Viaggio nei campi nomadi "Da vent'anni in roulotte" - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

\\ Mahalla : Articolo
Viaggio nei campi nomadi "Da vent'anni in roulotte"
Di Fabrizio (del 15/02/2011 @ 09:48:54, in Italia, visitato 1900 volte)

Segnalazione da Evangelici.net

Repubblica.it

Nei cinque campi di Bologna ci sono 300 sinti, 250 i rom invisibili. Viaggio negli accampamenti di Bologna dove la vita, nonostante le difficoltà può anche sorridere. Come? Chiedetelo a Mary che si è trasferita per amore di LUIGI SPEZIA

Sinti, non rom, ma la paura non fa differenze, non guarda in faccia nessuno. Nei campi nomadi - via Peglion, via Erbosa, via Dozza alle Due Madonne, via Persicetana - vivono i sinti italiani non i rom romeni o bosniaci, che dopo i grandi sgomberi degli anni scorsi sono ancora oltre 200, ma sono sparpagliati e invisibili, in fuga dai vigili e senza cittadinanza. La morte dei quattro bambini rom, soffocati tra le fiamme a Roma, ha trasmesso i brividi anche ai 250-300 abitanti sinti che vivono ai margini della città, tra scarso lavoro, diffidenze, guai e legittime richieste di essere trattati da cittadini di serie A. "Ma qui basta una scintilla e prende fuoco tutto" .

"Viviamo in questo campo che doveva rimanere provvisorio per sei mesi e invece è provvisorio da vent'anni - tuona Matteo Bellinati, uno dei leader di via Erbosa -. Ci avevano promesso di trasformare questa ammucchiata di roulotte in una micro-area, ma i soldi ogni anno il Comune li investe altrove. Se qui in piena notte prende fuoco una di queste roulotte, va a fuoco tutto, capito? Sono una attaccata all'altra, non è regolare niente".

Vent'anni non è una cifra a caso. I Bellinati - con loro c'è anche un gruppo della famiglia Orfei - sono i parenti di quel Rodolfo preso nel mirino di Roberto e Fabio Savi, quando, con i loro Ar 70 e Sig Manurhin, il 23 dicembre 1990 spazzarono di piombo il campo abusivo di via Gobetti e lasciarono feriti e un'altra vittima, Patrizia Della Santina. Dopo la strage, il gruppo era sciamato per la regione, "il sindaco Imbeni ci chiese di tornare, ci ha piazzati qui ma dopo non è successo più nulla". Il campo è infossato fra tre massicciate ferroviarie e sorvolato dai fili di un traliccio dell'alta tensione. "Come si può vivere qua - continua un altro Bellinati che di nome fa Antonio -? I nostri venti bambini vanno a scuola, ma qui soffriamo di mal di testa e agli occhi, non dicono che dai tralicci bisogna star distanti settanta metri? Le roulotte sono riscaldate con stufette elettriche. Se scoppia un incendio di notte non si salva nessuno, la plastica di queste nostre case è come benzina". E come benzina ha preso fuoco ieri sera una parte di roulotte senza altre conseguenze, con intervento dei vigili del fuoco, al campo del Bargellino, certamente meglio attrezzato di quello di via Erbosa. Alcuni bambini bruciavano legna all'esterno.

L'accampamento migliore è quello di via Dozza alle Due Madonne. Lì vive l'"aristocrazia" nomade e c'è anche una chiesetta in muratura degli Evangelici Pentecostali, che hanno convertito decine di sinti, le cui anime sono curate da pastori, sempre sinti. "Ma non curano il corpo, purtroppo - dice un residente -: io raccolgo ferro con il furgone, non c'è altro lavoro. Qui il villaggio è bello, sì, ma manca il lavoro". Qui ogni gruppo familiare ha un cortile tutto suo dove campeggia il fabbricato delle cucine e dei bagni e attorno le varie roulotte. "Ma le cucine e i bagni sono stati lasciati aperti, non danno il permesso per chiuderli e d'inverno non è proprio il massimo".

Oltre le Due Madonne c'è l'insediamento di Idice, Comune di San Lazzaro. Il bus giallo della scuola scarica i bambini, in mezzo al grande prato centrale gli adulti stanno festeggiando un compleanno, c'è il baffuto Franco che stende spiedini di pecora sul fuoco. Qui abita Giuseppe Bonora, 64 anni, detto "il bimbo", coordinatore dell'Opera Nomadi dell'Emilia Romagna: "Abbiamo chiesto più di una volta un incontro con il sindaco Macciantelli, ma non l'abbiamo ancora avuto. Qui siamo ancora ad una favelas, non alle micro-aree. In tutti i comuni dell'Emilia Romagna non fanno più aree di transito e di sosta. E siamo italiani. Da noi non cresce nemmeno l'erba, chissà cosa ci hanno messo qua sotto". Bonora ci tiene a dire che tutti i 15 bimbi del campo vanno a scuola, "nessuno va a chiedere l'elemosina, eh? Gli adulti raccolgono ferro, o fanno spettacoli viaggianti e poi magari c'è anche chi fa cose non belle. Ma bisogna pur dire che una mano non ce la dà nessuno".

Se il campo disastrato di via Erbosa è circondato da tre ferrovie, quello piccolo della famiglia Gallieri in via Peglion ha vista sul guardrail dell'A14. Un campo che è stato trasferito in loco per tre volte, anche l'ultimo pezzo di terra acquistato dalla famiglia per abitarci è stato espropriato dal Comune "e io - dice Antonio Gallieri, che a 58 anni ha 9 figli, 18 nipoti e 3 pronipoti - ho fatto una causa alla Corte europea. Ho avuto venti processi contro di me, ora ce n'è ho uno "Gallieri contro lo Stato"".

Non ci sono solo i campi. Dappertutto ci sono le famiglie isolate, soprattutto rom, anche dentro luoghi abbandonati come l'ex Casaralta o l'ex Cevolani. In via Biancolelli, a Borgo Panigale, ecco una roulotte di sinti che non trovano posto in via Persicetana, con tre bimbi che vanno alle elementari: "Abbiamo chiesto casa due anni fa al Comune, non l'abbiamo ancora", dice Adriano Bonora. Lì accanto una vecchia roulotte di rom, il capofamiglia è Brahim Husovic, calderas bosniaco. La moglie è incinta, ha sei figli stipati dentro quel cubo fatiscente, la più grande ha 18 anni. "Mio nonno viveva al Casilino 900", racconta riferendosi alla tragedia di Roma. "Da Roma ho dovuto scappare". Storie che si intrecciano. "I rom oggi sono circa 250 a Bologna, compresi quelli ai semafori - dice Dimitris Argiropoulos, attivista della Federazione Romanì -. Stanno nascosti". Due famiglie vivono tra le frasche del giardino del Baraccano.

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


22/01/2021 @ 03:49:09
script eseguito in 31 ms

 

Immagine
 3 febbraio 2011: benvenuti a Milano... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 3734 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< gennaio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Testimonianza del prestito ricevuto all'email: ant...
06/01/2021 @ 19:46:38
Di Anonimo
Ciao,Sono il signor Mike Church per un prestito fi...
12/12/2020 @ 00:01:20
Di Mr Mike
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source