Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non un altro blog - giornale o chissacosa ma: 1. raccogliere notizie direttamente dalle fonti; 2. far conoscere come la pensano i diretti interessati.

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 08/05/2006 @ 10:37:58, in media, visitato 1842 volte)

Carissimi,

Da ieri (3 maggio ndr.) abbiamo iniziato un nuovo programma radio Romani, stavolta dalla nostra chiesa, chiamato "Pacto con Dios", in onda ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.00 e ogni domenica dalle 14.00 alle 16.00, ora argentina. Si incaricano dei programmi radio: Fernando Criston (Pontso), Fernando Cristo (Cacho), Nicolás Cristo (pastore della chiesa Romani di Lugano, Buenos Aires) e il sottoscritto Jorge Bernal (Lolya). Il sito per ascoltarci, facendo attenzione alle differenze di fuso orario, è www.radiomaranata.net.

Che dio vi benedica tutti!

Jorge Bernal (Lolya)
AICRA-SKOKRA
jorge@bernal.net.ar

_________

Shavale, Rromale,

Darachara astardam ek nevo programo radiosko and'e Arxentina, numa kacha data Devlikano, kai bushol "Pacto con Dios", ai zhal sako Martsi de katar le 21 zhi kal 22 chasuria, ai vi sako Kurko de katar le 14 zhi kal 16 ch., chaso la arxentinako. Kai traden o programo sam: Fernando Criston (o Pontso), Fernando Cristo (o Kacho), (pastoria la khangeriake pa Lugano, Buenos Aires) Nicolás Cristo (servitori kodola khangeriako), ay me Jorge Bernal (o Lolya). Akharas tumen te ashunen amen pe kako saito: www.radiomaranata.net. Thon sama p'o chaso!

O Del te bosloil tumen savorren!

_________

Estimados Todos,

Desde ayer comenzamos un nuevo programa radial Romanó en Argentina, pero esta vez religioso (pentecostal), que lleva por nombre "Pacto con Dios", y sale al aire todos los martes de 21 a 22 hs., y también todos los domingos de 14 a 16 hs., hora argentina. Somos los conductores del programa: Fernando Criston (Pontso), Fernando Cristo (Cacho), (pastores de la iglesia gitana de Lugano, Buenos Aires) Nicolás Cristo (servidor de la misma iglesia), y el que suscribe Jorge Bernal (Lolya). Los invitamos a que nos escuchen en este sitio: www.radiomaranata.net,

Que Dios Los bendiga a todos!!!

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/05/2006 @ 00:45:11, in Italia, visitato 1651 volte)

Ieri, dopo un lungo periodo di diffidenza (o indifferenza) reciproca, uscita pubblica per la comunità Rom di via Idro. I Rom residenti in zona da una quarantina d'anni e nel quartiere da 17, sono stati invitati non solo a prendere parte alla festa della Martesana, ma anche a progettare assieme lo svolgimento e le iniziative.

Il rischio, non lo nego, è che all'ultimo momento della comunità non si presentasse nessuno, come era successo in passato. O che semplicemente i postumi delle celebrazioni della festa di san Giorgio (vedi) si facessero sentire.

Niente di tutto ciò, per fortuna. Al banchetto abbiamo ritrovato vecchi amici, che si erano persi negli anni, e un po' di gente curiosa, che s'è resa conto che i Rom non mangiano i bambini. Coltivano belle pianticine, le vendono, potano gli alberi e i loro bambini vogliono persino giocare con gli altri. Registrato anche qualche segno di dissociazione mentale da parte di alcuni componenti dell'organizzazione (non tutti, per fortuna!): da un lato hanno invitato i Rom a esporre alla festa, dall'altro suggerivano a mezza voce ai loro vicini "attenti ad avvicinarvi dove vendono i fiori, che quelli sono gli zingari..."

A sua volta, il candidato ex-virtuale, svolgeva pubbliche relazioni (campagna elettorale suona male, vero? ; - ) ) per il programma sottoscritto dalle famiglie di via Idro, tentando nel contempo di dribblare quei Rom che di punto in bianco vorrebbero cambiare punti discussi da mesi

Tre facce, un unico programma:

da sinistra, Dijana Pavlovic, candidata al Comune per la Lista Fo; Antonio Braidic (Lisse), comitato elettorale di via Idro; Casavola Fabrizio, candidato al Consiglio di Zona 2 per l'Ulivo

Nel frattempo, visto che si vuole che il nostro programma (ricordate che è Open Source) non sia di una sola lista, ma di tutta la coalizione, cedo la parola a Dijana Pavlovic:

A tutti coloro che si occupano di argomenti scottanti, scomodi, a coloro che hanno al cuore gli emarginati di questo paese e della città di Milano, e soprattutto a chi ha voglia di tentare insieme a noi una piccola ma importante battaglia. Noi dell’Opera nomadi insieme alla lista UNITI CON DARIO FO PER MILANO stiamo cercando di dare un’opportunità al gruppo sociale più emarginato di questa città: IL POPOLO ROM.

Sono nata nel 1976 in Serbia, vi ho vissuto e studiato fino al ’99, laureandomi alla “Facoltà delle Arti Drammatiche” di Belgrado. Dal 1999 vivo e lavoro come attrice a Milano. Per storia personale, per formazione culturale e professionale, mi occupo anche della cultura Rom, e questo mi ha avvicinato all’associazione “Opera Nomadi” presente da anni sul territorio milanese.

Oltre a promuovere la cultura e la letteratura Rom, lavoro come mediatrice culturale in una scuola elementare : vi ho trovato una divisione antica e profonda, fra popolazione Rom e città, una mancanza di comunicazione e diffidenze reciproche dovuta alla mancanza di volontà delle istituzioni di affrontare questo problema in modo serio e progettuale, danneggiando non solo la popolazione Rom, ma anche i cittadini che ne soffrono la presenza.

Nei “campi nomadi” delle tante periferie metropolitane d’Italia, e a Milano in particolar modo, le barriere mentali si materializzano in frontiere urbane, spazi di negazione che hanno una forma simbolica. Campi che oggi si trasformano in lager moderni, concepiti solo per rinchiudere le persone indesiderate, come i Rom o come i migranti, nei Centri di Permanenza Temporanea. L’influenza del luogo in cui si vive è determinante per creare nelle persone senso di emarginazione, discriminazione e disperazione.

Uomini, donne e bambini rom vivono, nelle opulente città occidentali, condizioni di miseria materiale profonda,subendo anche molte forme più sottili di violenza morale, come l’esclusione culturale che si respira nella cultura d’èlite o nelle file della bassa mercanteria politica, senza che questo susciti la nostra indignazione. Questo tema incide direttamente su punti fondamentali della gestione di una città come Milano, e anche di una società civile: il tema della sicurezza, al quale i milanesi tengono moltissimo; il tema della regolarizzazione degli immigrati - e di conseguenza l’ottimizzazione dell’inserimento nel ciclo scolastico nel lavoro, - e il tema dell’integrazione culturale intesa come l’incontro di culture diverse, utile alla costituzione di una convivenza più aperta e civile.

Io come Rom e come milanese, non potendo ignorare quello che ho visto, sto tentando di creare un ponte, anche piccolo tra queste due parti, e così, senza mai prima aver avuto a che fare con la politica, ho deciso di candidarmi al Consiglio Comunale di Milano perché questa è la città che mi ha accolto in modo generoso quando sono arrivata da Belgrado, ed è diventata la mia città, un luogo che amo.

La lista UNITI CON DARIO FO PER MILANO, che sostiene BRUNO FERRANTE, esprime, fra gli altri, anche il bisogno di affrontare questo problema. Lo ritiene così importante da offrire la candidatura a una cittadina italiana di origini Rom, che si propone di lavorare per creare rapporti positivi fra la città e la comunità Rom.

Sarò felice di rispondere a qualsiasi domanda legata a questo argomento o di intervenire in occasioni utili per approfondire questo tema.

Vi ringrazio anticipatamente

Dijana Pavlovic

E a chi fosse sfuggito, ricordo anche questa segnalazione apparsa su Sucar Drom.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 07/05/2006 @ 12:10:19, in blog, visitato 1601 volte)
EUMC, Rom e Sinti discriminati nell'istruzione
L’European Monitoring Centre on Racism and Xenophobia (EUMC) ha pubblicato un rapporto sulla situazione dei Sinti, Rom, Romnichals, Kalé, Manouche (nel rapporto vengono definiti “Roma”) e dei viaggianti nella scuola e nella formazione.

Il rapporto è durissimo nella denuncia delle discriminazioni subite dai bambini nelle scuole e il ricorso continuo ai programmi speciali dei disabili mentali...

Milano, una città per tutti…..
Siamo felicissimi di annunciarvi che alle elezioni amministrative a Milano sono stati candidati dalla lista Fo:
Dijana Pavlovic e Maurizio Pagani .

Dijana Pavlovic, romnì, è un'affermata attrice teatrale e televisiva che da alcuni anni si sta impegnando promuovendo le culture Rom e Sinte, ultimamente ha recitato come protagonista alla rappresentazione teatrale "Porraj...

Roma, il Prefetto Serra chiede l'apartheid per i Rom
Dalle pagine del quotidino Il Giornale il Prefetto di Roma, Achille Serra, chiede che il "campo nomadi" di Tor Fiscale sia spostato fuori dalla Capitale. Il Prefetto ha formulato questa richiesta anche durante l'incontro del comitato per l'ordine e la sicurezza tenutosi ieri a Palazzo Valentini.

Queste le sue dichiarazioni

«Chiederò al sindaco Veltroni e al presidente della Regione...


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/05/2006 @ 10:49:57, in conflitti, visitato 1738 volte)

BUCAREST - Il governo rumeno ha approvato lo scorso 20 aprile il Programma di sviluppo comunitario nel villaggio di Hadareni (regione di Mures, Romania centrale - riferimenti precedenti ndr.) che si svilupperà nel periodo 2006-2008. Il programma include misure per sviluppare le relazioni tra i membri della locale comunità di Hadareni, per prevenire e combattere la discriminazione come pure per coinvolgere i cittadini di etnia rom nella vita sociale e culturale. E' rivolto a tutti gli abitanti di Hadareni - Rumeni, o di etnia Rom o Ungherese - come pure alle autorità locali e regionali.

"Il Programma si basa sul concetto di sviluppo comunitario. Le autorità intendono spronare gli abitanti a valutare tutte le misure necessarie per ristabilire le relazioni nella comunità", ha detto Mariea Ionescu, presidente dell'Agenzia Nazionale per l'Etnia Rom.

Il costo del programma per il 2006-2008 è stimato in 3,48 milioni di Lei (circa 1 milione di euro ndr.). Il Governo ha allocato 1 milione e mezzo per l'anno corrente. [...]

Nell'ambito del Programma, l'Agenzia Nazionale per l'Etnia Rom si occuperà di risolvere i problemi connessi ai documenti di identità, organizzare campagne sui diritti e doveri dei cittadini, sulle legislazioni per le minoranze, pratiche nel campo della non-discriminazione, stabilire ed organizzare una forza di polizia locale che veda la partecipazione e il coinvolgimento di rappresentanti delle tre etnie.

[...]


Da Alecs Iancu: Il governo ha stanziato per il Progetto Hadareni una somma superiore a quanto stabilito dalla Corte Europea per i Diritti Umani (ECHR), dato che le misure non riguardano soltanto la comunità rom nel villaggio, ma anche quelle rumena e ungherese, secondo quanto affermato da [...] Haller Istvan, capo dell'Ufficio Diritti Umani dell'organizzazione Pro Europe League.

A seguito di gravi incidenti interetnici del settembre 1993, ad Hadareni ci furono 3 morti, 18 feriti e una dozzina di case vennero date alle fiamme. Agli scontri seguì un violento conflitto tra la polizia e i Rom, che portarono a dodici arresti tra Rom e Rumeni, tramutati dal tribunale in pene che variavano da uno a sette anni per omicidio e altri crimini. Le vittimi e i loro parenti fecero ricorso all'ECHR, affermando che dopo la distruzione delle loro case, erano stati costretti per anni a vivere in case di fortuna, senza riscaldamento e sovraffollate.

La Corte Europea aveva ingiunto alla Romania di rifondere i danni per somme varianti tra 11.000 e 95.000 euro a sette dei richiedenti e ai loro parenti. In seguito, il governo aveva deciso di lanciare un proprio progetto che contribuisse a ricostruire i rapporti comunitari che erano stati distrutti dal conflitto.

[...]

In un commento di lunedì scorso, Cristian Radu Georgescu, senatore socialdemocratico della regione di Mures, ha detto che la decisione del governo è una "misura di discriminazione positiva che potrebbe generare nuovi conflitti."

Da: Romanian_Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/05/2006 @ 10:09:58, in media, visitato 1621 volte)

Sulla lettera di Wolf Bruggen "L'assassino di un giovane belga risulta un rom polacco" pubblicata giovedì scorso, scrive Karin Waringo.

Come te sono shoccata dalle notizie secondo cui il presunto assassini del diciasettenne belga, ucciso alla Stazione Centrale di Bruxelels il 12 aprile per sottrargli il lettore MP3, sia uno "Zingaro polacco". Ma non è questo che mi sorprende - il fatto che un assassino possa essere un Rom - ma piuttosto come questo venga riportato dai media.

Come dici giustamente, inizialmente i media e le autorità si sono focalizzate sugli immigrati dal nord Africa, dato che il video registrato della scena del crimine sembrava indicare il presunto assassino come di pelle scura. Ma, due settimane più tardi, dopo aver ascoltato diverse testimonianze, la polizia belga arrestò un ragazzo polacco, con l'imputazione di concorso in omicidio.

Mi sembra, che lo shock della notizia stessa sia già violento di per sé, al di là delle notizie sull'omicida. A dire il vero, dopo aver spinto sulla pista nordafricana, idea che si sposava con l'aperto pregiudizio verso gli immigrati dal nord Africa; i media, le autorità, l'opinione pubblica si sono resi conto che l'assassino poteva essere europeo, o probabilmente di pelle chiara. L'attenzione si è immediatamente rivolta verso la comunità polacca in Belgio, che parimenti ne fu shoccata e incapace di capirne il perché.

Infine, mercoledì scorso i media hanno rilanciato: erano coinvolti "gli Zingari". Libre Belgique ha pubblicato un articolo sulla prima persona arrestata e l'ambiente dove viveva. La descrizione non avrebbe potuto essere meno allusiva per un pubblico bianco e cattolico: l'ambiente è descritto come abitato da gente proveniente da paesi baltici o mediterranei, "cosi come da alcuni Zingari" e da paesi non meglio specificati del nord Africa. L'articolo pubblicava anche frase di un giovane che ammoniva il giornalista a non fidarsi dei nomi sui campanelli, perché non necessariamente corrispondevano a chi vi abitava. Un vero labirinto.

Poi, si scriveva che M.O., queste le iniziali del primo arrestato, era descritto come un ragazzo a modo... fino a quando non era entrato in contatto con i vicini Rom. E di come fosse stato arrestato la prima volta, all'età di 12 anni, per furto, attività che i lettori collegano automaticamente a "zingaro".

La soluzione all'enigma era: quando un bianco uccide un altro bianco, ci sono di mezzo gli "Zingari"! Un sito internet lanciò trionfante: "Sono Zingari Polacchi i colpevoli del delitto MP3". Poche ore dopo, la notizia era rilanciata da un sito canadese. Non esistevano al momento ancora dati certi sull'origine etnica del presunto omicida.

L'arresto, il giovedì seguente, di un adolescente nel villaggio di Suwalki nella Polonia nord orientale, ha portato la conferma finale: "L'assassino è uno Zingaro"! Quindi, non un belga in qualsiasi caso, e nemmeno un polacco, come qualcuno diceva. Il giorno dopo, i giornali che avevano riempito le cronache sull'omicidio, con cronache giornaliere di pagine e pagine, spesso senza che venisse riportata nessuna novità, rilanciarono la notizia dell'arresto, con una descrizione accurata del villaggio dove era avvenuto l'arresto di Adam G., il il presunto assassino.

Ancora su Libre Belgique, il giornalista descriveva le ricche case dei Rom, inducendo come naturale, domande immediate, dove gli Zingari trovassero tutti quei soldi. Giovedì, Le Soir apriva con due pagine di intervista alla disperata famiglia del presunto omicida. L'articolo concludeva con queste parole: "L'arresto di Adam non contribuirà certo a cambiare la cattiva immagine che [i Rom] hanno da anni. Ne in Polonia ne altrove..."

Fa certamente impressione quando un ragazzo viene ammazzato nel pieno centro della città, in mezzo alla folla, per non aver voluto cedere il suo lettore MP3, ma i media e le autorità belghe dovrebbero ricordarsi un paio di nozioni basiche, di cui il cittadino medio non sempre è cosciente, specialmente in casi di interessi mediatici e politici: a) che un omicida non può essere definito tale finché non è stato provata la sua colpevolezza; b) i media, in particolare, non devono collegare l'origine etnica di un crimine, a meno che il contesto non lo richieda esplicitamente.

I media, che hanno ottenuto un notevole numero di vendite da questa storia incentrata su un Nero che uccide un Bianco, dovrebbero saperlo, hanno distorto una regola fondamentale del codice della stampa europea, Belgi incluso, facendo credere che applicando al presunto omicida i termini "Zingaro", piuttosto che "zigano" - non fosse un modo di indicare la comunità dei Rom. Le Soir, un quotidiano di qualità, ha chiarito venerdì che i media hanno indagato sul retroterra rom del presunto omicida, nonostante le stesse autorità di polizia polacche avessero negato di svolgere indagini particolari su persone di origine rom. [...]

Non penso sia necessario ribadire che l'assassino avrebbe potuto essere tanto di origine rom, che in qualche modo in contatto con loro, piuttosto che provenire dal nord Africa... o un belga di pelle bianca. Questo tipo di omicidi, rari in Belgio, avvengono come possono avvenire in altri paesi e sfortunatamente non è la prima volta che qualcuno viene ucciso perché proteggeva i suoi beni.

Perché accettare di accollarsi la responsabilità dell'omicidio e dell'assassino? C'è in questo qualcosa di ancestralmente rom? No, non direi; ma quello che vorrei è che i mezzi d'informazione potessero spiegare com'è possibile insistere per settimane su questo tragico evento, senza un minimo accenno di vergogna.

Due settimane fa, oltre 80.000 persone hanno dimostrato per le strade di Bruxelles, la più grande manifestazione dai tempi della "marcia bianca" del 1996, quando si protestò contro gli abusi e l'omicidio di di diverse giovani, assassinii di cui le autorità giudiziarie e di polizia furono ritenute corresponsabili.

Prima che fosse svolta qualsiasi analisi, i politici annunciarono misure repressive. Possiamo essere sicuri che le centinaia di immigrati senza documenti, i "sans papiers" che attualmente manifestano per ottenere una regolarizzazione, non si aspettano tanta generosità. Oggi in Belgio ogni immigrato illegale è considerato una potenziale minaccia alla società.

Se cammino per le strade di Bruxelles, sono contenta di non essere una giovane Marocchina, Turca o Rom. Si suppone che tutti siano uguale di fronte alla legge. Se l'assassino è Rom, deve essere giudicato per il suo crimine, ma non per essere un Rom!

Karin Waringo

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/05/2006 @ 12:54:18, in media, visitato 1589 volte)

Doppia nomination del premio letterario Magnesia Litera 2006 per l'opera prima di Martin Smaus, intitolata "Ragazza, accendi un fuoco". L'autore di questa storia appassionante non sembra per niente uno scrittore e dice che la cosa più importante del libro sono i pensieri e le opinioni che ha tentato di trasmettere con quella storia. Sempre secondo il suo parere, non è importante che il protagonista sia un Rom - una parziale coincidenza parzialmente ispirata dalla sua esperienza e dal fascino subito dalla musica rom. Dice l'autore: "Per ilmomento, tutte le reazioni che arrivano dai lettori non-Rom sono positive. Inoltre, osservo come il libro ha cambiato le persone che incontro quotidianamente nella mia cittadina ed il loro punto di vista sui Rom. Funziona nel senso di una migliore comprensione. Fra Rom e non-Rom v'è un alta muraglia reciproca. Il muro è dentro tutti noi - anche dentro di me. Comprenderlo, è il primo passo verso la sua demolizione."

Fonte: www.aktualne.cz - ripreso da www.dzeno.cz

Rif: Slovacchia

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/05/2006 @ 11:07:08, in Europa, visitato 1245 volte)
AGE) BRUXELLES - Confronto internazionale Europa-Ocse sui Rom a Bucarest, dove ieri si e' aperta la due giorni della 'Conferenza sul miglioramento e l'armonizzazione delle politiche nazionali per i Rom, Sinti e camminanti' organizzata dal Consiglio d'Europa, dall'Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti dell'uomo dell'Osce e dal Centro europeo contro il razzismo e la xenofobia. Al centro dei colloqui, presieduti dal ministro degli Affari Esteri rumeno Teodor Baconschi e ai quali partecipa anche il presidente di turno dell'Ue, il ministro degli Esteri austriaco, Walter Siegl, vi sono le misure concrete da adottare per gli stati membri per attuare le raccomandazioni del Consiglio d'Europa sui Rom, ma anche il Piano di Azione per migliorare la situazione delle popolazioni nomadi nelle zone Osce cosi' come la normativa Ue a riguardo. (AGE)


Data: 05/05/06 14:15
Autore: AUR
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 06/05/2006 @ 10:12:19, in Europa, visitato 1695 volte)

Budapest, 26 aprile (MTI) - Sono stati eletti tre Rom nel nuovo parlamento, uno in meno delle elezioni scorse, ha scritto mercoledì scorso il giornale Nepszabadsag.

Non è stato confermato il candidato che era presente nel socialdemocratico MSZP che ha vinto le elezioni, mentre il partito di opposizione Fidesz manterrà i suoi tre parlamentari rom per i prossimi quattro anni. Confermati Florian Farkas, presidente di Lungo Drom e Jozsef Varga, mentre il seggio che era di Mihaly Lukacs è andato a  Istvan Racz, delegato del Partito degli Imprenditori ed eletto nella regione di Nograd.

Degli altri due partiti minori: il partito d'opposizione MDF non aveva candidati Rom, mentre il candidato del neonato SZDSZ (coalizione di governo), non è stato eletto.

Alle elezione ha preso parte anche il Partito dell'Alleanza Rom ((MCF), guidato da Orban Kolompar, che è riuscito a presentare la propria lista, ma il partito ha ottenuto scarso successo.

Da: Hungarian_Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/05/2006 @ 10:26:56, in media, visitato 1568 volte)
Su RomNews.de, un'animazione in flash che ricostruisce il percorso dei Rom dall'India in Europa. Il sito è ricco di informazioni, in inglese e tedesco.
(segnalato da roma_andfriends)
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 05/05/2006 @ 09:50:55, in scuola, visitato 1956 volte)
Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


19/11/2019 @ 19:14:01
script eseguito in 261 ms

 

Immagine
 1995 - redazione del bollettino per le scuole IL VENTO E IL CUORE... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1170 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoStai cercando un prestito per far rivive...
08/11/2019 @ 09:18:43
Di FRANCESCA
Assistenza finanziaria in 24 ore (assistance.finan...
05/11/2019 @ 19:07:35
Di damien
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source