Ritorno al passato - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
L'essere straniero per me non è altro che una via diretta al concetto di identità. In altre parole, l'identità non è qualcosa che già possiedi, devi invece passare attraverso le cose per ottenerla. Le cose devono farsi dubbie prima di potersi consolidare in maniera diversa.

Wim Wenders
-

\\ Mahalla : Articolo
Ritorno al passato
Di Fabrizio (del 06/07/2012 @ 09:13:53, in Italia, visitato 1305 volte)
Immagine da Bestmovie.it

Gli articoli sono di ieri, giovedì 5 luglio


SICUREZZA. SMANTELLATO CAMPO ABUSIVO DI VIA GATTO/CAVRIANA: 4 FAMIGLIE SISTEMATE IN VIA BARZAGHI E SEGUITE DA SERVIZI SOCIALI da Partecipami.it
Granelli: "Abbiamo già chiesto all'Autorità giudiziaria di destinare l'area a cantiere o parcheggio"

Milano, 5 luglio 2012 - Come annunciato pochi giorni fa dall'assessore alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia locale, Volontariato e Protezione civile Marco Granelli, si è svolto questa mattina lo smantellamento dell'insediamento abusivo di via Gatto/Cavriana, in zona Forlanini, e di altri 3 micro-insediamenti presenti in un'area privata attigua, per un totale di circa 200 rom di nazionalità romena.
L'intervento, concordato con la Questura, è stato realizzato dalla Polizia locale insieme alla Polizia di Stato e ai Carabinieri. Sul posto anche la Protezione civile, i Servizi sociali del Comune di Milano e il Nucleo di Intervento rapido che si sta occupando dell'abbattimento delle baracche.

Il campo di via Gatto, occupato da circa 150 persone di cui la maggior parte provenienti da via Sacile dopo l'incendio del 15 aprile scorso, insisteva su un'area demaniale soggetta a sequestro da parte della Magistratura per reati ambientali: ragione per cui gli occupanti abusivi erano già stati denunciati all'autorità giudiziaria.
Com'era stato fatto per gli occupanti di via Sacile, a tutte le famiglie presenti in via Gatto è stata proposta una sistemazione alternativa presso le strutture della Protezione civile e l'avvio immediato di un percorso di integrazione seguito dai Servizi sociali. Soluzione accettata da 4 nuclei familiari, per un totale di 20 persone, subito trasferite in via Barzaghi.

"Per sottrarre quest'area al degrado - afferma l'assessore Granelli - abbiamo già chiesto all'Autorità giudiziaria di destinarla a nuovo uso come area di cantiere o parcheggio e stiamo effettuando gli opportuni sopralluoghi tecnici. Impensabile, infatti, recintare uno spazio così vasto. In attesa della soluzione definitiva, sorveglieremo 24 ore su 24 per evitare nuove intrusioni".

"Questo allontanamento - aggiungono gli assessori Marco Granelli e Pierfrancesco Majorino (Politiche sociali) - è stato svolto con professionalità dagli operatori della Polizia locale e dei Servizi sociali e dimostra che è possibile contrastare il degrado offrendo alle persone soluzioni dignitose, senza dividere le famiglie, e avviando percorsi di integrazione. Importante anche il confronto con alcune associazioni del terzo settore e della consulta. Collaborazione che intendiamo rafforzare, anche con le rappresentanze delle famiglie rom, nell'ottica di quanto indicato dalla strategia nazionale del ministro Riccardi per rom, sinti e caminanti".


Sgomberi di Bacula e via Gatto: il preludio del piano comunale per i rom?

Domani il Comune di Milano presenterà il piano per Rom Sinti e Camminanti per il prossimo triennio e il relativo percorso di consultazione e partecipazione, per la prima volta aperto agli interessati e agli enti e associazioni che li rappresentano e tutelano.

Eppure ieri la polizia locale ha sgomberato per l'ennesima volta l'area del cavalcavia Bacula e di Via Colico, che esiste di fatto dal 2005, e stamattina circa 200 persone sono state allontanate dal campo sorto in via Gatto/Cavriana a seguito dei due incendi che nel mese di aprile hanno distrutto l'insediamento di Via Sacile.

"Non capiamo il motivo di uno sgombero, a maggior ragione in una situazione tanto delicata quale quella di queste famiglie, che hanno già subito due volte la distruzione delle loro abitazioni - commentano i volontari di Medicina di Strada del Naga - per di più a un giorno dalla presentazione di un piano che promette l'avvio di un percorso partecipato per individuare alternative e soluzioni percorribili con il coinvolgimento dei diretti interessati".

"Un piano per Rom, Sinti e Camminanti non può partire dagli sgomberi. Negli scorsi mesi era iniziato un percorso di confronto fra i rappresentanti delle famiglie della comunità sgomberata stamattina, il Naga, la Consulta Rom e Sinti di Milano e il Gruppo Forlanini e l'Amministrazione, bruscamente interrotto all'inizio di maggio dal Comune stesso, che ha ripreso il dialogo solo ora a suon di ruspe" concludono i volontari del Naga.

L'interruzione del percorso ha sfiduciato le famiglie del campo, che in larga parte hanno deciso di allontanarsi dall'area non vedendo accolta la richiesta di essere posti sotto la tutela diretta del Comune e non di enti terzi.

Il Naga ritiene che l'avvio di un percorso che sia davvero condiviso debba necessariamente passare dalla fine degli sgomberi e dall'ascolto delle proposte dalla comunità.

Il Naga continuerà a portare assistenza nelle aree dismesse della città, nei campi rom e ovunque ce ne sia bisogno, continuando a denunciare la violazione di ogni diritto.

Info:
Naga: 347.1603305 - 02.58102599 naga@naga.it


Stamattina, a partire dalle 8 e fino alle 12,30, con un notevole dispiegamento di polizia locale (incluse squadrette piuttosto decise, all'opera soprattutto negli insediamenti più piccoli e con modi molto bruschi e offensivi), polizia di stato e carabinieri (restati invece ai margini), sono stati distrutti gli insediamenti informali di via Gatto - Cavriana, Forlanini - caserma e Forlanini - casette.

Contestualmente all'esecuzione dello sgombero, in particolare nel campo di Gatto - Cavriana, è stata proposta agli abitanti, dall'ass. Granelli (alla presenza dei drr Minoia e Palazzo), la sistemazione alla Protezione civile con l'avvio di procedure di rilevazione socio-anagrafica, avviamento al lavoro e a soluzione abitativa, iscrizione a scuola per i minori, su tempi medio - lunghi, a seconda delle singole situazioni familiari, comunque rispettate nella loro integralità.

Questa proposta è stata accettata, su un complesso di circa 200 abitanti tra i tre insediamenti, solo da 22 persone (in diversi casi con minori), che sono state avviate in via Barzaghi; l'adesione francamente modesta va attribuita alle modalità sbrigative con cui è stata proposta questa soluzione, troppo compressa rispetto alla procedura d'imperio e a tappe forzate dello sgombero incombente; lo stesso esito deludente dell'ospitalità dei primi 43 soggetti in via Barzaghi, dopo il rogo definitivo di via Sacile, avrebbe dovuto consigliare, come era già stato anticipato alle autorità, un approccio meno condizionato dall'urgenza e più preoccupato del messaggio di inclusione che esso voleva significare, da modularsi e prepararsi con maggior anticipo.

Risulta incomprensibile la fretta con cui si è voluto procedere allo sgombero, pur da tempo preannunciato tra luglio e agosto, ma senza che requisiti ulteriori di urgenza pregiudicassero o aggravassero il carattere abusivo dell'insediamento; oltretutto, il sopralluogo della Commissione sicurezza sociale del Comune, lunedì 2, aveva evidenziato alcune richieste di dotazione basilari (acqua, servizi igienici, ritiro immondizia) che sembravano preludere a un approccio meno emergenziale, pur senza rinunciare all'orizzonte dello svuotamento dell'area.

I 22 soggetti ora ospitati in Barzaghi saranno una cartina di tornasole importante, su cui tutti dovremo investire. Ma non ci possiamo nascondere che gli eventi di stamane - che potevano rivestire il carattere di una prova importante del comportamento del Comune, che verrà sancito domani con la presentazione delle linee generali della politica nei confronti di rom e sinti a Milano - hanno evidenziato gravi errori procedurali, già segnalati dallo sgombero di Bacula ieri.

Gruppo sostegno Forlanini - Milano, 5.7.2012


Soffia di nuovo il vento degli sgomberi a Milano - di Karma Mara

Oggi si è rialzato prepotente il vento degli sgomberi sui campi rom non autorizzati a Milano.

Questa mattina verso le sette sono arrivate in via Cavriana le ruspe del comune seguite da protezione civile, polizia municipale, servizi sociali, l' assessore Granelli, Mastrangelo e Minnoia (responsabile degli adulti in difficoltà).

Intervista a Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza e coesione sociale

Presenti nel campo al loro arrivo più di 150 persone, di cui 40 minori, molti appena nati, e le associazioni della zona, gruppo sostegno Forlanini e Consulta rom.
L'amministrazione ha proposto agli occupanti un censimento, 70 posti presso la protezione civile per un paio di mesi, l' iscrizione dei minori in strutture scolastiche, percorsi da avviare per ottenere la residenza e un inserimento lavorativo per gli adulti, il tutto sostenuto dal terzo settore (caritas). Solo 22 persone hanno accettato le soluzioni proposte dall'amministrazione, le altre sono attualmente sparse in gruppetti per la città.

Ma come mai quasi nessuno degli occupanti si è sentito di accettare le soluzioni prospettate? Facciamo un passo indietro. Gli abitanti del campo di via Cavriana arrivano tutti dall'ex insediamento di via Sacile che per due volte questo inverno è andato a fuoco. I pochi nuclei familiari che avevano accettato l'aiuto della caritas, dopo i ripetuti incendi, nel tempo hanno fatto rientro nel nuovo campo di via Cavriana scottati dall' aver trovato solo ospitalità senza alcun progetto concreto.
Il nuovo insediamento è stato sostenuto nel tempo dalle associazioni della zona, tra cui anche il Naga, associazioni che per affrontare l ‘emergenza, ma non solo, avevano iniziato ad incontrare regolarmente gli assessori Granelli e Maiorino avendo come obiettivo comune l'uscita dall'illegalità e l'integrazione. Gli incontri tra associazioni e amministrazione hanno subito una brusca interruzione per uno stop arrivato dalla stessa amministrazione, stop durato fino a ieri sera quando le associazioni sono state convocate alle 20 per un incontro d'urgenza alle 21.00 presso palazzo Marino. Presenti all'incontro Consulta Rom, gruppo sostegno Forlanini, un paio di abitanti del campo di via Cavriana e gli assessori.

Cliccare sulle immagini per vederle in dimensioni reali

Durante l'incontro non è stato chiarito se lo sgombero di oggi sarebbe stato certo, l'unica cosa certa è che se si voleva arrivare ad una soluzione politica della questione, sono mancati, come denunciano le associazioni, tutta una seria di passaggi reali nel tempo, passaggi che avrebbero potuto in sostanza fare la differenza e produrre con lo sgombero di oggi una soluzione dignitosa per i nuclei familiari coinvolti. Quello che le associazioni sottolineano è che l'azione dell'amministrazione di questa mattina fosse soltanto un tentativo “non reale” di dare una soluzione e che nonostante le aperture e le novità portate da questa amministrazione, le modalità di intervento ricalcano purtroppo quelle usate dalle amministrazioni precedenti. Questo tipo di modalità, sostengono le associazioni, non fa altro che rinforzare la sfiducia da parte della popolazione rom e produce il risultato di oggi: più di 120 persone senza un tetto e a zonzo per la città, con un assessore Granelli che cerca di far passare questa diaspora come una libera scelta degli individui.

Continuiamo a chiederci... ma il vento è cambiato?

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


27/02/2021 @ 09:59:01
script eseguito in 32 ms

 

Immagine
 Thomas Hammarberg in visita a Milano per verificare la situazione dei Rom... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 1922 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< febbraio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
             
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Buongiorno signore e signori.Sono un uomo d'affari...
23/02/2021 @ 11:04:09
Di Patrick
Buongiorno a tutti Sono un imprenditore che offro ...
23/02/2021 @ 10:59:47
Di Patrick
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source