Gli zingari rubano - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Conoscere non significa limitarsi ad accennare ai Rom e ai Sinti quando c'è di mezzo una disgrazia, ma accompagnarvi passo-passo alla scoperta della nostra cultura secolare. Senza nessuna indulgenza.

La redazione
-

\\ Mahalla : Articolo
Gli zingari rubano
Di Fabrizio (del 13/07/2010 @ 08:51:10, in Italia, visitato 3092 volte)

In alcuni casi è la sacrosanta verità. Però, anche un ladro ha una sua dignità, un suo onore. Sabato pomeriggio mi sono trovato con Jovica Jovic (chi legge la Mahalla lo conosce bene e sa che lui non ruba), perché volevo capire qualcosa di più su di un grosso furto che lui e gli altri Rom del campo di via Sesia a Rho (MI) stanno subendo, da parte della "nostra gente". Ecco cosa mi ha raccontato (leggete con calma e attenzione):

Sino a 5 anni fa, abitavamo a Lucernate, una frazione di Rho. Ci abbiamo vissuto 12/13 anni. Erano terreni nostri, comprati dai miei suoceri e dai loro figli, in tutto oltre 3.000 mq., abitati da 7/8 famiglie. Io andavo in giro per l'Europa a suonare.

All'inizio su quei terreni avevamo messo dei prefabbricati, che pian piano abbiamo rinnovato da noi. Abbiamo tirato la luce, l'acqua, abbiamo recintato. E' costato oltre 100.000 euro. Abbiamo poi pagato il condono in tre rate, altri 180.000 euro, ho ancora tutte le ricevute. Dicevano che erano area protetta, ma ora che li abbiamo lasciati, tutti quei terreni sono diventati edificabili.

Morto mio suocero, era rimasta sua moglie, che era malata di cuore, ma non le dettero il permesso di soggiorno per motivi sanitari. Anche se eravamo in Italia da più di 40 anni, praticamente 3 generazioni erano senza documenti.

A questo punto si presentò l'Opera Nomadi, con alcuni consiglieri del comune di Rho; allora la sindaca era la signora Pessina. Ci fecero più o meno questa proposta:

Noi vi aiutiamo se lasciate i terreni. Venite nel comune di Rho e vi costruiremo un campo, che sarà vostro e potrete restarci per tutto il tempo che vorrete. Ed in più ci sarebbero state opportunità di lavoro e avrebbero concesso i permessi di soggiorno. Le "unità abitative" sarebbero state composte da cucina, bagno e camera da letto.

Ci diedero un mese per riflettere. Decidemmo di firmare e aspettammo che si finisse il campo.

Ma fummo fregati una prima volta! Trovammo invece dei container di 30 mq, immagina lì dentro una famiglia di 2 adulti e 7 bambini!

Con l'Opera Nomadi e la Caritas (che gestivano il campo) andammo in Comune ed in risposta venne stilato un regolamento che tra l'altro diceva:

Ogni unità abitativa per piazzola può allargarsi a seconda delle esigenze familiari.

Venne anche deciso che i gestori avrebbero avuto un loro presidio nel campo. C'è da dire che da questo punto in avanti, l'Opera Nomadi è scomparsa, allontanata dalla gestione che è rimasta tutta alla Caritas.

Non si poteva fare più niente: piantare alberi (il campo è tutto al sole), nemmeno mettere un vaso di fiori, figuriamoci allargare lo spazio per le famiglie.

Dal Comune avanzavano 170.000 euro per terminare i lavori nel campo, ma mi ricordo solo l'arrivo di una cucina, che venne divisa per 11 famiglie, ci dissero che il resto sarebbe stato portato dopo.

Io sono entrato nel campo il 4 aprile 2007. Mi ricordo che c'era il contatore della luce che serviva tre casette e il palo della luce, che illumina tutto il campo. Mi son ritrovato a pagare 5.000 euro di arretrati! Ho fatto mettere un contatore solo per la me. Sono anche riuscito ad allargare lo spazio per la mia famiglia e quella di mio figlio.

Col cambiamento della giunta comunale, è arrivato un nuovo regolamento. Tutti i documenti precedenti li aveva l'ex sindaca.

Due parole sulla chiesetta al campo (ne parla più ampliamente il video seguente, ndr): avevo ottenuto il permesso per costruirla, ed ero felice. Era stata benedetta da otto parrocchie della zona e da un sacerdote ortodosso della Croazia. Una chiesa aperta a tutte le religioni, per distruggere il male col bene. Ce l'ho fatta ed ha avuto una caduta positiva nel campo. Adesso non riesco a farmene una ragione, che vogliano mandarci via e al posto della nostra chiesa mettere la quinta discarica di Rho! E' una grave offesa a Dio e agli uomini...

Intanto al campo le ragazze hanno seguito corsi di cucito e cucina, i giovani vanno alle scuole superiori; c'è anche chi si allena a calcio con la società del Milan.

Ma... mia figlia nata in Italia lavora da tre anni e mezzi, tramite la Caritas o la parrocchia di Rho. Guadagna 120 euro al mese. Se non andava al corso, non avrebbe trovato più posto al campo. Lo stesso, le hanno rifiutato la cittadinanza perché non aveva la residenza. Tre giorni fa era con me in macchina; ci hanno fermato e ha rischiato di finire al CIE di via Corelli.

Nel frattempo man mano chi non rispettava il nuovo regolamento veniva allontanato. Basta poco per essere messi alla porta. Eravamo in 80, ora siamo rimasti in 30. Vengono allontanati vecchi, giovani, non fa nessuna differenza, tutti sotto i ponti. Uno è morto in Germania, qualcun altro va avanti e indietro tra Pero e Rho...

Adesso ci è arrivata una lettera, con tre possibilità:

  1. o ci accompagnano tutti alla frontiera (gratis!),
  2. o ci danno 4.000 euro e ci arrangiamo,
  3. donne e malati avranno assistenza per 3 mesi.

E' uscito anche un articolo sul giornale di Rho, si dice:

Distruggeremo il campo entro tre mesi. Cacceremo tutti. Su questo terreno sorgerà una discarica.

Discarica più etnia è uguale a pulizia etnica.

Io personalmente non so cosa fare. Per una casa chiedono tanti soldi d'anticipo e la busta paga. Io sono musicista, dove le trovo le buste paga?

Mi hanno detto: se tratti avrai qualcosa, se non vuoi trattare non avrai niente. Lunedì (12 luglio) mi parleranno. Se mi state leggendo, significa che è andata male, e così ho deciso di raccontare almeno la mia storia.


Spero che qualcuno possa domandarsi se sono davvero "gli zingari" i ladri in Italia. A me invece, dopo quella chiacchierata resta parecchia tristezza. Per chiudere bene questo spazio, propongo questo video suggerito da Giancarlo Ranaldi. Glielo devo (a Jovica, intendo)

Jovica Jovic a Rho: cultura o rifiuti? from Anna Pac on Vimeo.

Le parole di Jovica Jovic sono una lezione di tolleranza, di convivenza, di fratellanza, persino di identità Europea, quella che la moneta unica non ha di certo fortificato in tutti i noi, d’altronde le monete non hanno anima, forse solo portafoglio. Fermarsi ad ascoltare chi ha la possibilità di donare saggezza con le sue parole è fondamentale in una società che vive di corsa, che non aspetta, che non ha tempo per chi vorrebbe prendersi un momento per guardarsi intorno. Il maestro Jovica Jovic ha viaggiato molto e si è fermato altrettanto, la vita di un musicista rom nato in Serbia, passato dall’Austria, dall’Inghilterra e giunto in Italia è un peregrinare continuo, è muoversi in un unica terra, in un unica casa che è il mondo. Purtroppo le visioni romantiche non coincidono mai con quelle burocratiche, populiste e demagogiche di chi urla "padroni a casa propria!" e affini slogans,che fanno della paura del diverso il mezzo per avere manciate di voti. Poi si corre al capezzale degli ultimi al momento dello sgombro, con la faccia imbrattata di pietà, con le mostrine governative luccicanti e si dona un permesso di soggiorno provvisorio promettendo una regolarizzazione per meriti artistici. Jovica Jovic si fida, è un uomo di parola, di fronte ad un riconoscimento tanto ufficiale, è il ministro Maroni con cui ha parlato. Noi forse siamo diffidenti perché sappiamo di che pasta siamo fatti, perché troppo spesso dimentichiamo molto in fretta, qualsiasi sia il colore con cui dipingiamo le nostre idee o convinzioni. Sarà questa monocromia che ci rende tanto bigotti e chiusi, poco inclini al confronto e al conseguente apprendimento. Fino a che rimarremo inchiodati alle nostre convinzioni non saremo mai in grado di definirci tolleranti o accoglienti, depositando i nuovi arrivati nel sottobosco fangoso della privazione e del degrado da cui è difficile emergere legalmente, in cui si è destinati ad affondare. Ci sono immigrati che lavorano, che hanno figli nati in Italia, educati in Italia, che parlano italiano e sono perfetti sconosciuti e clandestini ai nostri occhi, sans papier senza capirne il motivo. La storia del maestro di musica Jovica Jovic è molto interessante e molteplici sono le testimonianze sulla rete; le collaborazioni musicali con Piero Pelù, Goran Bregovic e Vinicio Capossela, la collaborazione con Moni Ovadia per la mostra di De Andrè, la creazione di un’orchestra multietnica in stile musicale balcanico, stanno a dimostrare quanto sia integrato quest’uomo. La sua voce è il megafono di tutte le voci, di una comunità che chiede rispetto e cittadinanza, non continui sgombri di stampo politico e appelli abbattuti dalle ruspe e dalla sordità della giunta della sua città, Rho. Jovica Jovic ha costruito anche una chiesa, consacrata e benedetta, sul terreno che diventerà una discarica. Deliri di onnipotenza oramai permettono di prevaricare anche un baluardo italiano, la fede, o forse è solo perché vogliamo essere dei perfetti "cristiani, in chiesa propria!". Andiamo in pace e ascoltiamo Jovica!

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


27/10/2021 @ 14:31:37
script eseguito in 31 ms

 

Immagine
 c'era una volta... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 14 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< ottobre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
LOAN OFFER TO SERIOUS PEOPLEDo you need a quick lo...
20/10/2021 @ 13:32:11
Di patiala
OFFERTA DI PRESTIT0 GRATUITO klauscampregher21@gma...
14/10/2021 @ 14:28:34
Di klauscampregher
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source