Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Blog INDIPENDENTE di informazione e divulgazione

-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 05/09/2006 @ 10:13:13, in scuola, visitato 1425 volte)

Da Slavica Curcinska - National Roma Centrum di Kumanovo

Le scuole elementari di Skopje, Kumanovo e Prilep dal 1 settembre aprono le porte a circa 2000 scolari Rom, l'iscrizione sarà allargata a quei bambini che non hanno documenti o le cui famiglie non hanno soldi per mandare i figli a scuola. Il National Roma Centrum di Kumanovo ha fatto appello ai sindaci e ai presidi delle scuole elementari. Il Roma Educational Center di Budapest ha appoggiato questo appello e spera che le autorità locali vi prestino ascolto. Le analisi di Budapest hanno mostrato che 400 dei 2000 bambini Rom che il 1 settembre sono andati a scuola, non sono registrati all'anagrafe e non hanno documenti. La maggior parte delle famiglie non vuole mandare i figli a scuola, perché mancano dei mezzi per farlo. Il difficile approccio alla scuola, la scarsa qualità delle classi per i bambini Rom, come pure la tradizionale attitudine di far sposare presto i bambini, sono tra le principali ragioni, secondo il National Roma Centrum per cui sta diminuendo il numero di scolari Rom. L'anno scorso soltanto 145 bambini si sono iscritti alla prima elementare.

Molto è stato detto sull'abbandono scolastico e sui diversi progetti tuttora in atto che dovrebbero aiutare il recupero scolastico. Il problema va affrontato già dalla scolarizzazione prima della fascia dell'obbligo. Per questo si chiede alle autorità civili e scolastiche di accettare tutti i bambini all'atto dell'iscrizione. Di conseguenza, il National Roma Centrum, afferma Asmet Elezovski, intende collaborare con le autorità perché vengano forniti tutti i documenti necessari.

Dragan Nedeljkovic, direttore dell'Ufficio per lo sviluppo e la promozione della scolarizzazione delle comunità etniche, conferma che quello dei documenti è uno dei problemi più grandi [...]

Stiamo provvedendo alla registrazione dei cittadini di nazionalità Rom. Ma l'altro scoglio è che lo stato non ha soldi per aiutare lo sviluppo scolastico. Le OnG Rom possono però accedere a finanziamenti esteri e raccogliere più facilmente i fondi - considera Nedeljkovic.

Ljubica Grozdanovska

Da Macedonian Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/09/2006 @ 13:03:15, in Kumpanija, visitato 1233 volte)

La manifestazione tenutasi dopo l'assalto razzista nella città di Tienen.

Foto di Gjuner Abdula
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 04/09/2006 @ 10:13:45, in media, visitato 1752 volte)

BUCAREST - Il Gruppo per il Dialogo Sociale ha tenuto un seminario per giornalisti all'interno della campagna per prevenire e combattere il pregiudizio e la discriminazione contro l'etnia Rom "DIFFERENTI - LO STESSO SANGUE". Il progetto è stato finanziato attraverso il Programma Phare per lo Sviluppo della Società Civile - Democrazia e Diritti Umani, [...]

Partners del progetto (Centro Risorse per le Comunità Rom a Cluj-Napoca - Agenzia Nazionale per l'Etnia Rom - Consiglio Nazionale contro la Discriminazione e l'Associazione "Pari Opportunità) hanno sviluppato nei mesi precedenti una campagna d'informazione (radio commerciali, volantini, TV show) [...]

Il seminario includeva un monitoraggio dei media, con discussione sui casi concreti di discriminazione. I partecipanti hanno potuto analizzare sequenze che riproponevano sequenze che presentavano punti di vista tendenziosi verso l'etnia Rom. Viceversa, sono stati premiatii giornalisti della carta stampata che hanno pubblicato articoli e fotografie "positivi" dal 1 ottobre 2005 al 30 giugno 2006.

Il vincitore è risultato Daniel Tomozei (Rondul de Sibiu) per l'articolo "XXI secolo, il mondo sommerso". Secondi a pari merito Zoltan Petru (Jurnalul National) e Maria Bercea (Revista 22), terza Elena Stan (Jurnalul National). Hanno ottenuto menzioni anche Nicoleta Butnaru (Obiectiv Vocea Brailei), Daniel Ganga e Alina Constantinescu.

da Romanian_Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 03/09/2006 @ 10:04:17, in musica e parole, visitato 1416 volte)


Homepage: www.nomada.hu
Demo: http://www.nomada.hu/hun/zenek.html
Arrangement, CD: nomada@nomada.hu

Il gruppo conta attualmente 5 elementi ed è stato fondato nel 2003 dal cantante/chitarrista Balogh Gusztáv. La musica dei Nomada deriva dalla tradizione rom ungherese, creando un suono unico con il mischiarsi di diversi stili. Il bidone del latte, i bassi, il ritmo della chitarra e le voci si mescolano coi caratteristici ritmi zingareschi, che aggiungono la fisarmonica e il violino, senza i quali il suono sarebbe monco. Così la musica risuona di elementi spagnoli, arabi o serbi.

Un suono originale, istintivo ed elettrico. Musica potente ed estatica, che ha radici molto lontane nel tempo. Le canzoni sono tutte in romanés, la maggior parte riguarda la vita zingaresca, mescolando gioie, tristezze e dolori.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 02/09/2006 @ 16:55:59, in blog, visitato 1477 volte)

Piovene Rocchette, sassi contro le famiglie sinte
Ieri notte verso le 23.00 delle persone non identificate, sembra che viaggiassero su una fiat uno grigia, hanno lanciato dei sassi da via Preazzi di Sopra verso le roulotte delle famiglie sinte, ferme nel loro terreno.
Il grave episodio di chiara matrice intimidatoria e razzista è stato immediatamente denunciato all'autorità di polizia. Durante la serata sono intervenuti i Carabinieri della
...

Opera Nomadi a Mantova, convocata l'Assemblea Straordinaria dei Soci
Il Consiglio Direttivo dell'Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Mantova convoca l'Assemblea Straordinaria dei Soci per discutere le Nove Tesi di riforma dell'Ente da porre in mozione d'ordine all'Assemblea Nazionale dei Soci del 30 settembre e 1 ottobre 2006.
L'Assemblea Straordinaria dei Soci è convocata a Mantova, il 25 settembre 2006, presso il Palazzo del Museo Diocesano (Sala Azione Ca...

Matricola Z1963, è tutto finito
Z 1963 era il numero tatuato sul braccio di Barbara Richter, una delle ultime sinte sopravvissute al Porrajmos. Nata in Cecoslovacchia, proveniente da una famiglia di Sinti Boemi commercianti in stoffe, era stata catturata adolescente ed inviata ad Auschwitz e a Ravensbrück.
Barbara, detta Barka, era sopravvissuta agli esperimenti del dottor Mengele che le ha inoculato malattie di ogni gene...

Casalmaggiore (CR), i progetti Sucar Plaza e Mengro Kher
Il Comune di Casalmaggiore, in collaborazione con i Comuni del Piano di Zona, alla Provincia di Cremona e all’Associazione Sucar Drom, ha presentato alla Regione Lombardia due progetti a favore della Minoranza Nazionale dei Sinti Lombardi, residenti sul territorio comunale.
I progetti sono stati finanziati dalla Regione Lombardia all’interno di un programma per la realizzazione sia di inter ...

La mia Famiglia è Colorata
Pubblichiamo un'interessante iniziativa promossa a Roma dal blog Afroitaliani/e curato dalla nostra amica Flora. L'iniziativa è pubblicizzata anche dal...

Matricola Z 1963
Era il numero tatuato sul braccio di Barka, nome sinto di Barbara Richter. Nata in Cecoslovacchia, proveniente da una famiglia di sinti boemi commercianti in stoffe, finita appena adolescente nei lager nazisti, da Auschwitz a Ravensbrück, sopravvissuta agli esperimenti del dottor Mengele che le ha inoculato malattie di ogni genere. Solo la sua tempra forte le ha permesso di potere raccontare, ann...

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 02/09/2006 @ 10:33:57, in conflitti, visitato 1402 volte)

(visto da Singapore - newpaper.asia1.com.sg/®)

ANCORA NESSUNA SPERANZA dopo 7 anni di guerra razziale
Presa in mezzo tra Serbi e Albanesi, la minoranza zingara del Kosovo diventa la nuova vittima in una vecchia guerra
By Ng Tze Yong


August 26, 2006

Il giorno che le bombe smisero di cadere e i mezzi della Nato rombarono in città, la madre di Ibro Suleimani lo vestì per tornare alla scuola.

Con due humvees della Nato di scorta Ibro, Rom di 7 anni, prese il bus scolastico delle Nazioni Unite.

Non gli era mai piaciuto sedersi accanto al finestrino. Spesso era a mira dei sassi che gli Albanesi gettavano contro il bus.

Questo nel 1999, subito dopo l'intervento Nato per concludere la campagna di pulizia etnica dei Serbi contro gli Albanesi. Ci furono almeno 6.000 morti e un 1,4 milione di profughi in cerca di rifugio.

Ibro che sogna spesso di essere una rock star, ama esercitarsi alla sua chitarra.

Durante il conflitto, la minoranza Rom del Kosovo venne presa nel mezzo. Alcuni aiutarono i Serbi come informatori [...]

Dopo la guerra, tornarono i rifugiati Albanesi con l'intento di prendersi la rivincita. I Rom divennero le nuove vittime di una vecchia guerra.

Da allora sono passati sette anni. La fragile pace ha tenuto.

Ma nel quartiere Rom, la "mahalla", ben poco è cambiato.

A differenza di Singapore, non c'è nessuno sforzo per integrare le differenti razze. In breve, nessuna Educazione Nazionale a scuola. I bambini sono diventati giovani adulti, ma rimangono paura e sosetti reciproci.

[...]

Ibro oggi ha 14 anni. Sfoggia un taglio di capelli che vorrebbe renderlo simile a Kurt Cobain, l'ex cantante dei Nirvana. Ogni mattina si affaccia all'uscio e gioca con i suoi amici

Demo Lamici ricorda quando si nascose sotto il letto per fuggire alla violenza albanese.

Gli adulti siedono al margine delle loro case e chiacchierano di fronte a tazze di caffé turco.

Di 200 Rom, solo in 10 lavorano.

Sadete Suleimani, 40 anni e madre di Ibro, dice: "Se il Kosovo diventerà indipendente, noi partiremo. Non si discute".

I ricordi della guerra sono tuttora freschi. Anche i più giovani nella mahalla hanno lo sguardo stanco di chi ne ha viste troppe e troppo presto

Gli Zingari non vogliono essere una minoranza in un Kosovo guidato dagli Albanesi.

Soltanto due anni fa, il Kosovo eruttò di nuovo violenza. Gli Albanesi attaccarono le truppe ONU, frustrati della mancanza di progresso verso la completa indipendenza.

Così le strade si riempirono del fumo dei SUV dell'ONU e il rimbombo degli elicotteri dappertutto, la violenza raggiunse l'ingresso della mahalla.

Ciò che li fermò furono le barricate di casse, pneumatici e pali erette dagli Zingari.

Dice Demo Lamici, 19 anni: "Ero nascosto sotto il letto con mia sorella. Mia madre pregava e piangeva."

La liberazione avvenne in maniera inaspettata. Un gruppetto di Albanesi, che abitavano ai margini della mahalla, sbucarono d'improvviso sulle barricate, per mandare via gli assalitori.

Alla fine della rivolta, 28 persone erano state uccise e più di 600 ferite.

Cinque anni di lavoro di riconciliazione dell'ONU, sembrano scivolate come acqua lungo uno scolo.

[...]

Il senso di pessimismo nella mahalla è profondo. La gente ha iniziato ad impacchettare le sue cose.

Sei mesi fa, Ibro salutò il suo miglior amico, che andava in Svezia. Piangeva, ma ora quando ne parla, accompagna il racconto con una scrollata di spalle. "Forse un giorno tornerà a visitarci" continua. Ma dentro di sé, Ibro sa che non succederà.

Tornare in Kosovo? Cosa c'è qui?

"Anch'io vorrei partire" ammette. "In Serbia o in Svezia. Magari in Germania... dovunque. Qui non c'è niente per me."

Ibro trova serenità nella moschea.

"In moschea, non ci sono Albanesi o Zingari. Siamo tutti fratelli," afferma.

Ma fuori, le distinzioni rimangono.

Nel suo tentativo di trovare corde per la sua chitarra in città, un ragazzo albanese gli grida: "Majup, tornatene a casa!"

"Majup" è un peggiorativo per dire Zingaro.

Questa bambina ha lo sguardo stanco di chi che ha visto troppo troppo presto.

Ibro si scrolla, Ogni volta che entra nel settore albanese le urla e le minacce riprendono.

Con nonchalence, continua sulla sua strada.

Nella sua borsa, tiene un piccolo blocco dove scrive le parole inglesi che non capisce. Sa di aver bisogno dell'inglese, per un biglietto dal Kosovo, e lo sta studiando furiosamente.

La sera, attacca con la chitarra -che ha tre sole corde attaccate con chiodi, provando a rifare i pezzi dei Nirvana.

Ha sogni, ma se non riuscirà a partire al più presto, slitteranno via.

"Un giorno" ci dice colmo di speranza "Sarò una rock star."

Il reporter è stato volontario in Kosovo nel 2003. Il mese scorso vi è ritornato per una visita.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 01/09/2006 @ 10:29:18, in media, visitato 1221 volte)

Roma Rising/Romské obrození è un foto-documentario del fotografo americano Chad Evans Wyatt, che aveva precedentemente pubblicato il libro 101 artisti nella Repubblica Ceca (premiato come "Miglior Album Fotografico Tematico al Festival Del Libro - Praga 2001). Il sito presenta oltre 100 Rom della Repubblica Ceca in 87 ritratti, mostrandoli in diversi aspetti dell'educazione scolare, lavoro, approccio professionale, impegno e stile di vita che escono dai comuni stereotipi di un gruppo incorreggibile che non approfitta delle opportunità offerte.

A parte le sue vedute artistiche (Chad Wyatt non stilizza le persone in posa, ma le cala nel loro ambiente) il libro ha un enorme valore socio-politico ed è il primo nel suo genere. Il padre di Chad Wyatt è di pelle scura, anche per questo il fotografo è sensibile ai problemi delle minoranze. I ritratti di questi Rom per lo più sconosciuti, che hanno ottenuto successo, senza perdere l'orgoglio delle proprie origini, sono accompagnati da brevi biografie.

Se qualcuno naviga fuori dalle solite rotte (metti caso che finisca in Lituania):

Esposizione a Kaunas il 6 settembre dalle 18.00
Kauno ivairiu tautu kulturu centras
Šv. Gertrudos g. 58,
LT-44261 Kaunas

Esposizione a Vilnius il 12 ottobre dalle 18.00
Vilniaus rotuše
Didžioji g. 31,
LT - 01128 Vilnius

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 31/08/2006 @ 18:33:55, in Regole, visitato 2158 volte)

Budapest, 31 agosto 2006 - In una decisione comunicata questa settimana, il Comitato ONU per l'Eliminazione della Discriminazione contro le Donne (CEDAW) ha condannato l'Ungheria per violazione della Convenzione sull'Eliminazione di Tutte le Forme di Discriminazione contro le Donne, in riferimento alla sterilizzazione di una Romni senza il suo consenso, nel gennaio 2001.

Il 2 gennaio, la donna (Ms. S.) fu sterilizzata dai dottori all'ospedale di Fehergyarmat. Mentre era operata per un aborto spontaneo, le venne chiesto di firmare dei fogli per ottenere il suo consenso a tale operazione, senza fornire informazioni sull'intervento, la sua natura, i possibili rischi o le conseguenze di una sterilizzazione. Neanche venne informata sulle altre forme di controllo delle nascite. Solo in seguito venne a conoscenza del fatto che non sarebbe potuta più rimanere incinta.

Il 15 ottobre 2001, Ms. S e il suo avvocato fecero causa all'ospedale, per lesione dei diritti della querelante e per aver agito in maniera non professionale, quindi per non aver richiesto il consenso o aver fornito le indicazioni necessarie. Il ricorso venne accettato il 22 novembre 2001.

Durante l'appello, il Tribunale Regionale di Szabolcs-Szatmar-Bereg ritenne che il personale ospedaliero aveva agito negligentemente nei confronti di Ms. S, [...] ma contemporaneamente concluse che la sterilizzazione era irreversibile, ma non esisteva la certezza di un detrimento della querelante, che non aveva quindi ragione di chiedere un indennizzo.

A fronte di questa decisione, il 12 febbraio 2004  European Roma Rights Centre (ERRC) e l'Ufficio Legale di Difesa per le Minoranze Etniche e Nazionali (NEKI) chiesero la riapertura del caso, portandolo all'attenzione di CEDAW [...]

For further details on this case, please contact dr. Anita Danka at ERRC (anita.danka@errc.org), (36 1) 41 32 200, or dr. Bea Bodrogi at NEKI (bbodrogi@yahoo.com), (36 1) 303 89 73 or (36 1) 31 3144 998

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 31/08/2006 @ 10:07:09, in sport, visitato 2089 volte)

Da Nuova Multietnica:

Buongiorno a tutte/i
Ci stiamo ormai avvicinando a grandi passi verso i prossimi mondiali in Sudafrica; manca poco e moltissime sono le cose che dobbiamo ancora fare, ma una più di tutti ci sta a cuore.

Come ogni anno, prima di partire per la splendida avventura dei mondiali, invitiamo tutti i sostenitori e amici della nostra associazione a fare un piccolo ma importantissimo gesto di solidarietà attraverso la donazione di sangue. Non fa male, non deve fare paura e impegna solo pochi minuti.
Donare il sangue è veramente importante e, come ci spiegano i medici del San Paolo, è assolutamente necessario per l'ospedale e i suoi pazienti.

La donazione è aperta dalle h 8.00 alle h 11.00 di domenica 3 settembre, presso l'ospedale San Paolo di Milano. Per chi vuole donare basta un documento di identità valido, anche il passaporto).

Alle h11.00 si terrà la conferenza stampa per presentare la squadra che rappresenterà l’Italia ai prossimi campionati del mondo.

Perchè donare non è un dovere,
ma vivere è un diritto di tutti!

Vi aspettiamo numerosi!

Bogdan


L'Ospedale San Paolo è in via Antonio di Rudinì, 8 (zona sud di Milano)
É possibile raggiungerlo:
• in automobile: Tangenziale Ovest, uscita Assago/Viale Liguria
• in metropolitana: Linea n.2 (Verde) fermata Famagosta
• in autobus: n. 59 (direzione S.Ambrogio), n. 71, n. 74

Rif: un torneo raccontato giorno per giorno


Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 30/08/2006 @ 20:05:10, in conflitti, visitato 2203 volte)
Skinheads quasi uccidono un giovane Rom di 18 anni, durante un attacco razzista nella città di Tienen

Peter D., un giovane Rom arrivato dalla Slovacchia più di 10 anni fa, con i suoi amici era diretto a casa domenica scorsa, quando il gruppo ha incrociato alcuni skinheads belgi.

Circa 5 di loro hanno attaccato i due Rom più giovani, che hanno tentato di scappare. Peter è stato raggiunto e sottoposto ad un pestaggio, culminato con 4 pugnalate allo stomaco.

Il pronto intervento dei medici gli hanno salvato la vita. Oggi (30/08 ndr) la polizia ha arrestato 3 skinheads, già noti alla giustizia per atti simili nel passato.

Opre Roma ha inviato oggi un proprio comunicato ai mezzi di informazione, per indire una manifestazione contro il razzismo e per la tolleranza, che si terrà sabato 2 settembre con partenza dal municipio.

Wolf Staf Bruggen
Voorzitter-Chairman-Presidentos
Opré Roma ngo
opreromavzw@yahoo.com
Tel : ++32 (0)484.962.264.

Belgische afgevaardigde voor het European Roma and Travellers Forum
Belgian delegate to the European Roma and Travellers Forum
Delegato Belgia Europako Romengo thaj Travelerengo Forumo
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


17/09/2019 @ 03:39:10
script eseguito in 156 ms

 

Immagine
 da lontano a più vicini... di cicciosax



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2418 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoIo sono una persona che si offre di pres...
18/08/2019 @ 16:46:26
Di Stephano
BuongiornoQuesto messaggio è per gli individui, pe...
15/08/2019 @ 09:29:56
Di FRANCO
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source