Maestre e genitori (italiani) in difesa dei romanì - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Desideri, disperazioni e voglia di normalità dalla periferia più periferica.

-

\\ Mahalla : Articolo
Maestre e genitori (italiani) in difesa dei romanì
Di Fabrizio (del 10/11/2009 @ 09:28:09, in scuola, visitato 1427 volte)

Segnalazione di Tommaso Vitale

09 novembre 2009 - di Paolo Repetto

Ieri a Milano fiaccolata a sostegno dei senza casa accampati in via Rubattino e in attesa da mesi dello sgombero. In corteo anche le insegnanti dei bambini e le mamme dei compagni di scuola

La lettera che ieri chiamava a raccolta uomini e donne di buona volontà, in vista della fiaccolata milanese in difesa dei cittadini rom in attesa di sgombero, è di per sé significativa: "Molti di voi – scriveva Basilio, volontario di un circolo Arci della zona, ai suoi "contatti" via e-mail – sono certamente consapevoli della situazione drammatica dei rom che stanno in via Rubattino; sapete anche che molti bambini di quel gruppo sono positivamente inseriti a scuola, e che l’azione delle maestre e dei genitori della scuola hanno sin qui impedito lo sgombero, privo di soluzioni organizzative che consentano la prosecuzione delle iniziative di integrazione".

Lo sgombero, si leggeva ancora, "è sempre più vicino: Flaviana, una delle maestre, e altre persone che lavorano come volontari a via Rubattino chiedono di trovarci oggi, domenica 8 alle 18.00-18.30, per una fiaccolata di solidarietà con queste persone. L’appuntamento è alla fontana tra i supermercati".

La fiaccolata si è poi regolarmente svolta, vedremo quali effetti riuscirà a sortire nei prossimi giorni.

Va però ricordato che sia dell’eventualità di ristabilire l’ordine (per così dire) nella strada periferica milanese sia soprattutto dell’impegno a favore dei progetti di integrazione si parla da tempo, ovviamente in ambienti circoscritti, molto distanti da quei meccanismi funzionali alla lobotomizzazione delle coscienze e all’individualismo spinto che appassionano sempre più i mass media nostrani.

A lanciare l’allarme contro il possibile brutto finale di una bella storia era stata Amnesty International insieme alle associazioni di solidarietà cittadine (dalla comunità di Sant’Egidio all’Arci, passando per alcune parrocchie e il Naga, centro medico aperto agli immigrati e attivo da decenni a Milano).

Tutti assieme si mossero a difesa della comunità rom sistemata in via Rubattino. Venne diffuso anche un appello volto a sensibilizzare i genitori delle altre classi scolastiche facenti parte del plesso che ospita i bimbi romanì, chiedendo la disponibilità a firmare la lettera redatta da una maestra della scuola di via Pini, Flaviana Robbiati, e indirizzata al sindaco di Milano, Letizia Moratti, al Prefetto e commissario straordinario per l’emergenza "nomadi" (anche se il popolo romanì non è più tale da decenni), oltre che all’assessore competente (con delega alle politiche sociali e alla scuola).

Da circa due anni, spiegava la lettera, è presente sul territorio la comunità rom e sinti di via Rubattino: proprio grazie alla "collaborazione tra istituto, volontari della comunità di S. Egidio, Padri Somaschi e parrocchie, sono stati avviati percorsi di integrazione, primo fra tutti quello di scolarizzazione dei bambini".

A frequentare le classi sono 36 bambini, che "a seguito dell’imminente sgombero del campo, si vedranno impossibilitati a continuare la frequenza: ciò potrebbe compromettere la possibilità di questi scolari di veder realizzato il loro diritto all’istruzione e potrebbe interrompere il percorso di integrazione che ha coinvolto nel corso dello scorso anno gli scolari rom insieme a quelli del quartiere e le loro famiglie. La rete di relazioni e il clima positivo venuti a instaurarsi potrebbero essere vanificati se questi bambini non verranno messi nelle condizioni di poter continuare a frequentare le scuole cui sono attualmente iscritti".

La lettera chiedeva dunque alle istituzioni un impegno per evitare la "cessazione della possibilità di frequentare i nostri istituti". Pertanto "le istituzioni da voi rappresentate si attivino affinché le famiglie rom del campo di via Rubattino, con figli nell’età della scuola dell’obbligo, siano messe concretamente nelle condizione di poter continuare ad adempiere al loro diritto/dovere di mandare i figli a scuola, non in una scuola qualunque, ove tutto il percorso didattico e di integrazione andrebbe ricostruito, ma in continuità con quanto già in atto. Crediamo che il diritto alla scuola non possa essere garantito solo formalmente dal fatto che esistono istituti scolastici su tutto il territorio italiano, ma che vada fatta una scelta sostanziale e che si comprenda come l’interruzione di percorsi avviati significhi in realtà la negazione dei diritti di questi bambini".

La vicenda che riguarda la cittadinanza di via Rubattino, quella italianissima affiancata alla comunità romanì, porta con sé alcuni insegnamenti rivolti alla coscienza di ciascuno e alla classe politica: l’integrazione è possibile e può arricchire le persone al di là della classe sociale, della razza o della lingua d’origine. Di certo non la si costruisce sugli slogan o come conseguenza di vuoti richiami "buonisti". Può germogliare come frutto di lunghi e faticosi interventi sul territorio, che richiederebbero tra l’altro adeguate sponde sul terreno comunicativo: per rendere partecipe il cittadino "comune" di ciò che di buono può accadere tra immigrati e nomadi accampati nel quartiere accanto al suo.

Ad oggi si tratta di un’eresia, visto che al teleutente viene riservato esclusivamente il fatto di cronaca scelto tra i più raccapriccianti, che vede protagonista il "marocchino" (o l’albanese…) che, ha "infierito sul vicino di casa" dopo averlo "trucidato" e dopo aver "beneficiato dello sconto di pena". Un’eresia che però vale la pena praticare, per contribuire a salvare la nostra società dalla sua drammatica involuzione.

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


25/02/2020 @ 13:47:40
script eseguito in 172 ms

 

Immagine
 da lontano a più vicini... di cicciosax



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 2123 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gm...
04/02/2020 @ 07:35:06
Di ANNA
ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gm...
27/01/2020 @ 16:13:20
Di Monica
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source