Cronache invernali - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare

Federico Fellini
-

\\ Mahalla : Articolo
Cronache invernali
Di Fabrizio (del 05/01/2007 @ 09:37:55, in Italia, visitato 1597 volte)

Mercoledì 3 gennaio: all'alba nuovo incendio in un campo nomadi in provincia di Caserta. Sono morti due ragazzi: Cristina Mihalache aveva quindici anni, il suo compagno Nicolae Ihnunt sedici.

In questi periodi, ogni anno, le cronache riportano spesso notizie simili, che a volte sfuggono nel panorama delle informazioni. D'altronde, è un'inquietante normalità che bidonvilles di roulottes e baracche diventino d'inverno trappole mortali. Proprio per questo, invito a rileggere - a mente fredda - un articolo da Rom Sinti @ Politica, scritto poco prima dell'ultimo (?) incendio.

La "normalità". A chi NON conviene?
Non per caso voglio dare inizio a questo blog per l’anno 2007 con deprimenti riflessioni e penose critiche per quando accade a Rom e Sinti in Italia.
Dal 2 al 31 dicembre 2006 sono quattro gli incendi avvenuti nei campi nomadi e sono solo quelli di cui siamo venuti a conoscenza.
Ma non è ancora arrivato il momento per noi rom e sinti di avere il diritto di vivere?

1 - Roma, 2 dicembre 2006: incendio al campo nomadi. Morti due giovani.
Le fiamme distruggono un prefabbricato in un campo nomadi di Roma Il difettoso funzionamento di una stufetta all’origine della tragedia. Due le vittime, due giovani Rom di 17 e 16 anni che si erano sposati da circa un mese. Prima di morire avvolto dalle fiamme dell’incendio, il giovane Sasha è riuscito a salvare i genitori e tre nipoti di 9 mesi, 8 e 18 anni.

2 -Lana all'Adige (BZ) 13 Dicembre 2006:bruciano le case per i Sinti.
Due dei quattro nuovi edifici prefabbricati dell'area per Sinti Italiani in costruzione di Lana all'Adige, in provincia di Bolzano, sono stati incendiati da ignoti la notte del 13 dicembre. Secondo i carabinieri, per innescare il fuoco sarebbe stato utilizzato un rotolo di lana di vetro, cosa che fa propendere per l'origine dolosa del grave episodio.

3 - Opera (MI) 23 Dicembre 2006: bruciate le tende dei rom Proteste per allestimento campo nomadi.
Molto più di una protesta quella scoppiata ad Opera, nel Milanese contro la creazione di un campo nomadi in un'area del comune. Circa 400 cittadini hanno interrotto il consiglio comunale per protesta e poco prima le tende, posizionate dalla protezione civile per ospitare i rom, sono state date alle fiamme. Accanto alle tende bruciate sono state trovate alcune taniche di benzina.

4 - Milano 31 dicembre 2006: incendio al campo nomadi.
I vigili del fuoco di Milano sono riusciti, dopo due ore di lavoro, a circoscrivere l'incendio che e' divampato in un campo nomadi di Milano, in cui vivono circa 700 persone. Le fiamme si sarebbero sprigionate da un fornello lasciato inavvertitamente acceso in una roulotte.

Queste sciagure, di cui molto superficialmente la stampa ha dato informazione, continuano a causare sofferenze alla minoranza rom/sinta, continuano a segnare la nostra drammatica storia, dandoci la percezione che per noi non è possibile costruire un futuro diverso.
Avrei voluto vedere una maggiore consapevolezza sul piano politico, avrei voluto che da questa consapevolezza si fosse avviato un percorso globale per una politica sociale nel rispetto della persona anche se rom o sinta.

Purtroppo quando le vittime di queste disgrazie siamo noi rom e sinti, tutto viene vissuto e visto con altri occhi :
... non si sentono i pianti dei nostri bambini...
... non si sentono le urla e la disperazione di donne e uomini che perdono tutto ciò che avevano...
...non si vedono i vecchi che faticano a mettersi in salvo….,

ma anche se noi rom e sinti siamo diversi, soffriamo e ci disperiamo come qualsiasi altra persona: purtroppo chi ha il potere di decidere della nostra vita e del nostro destino e, spesso, anche coloro che ci sostengono e ci difendono, ci vedono con quegli stessi occhi.

Fortunatamente troviamo anche persone solidali con noi, ma non possiamo sottovalutare che chi non è rom o sinto, è cresciuti dall’altra parte della barricata, è cresciuto con i pregiudizi degli adulti, ha sentito parole denigranti nei nostri confronti e, spesso, le sue buone intenzioni ed azioni sono dettate più dalla indispensabile solidarietà umana che dalla giustizia di cui ognuno ha diritto.

E mentre le povere pseudo abitazioni scompaiono nelle fiamme degli incendi e le condizioni di vita di Rom e Sinti peggiorano gravemente, da qualche parte c’è chi protesta perché ritiene che si usino “corsie preferenziali e privilegi” a favore di rom e sinti, come riportato dal quotidiano il Mattino di Padova (articolo allegato al termine di questo post).

Nel momento in cui si cerca di affrontare la problematica dell’habitat, allora la politica scende in campo e si ricorda che esistiamo anche noi, la questione diventa oggetto di scontro politico e di strumentalizzazioni: ognuno dei partiti del centro destra si scatena sperando di accrescere il proprio bacino elettorale con forti opposizioni e dubbi: "preferenze ai nomadi!.. acrobazie da circo dell’autocostruzione!...ghetto di serie C!.."

A queste proteste il centro sinistra, (come si legge nell’articolo) quasi si difende timidamente contestando al centro destra di aver fatto peggio nell’investimento di fabbricati poi buttati via, dichiarando con una certa soddisfazione che dopo cinque anni il numero dei sinti ereditato dal centro destra si è ridotto della metà. Chissà dove sono finiti gli altri!

Più volte abbiamo scritto in questo blog che la questione dell’habitat dovrebbe essere invece affrontata con serietà e competenza, non solo per il bene dei rom e sinti ma per l’intera comunità, altrimenti come l’attuale centro sinistra accusa di aver sperperato denaro pubblico per i fabbricati, domani sarà il centro destra ad accusare l’avversario politico per la costruzione del “villaggio della speranza” e ….i rom e sinti continueranno a sperare.

E’ possibile che quando si tratta di decidere della vita e del futuro di noi rom e sinti, oltre ad essere esclusi a tutti i livelli si riesca SOLO a produrre progetti di segregazione e di separazione?

E’ possibile che per noi Rom e Sinti per risolvere la problematica
abitativa si riesca SOLO a progettare soluzioni di segregazione e di
separazione
come: “campi nomadi” (quindi segregati e separati) oppure
a “villaggi” con nomi più o meno fantasiosi (quindi segregati e
separati) oppure “microaree a dimensione familiare” più o meno carini,
puliti, ecc. (ma sempre segregati e separati)?

E’ possibile che in Italia per noi Rom e Sinti NON si riesca a progettare “LA NORMALITA’”, nel rispetto della diversità culturale, cioè L’UGUAGLIANZA delle OPPORTUNITA’ nel rispetto delle RECIPROCHE DIFFERENZE CULTURALI?

Se qualche milione di immigrati, in Italia da diversi anni, provenienti da oltre 150 paesi del mondo con 150 culture diverse, riescono ad ottenere riconoscimenti politici ed istituzionali per usufruire di corrette politiche sociali per migliorare la loro condizione di vita ed il futuro, perché NON è possibile fare altrettanto per noi Rom e Sinti?

Molti daranno la colpa al pregiudizio. E’ giusto attribuire responsabilità al pregiudizio contro Rom e Sinti, ma non è sufficiente per giustificare la sempre più disastrosa condizione di poco più di un centinaio di migliaia di Rom e Sinti.
Non sarebbe più facile e semplice rispettare ed applicare le norme ed i principi anche per le minoranze Rom e Sinti?

Sembra proprio di NO.

Riporto integralmente articolo dal Mattino di Padova:
“ Insorge la casa delle liberta. Una corsia preferenziale anche ai nomadi”


Il Villaggio della speranza per sinti all’ex Foro Boario di Corso Australia ha scatenato il centro destra.
Il consigliere Antonio Foresta (UDC) contesta la delibera approvata giovedi dalla giunta “ forse Sinigaglia insegue la Ruffini, restano dubbi tanto dal punto di vista urbanistico, quando sulle acrobazie da circo dell’autocostruzione degli undici alloggi. Di certo, così si finisce per realizzare un ghetto di serie C.”
Mariella Mazzetto (Lega) ricorda di aver interrogato inutilmente il vice sindaco , bollato come “cattocomunista che fa del male alla città” mentre Zanonato & C. diventano “compagni che sbagliano”.
Per il Carroccio ai Sinti vengono offerte “corsie preferenziali e privilegi” al contrario dei padovani “normali” che attendono inutilmente l’assegnazione di un alloggio.
E’ anche la tesi di Domenico Menorello (Forza Italia): “ è il terzo caso conclamato. Prima è toccato ai domiciliati in Via Anelli. Poi agli occupanti le case ATER. E ora anche ai presunti nomadi di via Tassinari saltano ogni graduatoria.”
Un attacco concentrico. Gabriele Zanon, consigliere regionale di An, ricorda: “ Ho presentato una interrogazione circostanziata per avere la documentazione dai servizi sociali del Comune sulla situazione dei campi nomadi.”
Sinigaglia, da parte sua, replica così: “ Nel 2001 gli assessori Saia e Menorello hanno investito 200 mila euro per i prefabbricati di Via Longhin che noi abbiamo dovuto buttare via. Dalla giunta del Polo abbiamo ereditato 220 nomadi. Oggi sono meno della metà”. E comunque tra i Sinti di Via Tassinari 19 sono padovani, residenti, con cognomi come Pavan o Pierobon. Ci sono 12 minori, di cui 8 frequentano le scuole.
Sono deluso e amareggiato: si tratta di una integrazione nella sicurezza che dovrebbe essere condivisa da tutti.”

 

Articolo Articolo Commenti Oppure (0) Storico >> Stampa Stampa

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


25/02/2024 @ 20:37:51
script eseguito in 45 ms

 

Immagine
 Thomas Hammarberg in visita a Milano per verificare la situazione dei Rom... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 81 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< febbraio 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
     
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022
Giugno 2022
Luglio 2022
Agosto 2022
Settembre 2022
Ottobre 2022
Novembre 2022
Dicembre 2022
Gennaio 2023
Febbraio 2023
Marzo 2023
Aprile 2023
Maggio 2023
Giugno 2023
Luglio 2023
Agosto 2023
Settembre 2023
Ottobre 2023
Novembre 2023
Dicembre 2023
Gennaio 2024
Febbraio 2024

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoE-mail: giovannidinatale1954@gmail.comOf...
28/12/2021 @ 11:20:35
Di giovannidinatale
Hi we are all time best when it come to Binary Opt...
27/11/2021 @ 12:21:23
Di Clear Hinton
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2024 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source