Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Richiediamo chiarezza. Di Rom si parla poco e male, anche quando il tema delle notizie non è "apertamente" razzista o pietista, le notizie sono piene di errori sui nomi e sulle località

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 15/11/2006 @ 10:10:41, in casa, visitato 1396 volte)

2006-11-10 10:40:00 E' in corso un'indagine per esaminare le condizioni dei cosiddetti "campi Zingari" (cigánytelep) ed una valutazione degli standards di vita in queste comunità. Secondo Béla Szajkó, rappresentante ungherese del Comitato per l'Europa Centrale sui Diritti Umani, ci sono circa 600 campi Rom in Ungheria.

Mentre l'elettricità è disponibile in tutti gli insediamenti, sono in cattive condizioni le fognature e la fornitura di acqua potabile e sono rare le strade pavimentate.

Il comitato vorrebbe che i municipi prestassero più attenzione a questi problemi. Secondo Szajkó, una soluzione sarebbe di coinvolgere gli abitanti stessi nella manutenzione e sviluppo di questi campi, ovviando così il problema degli alti tassi di disoccupazione.

Fonte: Hungarian Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 14/11/2006 @ 10:31:09, in casa, visitato 1775 volte)

Strasburgo, 6 novembre 2006 -  Open Society Justice Initiative si è rivolta alla Corte Europea per i Diritti Umani per ottenere giustizia riguardo la distruzione violenta ed illegale del villaggio Rom di Dorozhnoe , Kaliningrad (vedi precedente ndr.).

Justice Initiative rappresenta 33 persone di fronte alla Corte Europea. Durante la settimana dal 29 maggio al 2 giugno 2006, forze speciali di polizia hanno raso al suolo le case del villaggio e dato fuoco alle rovine. Durante lo sgombero forzato, la polizia ha minacciato le vittime con armi automatiche e gridato minacce come "Voi Zingari - fuori dalle nostre terre!".

Nella documentazione fornita al tribunale, si mostra come il governo russo ha infranto numerose regole della Convenzione Europea sui Diritti Umani. Inoltre sono richiesti indennizzi monetari e non, per le vittime, incluso la restituzione del diritto di proprietà e delle loro case. I Rom sgomberati, erano tutti proprietari delle loro case, dove vivevano legalmente da anni.

"Ai Rom di Dorozhnoe sono stati lesi i loro diritti ed espropriati i loro beni," dice James A. Goldston, direttore esecutivo di Open Society Justice Initiative. "Le famiglie sono state separate e attualmente, con l'arrivo della stagione fredda, sono rifugiate in container. Chiediamo che si rimedi a questa situazione il più presto possibile."

Dorozhnoe fu creata come comunità segregata nel 1956, quando le autorità sovietiche sedentarizzarono a forza i Rom. A seguito del crollo dell'Unione Sovietica, le autorità locali inizialmente garantirono ai Rom la proprietà delle case dove vivevano. Ma nel 2002, interruppero questo processo e iniziarono a concentrare gli sforzi per allontanare i Rom dalle loro terre.

Una campagna di propaganda governativa li definì criminali e spacciatori. Nel contempo, i Rom venivano espropriati delle loro case. Tra il 29 maggio e il 2 giugno le autorità di Kaliningrad iniziarono le demolizioni. A giugno 40 case circa, inclusa l'intera comunità Rom di Dorozhnoe era stata rasa al suolo.

I documenti portati da Justice Initiative accusano le autorità per le demolizioni delle case, di aver separato le famiglie e forzato le vittime a trovare ripari di fortuna, violando il diritto alla non-discriminazione, la protezione contro i trattamenti inumani e violando il diritto di proprietà.

Le organizzazioni dei diritti umani hanno raccolto testimonianze sulla crescita del fenomeno degli sgomberi forzati, in tutta la Federazione Russa come in altri paesi del Consiglio d'Europa. "La Corte Europea deve assicurare che gli stati non discrimino i Rom con gli sgomberi forzati," dice Goldston. "Con questo caso, non solo speriamo di difendere gli interessi dei Rom russi, ma anche di inviare un chiaro messaggio agli stati, che non possono sradicare impunemente queste comunità."

Testo originale

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 13/11/2006 @ 10:12:55, in Europa, visitato 2598 volte)
Bambini a Salcuzza

Salcuzza è la patria di molti Rom musicisti

Il terreno è argilloso e serve alla fabbricazione di mattoni, impastati e messi a seccare. Il processo dura oltre un mese


Casa di Tintareni

il padrone di casa
L'accoglienza dentro la casa

Il soffitto e il lampadario

Strehaia sorge in una zona mineraria, dove ci sono miniere d'oro. I Rom lavoravano nelle miniere e commerciavano l'oro. La privatizzazione delle miniere ha spopolato la regione. Ora si vive delle rimesse dall'estero. Le case dei Rom sono la testimonianza della passata ricchezza. Alcune vedute di Strehaia:

Il Parlamento di Bucarest, dove siamo stati ricevuti da un deputato Rom e abbiamo raccontato la nostra esperienza

Grazie a Licia Brunello per le foto e la collaborazione. Chi volesse, può richiedere le foto in formato originale (in formato zippato 4065Kb).

Il racconto del viaggio

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 13/11/2006 @ 10:12:49, in Europa, visitato 1596 volte)

Un viaggio tra le pieghe dell’anima - di Licia Brunello

Un lungo viaggio, quello organizzato dalla Casa della Carità, non solo per i chilometri percorsi e le ore passate sul “Panbus” sapientemente condotto da Don Massimo Mapelli, ma soprattutto per le profonde implicazioni socio-emotive che hanno visto questo gruppo spettatore-protagonista di una realtà dicotomica: la “Romania rumena” poliedrica e spesso contraddittoria, e la terra dei Rom che lì vivono stanzialmente da oltre sette secoli.

Trenta persone tra operatori sociali, educatori, giornalisti, sindacalisti e musicisti della “Original Rom Big Band”, sbatacchiati sulle strade sconnesse della Valacchia, pronti a carpire, conoscere, respirare le mutevoli arie di questi luoghi, per la gran parte fermi nel tempo.

Villaggi di 800 anime costruiti con terra e paglia, in mezzo a campagne abbandonate senza alcuna possibilità di lavoro, ma con una scuola ben attrezzata che accoglie tutti i bambini, Rom e Rumeni, che abitano nei dintorni. Carretti trainati da cavalli, e Porche Cayenna parcheggiati fuori dalle abitazioni stile “Mille e una notte” del villaggio dei Rom Aurari di Strehaia, che ostentano i loro sorrisi d’oro. Sorrisi di bimbi a piedi nudi, che dormono in ricoveri per animali e ti tengono per mano stretti stretti, quasi a voler sancire il possesso di una calda carezza; cumuli di mattoni venduti per pochi bani, unica fonte di sostentamento delle famiglie Rom di Tintareni, decimate dall’emigrazione degli uomini più giovani e forti in cerca di futuro in terra italiana.

Il bus viaggia, attraversa terre e confini; alcune frontiere sono ostili e difficili da attraversare, così come nell’animo dei suoi passeggeri si accavallano e tracimano sensazioni, emozioni, sentimenti, alcuni noti, altri inattesi, altri ancora misteriosi, difficili da riconoscere, da attraversare e far propri.

Scorrono i fiumi ai cui margini sostano cavalli e candidi greggi come scorrono i giorni che si imprimono nella memoria di questi trenta viaggiatori affamati di umanità.

Nell’enorme palazzo di Ceausescu sede del Parlamento Rumeno, secondo per grandezza solo alla Casa Bianca e costato la vita a migliaia di rumeni, il partito dei Rom, prima minoranza in Romania, ci riceve per stabilire un primo contatto. Lo stile, le parole, gli abiti, poco hanno a che fare con i Rom che conosco, ma una frase riferita al progetto di accoglienza messo in atto dalla Casa della Carità nell’estate del 2005 per offrire riparo ai Rom sfrattati da Via Caporizzuto, mi fa ricredere: grazie per quello che avete fatto, così ne arriveranno molti, molti di più da voi. La schiettezza, con cui sono state pronunciate queste parole ha fugato ogni mio dubbio sull’appartenenza di questo ministro all’etnia meno diplomatica che ho conosciuto.

A tratti sembra di approdare in porti sicuri; a Bucuresti alcune autorità parlano di un processo di sviluppo che ormai ha risolto la maggior parte dei problemi; l’Europa alle porte sarà garanzia per una “buona omologazione” agli standard occidentali; ma gli occhi vedono realtà ben più complesse ed inique e l’anima si strappa nel bisogno intimo di fare qualcosa.

Lo scopo del viaggio è raggiunto. Ora si tratta di dar seguito al proposito. In questo si evidenzia la differenza tra uomo e Uomo.

“Ciò che conta non è l’enormità del compito da svolgere, ma la grandezza del coraggio”

Matthieu Ricard


Segue il racconto fotografico del viaggio. Da non perdere

La Original Rom Big Ban è disponibile per feste, matrimoni, eventi.
E' uscito il loro primo CD. Richiedetelo
DA ASCOLTARE: Comincia lento e poi parte, come una toccata e fuga. E' il pezzo con cui aprono i loro concerti

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 12/11/2006 @ 10:32:49, in blog, visitato 1284 volte)

Exposcuola 2006, premiato Santino Spinelli
Siamo felici di annunciarvi che Santino Spinelli è stato insignito del prestigioso Premio Internazionale Exposcuola 2006. La cerimonia si è svolta a Palazzo San’Agostino, sede della Provincia di Salerno, il 7 novembre scorso.
Prima del professor Santino Spinelli sono stati insigniti del premio anche Amelia Robinson, grande protagonista della »

Il Ministro dell'Interno e le presenze delle Minoranze Sinte e Rom in Italia
In questi giorni il Ministero dell'Interno ha inviato a tutte le Prefetture una richiesta dei dati quantitativi sulle presenze delle Minoranze Nazionali ed Europee Sinte e Rom, sul territorio nazionale. Inoltre, chiede alle Prefetture di acquisire anche i dati sulle problematiche emerse, nonchè sulle soluzioni adottate.
Le Prefetture hanno immediatamente girato la richiesta ai Sindaci dei »

Strasburgo, le due settimane del cinema rom
Si sta tenendo a Strasburgo, fino al 14 novembre, il festival cinematografico “Le due settimane del cinema rom” per celebrare l’arte, la cultura e il contributo dei rom alla società europea.
Il 7 novembre, il celebre regista Tony Gatlif (Gadjo Dilo, Transylvania, Exiles) ha preso parte a un dibattito pubblico sui rom, una minoranza composta da circa 10 milioni di cittadini europei distribu »

Roma, sgomberati da Tor di Quinto arrivano all'ospedale
A Roma, da mercoledì 1 novembre e non solo, le minoranze Rom Romene stanno vivendo momenti drammatici con continui sgomberi da una parte all'altra della Capitale. L'ultima comunità sgomberata, in ordine di tempo, è stata quella di via del Baiardo a Tor di Quinto.
Da tre giorni è allarme epidemia a Roma Nord. I bambini rom arrivano in ospedale affetti da violenti bronchiti e otiti di origine »

Quando Jolanda racconta...
E' stato pubblicato da RomSinti@Politica un post sulla serata di presentazione delle pubblicazioni "quando Jolanda racconta...", racconti per bambini scritti da Jolanda Katter (Sinta Italiana) ed illustrati da alunni della scuola primaria.
Il post è »

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 11/11/2006 @ 10:28:18, in conflitti, visitato 2001 volte)

Ljubljana, Budapest, 6 Novembre 2006. European Roma Rights Centre (ERRC) e la sezione slovena di Amnesty International hanno spedito una lettera al Primo Ministro sloveno Janez Jansa, per esprimere seria preoccupazione verso le autorità accusate di aver facilitato lo sgombero forzato dell'insediamento Rom nel villaggio di Ambrus, dopo i disordini scatenati da persone non-Rom. La polizia è dovuta intervenire a protezione dei residenti dell'insediamento [...] ma è intervenuta in ritardo e le autorità non hanno presa una seria posizione sull'accaduto.

Il 29 ottobre un gruppo di circa 30 Rom e parecchi bambini di Decja vas, vicino al villaggio di Ambrus nel comune di Ivancna Gorica, sono stati evacuati nel centro di rifugio di Postojna/Postumia, un'ex caserma, perché fossero protetti dai non-Rom.

L'azione è stata presa apparentemente come risultato di un conflitto sorto da un incidente accaduto la settimana precedente, quando un non-Rom era stato assalito dagli abitanti dell'insediamento (la versione originaria era differente ndr.). Era stato poi ricoverato d'urgenza. A seguito di quei fatti, il 23 ottobre, gli abitanti non-Rom del villaggio avevano risposto violentemente contro i Rom. La polizia è stata presente durante queste azioni, come testimoniato anche dalla televisione, ma senza intervenire.

L'intera comunità Rom aveva cercato riparo nella foresta, da dove i non-Rom impedivano loro di tornare alle proprie case, minacciandoli di morte.

Il 28 ottobre, i Rom hanno tentato di fare ritorno, sotto la protezione della polizia. Ma i non-Rom l'hanno impedito, minacciando nuove violenze, e chiedendo alle autorità di rilocare i Rom "per ragioni di sicurezza ed ecologiche"; chiedendo che "i Rom non facessero più ritorno all'area". A seguito delle minacce, la polizia ha ritenuto di bloccare i Rom dal loro ritorno.

La sera stessa, si è arrivato ad un accordo informale per cui i Rom sono stati accolti nell'ex caserma di Postojna/Postumia, che dispone di acqua potabile ma non di riscaldamento e di acqua calda. Come risultato, Jurij Zaletel, capo del Settore per l'Integrazione dei Rifugiati e Stranieri del Ministero degli Interni, ha proposto che i Rom possano utilizzare le docce del centro detentivo "Veliki Otok", 2/3 volte la settimana.

Matjaz Hanzek, Ombudsman per i Diritti Umani, ha stigmatizzato il ruolo delle autorità in questo caso dove "minacce e violenze possono decidere dove si può vivere". Ha anche ammonito che questi atteggiamenti potrebbero servire da segnale per altri casi, che potrebbero ripetersi in futuro.

[...]

articolo originale: Roma_Daily_News

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 10/11/2006 @ 10:01:22, in Europa, visitato 1465 volte)

European Roma and Travellers Forum - Press Release

L'allargamento EU e la situazione dei diritti umani in Kosovo sono stati i principali temi della seconda Assemblea Plenaria che si è tenuta a Strasburgo presso il Palazzo d'Europa dal 6 all'8 novembre. Oltre 60 delegati dalla maggior parte degli stati membri hanno preso parte all'incontro assieme ai rappresentanti delle principali organizzazioni Rom europee ed internazionali.

Il primo giorno ha contemplato una cerimonia d'apertura ufficiale [...] seguita da una cerimonia commemorativa delle vittime dell'Olocausto, presso il memorial di fronte al Palazzo del Consiglio d'Europa, alla presenza dei Rom sopravvissuti e del rabbino capo di Strasburgo.

Il secondo giorno è stato dedicato alla situazione dei diritti umani in Kosovo. L'ex incaricato per il Kosovo, Marek Nowicki, uno dei rari rappresentanti della comunità internazionale a parlare della sua esperienza e contro la discriminazione dei Rom nel Kosovo.

L'accesso in EU di Romania e Bulgaria, entrambe con un'importante popolazione Rom, si tradurrà in un forte incremento del numero dei Rom in EU. Il Forum rimane preoccupato perché l'accesso non ha portato un reale miglioramento sulla situazione dei Rom ed in alcuni casi come in Slovacchia, si registra un deterioramento. Altra preoccupazione è data dal crescere di nuove barriere in Europa [...]

Formatosi nel 2004, il Forum Europeo dei Rom e Viaggianti è l'organizzazione ombrello che rappresenta le organizzazioni che difendono gli interessi dei Rom e le loro preoccupazioni attraverso l'Europa. L''organizzazione vanta il supporto e il riconoscimento del Consiglio d'Europa, con cui ha firmato un accordo di partnership. La Seconda Assemblea Plenaria dovrebbe definire le linee guida politiche er il 2007 e chiamare le istituzioni internazionali e i governi nazionali ad agire per un cambio reale.

For further information and interviews please contact:
European Roma and Travellers Forum
c/o Council of Europe
F – 67 075 Strasbourg
Tel.: 00 33 3 90 21 53 50/4331

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 09/11/2006 @ 14:09:11, in blog, visitato 1317 volte)

Roma, fiori nel fango 2
Adescavano bimbi rom di 12-13 anni a Valle Giulia, luogo simbolo della prostituzione minorile, e li portavano nelle proprie abitazioni dove, per pochi spiccioli, al massimo 20 euro, compivano abusi di tutti i tipi.
Sono medici, avvocati e altri professionisti insospettabili i presunti pedofili finiti nella rete dell'inchiesta della Squadra Mobile di Roma "Fiori nel fango 2", il p »

Maranello (MO), se sei sinto non puoi campeggiare
Quattro famiglie di Sinti Camminanti, per un totale di 18 persone, sono state allontanate nella mattinata di giovedì 2 novembre dalla Polizia Municipale di Maranello che è intervenuta in località Torre Maina a seguito della segnalazione di alcuni residenti.
Nonostante le famiglie avessero scelto per la sosta un'area attrezzata comunale per il campeggio, i vigili hanno notificato ai Sinti »

Romania, una riserva per i Rom
Dalla strada che si snoda lungo la valle di Brezoi, nei Carpazi centrali, parte un sentiero di fango e sassi. Un diroccato cartello di legno indica il “villaggio” di Valea Lui Stan. Passa un carretto trainato da un cavallo, con un’intera famiglia a bordo. Un gruppo di bambini ti corre incontro, chiedendoti foto e bani, soldi. Alcuni cani vagano liberamente, le galline razzolano fuori dai recinti. »

Lingua un diritto di tutti
Pubblichiamo uno stralcio dell´intervento di Tullio De Mauro sulla Legge 482/1999(norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche), tenuto a Palermo durante il convegno " »

Moglia (MN), una casa per ogni famiglia rom
Nel Comune di Moglia, in località Bondanello, esisteva fino a tre giorni fa un piccolo insediamento di Rom profughi dalla exYugoslavia, composto da due famiglie. L'insediamento nato nel 1993 contava inizialmente nove famiglie, cinque famiglie hanno ottenuto alcuni anni fa l'assegnazione di case popolari (ALER) nel Comune di Quistello, nel Comune di Pegognaga e nel Comune di Moglia. Rimanevano nel »

Musafir, l'eclettica musica dal Rajasthan
Ai confini dell'India, del Pakistan e dell'Afghanistan si trova il Rajasthan - che in sanscrito significa "Paese dei Principi" - e il suo deserto, il deserto di Thar. E' forse a causa dell'aridità dell'ambiente che, a partire dall'anno mille, i suoi abitanti hanno lasciato le bellezze del luogo per spostarsi verso occidente, attraversando il Caucaso, l'Iran, la Turchia, spingendosi fino »

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/11/2006 @ 10:42:24, in Regole, visitato 1602 volte)

Articolo completo: Roma_Daily_News

Redjep Shema è stato imprigionato il 15 settembre 2006 per essersi rifiutato di firmare "volontariamente" la propria deportazione in Kosovo. E' stato minacciato da Frank Pedersen, capo della Polizia, che sarebbe stato in prigione finché non avesse firmato.

Redjep Shema e la sua famiglia sono Rom Askali fuggiti dal Kosovo. In Danimarca avevano chiesto rifugio e si sono comportati secondo la legge.

Il giorno 18 settembre il Tribunale avrebbe dovuto esaminare la sua richiesta, ma la corte ha rifiutato di riconoscere gli avvocati nominati da Shema, imponendone un altro d'ufficio. L'avvocato d'ufficio ha accettato il compito, benché non potesse disporre di materiale per elaborare la difesa. Non ha potuto visitare Redjep Shema in prigione. Il caso è stato portato in appello per i dati forniti da "Romano" e altre associazioni.

Punto centrale della difesa è che in Kosovo gli Askali sono accusati di aver preso parte al conflitto a fianco dei Serbi, e per questo sono a rischio di violenze e discriminazioni da parte dell'etnia maggioritaria albanese.

Il comportamento delle autorità danesi ha infranto una lunga serie di atti e accordi, danesi ed europei (tutti citati nell'articolo originale ndr), e può spiegarsi soltanto come una concessione al Partito Popolare perché appoggi la coalizione di governo, quando richiede l'estradizione degli stranieri, in particolare dei Kosovari, per la maggior parte Rom ed Askali.

Eric Støttrup Thomsen
Danish delegate to European Roma and Travellers Forum under Council of "Romano"
Kongevejen 150
DK3000 Helsingør
+45-49 22 28 11
www.romano.dk

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/11/2006 @ 10:52:24, in Europa, visitato 1328 volte)

FOCSANI - L'ex Ministra per la Sanità, Daniela Bartos, ha consultato lo scorso 28 ottobre, 50 donne Rom nella città di Marasesti, nella provincia di Modruzeni.

Daniela Bartos è arrivata a Modruzeni, una delle più importanti comunità Rom della regione Vrancea, accompagnata dalla Segretaria di Stato, Mariea Ionescu, presidente dell'Agenzia Nazionale per l'Etnia Rom.

"L'agenzia Rumena che dirigo sviluppa esclusivamente programmi per le donne - Con noi, tra di noi, su di noi, donne - Il programma intende analizzare lo stato di salute delle donne rom e di conseguenza creare una strategia sanitaria per l'etnia." dice la Segretaria di Stato.

Il progetto esaminerà la situazione sanitaria delle Romnià in dieci città.

Fonte: Romanian_Roma

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


14/11/2019 @ 19:35:08
script eseguito in 235 ms

 

Immagine
 Manifestazione a Parigi per la casa e contro la guerra... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 849 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoStai cercando un prestito per far rivive...
08/11/2019 @ 09:18:43
Di FRANCESCA
Assistenza finanziaria in 24 ore (assistance.finan...
05/11/2019 @ 19:07:35
Di damien
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source