\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Appuntamento elettorale
Di Fabrizio (del 25/03/2006 @ 10:04:08, in media, visitato 1519 volte)
Nella pellicola - chiede la giornalista - si dice che Berlusconi ha gia' vinto le elezioni perche' "ha cambiato le nostre teste" (da Repubblica)

C'è chi si prepara spiritualmente al 9 aprile, con la visione de Il Caimano. Magari, non c'entrerà nulla col risultato delle elezioni, mi sono rivisto con gusto Lisbon Stories.

Non faccio il critico cinematografico, ma Wenders è ancora tra i miei preferiti e il film è, prima di tutto, un inno al viaggio (le scene iniziali) e alla scoperta (tutto il resto della trama), fino ad appropriarsi di quanto si ha attorno, nonostante gli intoppi, le incomprensioni, le delusioni.

Vi inviterei ad un gioco, in queste due settimane scarse che mancano al 9 aprile. Riprendersi la propria testa e fare come Fritz e Winters: rubare con gioia e curiosità i suoni e le immagini che ci circondano. Fate finta di vedere tutto ciò che avete a noia (l'autostrada o la metropolitana, un balcone o un mercato, i prati e i cantieri, gli occhi e i gesti di chi vi circonda), come se fossero qualcosa di nuovo e alieno, da portare con voi.

Sono le immagini e i suoni che vi porterete nella cabina elettorale (chi voterà, s'intende). Perché il rischio che corriamo, è quello di seguire un brutto gioco: Berlusconi sta scippandoci le elezioni per farne un referendum pro o contro di lui (non vorrei che dopo Cristo e Napoleone, si paragonasse pure a Pinochet!), gli avversari politici gli reggono il gioco. E noi, rischiamo di non vedere altro che questo gioco delle parti, senza capire dove viviamo e cosa gira attorno.

Bisogna astrarsi, per poter giocare. Se proprio vogliamo ricadere nei "soliti" tormentoni, fingete di essere un Rom, qualsiasi cosa possa significare per voi la loro diversità. Non mi importa se la vostra immagine magari si basa solo su stereotipi: metterla in gioco significa mettere alla prova se stessi. Guardate sul tram le persone come se suonaste la fisarmonica, per capire chi dei passeggeri allungherà una moneta, guardate una vetrina come se tra le cose esposte ce ne fosse solo una che merita attenzione, come attaccar bottone con un ragazzo/a che con ogni probabilità vi manderà al diavolo... Oppure, fingete di essere qualsiasi altra cosa vogliate.

Fatelo come un gioco, e se volete aggiungete qui sotto uno spunto o un'impressione, mettete una foto su Flickr, annotate qualcosa su un taccuino, fischiettate un motivetto. Per chi vuole, appuntamento al 10 aprile

L'Alfama di Lisbona