Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Conoscere non significa limitarsi ad accennare ai Rom e ai Sinti quando c'è di mezzo una disgrazia, ma accompagnarvi passo-passo alla scoperta della nostra cultura secolare. Senza nessuna indulgenza.

La redazione
-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 08/02/2006 @ 12:52:07, in Italia, visitato 2188 volte)
Sucar Drom riporta un articolo uscito ieri sulla Padania.
Son contento che sia toccato a loro rispondere al prode giornale del Nord, provo anche a spiegare perché:
Quell'articolo chiede l'abrogazione di tutti gli INTERVENTI A TUTELA DELLA CULTURA DEI ROM E DEI SINTI nel Veneto. Nel merito si contestano alla regione gli ingenti finanziamenti (ben 395.000 Euro!) e la presenza dei campi-sosta. ...La presenza di comunità Rom e Sinti nelle nostre città è un qualcosa che non va tutelato, ma, tuttalpiù, tollerato nel doveroso rispetto dei differenti modi di vita...
Ora (pausa di riflessione)... : - )
qualsiasi persona con un po' di buonsenso, sarebbe d'accordo con un leghista: una legge che in 4 anni vuole affrontare la presenza dei Rom e dei Sinti e investe quella cifra, non funzionerà mai! Di chi la colpa se non si è investito di più?
Mi permetto anche di suggerire: una cosa è la tutela della cultura, un'altra il campo-sosta, che con questa cultura, poco ci azzecca.
Assisto divertito a uno strano gioco delle parti: la Lega non vuole i campi-sosta, l'Opera Nomadi nemmeno, un luminare come Santino Spinelli non li vuole, la Commissione Europea rimprovera all'Italia che i suoi campi-sosta sono dei ghetti....
Se qualcuno li vuole, si faccia avanti per favore!
Aggiungo (con spirito bipartisan) che non si dice cosa fare DOPO: non occorre una grande testa per capire che chi sta nei campi-sPosta non è biodegradabile. Da qualche parte finirà, portandosi dietro i problemi irrisolti.
A meno che, i problemi irrisolti non siano della Lega stessa: una volta gridava: via i terroni, poi ha capito che era meglio tenerseli, e ultimamente è un po' a corto di qualcuno a chi dire di andarsene.
In questo balletto (mooolto italiano, per niente padano) nessuno sa indicare come superare la politica dei campi-sosta. Gli unici che l'hanno fatto, sono proprio i Sinti di Sucar Drom. Per questo sono contento che siano stati loro a rispondere.

PS: penso alla tragedia inglese di Dale Farm (qui ne ho scritto parecchio). Sicuri, amici della Lega, che la vostra politica dello sgombero e del taglio dei fondi, alla fine non venga a costare di più alle nostre tasche?

Rif:
Articolo Permalink Commenti Oppure (3)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/02/2006 @ 11:08:39, in Kumpanija, visitato 2002 volte)
Ciao, mi chiamo Alessandra Genovesi-Bogicevic, ho sentito parlare di te da Ciccio di Burekeaters, scusa se mi permetto di scriverti senza conoscerti, ma visto che entrambi siamo attivisti per i diritti di Rom e Sinti, chiedo il tuo aiuto per Fatima. E' una bambina di 6 anni che vive a Prokuplje, in Serbia, i cui genitori sono originari del Kosovo (Vucitrn) che è nata in Italia (Bologna) e lì è vissuta fino a che non è stata espulsa con la sua famiglia (Peja-Mustafovic); l'altro ieri si è orribilmente ustionata, la famiglia è poverissima, non hanno nè un letto nè abiti, l'ustione si è infettata a causa della mancanza d'igiene del tugurio dove vivono fra i rifiuti; hanno rifiutato di ospitalizzarla, i genitori non possono neanche comprarle le medicine.
Io e ed altri volontari stiamo cercando di aiutare come possiamo, ma qui è dura per tutti. So che ha ancora dei parenti in Italia, forse li si potrebbero cercare...
Se vuoi e se puoi aiutarmi, scrivimi.
Non sono una persona che vuole specularci sopra, non cerco pubblicità.
Se vuoi sapere qualcosa di più di quello che faccio vai al mio Blog:
http://blog.libero.it/Zajedno/

Grazie della tua attenzione
Alessandra Genovesi-Bogicevic


Aggiornamento:
La nostra idea è di continuare a seguire la famiglia e a portarle periodicamente aiuti, verificando che non vengano venduti; adeguare la loro baracca con un letto e una stufa-forno non pericolosa e accompagnare in ospedale Fatima quando è necessario; quando sarà guarita cercheremo poi di integrarla nel gruppo dei bambini dell'asilo e di cominciare un percorso. Per la raccolta avevo pensato di cercare i parenti della madre in Italia, ammesso che vogliano o possano aiutare e fare qualche appello, utilizzando la reti come ad es. conares e le reti personali. Noi come ong abbiamo un progetto in corso, ma non possiamo utilizzare finanziamenti destinati ad altro e per farlo c'è una procedura da seguire, bisogna aspettare l'eventuale risposta positiva dell'ente, inoltre, qualora si spargesse la voce che coi soldi della ong (rom) abbiamo comprato loro delle cose, si moltiplicherebbero gli "incidenti" nelle mahale.
Che ne pensi ? Ti prego, se hai qualche suggerimento da darmi...io qui in serbia sono ancora un po' spiazzata, in italia (soprattutto a pisa) avrei facilmente trovato aiuto, ma qui la situazione è molto diversa.
Un'ultima cosa: mandare un pacco fino a 20 kg costa 67 € circa con poste italiane ed è pensabile per biancheria, medicine, piccoli giochi.
Per il letto (a castello, in modo che sopra possa dormire Fatima, lontano dalla polvere del pavimento, e sotto i suoi due fratellini) e il forno-stufa, invece servirebbero circa 30.000 dinari, cioè 340 €.
Grazie ancora per il tuo interessamento
Alessandra
Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/02/2006 @ 01:15:45, in Europa, visitato 1697 volte)

Slovenia: rigetto d'asilo

07.02.2006 Da Capodistria, scrive Franco Juri
Non più assistenza legale gratuita, nessun diritto di impiego e nessuna assistenza sociale. Approvata in Slovenia la nuova legge sul diritto d'asilo. La destra è compatta e si dice felice di "essersi adeguata a standard europei" mentre il centro sinistra balbetta. Critiche al governo da Amnesty International e UNHCR
In fuga
Con 46 voti a favore e 24 contrari la camera di stato slovena ha varato lunedì scorso la nuova legge sull'asilo che limita drasticamente alcuni dei diritti fino ad ora riconosciuti ai rifugiati rafforzando le competenze della polizia nell'accettare o meno le richieste di asilo. La nuova legge, già annunciata da Osservatorio sui Balcani qualche mese fa, toglie ai rifugiati in attesa del riconoscimento legale di tale status l'assistenza legale gratuita, il sostegno sociale e il diritto d'impiego. La polizia diventa inoltre l'istanza primaria e quindi decisiva nel riconoscimento del diritto d'asilo ai richiedenti.

A favore della legge, contestata dalle organizzazioni per i diritti umani con Amnesty International in testa, dall'Ombudsman e dall'Alto commissariato ONU per i rifugiati, hanno votato tutti i partiti della destra slovena; i governativi Partito democratico sloveno (SDS), Nuova Slovenia (NSI), Partito popolare sloveno (SLS) e naturalmente l'ultranazionalista Partito nazionale sloveno (SNS). Contro si sono schierati i due maggiori partiti dell'opposizione: i socialdemocratici (SD) e la liberaldemocrazia (LDS) nonchè il piccolo partito governativo dei pensionati (DESUS). Si tratta più o meno della stessa distribuzione partitica che divide il parlamento sul caso dei »cancellati«.

Da una parte la destra nazionalista e xenofoba, sicura di sè e rafforzata nel suo agire da una lunga omertà europea sulla violazione dei diritti umani e civili avvenuta nel 1992 a danno di 18 mila residenti jugoslavi e riproposta senza imbarazzo quattordici anni dopo con l'annullamento di fatto delle sentenze costituzionali a favore dei cancellati. Dall'altra un centrosinistra insicuro e tentennante, sempre più solo. Governo e maggioranza parlamentare concordano nel considerare la nuova legge sul diritto di asilo necessaria ed in sintonia con le direttive e le norme comunitarie europee in materia di asilo.

L'argomento reiteratamente impugnato dal ministro degli Interni Dragutin Mate è stato infatti quello dell'incombenza di una comune politica di sicurezza e prevenzione europea di fronte alle minacce del terrorismo e del crimine organizzato. Il governo invoca Schengen e senza dirlo ad alta voce trae ispirazione pure dalla nuova situazione in cui verrà a trovarsi la Slovenia dopo il 24 febbraio, data della partenza per Bagdad dei primi quattro istruttori militari Nato con insigne slovene.

La radicalizzazione del conflitto tra l'Islam e l'Europa dopo la pubblicazione delle vignette danesi che raffigurano il profeta Maometto come terrorista, porta altra acqua al mulino del governo Janša sempre pronto a capitalizzare politicamente i sentimenti xenofobi di un'opinione pubblica sempre più preoccupata e a presentarli come squisitamente europei.

E il presidente »disobbediente« ora tace

E Janez Drnovšek, il presidente »ribelle« che parla di Darfur, diete macrobiotiche, filantropia e vibrazioni positive, che cosa ne pensa? Tra i colpi di scena con cui in questi ultimi giorni ha nuovamente vivacizzato la vita politica e mondana slovena c'è stata - in contemporanea alla costituzione del suo movimento on-line »Per la giustizia e lo sviluppo« - la sua plateale uscita dal partito liberaldemocratico che egli stesso guidò per dodici anni, poi la grazia a sorpresa concessa - senza consulto con il governo e la magistratura - a Danilo Kovačič, ex direttore del Casinò di Nova Gorica, condannato a 3 anni e 8 mesi di detenzione per abuso d'ufficio, illeciti e corruzione ma a fino ad ora a piede libero per questioni di salute. »Kovačič ha fatto del bene per Nova Gorica e nel suo calvario giudiziario ha già scontato la pena inflittagli« ha sostenuto candido il Presidente di fronte al dissenso generalizzato delle istituzioni di governo e della giustizia. Infine e' stata la volta della sua apparizione, in qualità di ospite, tra veline e un bizzarro pubblico selezionato, allo show televisivo satirico del popolare conduttore Sašo Hribar, dove ha definito inutili le farmacie classiche, dannosi i macellai ed ha appoggiato, con incredibile disinvoltura, l' invio dei quattro ufficiali sloveni in Iraq; »Di che cosa vi preoccupate? Tanto quelli vanno li volontariamente e sono pagati!«.

Sulla questione dei cancellati Drnovšek appoggia la legge costituzionale proposta dal governo, come dire sorvoliamo le sentenze dei giudici costituzionali che danno ragione ai cancellati e ricominciamo da capo, ingiustizia non ci fu, o almeno noi non la vedemmo. Ora si salvi il salvabile senza sporcarsi troppo e senza farsi male.

E in merito alla nuova legge sul diritto di asilo? Drnovšek tace, non se ne occupa, ha cose più importanti da fare. Ed il governo, grato per la sua comprensione, ma soprattutto per il terremoto da lui provocato nel centrosinistra, gli risponde offrendo ai suoi piani umanitari per il Darfur - tutti ancora da concretizzare in un futuro sempre più incerto - un'unità sanitaria mobile dell' esercito. E' contento il Presidente, si sente bene. Ora, dopo i primi malintesi e incidenti di percorso, può nuovamente ammiccare al suo vecchio amico premier.
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/02/2006 @ 22:25:28, in casa, visitato 1435 volte)
Era da tempo che non linkavo + snowdog. Non me ne voglia, l'importante è tenere SEMPRE gli occhi ben aperti.

lunedì, 06 febbraio 2006
Hai un terreno in zona vincolata ad uso agricolo perchè compresa nel territorio del Parco Agricolo Sud (periferia di Milano) e vorresti costruire?
Se sei rom, sinto, harvati o comunque "zingaro" non puoi farlo: il Sindaco di Milano ti manda i vigili urbani in assetto di guerra per sgomberarti da un terreno che è tuo e ti butta giù la costruzione (abusiva, come tante delle costruzioni Made in Ligresti che da anni circondano Milano, invece mai abbattute e spesso ancora semivuote) che stavi erigendo per abitarci.
Se invece vuoi costruire una Golf House che si estenderà su oltre 156mila metri quadri di terreno, dotata di un edificio a due piani alto 10 metri e con una supericie di 1051 metri quadri e di un pacheggio per 800 (!) posti auto lo puoi fare: il Comune ed il Consiglio di zona 7 di Milano daranno parere favorevole.
(fonte: Il Rile, mensile di zona di Muggiano, quartiere della periferia Ovest di Milano, pagina 21 del numero 12 dicembre 2005)
Morale: basta ungere, e i permessi arrivano. Scavalcando la destinazione d'uso, e poco importa che un golf club sia un circolo per pochi eletti, per quelli che si possono permettere uno sport costosissimoe la relativa tassa di iscrizione annuale al club (se non sei socio non entri).
In compenso, se sei zingaro, avrai vita difficile nei fetidi campi nei quali sarai confinato ai margini della città, ben nascosto agli occhi di tutti, e se cercherai di uscirne fuori sono pronte le bastonate.
Da notare che l'insediamento sgomberato era in via Cusago, vicinissimo al punto in cui andranno (ad Assiano, piccola frazione fra via Cusago ed il vicino comune di Cusago) a costruire il golf club.

P.s.: un parcheggio di 800 posti auto non ce l'ha nemmeno il non distante Palaghiaccio Agorà, dove si tengono manifestazioni nazionali ed internazionali di pattinaggio ed hockey e con una capienza di 4000 spettatori; arriverà ad un centinaio scarso di posti. Anzi, ultimamente di posti auto non ne ha neanche uno: il parcheggio è inagibile perchè sotto di esso stanno realizzando da diversi mesi un'autorimessa interrata per gli abitanti della zona (o meglio quelli che l'hanno acquistata), col risultato del parcheggio selvaggio nelle vicine vie durante le manifestazioni sportive.
Articolo Permalink Commenti Oppure (1)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/02/2006 @ 15:38:57, in Europa, visitato 1394 volte)

La risoluzione adottata dall'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE) il 26 gennaio nel capitolo intitolato “Politica del rimpatrio per chi non ha avuto accoglienza della domanda d'asilo in Olanda”, compilato dal Comitato su Migranti e Rifugiati dell'Assemblea, afferma che esistono preoccupazioni sulle politiche di rimpatrio adottate dall'Olanda, ma anche dal Regno Unito e dalla Svizzera.

La risoluzione chiede ai paesi membri di promuovere i ritorni volontari nel caso di rifiuto della richiesta d'asilo, ma anche di fare uso di amnistie e altri poteri discrezionali nel caso di richieste che da troppo tempo siano in lista d'attesa, di postporre il ritorno nel caso il paese di ritorno sia coinvolto in conflitti e crisi umanitarie, e fornire tempi adeguati a preparare il ritorno. Promuove anche l'adozione di programmi di consulenza e assistenza, il monitoraggio delle decisioni detentive, l'accesso ai servizi sociali sino al momento del rimpatrio e iniziative pubbliche tese ad informare sulla situazione dei richiedenti asilo e dei loro paesi di provenienza, per ovviare alla “distorsione informativa operata da media e politici”.

La risoluzione e il rapporto del comitato (in inglese)

Fonte: Roma_Benelux

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/02/2006 @ 10:19:56, in Europa, visitato 1661 volte)

PANHELLENIC CONFEDERATION OF GREEK ROMA (PACONGR)
Address: Aiolou 2 & Eleftheriou Venizelou St, GR-12351 Santa Barbara. Greece.
Telephone & Fax: (+30) 210.569.17.93
e-mail: romltd@ath.forthnet.gr

GREEK HELSINKI MONITOR (GHM)
Address: P.O. Box 60820, GR-15304 Glyka Nera. Greece.
Telephone: (+30) 210.347.22.59. Fax: (+30) 210.601.87.60.
e-mail: office@greekhelsinki.gr website: http://www.greekhelsinki.gr

___

COMUNICATO STAMPA, 30 gennaio 2006

Azione comune di PACONGR e GHM sul diritto alla casa e alla scuola, e contro la discriminazione - comunità Rom di Psari - Aspropyrgos

Le due associazioni hanno promosso uno sforzo comune in difesa dei diritti dei Rom dopo la loro visita all'accampamento rom a Psari Aspropyrgos (vicino Atene). Durante la visita, Vassilis Dimitriou, presidente di PACONGR è stato intervistato dalla BBC sui problemi dei Rom e sugli obiettivi del nuovo partito “Circuito Indipendente dei Cittadini che si Autoidentificano in ASPIDA ROM”. Seguiranno nuove visite negli altri accampamenti.

Nel corso della visita all'accampamento di Psari, PACONGR e GHM hanno notato le condizioni di vita inumane e degradanti, sono stati informati sulle condizioni del “ghetto scolastico” segregazionista per soli Rom e su una serie di atti discriminatori nei confronti dei Rom.

E' stato deciso di registrare le inaccettabili condizioni di vita, tramite audiovisivi da far circolare nella società greca, agenzie statali e i componenti greci del Parlamento Europeo. E' stato inoltre deciso di condurre un censimento di quanti vivano nella comunità, per poter predisporre richieste appropriate sulle condizioni abitative e scolastiche. Verrà fatta anche pressione verso le autorità competenti perché si attivi una adeguata legislazione anti discriminatoria [...]

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/02/2006 @ 02:34:59, in blog, visitato 1463 volte)
Sulla vicenda delle vignette su Maometto, si stanno scatenando le migliori teste pensanti di blogger... e stanno replicando il dialogo tra sordi che già c'è tra i loro fratelli maggiori: i giornali e gli opinionisti del partito preso.
Sono sicuro che nel pollaio virtuale, nessuno si lamenterà se almeno non dico la mia, o quantomeno ammetto che ho le idee molto confuse.
Un'altra ragione per stare zitti, è quello che mi scappò scritto lo scorso settembre: " Di questi islamici non mi fido... Li capisco, sono d'accordo, ma non mi fido. Quando scrivono di democrazia, di civiltà, di tolleranza... in realtà sono preoccupati di difendere loro stessi e magari quel poco e quel tanto che sono riusciti a portare con sé..."
Il razzismo è una bestia antica, nata dalle nostre parti e qui ha fatto i danni peggiori. Non basta una collettiva lavata della coscienza in concomitanza con la settimana bianca (vogliamo chiamarla Giornata della Memoria, visto che è terminata da poco?). Vista da una roulotte, o dall'ennesimo accampamento clandestino che va a fuoco, è la stessa storia che si ripete da secoli.
Un po' di solidarietà singole per addolcire la pillola, ma nessun popolo, nessun governo o nessuna opposizione, che guardando questo passato che si ripete, si riconosca allo specchio.
Mi fanno paura tanto le vittime che i carnefici.
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 07/02/2006 @ 01:57:50, in casa, visitato 1407 volte)
swiss-news
6 febbraio 2006 15.46
 
Zingari denunciano discriminazioni in Svizzera
 
GINEVRA - Gli zingari ritengono di essere vittime di discriminazioni in Svizzera. "Abbiamo il diritto di viaggiare, ma non di fermarci", ha affermato oggi al Club svizzero della stampa di Ginevra May Bittel, fondatore del "Forum europeo dei rom e dei gitani". Quale unica eccezione, Bittel ha citato i Grigioni.

Secondo il portavoce degli zingari romandi, l'atteggiamento in Svizzera nei riguardi dei nomadi non è cambiato dagli anni Settanta. Rari sono in i comuni che hanno allestito speciali aree di sosta.

Citato ad esempio, il cantone dei Grigioni ha equipaggiato aree per gli zingari locali e una zona destinata specialmente agli zingari provenienti da altri paesi, ha sottolineato Daniel Huber, vice-presidente della "Radgenossenschaft". In Svizzera, "manca tuttora il pieno riconoscimento della cultura zigana", ha ammesso da parte sua Georg Kreis, presidente della Commissione federale contro il razzismo.

Dei circa 35 000 zingari che vivono nella Confederazione, la maggior parte si è sedentarizzata, ma da 3500 a 5000 persone sono tuttora nomadi. Secondo Bittel, i giovani gitani svizzeri sono sempre più numerosi ad adottare il modo di vita ancestrale.

SDA-ATS
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 06/02/2006 @ 23:44:06, in blog, visitato 1341 volte)
(cliccare sul titolo o sull'immagine per leggere la notizia completa)

PIJATS ROMANò
Tutte le domeniche dalle ore 8.00 alle ore 12.00
a Roma nei Municipi V, VII e XI
si svolgono manifestazioni culturali e esposizioni artigianali
dei Rom e dei Sinti capitolini denominate “Pijats Romanò”.

Nel VII Municipio
l'appuntamento è davanti al supermercato Auchan
nell’area parcheggio in via Collatina di fronte via Zanibelli.

Nel V Municipio
l'appuntame...
2404972

Roma, il premio "Il Campidoglio" a don Bruno Nicolini
l 3 febbraio 2006, nell'aula Giulio Cesare, il Sindaco di Roma, Walter Veltroni ha presieduto al riconoscimento che l'Urbe offre a tutti coloro che le abbiano conferito lustro con le loro attività.

Nel campo della solidarietà il premio è stato conferito a Don Bruno Nicolini (fondatore dell'Ente Morale Opera Nomadi) per l'impegno a favore dei Rom e dei Sinti: "Roma è una città per tut...
2416114
Porrajmos e gas
Segnaliamo una "gaffe" uscita sul quotidiano tedesco Landeszeitung Lüneburg un paio di settimane.
Il quotidiano tedesco, il 21 gennaio 2006, ha dedicato un'intera pagina alla persecuzione razziale subita dai Sinti durante il regime nazista. Nell'articolo si descrive la deportazione dei Sinti nel campo di concentramento nazista di Auschwitz, dove furono "gasati" migliaia di S...
2416549
Padova, comunità sinte e rom tra integrazione e marginalità sociale

L'Ente Morale Opera Nomadi Sezione di Padova,
con il patrocinio del Comune di Padova,
presenta il convegno
Comunità sinte e rom
tra integrazione e marginalità sociale

11 febbraio 2006 a Padova
nella Sala Polivalente Pertini
in Via Bajardi, 5 (Mortise, La Corte)


ore 9:00, saluto del Vicesindaco del Comune di Padova.
La tutela dei diritti de...
2417367
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Daniele (del 06/02/2006 @ 09:38:57, in musica e parole, visitato 1971 volte)
1
Ahmetovic Velija, poeta rom residente nella citta' di Rimini, annuncia l'uscita del suo libro.
Elisabetta Caravati
4 febbraio 2006

Vincitore per due anni consecutivi del premio internazionale di cultura Romani' "Amico Rom" che si tiene ogni anno a Lanciano, nel 2002 si e' aggiudicato il secondo posto e nel 2003 il primo nella sezione poesia in lingua romani'.

Quest'anno, dopo un lungo lavoro di ricerca, ha realizzato un intero libro sulle tradizioni, le feste, la cultura e la "filosofia di vita" del popolo rom.
Il libro contiene inoltre una raccolta di poesie in lingua romani' con accanto la traduzione in italiano.

Il testo e' gia' disponibile in libreria ed e' distribuito dalle edizioni Mobydick di Faenza.

La prefazione del libro e' firmata da d. Oreste Benzi, presidente dell'associazione Papa Giovanni XXIII, che, sia personalmente che attraverso i suoi collaboratori, ne ha sostenuto il progetto e la produzione.

L'autore e' disponibile per incontri, interviste, confronti, colloqui con gli alunni delle scuole.

Per contattare l'autore e/o richiedere copie del libro:
Ahmetovic Velija
via Ca' del Drago, 27
47900 - Rimini

cell: 348 0634388
Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie piů cliccate


23/09/2019 @ 09:55:21
script eseguito in 160 ms

 

Immagine
 Sinti e Rom manifestano a Brescia... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 98 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoIo sono una persona che si offre di pres...
18/08/2019 @ 16:46:26
Di Stephano
BuongiornoQuesto messaggio č per gli individui, pe...
15/08/2019 @ 09:29:56
Di FRANCO
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source