Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 11/02/2009 @ 09:53:18, in Italia, visitato 965 volte)

Ricevo da Interprete

A proposito del censimento, voluto dal Sindaco Alemanno, dei rom del campo di Tor de Cenci. (vedi)

Lunedì 3 febbraio alle ore 08.30, presso il campo rom di Tor de Cenci, si sono presentati decine di poliziotti con unita cinofile, militari della Folgore, vigili urbani e alcuni rappresentanti della sala operativa sociale del Comune di Roma, comandati dal Vice Questore R: Clemente, per una operazione di controllo al fine di censire gli abitanti del campo come disposto dalla Prefettura e dal Comune di Roma.

Gli operatori dell’Arci Solidarietà Lazio addetti al progetto di scolarizzazione dei minori rom, in convenzione con L’XI Dip. Del Comune di Roma sono rimasti per presenziare all’operazione, su richiesta dei rom per garantire che il tutto si svolgesse in tutta tranquillità.

Gli operatori lamentavano l’inopportunità di chiudere le entrate e le uscite dei rom residenti durante tutta la durata dell’intervento, cosi come disposto dai responsabili di Polizia, protestando vivamente alle ore 15.00 allorquando veniva impedito a 4 operatori rom dell’Arci, di uscire per svolgere il servizio di riaccompagno dei minori dalla scuola al campo.

Solo dopo mezz’ora ci è stato consentito di uscire con l’intervento del Coordinatore del progetto, e verso le 16.30 le forze dell’ordine interrompevano l’operazione, dicendoci che sarebbero ritornati all’indomani per terminare l’intervento.

La mattina di martedì 04.02.09, alle ore 08.45 lo stesso spiegamento si ripresentava al campo mentre gli operatori dell’Arci erano impegnati nell’accompagno dei minori rom a scuola, e alle ore 09.00 mentre gli operatori rom facevano ritorno al campo, venivano fermati all’ingresso dai militari della Folgore, a quel punto uno di loro veniva preso a pugni da un poliziotto e poi trascinato in una delle macchine di servizio della polizia. Lì subiva minacce di ogni tipo, tra cui quella di essere sbranato da uno dei cani delle forze dell’ordine, poi ha preso altre botte e infine è stato fatto scendere dalla vettura. Il solerte poliziotto ha proseguito il suo abuso di potere e ha costretto il malcapitato a sedersi a terra, ben attento a scegliere il punto del terreno più sporco. A questo punto, dopo avere raccolto un ramo, l’uomo in divisa, pubblico ufficiale, ha ordinato alla sua vittima di intonare una canzone. Quando l’uomo ha risposto di non sapere cantare il poliziotto, sempre brandendo il ramo, lo ha obbligato ad attaccare con “Tanti auguri a te”. Il “divertimento” dell’agente è stato interrotto da due operatori Arci accorsi in seguito alla telefonata della moglie dell’operatore rom. Alla vista dei nuovi arrivati il poliziotto ha ordinato all’uomo di alzarsi in piedi e di smettere di cantare. Quando gli operatori dell’Arci hanno chiesto spiegazioni al vice questore è stato loro risposto che il signore rom aveva preso a calci il poliziotto. Ora sembra quantomeno folle che un rom, tra l’altro in regola, che da sempre ha a che fare con irruzioni e controlli si metta a prendere a calci un pubblico ufficiale, durante un controllo a tappeto, con il campo pieno di militari e polizia.

A quel punto l’operatore rom veniva rilasciato con l’invito di chiudersi dentro il proprio container e la minaccia di non denunciare l’accaduto altrimenti sarebbe stato arrestato per spaccio di droga.

L’operazione si concludeva alle ore 15.00 con una decina di provvedimenti di espulsione a carico di coloro non in regola con i permessi di soggiorno, il sequestro di 5 automezzi privi di assicurazione, il ritrovamento di alcuni bossoli da arma da fuoco, di un bilancino e di alcuni grammi di mannite.

Ci sentiamo in dovere di denunciare le modalità di questo nuovo censimento voluto dal Comune di Roma. Poliziotti e militari che irrompono di mattina, circondano il campo e impediscono agli abitanti di uscire per oltre otto ore. Anche dopo l’accertamento dei documenti è stato vietato ad alcuni rom di recarsi a lavoro, un altro rom sofferente di cuore è stato costretto a sedersi per terra in attesa di essere autorizzato ad entrare. Repressione, abuso di potere, maltrattamento di persone. E’ questa la sicurezza tanto declamata da Comune e Governo? Dovremmo sentirci tranquilli sapendo che ragazzi italiani come nuovo passatempo bruciano gli stranieri, mentre i poliziotti menano i rom?

Gli operatori di Arci Solidarietà Lazio di Tor de Cenci

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 11/02/2009 @ 09:22:47, in casa, visitato 1097 volte)

Da Roma_ex_Yugoslavia

B92 Piano d'azione per accampamento Rom

BELGRADO - Un piano d'azione per evacuare l'accampamento Rom illegale di Gazela sarà firmato entro la fine della settimana, dice il vice sindaco di Belgrado Milan Krkobabić.

Lo sviluppo del piano d'azione è previsto non oltre il 31 agosto, ha aggiunto. Ha detto Krkobabić, parlando a B92, che 114 famiglie della zona potranno ricevere una nuova sistemazione, mentre il resto ricadranno sotto la giurisdizione del governo e delle comunità locali da cui provengono.

Il sindaco ha spiegato che il problema verrebbe risolto secondo i modelli delle città europee, così da non creare un'altro quartiere-ghetto, dato che invece agli abitanti verranno fornite nuove sistemazioni in diversi punti di Belgrado.

Ha detto: "Questo è l'inizio. Ma per separare le due cose, questa gente deve spostarsi, devono socializzare, i bambini devono andare a suola e [gli adulti] ottenere un lavoro. Ma i cittadini di Belgrado devono anche essere coscienti del fatto che non possono opporsi ed impedire agli abitanti dell'accampamento sotto il ponte Gazela che verrà abolito, dall'arrivare nel loro quartiere."

Ha aggiunto che simili discriminazioni "non saranno più tollerate."

"Questa amministrazione non le tollererà. Questo significa che i quartieri di Belgrado non saranno più autorizzati a dire che non li vogliono qui o là. Tutti i cittadini di Belgrado sono uguali per questa amministrazione ed hanno pari diritti, ma anche pari obblighi," ha sottolineato Krkobabić.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 

Da Chiesa Evangelica Zigana in Italia

Maselli: gli emendamenti lesivi della libertà religiosa Roma (NEV), 5 novembre 2008 - Il pastore Domenico Maselli, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), denuncia l'incostituzionalità di una serie di emendamenti inseriti nel disegno di legge 733, più noto come "Pacchetto sicurezza", in questi giorni in discussione alle Commissioni Affari costituzionali e Giustizia del Senato. Tra gli emendamenti ne figura uno in particolare che prevede la possibilità di referendum comunali prima della realizzazione sul territorio di campi nomadi, moschee o altri luoghi di culto relativi a religioni che non hanno ancora raggiunto Intese con lo Stato. "La FCEI ha avuto modo a più riprese di esprimere il proprio disaccordo in riferimento all'impostazione del disegno di legge tutto - ha dichiarato Maselli -. Particolare preoccupazione desta stavolta un emendamento che riflette una situazione già legalizzata nella regione Lombardia, dove non è più sufficiente una semplice segnalazione alla Polizia per aprire un locale di culto, ma occorre che lo stesso permesso edilizio sia stato rilasciato specificatamente 'a scopo di culto'. Con l'approvazione di questo emendamento al 'Pacchetto sicurezza' si limiterebbe ulteriormente la libertà di culto, prevista dalla Costituzione italiana. Grave è anche il fatto che si voglia fare una differenza tra chi ha il Concordato o le Intese, e chi non ce le ha: una norma che sarebbe in pieno contrasto con la giurisprudenza della Corte Costituzionale. L'augurio è che i senatori riuniti nella 1ª e 2ª Commissione respingano questo emendamento, ma anche che le norme regionali in merito vengano abolite", ha concluso Maselli.Il presidente Maselli, lo scorso 28 ottobre ha inoltre firmato, insieme a una serie di Associazioni di settore, una lettera indirizzata ai membri della Commissione Affari Costituzionali del Senato, in cui si richiede il ritiro dell'emendamento relativo al rilascio del permesso di soggiorno ai minori stranieri non accompagnati al compimento della maggiore età. Se approvata, questa norma infatti permetterebbe alle autorità competenti di non rilasciare più un permesso di soggiorno ai minori che, pur affidati o sottoposti a tutela, siano entrati in Italia dopo il compimento dei 15 anni e/o non possano dimostrare di aver partecipato a un progetto di integrazione per almeno 2 anni.

Pacchetto sicurezza/2. Battisti, metodisti e valdesi uniti contro il ddl 733 Roma (NEV), 5 novembre 2008 - Alcune misure previste dal ddl 733, meglio noto come ”pacchetto sicurezza” attualmente all'esame delle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia del Senato, non rispettano i diritti umani fondamentali. Lo affermano in una dichiarazione congiunta Anna Maffei, presidente dell'Unione cristiana evangelica battista d’Italia (UCEBI), Maria Bonafede, moderatora della Tavola valdese, e Massimo Aquilante, presidente dell'Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI). Segue il testo della "Dichiarazione delle chiese battiste, metodiste e valdesi".“Il ‘Pacchetto sicurezza’ contiene alcune misure ancora all’esame del Parlamento italiano di politica dell’immigrazione che come cristiani evangelici battisti, metodisti e valdesi riteniamo lesive di fondamentali diritti umani e civili. Chiediamo, pertanto, che Governo e Parlamento non deroghino dai seguenti principi:1. Gli immigrati godono dei diritti affermati nella Dichiarazione universale dei diritti umani. Anche quelli entrati in Italia senza regolare permesso. Fra questi c’è il diritto alle cure mediche. Respingiamo quindi con fermezza qualsiasi tentativo di limitare per i migranti l’accesso alle cure costringendo le autorità sanitarie a segnalare la presenza di immigrati irregolari negli ospedali. Tale tentativo, qualora venisse approvato dal nostro Parlamento, spingerebbe ad una situazione sanitaria dagli esiti gravissimi, quali ad esempio la ripresa dei parti senza assistenza e degli aborti clandestini o l’aggravamento e la diffusione di patologie anche infettive, con grave rischio sia dei migranti, sia della collettività in generale.2. Gli immigrati hanno diritto, come tutti, all’unità della famiglia. Le molte misure all’esame del Parlamento, nonostante si faccia un gran parlare di famiglia, tendono di fatto a smembrare la famiglia ancora di più nel caso degli immigrati in quanto rendono il ricongiungimento familiare ancora più difficile. Le proposte presentate da alcuni senatori della maggioranza sono disegnate per limitare e quasi impedire il processo di integrazione degli immigrati nel nostro paese. Ci opponiamo a questa logica di arroccamento e di privilegio che rende il nostro paese e il nostro popolo chiuso e inospitale.3. La legislazione in discussione non tiene in considerazione la situazione di ingiustizia e di iniqua distribuzione delle risorse in cui versa il nostro mondo e tende a vedere il migrante senza permesso di soggiorno come un criminale. Come cristiani riteniamo che qualsiasi legge in materia debba ispirarsi al criterio della giustizia e non possa, quindi, non tener conto dei motivi specifici, concreti, che spingono ad emigrare. L’Italia è inadempiente rispetto agli impegni presi nella Dichiarazione del Millennio che stabiliva gli obiettivi per sconfiggere la povertà per il 2015. Per questi principi riteniamo di impegnarci insieme a tutti coloro che, a prescindere dalle motivazioni religiose, ricercano la piena integrazione di tutti e di ciascuno/a. La parola ‘sicurezza’ acquista il suo vero significato quando contribuisce a vincere paure e inimicizie, non a fomentarle.” Per informazioni:Agenzia NEV - Notizie Evangeliche Federazione delle chiese evangeliche in Italia

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 10/02/2009 @ 09:47:33, in blog, visitato 1086 volte)

Buongiorno a tutti
a causa problemi tecnici del sito www.amaliperomano.helloweb.eu abbiamo dovuto cambiare, vi segnalo il sito nuovo.
a presto
qui sotto il nuovo indirizzo del sito web.

http://www.amaliperomano.altervista.org

Demir Mustafa

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 10/02/2009 @ 09:35:59, in conflitti, visitato 1221 volte)
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 10/02/2009 @ 09:29:35, in Europa, visitato 1246 volte)

Da Czech_Roma

Czech-netz Society News

05/02/2009 - Michael Kocáb, ministro per i diritti umani, sta tentando di mantenere una delle promesse fatte in pubblico prima di accedere alla sua attuale posizione. Recentemente ha condotto le trattative per l'acquisto dell'infrastruttura ricreativa situata in una proprietà vicino a Hodonín u Kunštátu dove c'era un campo concentramento per Rom usato durante la II guerra mondiale.

La soluzione della situazione attuale è prioritaria per l'ufficio governativo per i Diritti Umani e le Minoranze Nazionali, perché il sito dove molti soffrirono e perirono non è un posto per attività ricreative. Secondo le informazioni fornite da Aktuálně.cz, Alena Vojtová, proprietaria del complesso ricreativo, concorda con questa proposta. "Ho detto io stessa al governo che avevo intenzione di vendere una vasta sezione del complesso. Sono pronta a vendere," ha detto al giornalista.

Quando il ministro raggiungerà l'accordo, il governo dovrebbe discutere la questione nella sua prossima sessione. Quindi il gabinetto di Mirek Topolánek dovrebbe firmare il progetto per risolvere il futuro di questa proprietà. Petr Koubek, segretario di Michael Kocáb, ha detto "Dovrebbe sorgere un centro educativo, focalizzato sulla cultura Rom. Dovrebbe costare circa dieci milioni di corone. Ma non siamo ancora certi di poter ottenere quella somma."

Il campo aveva una funzione correttiva nel 1939 per il governo cecoslovacco prima dell'occupazione nazista. Nel 1942 fu modificato in campo di concentramento per Rom come anticamera alle camere a gas di Auschwitz. Nel periodo della sua esistenza (sino al 1944), 1.396 persone passarono per il campo di Hodonín u Kunštátu.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/02/2009 @ 09:44:54, in Regole, visitato 1357 volte)

Ricevo da Ernesto Rossi

Gentili amiche e amici, vi prego di prendere in seria considerazione il testo allegato. Esso proviene da un’autorità dello Stato e rappresenta la volontà del governo italiano in carica.

Ma vi prego anche di considerarne il contenuto e il significato. E le conseguenze umane e materiali.

Se questo testo venisse applicato così come è scritto, questo significherebbe, per la prima volta in Italia, un formale –e sostanziale- aggravamento delle condizioni dei cosiddetti zingari.

In Lombardia, per quanto concerne l’autorità del commissario straordinario da cui proviene; per altri luoghi, se già non è avvenuto, solo un’anticipazione (Milano, si sa, è, o era, la capitale morale del paese) di quello che potrebbe accadere/accadrà a questa popolazione.

Nei lunghi anni ormai, da che lavoro con loro, quasi quindici, ho visto troppe volte una loro somma d’investimenti di vita –lavoro, percorsi scolastici, ricerca di soluzioni abitative, tentativi di partecipare alla società ‘dominante’- ridotti allo zero da semplici provvedimenti amministrativi, quando non dal solo atteggiamento ostile di chi doveva applicare leggi e regolamenti.

Questa è la tolleranza sottozero.

Finalmente, secondo come si esprimono, insensatamente, le Autorità, anche l’Italia avrà i suoi NOMADI.

Ernesto Rossi

PS: Il regolamento è scaricabile dall'Area approfondimenti e documenti

Articolo Permalink Commenti Oppure (2)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/02/2009 @ 09:13:26, in musica e parole, visitato 1527 volte)

Ricevo da Marta Pistocchi

12 Febbraio 2009, ore 22 ARCI CICCO SIMONETTA, Via Cicco Simonetta 16 (zona conca del naviglio) Milano www.ciccosimonetta.org
Serata danzante di musica balcanica e rom



Muzikanti -di BalVal, fisarmonica, violino & sevdah
Ingresso 4 euro con tessera arci (chi deve fare la tessera non paga l'ingresso!)

I Muzikanti sono la realizzazione di un autentico incontro di culture, che si esprime in un linguaggio musicale originale, fantasioso e vitale.

Fonte d’ispirazione primaria del loro repertorio è la musica Rom, espressione artistica di un popolo che sa riunire in una voce sola i diversi caratteri dell’Europa balcanica.

Ritmi incalzanti, intervalli orientaleggianti e virtuosismi si alternano a melodie struggenti dal potere evocativo, in una combinazione di esotismo ed energia che emoziona ogni tipo di pubblico.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/02/2009 @ 09:12:34, in musica e parole, visitato 1837 volte)

Venerdì 13 febbraio h. 20.30 - Camera del Lavoro di Milano, corso di Porta Vittoria

Camera del Lavoro di Milano, Opera Nomadi, Federazione Rom e Sinti insieme, Casa della cultura di Milano vi invitano
in occasione della GIORNATA DELLA MEMORIA

Shoah e Porrajmos
Piccoli ricordi di un tempo atroce

con
Dijana Pavlovic e Tatiana Olear

Violino Marta Pistocchi fisarmonica Jovice Jovic e Mario Ruggeri

Con partecipazione di:
Allievi Centro Propedeutico Paolo Grassi: Martina Testa, Luca Solesin, Marta Calbi, Rudi Salpietra

Elementi scenici e attrezzeria
Centro Diurno “Desi 3” U.F.S.M.A dell’ ASL 3 di Pistoia:
Franca Dolfi, Marco Mungai, Simone Benini, Stefano Palagi, Stefano Frotti, Cristina Barni, Alessio Cartini, Chiara Betti, Patrizia Cusimano

Lo spettacolo sarà preceduto dalla proiezione del documentario
“A forza di essere vento”
a cura di Opera Nomadi

testimonianze di
Moni Ovadia
Ferruccio Cappelli, Casa della Cultura di Milano
Mirko Bezzecchi, superstite Rom dei campi di concentramento
Corrado Mandreoli, Camera del Lavoro

Tamara Lazerson, quattordicenne ebrea, internata a Teresien, racconta nei suoi diari la sua vita di adolescente tra dramma quotidiano e sogni del futuro possibile. Barbara Richter, sinta, internata quindicenne nello Zigeunerlager di Auschwitz-Birkenau, ha lasciato la testimonianza della sua lotta per la sopravvivenza. Due storie che ci parlano dello sterminio che ha colpito il popolo ebreo e il popolo rom e sinto e che aveva per entrambi la logica dell’annientamento su base razziale. Sono anche, attraverso gli occhi di due adolescenti, lo specchio di due modi diversi di vivere lo stesso orrore.

Gli uomini si abituano a tutto e i ricordi sono destinati a svanire.

Noi siamo qui ogni anno perché non si perda mai la memoria di ciò che è avvenuto. Vogliamo usare l’occasione di quest’anno per riportare alla memoria quella che poteva essere la semplice quotidianità di persone che ogni giorno cercavano di resistere ad una specie di atroce dissolversi della propria vita: i tentativi di sottrarsi e le diverse modalità di intravedere una speranza, il lento lasciarsi travolgere dal dolore e di nuovo la voglia di combattere senza armi, senza bandiere, solo con la propria volontà e la propria fantasia. Proveremo a raccontare i sogni dei bambini che si costruivano amici di legno e cencio cui raccontare le proprie paure e gli espedienti dei grandi che, deprivati di tutto, si nascondevano nella memoria dei propri passati lavori, dei propri amori dei propri passatempi … in qualsiasi cosa potesse mantenerli vivi.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/02/2009 @ 09:51:38, in Italia, visitato 1563 volte)

Ricevo da Eugenio Viceconte: Complimenti alla Federazione Rom e Sinti Insieme, è l'unica buona notizia di oggi.

(OMNIROMA) Roma, 07 feb - Si sono riuniti questo pomeriggio una trentina di giovani esponenti dei campi rom della Capitale per dare vita a un coordinamento di auto rappresentazione che darà il via ad alcune iniziative culturali ed elaborerà una carta dei diritti e dei doveri per gli abitanti degli insediamenti. "Sono venuti da Casilino 900, Arco di Travertino, Ciampino, Salone e Gordiani per discutere insieme per la prima volta in maniera autodeterminata di noi stessi e del nostro futuro - ha detto Graziano Halilovic, ex-abitante del campo rom di Ciampino, sposato con una donna italiana con cui vive a Tor Lupara - abbiamo capito che è ora di risvegliarci e di prendere le decisioni per poter superare quella per molti di noi, discriminati da una vita, il nostro essere rom sembra quasi una vergogna. Dobbiamo essere fieri di essere rom e per questo porteremo avanti la nostra battaglia sui nostri diritti ma anche sui nostri doveri". In calendario ci sono già alcune iniziative: l'8 marzo verrà festeggiata la Giornata della donna, l'8 aprile, la Giornata internazionale dei rom.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


17/11/2019 @ 07:59:20
script eseguito in 169 ms

 

Immagine
 c'era una volta... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1258 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoStai cercando un prestito per far rivive...
08/11/2019 @ 09:18:43
Di FRANCESCA
Assistenza finanziaria in 24 ore (assistance.finan...
05/11/2019 @ 19:07:35
Di damien
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source