che vengono da Milano e che hanno ancora i figli iscritti nelle scuole cittadine, da via Ravenna a Crescenzago.

Anzi De Corato si permette di esortare nuovi sgomberi. Lo trovo scandaloso». Dopo lo sgombero infatti 8 famiglie rom, 49 persone in tutto, sono state infatti sistemate in roulotte in un campo comunale, e l’amministrazione, forte di uno stanziamento di 455mila euro, si è impegnata ad aiutarle a trovare casa e lavoro regolare, in cambio della firma del Patto di Legalità.

Anche don Massimo Mapelli, vice di don Colmegna alla Casa della Carità, sollecita altre amministrazioni comunali a farsi avanti per trovare alternative per le famiglie rom disposte a vivere nella legalità: «Pioltello ha fatto la sua parte, ora tocca agli altri».

Non è d’accordo l’assessore regionale Davide Boni: «La comunità rom che contesta lo sgombero di Pioltello prima di recriminare farebbe meglio a imparare a vivere secondo le leggi vigenti in questo Paese. Anche durante il mese d’agosto non si possa abbassare la guardia e lasciare che alcune situazioni restino senza controllo: gli sgomberi devono continuare infatti a ritmo serrato».
(15 agosto 2009)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 15/08/2009 @ 09:40:19, in Europa, visitato 949 volte)

Da Roma_Francais

Territorio Gens du voyage: una grande riunione annunciata a Fontaine par Céline Mazeau

[...] Secondo Christian Proust,  presidente del sindacato dell'Aeroparco di Fontaine (Territorio di Belfort) "le voci crescono da parecchi giorni" e ci sarebbero elementi precisi per confermarle: secondo le sue informazioni, tra le 500 e le 1.000 carovane potrebbero riunirsi questo fine settimana nei settori di Fontaine, Foussemagne e Reppe per una convention religiosa.  "Se dovesse succedere, si tratterebbe di un assembramento totalmente inatteso, non preparato ed organizzato in condizioni illegali".

Al momento, è previsto l'arrivo di un gruppo tra le 200 e le 250 carovane: una missione evangelica condotta da tre pastori rom ha riservato, nelle regole, l'area di Fontaine dal 17 al 30 agosto. A questo punto, ufficialmente, non ci sarebbero problemi: l'area è dimensionata per ricevere le 250 carovane attese.

"Abbiamo ricevuto i pastori in prefettura stamattina, spiega Rémi Darroux, direttore dell'ufficio del prefetto. Gli abbiamo chiesto di controllare l'afflusso per quanto possibile per non eccedere la capacità di accoglienza. Siamo stati chiari. Ci hanno risposto che l'area era molto grande e che tutti avrebbero potuto installarvisi".

Restano gli echi intesi qua e là, ed in particolare da parte di Bessoncourt dove la gens du voyage si è installata da giovedì scorso su terreni privati (...). Loro dicono, secondo Guy Mouilleseaux, sindaco del comune, che la riunione di Fontaine questo fine settimana potrebbe riguardare almeno 700 carovane. Thierry Baille amministratore tecnico del sindacato dell'Aeroparco, parla di molti gruppi già presenti nella regione che avrebbero previsto di convergere verso Fontaine: evoca un centinaio di gens du voyage arrivato a Montbéliard (...), 150 carovane a Strasburgo, un centinaio nel Nord e di altri che "secondo due fonti", arriverebbe dal Belgio, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Svizzera e dall'Italia.

Se ciò dovesse succedere, la superficie di grande passaggio di Fontaine non potrebbe accogliere altrettante persone e la gens du voyage, allora, si installerebbe nei dintorni, ed in particolare sul sito dell'Aeroparco. È ciò che preoccupa Christian Proust.

"Esemplare"

Il presidente del sindacato dell'Aeroparco dice di non volere "fare processi a priori", ma si ricorda dell'estate 2004, dell'arrivo di centinaia di carovane e dei problemi che ne erano seguiti.

Mette l'accento sulle sfide economiche: l'Aeroparco dice, conta 800 posti di lavoro, imprese che investono e "due dossier in corso": la costruzione di un edificio di 2000 m2 ed la ristrutturazione di un'impresa in un edificio di 4.000 m2.

Ai suoi occhi, la palla è ora chiaramente nel campo dei poteri pubblici: allo Stato, chiede, "di prendersi le sue responsabilità". La soluzione? Secondo lui consisterebbe nel indurre la gens du voyage a restare là dov'è attualmente.

"La questione deve essere gestita a livello interregionale. Dopo tutto, per i manifestazioni e le visite del presidente della repubblica, i pubblici poteri sono capaci di agire e prevenire. Se si attende che la gens du voyage converga verso Fontaine, non ci saranno che cattive soluzioni".

Difficile, tuttavia, andare contro la libertà di movimento, come sottolinea Rémi Darroux. Il direttore dell'ufficio del prefetto sottolinea d'altra parte che delle disposizioni sono state adottate: un'altra superficie di grande passaggio è stata contattata qualora fosse necessario ed è stata chiesta la sorveglianza alle forze di polizia.

Il dipartimento del Territorio di Belfort è "esemplare", sottolinea: oltre alla superficie d'accoglienza di Fontaine, molte piccole superfici sono state realizzate in questi ultimi anni.

Giustamente, risponde Christian Proust, consigliere il generale (MRC): "Il dipartimento ha fatto in modo di realizzare aree, conformemente alla legge, e non è in questione ritornare su questa politica. Ma se la gens du voyage sceglie oggi Fontaine, è forse perché c'è l'area di grande passaggio. E se lo Stato lascia fare, ciò vuole dire che qualsiasi dipartimento che realizza un dispositivo si mette una rivoltella sulla tempia".

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 14/08/2009 @ 09:15:04, in musica e parole, visitato 2097 volte)

Il 31 agosto Alexian Santino Spinelli si esibirà in concerto ad Ancona per presentare il nuovo cd

Lunedì 31 agosto a partire dalle ore 21.30 Alexian Group si esibirà in concerto ad Ancona, special guest Moni Ovadia presso il Cortile della Mole Vanvitelliana nell' ambito del Festival Internazionale "Adriatico Mediterraneo"

L'evento di 9 giorni - dal 29 agosto al 6 settembre- è organizzato dalla Omonima Associazione Adriatica Mediterraneo.

Il festival è qualcosa di più di una manifestazione artistica. E’ un incontro culturale che vede Ancona protagonista di questo importantissimo evento.

In occasione del concerto il gruppo presenterà in anteprima nazionale il nuovo Cd dal titolo “Me pase ko Murdevèle – Io ac-Canto a Dio” prodotto e distribuito a livello internazionale dalla Compagnia Nuove Indie. Il Cd contiene undici brani religiosi in cui si evidenzia la spiritualità delle diverse comunità Romanes che professano religioni diverse fra loro ma uniti dalla stessa cultura e dalla stessa filosofia di vita .

Il cd è presentato da Monsignor Carlo Ghidelli Arcivescovo di Lanciano-Ortona.

Il gruppo composto da Alexian Santino Spinelli (fisarmonica), Luciano Pannese (contrabasso), Andrea Castelfranato (chitarra), Gennaro Spinelli (percussioni) e Silvia Faugno (canto e ballo), da anni ricerca e valorizza la cultura musicale romaní. Il concerto non é altro che un percorso musicale e canoro (in lingua romaní) attraverso gli stili musicali romanès, per un viaggio ideale attraverso l'intimità della storia e della cultura Romanì interpretata in maniera assolutamente originale.

Il leader del Gruppo Alexian Santino Spinelli, fisarmonicista e cantautore conosciuto a livello internazionale per le sue numerosissime attività culturali, ha già pubblicato cinque Compact Disc distribuiti a livello internazionale.

Per maggiori informazioni
http://www.alexian.it
tel 392 3577386
email giuliadirocco@fastwebnet.it
facebook: http://www.facebook.com/srch.php?nm=eventi#/pages/Alexian-Santino-Spinelli-Group/113257922803?ref=ts

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 13/08/2009 @ 17:05:19, in Italia, visitato 2529 volte)

COMUNICATO STAMPA

Sgombero d’agosto, umanità mia non ti conosco: neonati e donne incinte in campeggio libero

Venerdì 14 agosto alle 12.30 conferenza stampa presso la cascina Bareggiate, comune di Pioltello

ll giorno 6 agosto è stata sgomberata e subito demolita la cascina Bareggiate nel comune di Pioltello al confine con l’Auchan di Vimodrone, nella quale vivevano da tempo numerose famiglie di rom rumeni. Oltre 200 persone di cui la metà minori sono stati mandati a dormire sui prati tranne una decina di famiglie i cui figli frequentano le locali scuole, delle quali si è dato cura il Comune di Pioltello. Non c’è stato invece nessun intervento a tutela degli altri minori, tra i quali si contano neonati di 1, 4, 8 mesi e due donne incinte.

La situazione di queste famiglie – circa 200 persone di cui la metà minori - costrette all’addiaccio senza nessuna alternativa è stata resa più drammatica dopo che stamane pattuglie di polizia locale e carabinieri le hanno fatte sloggiare dai loro ricoveri di fortuna.

Di fronte a una situazione di grave emergenza umanitaria la Federazione Rom e Sinti insieme e l’associazione Upre Roma insieme con i capifamiglia presentano un esposto al capo dello Stato perché in prima istanza ci sia un intervento immediato a tutela della vita di questi bambini e invitano i mezzi di informazione alla conferenza stampa che si tiene domani, venerdì 14 agosto alle 12.30 nel parcheggio dell’Auchan di Vimodrone.

Di seguito l’esposto.

Per informazioni:

  • Dijana Pavlovic tel. 339-7608728
  • Fabrizio Casavola tel. 347-7179602
  • Lucan Constantin tel. 320-0944772

Al Presidente della Repubblica on. Giorgio Napolitano Palazzo del Quirinale 00187 Roma

p. c.

Al prefetto di Milano  dott. Gian Valerio Lombardi  corso Monforte 31 20122 Milano - Al dottor Razvan Rusu Ambasciatore di Romania Via Nicolò Tartaglia, 36 00197 ROMA - Al dottor Vladimir Spidla Commissario UE per Occupazione e Affari Sociali - A European Roma Rights Center H-1386 Budapest 62 Hungary

Oggetto: esposto e ricorso avverso ordinanza del prefetto di Milano prot. N. 9 b1/200900261-Gab

Illustrissimo signor Presidente,

i sottoscritti cittadini europei e le sottoscritte associazioni – Federazione Rom e Sinti insieme, associazione Upre Roma - ritengono necessario portare a Sua conoscenza la grave situazione che si è determinata in provincia di Milano con lo sgombero coattivo di una comunità rom rumena composta da numerose famiglie con figli minori. Il prefetto di Milano in qualità di commissario per l’emergenza nomadi in Lombardia notificava il 3 agosto 2009 l’ordinanza commissariale n. 1 prot. n. 91 b1/200900261-Gab, con la quale intimava lo sgombero dell’area denominata “cascina Bareggiate” insistente nel comune di Pioltello, area nella quale da oltre cinque anni era presente una comunità di Rom rumeni, alla quale si erano aggiunti altri nuclei provenienti da successivi sgomberi operati dal Comune di Milano. Nell’ordinanza non era indicata nessuna data entro la quale l’area doveva essere liberata ma alla mattina del 6 agosto le forze dell’ordine del Comune di Pioltello, coordinate dal responsabile sicurezza del comune di Milano, provvedevano allo sgombero coattivo dell’area e alla immediata demolizione dello stabile della cascina Bareggiate.

Durante lo sgombero non veniva consentito a nessuna associazione di essere presente per verificare il rispetto dei termini previsti dalla comunità internazionale in caso di sgomberi coattivi, la tutela dei numerosi minori e neppure era consentito ai mezzi di informazione di documentare quanto avveniva con l’eccezione di una troupe della televisione di Stato.

Mentre il Comune di Pioltello si dava carico di un progetto per l’inserimento di una decina di famiglie i cui figli risultano frequentanti le scuole del Comune, per le restanti 51 famiglie (200 persone di cui 87 minori) non c’era nessun tipo di assistenza e soprattutto nessun intervento che garantisse ricovero e tutela per i minori. Lasciate senza nulla davanti ai ruderi della cascina queste famiglie sono costrette a vivere all’addiaccio nonostante la presenza di donne incinte e addirittura bambini ancora lattanti (da 1, a 4 a 8 mesi) con grave rischio per la loro salute e sicurezza.

Dopo essersi sistemate in ricoveri di fortuna sui terreni circostanti la cascina queste stesse famiglie sono state sgomberate nella giornata del 13 agosto anche da questi ripari provvisori. Gli effetti di tale sgombero violano, prima ancora che le norme e le modalità previste dalla Unione europea a proposito degli sgomberi delle comunità rom, qualunque naturale rispetto nei confronti di esseri umani, uomini, donne e bambini esposti ora a una situazione di totale precarietà alla quale si aggiunge il rischio ambientale dovuto alla demolizione di tetti in eternit contenenti amianto avvenuta senza preventive verifiche e bonifiche, cosa per la quale ci riserviamo specifica denuncia.

Lo sgombero avvenuto senza alcuna proposta alternativa e la totale assenza di un intervento di assistenza a tutela dei minori costringe le sottoscritte associazioni e i sottoscritti cittadini europei a

  • chiedere un intervento immediato per far fronte all’emergenza umanitaria che si è determinata tutelando i minori;
  • denunciare le modalità dello sgombero e conseguentemente fare ricorso contro il provvedimento emesso dal prefetto di Milano, per violazione di quanto previsto dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia delle Nazioni unite del 20 novembre 1989, ratificata dalla Repubblica italiana con legge n. 176 del 27 maggio 1991, segnatamente agli articoli 19, 24 (diritto all’assistenza), 26 (diritto alla sicurezza sociale), 27 (diritto allo sviluppo sociale), 28 e 29 (diritto all’educazione).

Con i sensi della nostra stima.

Allegati: elenco dei nuclei familiari interessati, con firma dei capifamiglia, documentazione fotografica

Milano, 13 agosto 2009

Per la Federazione Rom e Sinti insieme, con sede in via Domenico Grisolino n. 132, 00156 Roma
Presidente Radames Gabrieli
la vicepresidente Dijana Pavlovic. Tel. 3397608728 – e-mail: dijana.pavlovic@fastwebnet.it

Per l’associazione Upre Roma con sede in via Pietro Colletta 55, 20137 Milano - tel. 0245488070
Il presidente Paolo Cagna Ninchi. Tel. 3391170311 – e-mail: paolo.cagnaninchi@fastwebnet.it

Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 13/08/2009 @ 09:42:55, in media, visitato 1298 volte)

Segnalazione da Baxtalo's Blog

Tramite la pagina http://www.cuadernointercultural.com mi han fatto arrivare questo interessante cortometraggio che voglio condividere con voi.

Combattere i pregiudizi per arrivare a conseguire una convivenza tra culture basata nel rispetto e l'equità, è uno degli obiettivi dell'educazione interculturali. In questa occasione ci proponiamo un'unione per lavorare sopra i pregiudizi relazionati con la popolazione gitana. Il corto che linchiamo è stato presentato al  4º festival de cine gitano Tikinó dove è stato premiato.

Autora: Marie Quilly

Sceneggiatura: Toma Cero

Durata: 7:29

 (il video è in spagnolo, ma con pochissimo parlato ed è facilmente comprensibile. Vale la pena di essere visto 2 o 3 volte per non lasciarsi sfuggire qualche particolare. Per i lettori di Facebook, il link è QUESTO ndr)

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


17/09/2019 @ 03:44:39
script eseguito in 162 ms

 

Immagine
 Thomas Hammarberg in visita a Milano per verificare la situazione dei Rom... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2487 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoIo sono una persona che si offre di pres...
18/08/2019 @ 16:46:26
Di Stephano
BuongiornoQuesto messaggio è per gli individui, pe...
15/08/2019 @ 09:29:56
Di FRANCO
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source