Turchia - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Notizie in italiano dai Rom, Sinti, Kalé, Pavees di tutto il mondo

La redazione
-

\\ Mahalla : Articolo
Turchia
Di Daniele (del 12/01/2011 @ 09:06:07, in musica e parole, visitato 1736 volte)

Da Roma_Daily_News

EMAJ Magazine Rom in Turchia, integrazione attraverso la musica di Adi Halfon | Foto di Margarita Tomo

Turchia. Il sole del mercoledì mattino splende sui vecchi affollati edifici di Bostan, un povero quartiere della città di Istanbul. Molti Rom vivono in quest'area. La sala da tè "Nazlitas" sta in una delle piccole vie. Dentro ci sono circa una dozzina di Rom, seduti attorno a semplici tavoli, che giocano a backgammon, bevono tè e guardano la televisione. L'atmosfera nel locale è molto da uomini e un po' rude. Non hanno un lavoro normale. Alcuni di loro sono disoccupati, alcuni vendono fiori o lustrano scarpe per vivere. Altri sono musicisti. Questo lavoro sembra essere molto popolare in questa comunità. Non è facile essere Rom a Istanbul. Non solo che la maggior parte di essi appartengono ad una bassa classe sociale e spesso si sentono discriminati. "Ogni volta che c'è un furto, la gente da subito la colpa a noi", dice uno dei ragazzi della sala da tè. "Ma ancora", continua, "siamo fedeli alla Turchia. La sentiamo come la nostra terra. I nostri ragazzi fanno servizio nell'esercito turco, siamo Rom e Turchi nello stesso momento". Un altro ragazzo interviene: "Mio zio fa servizio nell'esercito, aveva un alto rango. Tuttavia, una volta che l'esercito ha scoperto che era Rom, gli è stata negata la promozione ed è stato respinto.

Alla sala da tè

C'è qualcosa di interessante con il popolo Rom nella sala da tè. Sono tutti desiderosi di parlare, di far sentire le loro lamentele. Tuttavia, non si fidano dei media. Nessuno degli uomini ha accettato di dire i propri nomi, come se qualcosa accadrebbe loro come risultato. "Giornalisti turchi sono arrivati in questo quartiere ed hanno fatto foto, ma nulla è cambiato", dicono. A casa di Kazim Turkmen, il 56enne leader di una delle comunità Rom, sono state dichiarate cose simili. "Voi arrivate qui a chiedere domande sulla nostra vita", dice Sengul Turkmen, moglie di Kazim, "ma poi andate e scrivete solo quanto siamo poveri."

Nella sala da tè, uno dei ragazzi più anziani racconta la storia della sua vita. Ha 57 anni, e ha iniziato a suonare quando ne aveva 13. É figlio di un musicista, ed ora anche suo figlio segue la sua strada. "Qui la gente mantiene l'occupazione dei loro antenati", dice uno di loro. "La conoscenza di come fare musica veniva tramandata da padre in figlio. Oggi abbiamo capito l'importanza dell'istruzione. Mio figlio, ad esempio, studia musica all'università." Ciò che dice sembra essere vero, tutti gli uomini a "Nazlitas" sono relativamente anziani, eccetto uno. Ozgur Akgul, un 32enne esperto di musica Rom, è d'accordo. "Puoi sicuramente notare che la nuova generazione dei musicisti Rom sta diventando sempre più professionale".

Ozgur Akgul

Turkmen stima che circa il 75% della sua comunità suona. "Per molti di loro", dice, "la musica non è l'unica occupazione, dal momento che non guadagnano tanti soldi da essa. Anche cosi, la musica è un modo per guadagnarsi da vivere, ed anche qualcosa che la gente apprezza fare". Akgul dà un'altra spiegazione a queste cifre incredibili: "I musicisti Rom si stanno integrando nella società turca molto meglio di qualsiasi altro Rom", dice, "perché c'è un alta richiesta di musica. Alcune dei loro tradizionali mestieri, come fare i cesti, non sono più pertinenti. La musica, d'altro canto, è qualcosa che la gente ascolterà sempre." Akgul sta girando un film documentario sui musicisti Rom, che uscirà il prossimo marzo. La sua tesi di laurea è stata sulla musica e sull'identità Rom.

"Quando la musica è iniziata ad essere un'industria, c'era una grande richiesta di nuovi cantanti. Allora i turchi hanno scoperto i cantanti Rom", dice. "La musica aiuta i Rom a cambiare la loro immagine negativa. Una volta che i musicisti Rom diventano popolari, stanno cambiando gli stereotipi che la gente ha verso di loro", rivendica Akgul. Dà un esempio: "Alcuni dei cantanti Rom non sottolineano la loro origine, a causa di questi stereotipi, e a volte cambiano persino il loro nome di famiglia in uno turco", ammette Akgul, "tuttavia, c'è un popolarissimo cantante Rom chiamato Husnu Senlendirici, che ha mantenuto il suo nome e sempre dà enfasi alla sua origine. Lui ha aiutato molto il cambiamento dell'immagine dei Rom.



Le canzoni Rom contengono molta satira e sarcasmo, soprattutto su questioni relazionali. I cantanti Rom, sembra abbiano influenzato il mercato. "Il ritmo di 9/8, che è chiaramente di stile Rom, è divenuto estremamente popolare in Turchia", rivela Akgul. Ma non tutto risulta essere positivo. Nel processo d'integrazione nella società, la comunità cerca di adattarsi ai cambiamenti di stile di vita. " Ero in Grecia, e non riuscivo a comunicare con i Rom locali perché non conosco la lingua Rom", si lamenta una persona della sala da tè, "i Rom greci mi ha detto che non sono un vero Rom".

Kazem Turkman

Turkmen sente che anche il mondo non è più quello di una volta. "Il ruolo di un leader della comunità è molto tradizionale. La nostra comunità ancora ne ha uno, dal momento che la mia comunità mi rispetta per essere un attivista per la comunità stessa", dice, "in altre comunità non ci sono più leader. Sono sostituiti da organizzazioni che aiutano la gente nei loro bisogni quotidiani". E nonostante il processo d'integrazione, i Rom rimangono una minoranza che continua ad avere bisogni sociali. "Perfino ad Istanbul", dice Turkmen, "alcuni vivono nelle tende nelle periferie della città".

La musica conduce verso l'integrazione. E l'integrazione crea dei problemi. Ma se tali problemi possano minacciare i Rom o no, nessuno nella comunità avrebbe osato pensare di fermare la creazione di musica. "Condivido l'idea d'integrazione attraverso la musica, aiuta le persone a comunicare tra di loro", conclude Turkmen, "dopo tutto, il ruolo dei musicisti nella società è insostituibile".

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie pių cliccate


21/10/2020 @ 01:56:46
script eseguito in 30 ms

 

Immagine
 Sinti e Rom manifestano a Brescia... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2956 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Gli interventi pių cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoQuesto messaggio č per gli individui, ch...
20/10/2020 @ 08:03:13
Di FRANCO
LEGGI UN MOMENTO QUESTA OFFERTA DI PRESTITO .... O...
07/10/2020 @ 20:34:53
Di Alesi Gallo
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source