\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Sel dà voce alle comunità sinti e cinese con Bosco e Wong
Di Sucar Drom (del 17/04/2014 @ 09:08:21, in Italia, visitato 2063 volte)

di Pasquale Petrella su IL TIRRENO [x fortuna MAHALLA c'è: L'INTERVISTA]

Presentata la lista di Sinistra Ecologia e Libertà per le elezioni amministrative di Prato, diciassette uomini e quindici donne con capolista la segretaria provinciale Nicoletta De Angelis

PRATO. Sinistra ecologia e libertà (Sel) dà voce e rappresentanza alla comunità sinti, candidando Angela Bosco, 19 anni disoccupata e residente nel campo nomadi di Iolo, e ripropone Marco Wong in rappresentanza della comunità cinese presente in città. Sono questi i due nomi di rottura nella lista presentata dalla segretaria Nicoletta De Angelis che sarà la capolista. "Abbiamo fatto una lista non solo di iscritti a Sel ma anche composta dalla società civile. Un lista aperta che vuole rappresentare tutta la società pratese - dice De Angelis - Abbiamo candidato diciassette uomini e quindici donne, siamo così riusciti anche ad ottenere una parità di genere coinvolgendo tante donne che sono numerose nella società ma sempre troppo poche in politica".



Entrano in lista anche due assessori uscenti, Ilaria Maffei della giunta Lorenzini di Montemurlo e Federica Pacini della giunta Marchi di Vaiano.

E sugli obiettivi programmatici la segretaria Nicoletta De Angelis è molto precisa, "Prato non è e non può essere solo tessile, dobbiamo pensare anche ad altre forme di lavoro. I nostri candidati provengono da culture e realtà diverse, ci sono operai, disoccupati, professionisti, giovani ed over, saranno loro a portare le idee e i temi per la campagna elettorale - sottolinea De Angelis - Siamo molto fermi nel dire no all'ampliamento dell'aeroporto di Peretola, argomento sul quale anche il candidato sindaco Biffoni ci dà ampie garanzie. Ma abbiamo le nostre idee anche sulla sanità e sul sociale, sul sito www.immaginaprato.it ci sono le nostre idee e dove raccogliamo quelle dei cittadini. Tutti possono contribuire".

Angela Bosco, nipote di Ernesto Grandini, presidente dell'associazione sinti italiani di Prato, ha studiato al Datini e poi fatto uno stage da parrucchiera e vuole mettersi in gioco "perché voglio che i sinti vengano visti come cittadini italiani e non come adesso che vengono ritenuti degli stranieri - dice - Siamo una minoranza che ha bisogno di essere ascoltata". E Marco Wong, imprenditore e presidente onorario dell'associazione no profit Associna ci riprova, era già stato candidato per Sel anche nel 2009. "La politica fatta in questi ultimi anni non ha potuto produrre risultati perché impostata solo sulla repressione - dice riferendosi alle possibili iniziative per l'integrazione della comunità cinese - L'integrazione è possibile ma servono nuove idee e un nuovo approccio al fenomeno. Ecco perché mi ricandido, per portare le mie idee su questa materia" E a chi gli fa notare che non ci sono altri cinesi che ci mettono la faccia, "In questo clima che si respira a Prato è da incosciente per un cinese decidere di candidarsi per un partito. E io forse sono un po' incosciente".

Ma ecco la lista dei candidati: Nicoletta De Angelis, Balestri Paolo, Betti Aurora, Bernardi Duccio, Bosco Angela, Blasi Diego, Cannatella Chiara, Brizzi Niccolò, Gentilini Milena, Caccamo Roberto, Giuliani Giuliana, Cambi Carlo Andrea, Maffei Ilaria, Cerchiari Riccardo, Matteucci Veronica, Ciulli Giampiero, Muratori Paola, Dell'Olio Andrea, Pacini Federica, Franceschini Mauro, Panozzo Alessandra, Giorgetti Giuseppe, Pesca Sabina, Ristori Paolo, Portolani Franca, Tronci Claudio, Ruggiero Maria Grazia, Vesigna Marco, Elisabetta Borgioli, Wong Marco, Zappacosta Stefano, Zenaghi Leandro


Lunedì 28 aprile, dalle ore 21.00, saremo in collegamento via chat (vedi la colonna a destra) con Angela Bosco. Una chiacchierata a cui anche voi potrete partecipare, con le vostre domande (che spero numerose). E' stato invitato a prendervi parte anche Marco Wong, pure lui candidato nella medesima lista. Il testo integrale dell'intervista verrà poi pubblicato su Mahalla