\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Liguria: 2,3 mln per formazione artigianale giovani disoccupati e rom e sinti
Di Fabrizio (del 08/10/2012 @ 09:17:21, in lavoro, visitato 1151 volte)

& DIVERSO PARERE

Genova, 5 ott. - (Adnkronos) - "Riscoprire gli antichi mestieri, in particolare l'artigianato artistico, tradizionale e tipico di qualita', puntando anche sull'innovazione, costituisce una misura importante contro la piaga della disoccupazione giovanile e aiuta produzioni di nicchia che hanno tutte le carte in regola per rimanere sul mercato". Lo ha dichiarato Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, a margine della presentazione, questa mattina in Regione, dei finanziamenti del Fondo sociale europeo 2007-2013 rivolto alla formazione professionale "in bottega".

Due milioni e 270mila euro sono stati stanziati per avvicinare giovani, disoccupati, inoccupati e appartenenti a minoranze etniche (rom e sinti) agli antichi mestieri. Le "botteghe" individuate come ambito di formazione e inserimento professionale riguardano i settori dell'artigianato artistico tradizionale e tipico di qualita', mentre le aziende artigiane in possesso del marchio "Artigiani In Liguria" possono formare anche personale gia' dipendente.

"Ma non solo - spiega Costi - e' previsto l'accompagnamento alla nascita di nuove micro e piccole imprese nei settori dell'artigianato individuati". I settori di intervento spaziano dall'agroalimentare tipico, alla moda, alla lavorazione del legno e metalli, con attenzione particolare, per quanto riguarda lo start up di nuove imprese, all'innovazione nei processi di lavorazione e produzione.


Certo, capisco che trovare un lancio come quello dell'Adnkronos sulle pagine di Libero, da uno strano senso di straniamento.
Ma le conferme al solito tran-tran arrivano puntuali il giorno dopo: come spinti da un riflesso pavloviano insorgono i leghisti, anzi, come si scrive sotto "tuonano" (che tanto lo sappiamo, a proposito di certezze, che ultimamente i leghisti tuonano ma di lampi sono incapaci di farne...)
E' molto bello ed educativo che ora questi omini col cervello verde si preoccupano di "tutte le altre comunità immigrate" e persino di una possibile "guerra tra poveri".
Continuo a non capire una cosa: se gli zingari non lavorano, non va bene; ma se lavorano non va bene comunque. Un tempo si diceva "non sono io il razzista, sono loro che sono rom!"

Genova24.it Bando artigianato, Rixi (Lega Nord): "Cosa c'entrano gli zingari con gli antichi mestieri?"

Regione. Intervento del capogruppo della Lega nord Edoardo Rixi sul bando di finanziamento – derivante da fondi europei – approvato dalla Regione Liguria sugli antichi mestieri, con una voce ad hoc dedicata alla formazione di sinti e rom. "Cosa c'entrano gli zingari con gli antichi mestieri della Liguria?" tuona Rixi che ricorda che la cifra complessiva messa a disposizione dal bando è di 2 milioni e 270 mila euro.

"Considerando che la disoccupazione in Liguria è in aumento specie tra i giovani e che le piccole imprese artigianali sono in grave crisi, a causa delle politiche montiane e della concorrenza sleale dei paesi in via di sviluppo, mi chiedo che senso abbia diluire un già magro stanziamento di fondi pubblici anche ad una comunità di immigrati spesso clandestini". dice il capogruppo della Lega.

"L'attuale maggioranza che governa la Liguria al danno aggiunge la beffa, anzi due beffe, perché – spiega Rixi – da un lato allargando i finanziamenti ai soli zingari esclude tutte le altre comunità immigrate, lanciando il messaggio implicito che sudamericani e nordafricani valgono di meno e rischiando così di scatenare una guerra tra poveri, dall'altro dando dei finanziamenti pubblici a sinti e rom si buttano i soldi in maniera irresponsabile, in quanto si tratta di popolazioni nomadi che a breve non stanzieranno più in Liguria e probabilmente neanche in Italia, col risultato che il denaro pubblico regalatogli non produrrà né tassazione per la società né posti di lavoro sul nostro territorio.

La Giunta Regionale" conclude Rixi "riesce ad attuare politiche ridicole e controproducenti anche quando s'impegna a fare qualcosa di sinistra".


Nel frattempo s'è destato anche Il Giornale, solita foto decontestualizzata:
e titolo da cronaca nera:
Gli antichi mestieri nelle mani dei rom Il bando per salvare gli antichi mestieri della Liguria finisce con il finanziare le comunità sinti e rom. Protesta la Lega Nord
ma il testo dice "finanziando ANCHE i sinti e i rom" (il maiuscolo è mio, ndr)


In chiusura, Rixi spiega in prima persona il suo pensiero su Bordighera.net "Peccato che la Giunta di sinistra abbia stabilito, come si legge sul sito ufficiale della Regione, di allargare la distribuzione di tale denaro anche alle comunità sinti e rom, altrimenti dette zingare, residenti in Liguria." Trattasi quindi di un problema di "cittadinanza", se non ho capito male. D'altronde, anche il Sudafrica razzista era una nazione campione d i diritti democratici, solo che li riconosceva esclusivamente ai bianchi.
Resta da notare che per una notizia trovata su questo importante finanziamento, ce ne sono almeno 3 dedicate ad una polemica che più di parte non si può...