Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Pagine di dialogo e (forse) per iniziare a conoscersi

-

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Fabrizio (del 12/05/2009 @ 09:02:30, in Italia, visitato 1553 volte)

Ricevo da Marco Brazzoduro

Mosaici Comunicazione e il cantiere sociale Decolliamo ORGANIZZANO:

La città sicura è una città che si-CURA
Riflessioni e proposte sulle periferie interculturali
Roma, via Alberini (Colli Aniene) 14-17 maggio 2009

Tra le mura del centro e le corsie del Grande Raccordo Anulare, c’è un deserto. Un deserto di valori e di relazioni. E’ una città di tutti e di nessuno, una città di identità che non si incontrano, una città senza parole, insicura.

Il deserto, appunto. Dove l’altro è un nemico, da picchiare o da derubare. Quartieri in cui si abita ma non si vive. Condomini in cui si ‘ciatta’ con il mondo ma non si conosce il vicino di casa.

Il deserto genera razzismo. Le aggressioni nei confronti di cittadini immigrati sono in aumento e spesso purtroppo gli autori rimangono impuniti. Il deserto genera anche paura. Un quartiere senza relazioni fa paura.

A Colli Aniene, in Quinto Municipio, per quattro giorni si parlerà di questo. Senza verità in tasca, ma con la necessità di trovare al più presto la CURA. Partendo dal confronto tra soggetti diversi e dalle potenzialità, dalle piccole oasi nel deserto. Dai luoghi abbandonati che possono trasformarsi e generare relazioni sociali, dialogo e convivenza.

PROGRAMMA

Giovedì 14 maggio ore 16.00:
inizio lavori, presentazione del seminario
‘VIVERE LE PERIFERIE, ABITARE LE RELAZIONI’
LA PERIFERIA ROMANA TRA PASSATO PRESENTE E FUTURO
-IL DESERTO OLTRE LE MURA

-moderatore Carlo Moccaldi
A.Medici (vicepres. V Municipio) Dialogo e convivenza nel V municipio,
A. Virgili conflitti e identità
S. Paoluzzi P. Bochicchio “Memoria delle periferie”
Rappresentante Comunità Rom Nedzib e Dragan “Colli Aniene: Vivere oltre il cavalcavia”
P. Vitale Comitato popolare per la lotta della casa “La situazione dell’emergenza abitativa nel V municipio”
F. Manujibeya (Mosaici) Razzismo e xenofobia nelle periferie romane
Osservatorio Razzismo “Casi di violenza in periferia”

Ore 18.00 presentazione mostra fotografica ‘l’Italia Accanto

-Banco informativo: “Io non ho paura”.

- Cena Sud Americana

Venerdì 15 maggio ore 16,30
OASI E MIRAGGI
-intervengono:
F. Manujebeya l’esperienza delle consulte”
Rappresentante comunità latino americana “L’accoglienza di Roma oggi”
Rappresentante comunità marocchina “L’esperienza della convivenza nell’emergenza abitativa”
T. Kuzik “Una piccola Kiev a Ponte Mammolo, l’aggregazione della comunità ucraina attraverso il mercato”
C. Moccaldi l’integrazione nel condominio

- Cena Araba

Sabato 16 maggio ore 16,30
INCONTRI PERIFERICI
PROIEZIONI, MUSICHE E SPETTACOLO

Gruppo percussioni Tor Sapienza Musica balcanica Alessandro menestrello vu’ Cumprà
Proiezione del documentario: “Colli Aniene: Percorsi di periferia

Domenica 17 maggio ore 16,30
LA CURA DELLA CITTA’ SICURA
LUOGHI, INCONTRI, RELAZIONI

ore 15,30
intervengono:
R. Mastrantonio (VII Municipio)
G. Rocca “Arte e integrazione”
L. Carocci, “progetto Mediazione sociale”
Sos Razzismo: “L’integrazione attraverso le banche del tempo”
C. Moccaldi “la convivenza possibile, la cura attraverso i luoghi di incontro”
A. Virgili “Le “Romano Pijats” laboratorio di dialogo interculturale”
Conclusione: A. Medici (V Municipio) “Punto della situazione e nuove prospettive. Da dove ripartiamo?”

Cena Rom

Ore 18.00 esposizione dell’artigianato Rom

Ore 20.00 musiche del mondo intorno al fuoco

IL PROGRAMMA AGGIORNATO è DISPONIBILE SUL SITO http://www.piazzavittorioweb.it/
Per info:----Silvia Paoluzzi 338 4283 726 Carlo Moccaldi 392 9959935

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 11/05/2009 @ 15:40:32, in musica e parole, visitato 1586 volte)

Ricevo da Marco Brazzoduro

Il 13 maggio (mercoledì) alle ore 17.30 nella sala Don Luigi Di Liegro Palazzo Valentini (Via Quattro Novembre, 119/A - Roma) MONI OVADIA presenta il libro "Speranza"

L'autore, Antun Blažević, in arte Tonizingaro, è nato nel 1961 a Sremska Mitrovica nella ex-Jugoslavia. Vive in Italia dal 1981, dove lavora, come mediatore culturale Rom, nelle scuole della capitale e presso l’Associazione Arci Solidarietà. Appassionato di teatro e di musica, cerca di svegliare le anime perdute, parlando, nei suoi spettacoli, dei diritti e dei doveri del popolo Rom.

Tristezza ironica, gioia di vivere, speranza: sono i fili conduttori che accompagneranno il lettore in questo viaggio. Racconti e poesie si alternano con vivace ritmicità e sono lì a testimoniare la quotidianità di questo popolo, i Rom, che può insegnare ciò che nel nostro mondo si è dimenticato: la verità semplice di chi non ha niente, la cui unica ricchezza sono le proprie tradizioni e la propria cultura. (Editrice UNI Service)

Hanno aderito: Massimiliano Smeriglio Assessore alle Politiche del Lavoro e Formazione); Gianluca Peciola Consigliere provinciale), Claudio Cecchini (Assessore alle Politiche Sociali e per la Famiglia ) Paolo Ciani (Comunità San.Egidio), Marco Brazzoduro Professore della Sapienza) , Nazzareno Guarnieri Presidente della federazione Rom e Sinti), Graziano Halilovic Presidente della associazione Roma Onlus), Ulderico Daniele ( Il Tetto), Claudio Graziano e Roberto Ermanni (Arci Roma), Anna Maria Rivera .(antropologa)

Sono stati invitati i rappresentanti delle istituzioni comunali, provinciali e regionali

Moderatore: Valerio Tursi

La presentazione sarà accompagnata dalle musiche del gruppo Gipsy Balkan

Antun Blazevic
mediatore culturale Rom
tel:3201748101

http://theatrerom.blogspot.com/

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 11/05/2009 @ 09:22:43, in Regole, visitato 1371 volte)

Da La voix des Rroms (articolo precedente QUI)

Giovedì scorso 7 maggio 2009, la 17^ correttiva del Tribunale di Grande Istanza di Parigi ha reso nota la sua decisione riguardo la trasmissione "Delinquenza: la via dei Rom". Yves-Marie Laulan, intervenuto nella trasmissione, come pure Marc Tessier, ex proprietario di France Télévisions, sono stati condannati a pagare ammenda oltre ai danni e agli interessi. Le associazioni rrom, che avevano iniziato la procedura con un semplice reclamo al procuratore della Repubblica, si dicono soddisfatte a metà per la decisione.

Di certo non ci sono precedenti giudiziari: France Télévisions condannata per incitamento all'odio razziale, ed inoltre, grazie all'iniziativa di una serie di associazioni rrom che hanno avuto fiducia nella giustizia.

Ma, occorre incitare al genocidio per essere condannati? Perché i propositi di Yves-Marie Laulan, il solo intervenuto alla trasmissione ad essere stato condannato, più che un incitamento all'odio, corrispondono ad un incitamento al genocidio. Laulan aveva infatti affermato tra l'altro che "per agire bene", occorreva "sottrarre questi bambini" alle loro famiglie.

Inoltre, il fatto di parlare di "criminalità organizzata su base di clan o etnica", di "Dalton" che "sparano a tutto ciò che si muove", dire che "quella gente là è spaventosamente pericolosa" (Xavier Raufer) non è stato giudicato come incitamento all'odio razziale. Niente di più che stampare sullo schermo "Delinquenza: la via dei Rom" e sistematicamente riportare la discussione verso le reti mafiosi ed il pericolo dei Rrom, come ha fatto Yves Calvi.

Le associazioni rrom ritengono che si tratti di un primo segnale positivo per fare muro all'antiziganismo nei media, ma restano determinate a proseguire nelle loro azioni, compreso con la giustizia.

E' stato dedicato un sito internet alla trasmissione "Delinquenza: la via dei Rom", sul quale sarà pubblicata tra l'altro la decisione integrale del tribunale, quando sarà in nostro possesso.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 11/05/2009 @ 09:13:05, in musica e parole, visitato 1057 volte)

Il 17 Maggio l'Alexian Group inaugura la prima edizione della Festa dei Popoli a Chieti
Domenica 17 maggio l'Alexian group si esibirà in concerto a Chieti presso la Villa Comunale a partire dalle ore 21.00

Il concerto si svolge nell’ambito della manifestazione " Festa Dei Popoli" organizzato Centro Interculturale Mondo Famiglia e la Banca del Tempo in collaborazione con l’Associazione Them Romano.

La prima edizione della Festa Dei Popoli vuole essere il momento culminante di un percorso condiviso con tutte le realtà che si occupano di immigrazione ed integrazione a Chieti. L'idea di una grande festa felicemente condivisa nasce dalla convinzione che l'incontro tra entità culturali differenti e la moltiplicazione degli sguardi , siano fonte preziosa per costruire una dimensione interculturale della città di Chieti e per la sensibilizzazione alla ricchezza che la scoperta e la valorizzazione della diversità e l'accoglienza dell'altro permettono di acquistare .

In occasione del concerto il gruppo presenterà in anteprima nazionale il nuovo Cd dal titolo “Me pase ko Murdevèle – Io ac-Canto a Dio” prodotto e distribuito a livello internazionale dalla Compagnia Nuove Indie. Il Cd contiene undici brani religiosi in cui si evidenzia la spiritualità delle diverse comunità Romanes che professano religioni diverse fra loro ma uniti dalla stessa cultura e dalla stessa filosofia di vita .

Il cd è presentato da Monsignor Carlo Ghidelli Arcivescovo di Lanciano-Ortona.

Il gruppo composto da Alexian Santino Spinelli (fisarmonica), Luciano Pannese (contrabasso), Andrea Castelfranato (chitarra), Gennaro Spinelli (percussioni), da anni ricerca e valorizza la cultura musicale romaní. Il concerto non é altro che un percorso musicale e canoro (in lingua romaní) attraverso gli stili musicali romanès, per un viaggio ideale attraverso l'intimità della storia e della cultura Romanì interpretata in maniera assolutamente originale.

Il leader del Gruppo Alexian Santino Spinelli, fisarmonicista e cantautore conosciuto a livello internazionale per le sue numerosissime attività culturali, ha già pubblicato cinque Compact Disc distribuiti a livello internazionale.

Per maggiori informazioni
http://www.alexian.it
tel 392 3577386
email giuliadirocco@fastwebnet.it

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 10/05/2009 @ 09:33:54, in musica e parole, visitato 1487 volte)

Da welove-music.net

Matar Muhammad (1939-1995) è stato un preminente esponente libanese del buzuk (bouzouki). Nato nella valle della Bekaa, in Libano, nel 1939 da una famiglia dom (la minoranza rom del Medio Oriente e del Libano), è forse il più famoso musicista levantino emerso da questa minoranza nel riconoscimento (anche se locale). Iniziò ad apprendere il buzuk (bouzouki) a 17 anni, tramite suo padre e suo fratello maggiore. Debuttò all'inizio degli anni '60 nei programmi arabi della BBC, e più tardi divenne famoso attraverso l'interpretazione di "Arduna ila al-abad" durante il Festival di Baalbek. Nonostante ciò, la sua principale fonte di sopravvivenza veniva dal suonare nei caffè e nelle feste a Beirut. Ci sono un sacco di aneddoti in Libano su Matar che accettava pressappoco quasi niente in cambio di suonare fino alla fine (come una bottiglia di whisky e una cena). In quel senso, appartiene ad un vasto gruppo di artisti libanesi che allo stesso modo si sostenevano nella seconda metà del XX secolo (sino alla guerra civile libanese, 1975-1990).

Matar Muhammad contrasse la poliomelite e fu conseguentemente affetto da una paralisi parziale che gli impedì di suonare il suo strumento nei suoi ultimi anni. Morì nel 1995. La sua storia è quella di un solista eccezionale ed improvvisatore immaginifico che tuttavia fu estremamente trascurato. [...]

Per ascoltare un esempio della sua musica

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 10/05/2009 @ 09:02:31, in musica e parole, visitato 1160 volte)

Fondazione Serughetti
Centro Studi e Documentazione LA PORTA

Conoscere, ascoltare, gustare
una serata tzigana per ricordare Beppe Bailo

Domenica 17 maggio
presso lo Spazio Polaresco (Longuelo)


ore 18.00 Accoglienza

ore 18.15 Proiezione di "Porrajmos"
Un documentario dell'Opera Nomadi sulle persecuzioni dei Nomadi da parte di nazisti, fascisti, ustascia e sui drammi attuali. Tratto da "A forza di essere vento - Lo sterminio nazista degli Zingari" Editrice A

ore 19.00 "Abitare la città con i Rom e con i Sinti: quali politiche possibili?"
Intervengono:
Maurizio Pagani - presidente Opera Nomadi Milano
Giorgio Bezzecchi - presidente "Romano Drom"
Alfredo Alietti - sociologo Università di Ferrara

ore 20.30 Buffet Rom

a seguire, musica balcanica rom del gruppo Muzikanti di Balval
Jovica Jovic - fisarmonica
Marta Pistocchi - violino

Ingresso libero

Info:

tel. 035.219230 - fax 035.249880
email: info@laportabergamo.it
www.laportabergamo.it

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Sucar Drom (del 09/05/2009 @ 19:24:47, in blog, visitato 1443 volte)

Il 9 maggio di quattro anni fa l’associazione Sucar Drom creava lo spazio web Sucar Drom. All’inizio aveva la finalità di supporto alla campagna elettorale di Yuri Del Bar, eletto nel Consiglio comunale di Mantova. Dopo alcuni mesi, nell’autunno del 2005, si è deciso di offrire un servizio a tante persone che chiedevano il nostro intervento su quanto stava succedendo ai Sinti e Rom in Italia. Siamo rimasti due anni sulla piattaforma di Tiscali e dal luglio 2007 siamo ospitati sulla piattaforma di Blogger. Oggi questo spazio web si rinnova anche nel nome.

U Velto, “il mondo” in lingua sinta, è il nuovo nome che l’Istituto di Cultura Sinta ha scelto per questo spazio web che nei prossimi anni ha l’ambizione sia di continuare ad informare sui mondi sinti e rom che di informare su come i Sinti e Rom vedono, sentono e leggono il mondo e ciò che accade nel mondo.

L’Istituto di Cultura Sinta, su mandato dell’associazione Sucar Drom, ha infatti definito il ruolo dei Sinti e dei Rom integrante ed interagente nella società italiana ed europea. Ciò presuppone che i Sinti e i Rom non solo devono essere fatti partecipi nelle scelte che li riguardano direttamente ma devono essere fatti partecipi nelle scelte per tutta l’Italia e per tutta l’Europa. Come oggi Yuri Del Bar, nella sua qualità di Consigliere comunale, è partecipe nelle scelte per l’intera comunità mantovana, così da domani dobbiamo rendere effettiva la partecipazione di Sinti e Rom nelle scelte per l’intera comunità italiana ed europea.

U Velto vuole essere un strumento in questo senso. La partecipazione in chiave di empowerment che si pone l’obiettivo di rafforzare il potere dei Sinti e dei Rom in tutti i processi decisionali e non solo in quelli che li riguardano direttamente, accrescendo il loro controllo sulle scelte relative ai processi di cambiamento in atto nella società italiana ed europea.

Ora i ringraziamenti. Un ringraziamento speciale a Fausto Banzi, assessore provinciale di Mantova, che in questi anni ha sempre sostenuto le attività dell’associazione Sucar Drom. Un ringraziamento speciale anche a Fabrizio Casavola, curatore di Mahalla, che in tutti questi anni ci ha supportato e aiutato. Ma soprattutto vogliamo dedicare un ringraziamento particolare a tutti Voi che ogni giorno leggete, commentate, criticate e discutete in questo spazio web. Siete molti e noi siamo molto felici di aver ospitato ognuno di Voi. I contatori di visite, per quello che possono contare, ci indicano 467.305 pagine visitate e contatti da tanti parti del mondo (Stati Uniti, Germania, Romania, Francia ma anche India, Brasile, Russia, Messico, Hong Kong…) ma ciò che più ci rende felici sono i tanti vostri commenti, ad oggi 4.689. Grazie per averci fatto crescere insieme a voi.

Carlo, Yuri, Elena, Davide, Barbara, Luca, Denis, Stefano, Vittoria, Bernardino, Morena, Eros, Barbara, Paride, Angela, Giulio, Maverik e Manuel

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/05/2009 @ 09:27:00, in Italia, visitato 1150 volte)

Segnalazione di Demir Mustafa

Domenica 17 Maggio 2009
Siete tutti invitati alla:
Hamaloita Ketane Pral!!!
Festa/Incontro Interetnica

L'incontro si svolgerà presso i locali della casa delle associazioni "Il Pentolone", via Pomeria 90, (Prato)

Programma:
ore 16: 00 Accoglienza
ore 17: 00 Assemblea aperta : COMUNITA' A CONFRONTO Tra bisogno di conoscenze e nuovi pregiudizi
ore 18: 30 Incontro con l'autore – presentazione di libri:

Pino Petruzzelli: autore di "Non chiamarmi zingaro"
Interverranno Luca Bravi: autore di "Rom e non Zingari. Vicende storiche e pratiche rieducative sotto il regime fascista"
Sabrina Tosi Cambini: autrice di "La zingara rapitrice"
Tommaso Vitale: autore di "Politiche possibili. Abitare le città con i rom e con i sinti"
Domenico Guarino: autore di "Dialogo tra uomo e rom"

Ore 20: 00 Gruppo Corale MEZ
Ore 20: 30 Cena Bouffet
A seguire musica Swing Manouche dal vivo con: Simone Solazzo & Marco Papa

Promuovono : Comitato STOP RAZZISMO Prato – Comunità SINTI Prato
Aderiscono: Ass."La Comune" (PO), Socialismo Rivoluzionario (PO), Ass. Interculturale "Le Mafalde", Ass. "Multiculti", Centro delle Culture (PO), Movimento Umanista, Umanisti per la Salute, Sucar Drom Mantova, osservAzione onlus, Federazione Rom e Sinti Insieme

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 09/05/2009 @ 09:14:13, in casa, visitato 1429 volte)

Da British_Roma (i link sotto riportati sono in inglese, in formato .doc. QUI i post precedenti sulla vicenda di Dale Farm)

AdvocacyNet
Bollettino Notizie 181 - 29 aprile 2009

DALE FARM: ZONA PROTETTA DALL'ONU?

Basildon, GB: Un comitato delle Nazioni Unite chiede al Consiglio Distrettuale di Basildon di congelare i suoi piani di spianare la più grande comunità viaggiante di Bretagna, presso Dale Farm nell'Inghilterra sudorientale.

Yves Cabannes, Presidente del Gruppo Consultivo sugli Sgomberi Forzati, ha visitato Dale Farm settimana scorsa (23 aprile), e ha detto ai residenti che non dovrebbero essere obbligati a negoziare con Consiglio, fintanto che sono minacciati di sgombero.

"Vi abbiamo sentito dire che volete restare qui dove siete," ha detto Cabennes (sopra in foto con i residenti), che è anche professore all'University College di Londra. "In ciò vi appoggiamo."

Circa 90 famiglie a Dale Farm stanno per perdere le loro case dopo la decisione di gennaio della Corte d'Appello che permette di procedere allo sgombero. La decisione rovescia quella precedente del maggio 2008 da parte dell'Alta Corte che ordinava al Consiglio di trovare una terra alternativa per i Viaggianti. E' seguito un appello finale della Camera dei Lord.

Il Progetto Consultivo (AP) ha appoggiato i Viaggianti da quando hanno ricevuto l'ordine di sgombero a giugno 2005 ed ha spedito due Mediatori di Pace a fare volontariato a Dale Farm.

L'intervento ONU è avvenuto a seguito della prima discussione faccia-a-faccia tra il leader del Consiglio di Basildon, Malcom Buckley, ed i residenti di Dale Farm. Buckley, dimessosi da allora, inizialmente era per un incontro al chiuso con sette residenti. Ma i membri del Consiglio sull'Uguaglianza Razziale dell'Essex, il servizio Pompieri e Soccorso dell'Essex ed il gruppo ONU, insistevano per partecipare pure loro.

In totale, 20 residenti di Dale Farm hanno espresso paure per la sicurezza dei loro bambini, degli anziani e dei malati nel caso di uno sgombero. In seguito, Cabannes li ha assicurati che il rapporto del suo comitato al governo britannico si esprimerà contro lo sgombero. Ha detto che la GB ha firmato un accordo internazionale che si oppone fortemente agli sgomberi forzati.

Cabannes ha anche lodato i residenti di Dale Farm per la loro resistenza, e li ha elogiati come un esempio per tutti i Rom che stanno combattendo l'antiziganismo in Europa.

I Viaggianti sono definiti come un distinto gruppo etnico dalla legge britannica e per molto tempo sono stati oggetto di discriminazione in GB. La crisi di Dale Farm è scoppiata nel giugno 2005, quando il Consiglio ha ordinato ai Viaggianti di andarsene perché vivevano sul terreno della Cintura Verde che è protetta dai regolamenti ambientali. Il Consiglio ha emesso un secondo ordine di sgombero nel 2007.

Dopo l'ultima decisione della Corte d'Appello, il Consiglio ha promesso che alle famiglie verranno dati 28 giorni di anticipo prima di ogni sgombero. Col ritiro di Buckley, molto dipenderà ora dal Consigliere Tony Ball, che si prevede succederà a Buckley entro la fine di maggio.

Gli avvocati sperano che la crisi finanziaria persuaderà il Consiglio a considerare di dare i permessi di costruzione a tutti i Viaggianti che possiedono un terreno a Dale Farm. Entrambe i due giudizi del tribunale concordano che i Viaggianti non possono diventare dei senza casa, ma trovare un nuovo alloggio a tutte le 90 famiglie potrebbe essere costoso.

In caso di sgombero, le chiese locali hanno offerto riparo ai bambini ed agli altri Viaggianti vulnerabili. Lord Eric Avebury, membro della Camera dei Lord, ha anche organizzato per il 14 maggio un incontro in Parlamento, per riassumere ai potenziali osservatori dei gruppi dei diritti umani  e dell'ONU il loro  ruolo in caso di uno sgombero.

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Di Fabrizio (del 08/05/2009 @ 11:40:58, in Regole, visitato 1737 volte)

Ricevo da Roberto Malini (La ragione per cui continuo a pubblicare i suoi comunicati è semplice: sul processo ad A. non riesco a trovare altre notizie)

Confermata il appello la condanna per la giovane Angelica, accusata del tentato rapimento di Ponticelli. Molteplici le ragioni del nuovo abuso giudiziario. Necessario cambiare strada se si spera di ottenere giustizia in Cassazione

Napoli, 8 maggio 2009. La giovane romnì Angelica è stata condannata anche in appello. Non abbiamo ancora il dispositivo di sentenza, ma il verdetto è stato confermato dopo una breve udienza, senza che siano state presentate nuovi elementi, perizie o relazioni a discolpa della ragazza. Chi pensava che il verdetto sarebbe stato modificato, in assenza di nuovi elementi, sbagliava. I presidenti delle organizzazioni per i Diritti Umani EveryOne e Union Romani avevano chiesto ai legali di Angelica di lasciarsi affiancare nel procedimento di appello, ma purtroppo, ancora una volta, invano. Senza un supplemento di indagini, una video-perizia, relazioni di specialisti nella valutazione di abusi contro cittadini di etnia Rom, nuove interviste a cittadini di Ponticelli, difficilmente si poteva sperare in un capovolgimento del verdetto di primo grado. L'intervista ad Angelica apparsa ieri su Repubblica andava suffragata da altre considerazioni e avrebbe dovuto apparire almeno sette giorni fa, per avere efficacia. Ricordiamo, inoltre, che i Rom di Ponticelli si sono trovati al centro di interessi molteplici, in cui è innegabile il ruolo della criminalità organizzata, cui il razzismo (a Napoli come a Milano, dove i mafiosi nuotano come un branco di squali nelle torbide acque dell'Expo) fa comodo, visto che occuparsi di Rom, mendicanti e senzatetto distoglie l'attenzione delle autorità dagli affari dalle organizzazioni criminali. In quel clima, non si vede perché, senza nuovi elementi, il magistrato avrebbe dovuto cambiare il giudizio del suo collega di primo grado. Peccato. Peccato, perché con il Presidente dell'Union Romani Juan De Dios Ramirez Heredia in Italia, a Napoli, avremmo potuto organizzare una conferenza stampa di carattere nazionale e internazionale, sollevando un caso istituzionale, con interrogazioni parlamentari e inchieste Ue. Nonostante si fosse offerto di collaborare alla difesa di Angelica, a proprie spese, "indossando di nuovo la toga", però, il presidente di Union Romani non ha mai ricevuto il dossier relativo al caso della romnì, nonostante l'avesse richiesto con insistenza. Ci sorprende anche il fatto che nessuno dei politici di Napoli (li abbiamo contattati tutti) abbia voluto approfondire la posizione di Angelica, incontrandola in carcere o documentandosi sul suo caso, né abbia preso una posizione sulla stampa. Qualcuno si è limitato ad esprimere una generica e sterile solidarietà. Inoltre, vi è da rimarcare che la stampa locale e nazionale ha censurato regolarmente i comunicati stampa congiunti diramati da EveryOne  / UnionRomai / Coordinamento Antirazzista Sa Phrala. Solo qualche sito internet li ha pubblicati, mentre Liberazione ha risposto all'ultimo messaggio stampa, ma non ci risulta che poi abbia pubblicato le nostre considerazioni. Il giudizio di appello è un nuovo clamoroso errore giudiziario, ma è anche frutto di un clima ostile alla verità che poneva sotto pressione chi era delegato ad decidere.

info@everyonegroup.com
www.everyonegroup.com

Articolo Permalink Commenti Oppure (0)  Storico >>  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie più cliccate


12/11/2019 @ 21:43:41
script eseguito in 164 ms

 

Immagine
 La comunità virtuale di Rom e Sinti nel mondo... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 4600 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoStai cercando un prestito per far rivive...
08/11/2019 @ 09:18:43
Di FRANCESCA
Assistenza finanziaria in 24 ore (assistance.finan...
05/11/2019 @ 19:07:35
Di damien
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source