La lezione ecologica viene dal campo nomadi - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non un altro blog - giornale o chissacosa ma: 1. raccogliere notizie direttamente dalle fonti; 2. far conoscere come la pensano i diretti interessati.

La redazione
-

\\ Mahalla : Articolo
La lezione ecologica viene dal campo nomadi
Di Fabrizio (del 02/02/2014 @ 09:08:32, in casa, visitato 2266 volte)

Cosenza, la comunità rom accampata lungo il fiume Crati sperimenta una stufa che trasforma in calore il rischio incendio. Così si punta su energia alternativa e riciclaggio
Nella foto la stufa Rmh all'interno della Scuola del Vento (© Coessenza \ Confluenze) - Corriere della Calabria

COSENZA Riscaldarsi riciclando, con una stufa semplice da realizzare ed efficiente. Sembra lo spot di una televendita. E ad alcuni sembrerà pure impossibile, ma chi la sta provando è pronto a giurare che la stufa Rocket Mass Heater fa egregiamente il suo lavoro ed è un oggetto rivoluzionario. Il "target" è inedito: vista la loro capacità di riciclare materiali, è ideale per i rom. In più, i costi di realizzazione sono vicini allo zero e soprattutto, grazie alla struttura e al funzionamento, il rischio di incendio e di ustioni è molto più contenuto: sono due dei motivi per cui un oggetto così - che potrebbe essere venduto in tv o sul web ma attualmente è utilizzato nella "Scuola del Vento" Coessenza all'interno del campo nomadi di Cosenza lungo il fiume Crati - è stato salutato con entusiasmo. La baraccopoli rom del capoluogo calabrese festeggia così la Scuola del Vento, un progetto educativo che quest'anno spegnerà 5 candeline: lezioni gratuite in una baracca autocostruita dai rom e dai volontari di alcune associazioni della città.

L'Rmh, l'"oggetto misterioso" con cui la Scuola si sta riscaldando da qualche mese, è una stufa a legna con un'efficienza termica tale da ottenere la stessa quantità di calore utilizzando tra il 50 e l'80% in meno di legna rispetto a una stufa tradizionale: ciò è possibile grazie al processo di pirolisi, che consente di far bruciare la maggior parte dei gas della combustione (il fumo del fuoco) ottenendo così altro calore, ed emissioni minime composte quasi esclusivamente da Co2 e vapore acqueo. "Considerato poi che la forma e il funzionamento della camera di combustione creano un tiraggio consistente - spiegano i volontari della Scuola del Vento -, è possibile indirizzare il tubo di uscita degli esausti nella direzione desiderata, anche orizzontalmente, e ciò permette di farlo passare all'interno di una massa termica di materiale inerte pietroso (il pavimento, una panchina, un letto, un muretto o un qualsiasi altro elemento architettonico) ottenendo così di accumulare all'interno della casa una notevole quantità di calore che andrebbe altrimenti disperso". Anche i costi e i tempi di realizzazione di questo sistema innovativo sono eccezionalmente contenuti: è possibile infatti realizzare un impianto base con massa termica per meno di 150 euro e in meno di due giornate lavorative. Inoltre, sono già stati sperimentati sistemi che incorporano la possibilità di produrre acqua calda.

RMH, UN SISTEMA RIVOLUZIONARIO
NON SOLO PER LA COMUNITA' NOMADE

Un impianto di riscaldamento a costo ridotto e più sicuro dei metodi finora usati dalle fasce di cittadini meno abbienti che popolano la città potrebbe essere una salvezza se pensiamo agli episodi drammatici dell'ultimo anno: ai primi di marzo 2013 due clochard morti carbonizzati in una vecchia palazzina abbandonata, a pochi metri dal salotto buono di Cosenza, mentre il 2 gennaio a fare una fine simile è stato un anziano sarto, travolto dalle fiamme nella sua mansarda alle spalle del Municipio. Ma il rischio incendi è comune a tutti i (non) luoghi d'Italia abitati da quelli che i sociologi chiamano "marginali": proprio all'alba di oggi a Roma un cittadino straniero è morto carbonizzato in un incendio scoppiato in un residence abitato soprattutto da migranti, che vivono in condizioni disumane.

Insomma, il Rocket Mass Heater potrebbe far comodo a molti, di questi tempi. Ma perché è ancora più rivoluzionario per la comunità rom? Eccolo spiegato, in quattro punti:

  • L'utilizzo di una stufa con massa termica consente di avere minori sbalzi di temperatura. Ciò è particolarmente rilevante in un ambiente come le baracche che si surriscaldano quando le stufe a legna sono accese per poi raffreddarsi molto velocemente appena la stufa si spegne, portando alla condensa dell'umidità trattenuta all'interno dai rivestimenti plastici che vengono utilizzati per isolare le baracche e, dunque, ad una sostanziale insalubrità dell'ambiente.
  • La possibilità di utilizzare un quantitativo di legna molto inferiore disincentiva il ricorso a legna con plastica o vernici attaccati e alla plastica.
  • La qualità degli esausti, che sono praticamente respirabili, migliora radicalmente la qualità dell'aria all'esterno, che, specialmente nei campi densamente popolati, è spesso molto inquinata proprio a causa della combustione di materiali tossici e del posizionamento molto basso dei comignoli, favorendo malattie respiratorie e neoplasie.
  • Il bidone incorporato nel sistema, può essere utilizzato come piano di cottura, portando ad un risparmio sul gas e ad un miglioramento della qualità dell'aria all'interno delle baracche, dove la combustione del gas per la cottura può inquinare pesantemente l'aria.

OSTILITA' DEI CITTADINI (E DELLA NATURA)
L'INTEGRAZIONE FINORA Č FALLITA

La "stufa rivoluzionaria" è un tassello che arricchisce la sfida della Scuola del Vento, esperienza di integrazione come poche altre su scala nazionale. Quella della scolarizzazione dei bambini rom rumeni accampati nei due campi cittadini (a Vaglio Lise e nel Palazzetto dello Sport di Cosenza-Casali) è una questione molto delicata: i dati non proprio incoraggianti spiegano meglio la situazione. Nel biennio 2011-2012 risultavano 52 bambini iscritti a scuola, di cui 40 alle elementari e 12 alle medie. I frequentanti alle elementari sono stati 29, 11 bambini hanno invece frequentato con discontinuità. Alle medie, 8 bambini hanno seguito con costanza, 4 saltuariamente. Il disagio economico, sociale e ambientale in cui vivono le loro famiglie è una delle cause della dispersione scolastica. L'assenza di una residenza ufficiale causa, invece, la difficoltà di accesso alle vaccinazioni (un dossier appena ultimato da un gruppo di associazioni ha contato fino a oggi 23 bambini vaccinati, mentre gli operatori dell'ambulatorio dei Medici Senza Confini "A. Grandinetti" di Cosenza hanno documentato i rischi igienico-sanitari nei due nuclei abitativi (campo e Palazzetto). Secondo i volontari, un primo passo verso una reale integrazione potrebbe essere l'impiego dei rom nella raccolta e lavorazione del materiale ferroso e dei rifiuti ingombranti, sulla scorta di quanto già accade a Bolzano ma anche a Reggio Calabria e Lamezia.

Anche se la diffidenza è dura a morire, in 9 anni di presenza, le "manifestazioni" più ostili per i rom della baraccopoli sono venute dal fiume in piena, dalla pioggia o dalle fiamme (mai dolose, se non in un caso e ad opera di una persona del campo). La scorsa estate, però, dopo il boom di furti nei quartieri periferici vicini al campo ma anche in centro città, si registrò qualche episodio di violenza sotto forma di raid punitivo: i topi d'appartamento non sono mai stati individuati, ma nella vulgata dei cosentini "gli zingari" erano i colpevoli.

COSTANO 7000 EURO A BIENNIO
ECCO I NUMERI DEI 2 "CAMPI"

Nell'ultimo biennio, la cifra totale messa a disposizione del Comune di Cosenza - denunciano i volontari - ammonta a soli 7000 euro, serviti per coprire i costi dei pasti erogati ai rom sfollati da un grosso incendio scoppiato a Vaglio Lise nel luglio del 2012, e per il pagamento delle utenze del Palazzetto dello Sport di Cosenza-Casali, luogo nel quale queste persone sono state temporaneamente sistemate e dove alcuni rom risiedono tuttora. I dati ufficiali a disposizione dell'Ufficio Statistiche del Comune di Cosenza raccolti in occasione dei due censimenti effettuati prima nel marzo del 2010 e poi nel mese di luglio del 2011, indicano la presenza di sole 320 persone. Di queste, la maggior parte è collocata nell'"insediamento informale" di Vaglio Lise, mentre una cinquantina di persone, circa 13 famiglie, si trovano all'interno del Palazzetto dello sport di Cosenza-Casali.

Il primo ottobre 2009, con una massiccia operazione congiunta di polizia, carabinieri, guardia di finanza e corpo forestale in collaborazione con vigili del fuoco e 118, furono notificati 90 provvedimenti di allontanamento dall'Italia per motivi di sicurezza emessi dal prefetto di Cosenza, su segnalazione della questura - e fu di fatto eseguito il primo "censimento" dei rom rumeni che vivono nella baraccopoli lungo il Crati. Oggi da quella stessa baraccopoli arriva una piccola ma significativa lezione sulle nuove energie.

eu. f.

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie pių cliccate


17/10/2021 @ 02:50:29
script eseguito in 47 ms

 

Immagine
 Manifestazione a Parigi per la casa e contro la guerra... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1438 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< ottobre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021

Gli interventi pių cliccati

Ultimi commenti:
OFFERTA DI PRESTIT0 GRATUITO klauscampregher21@gma...
14/10/2021 @ 14:28:34
Di klauscampregher
OFFERTA DI PRESTIT0 GRATUITO klauscampregher21@gma...
14/10/2021 @ 13:14:11
Di klauscampregher
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source