\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Nel dare la realtà dei fatti, l'accuratezza è più importante della velocità
Di Fabrizio (del 14/02/2014 @ 09:07:59, in media, visitato 1119 volte)

Posted on Feb 6, 2014

Questa è la posizione di Valery Novoselsky, direttore esecutivo di uno dei più grandi network dedicato a pubblicare informazioni sulle questioni rom. Le notizie pubblicate non sono solo per un pubblico rom, ma anche per i non-Rom, soprattutto quanti sostengono le comunità romanì e che lavorano per e con loro.

C'è dibattito sulle questioni rom?

Sì, in modo regolare, ma non intensivo, sui link relativi a Roma Buzz Monitor, che è una parte del Roma Virtual Network. Da aprile 2010 una volta alla settimana io o qualcuno degli abbonati ai canali del Roma Virtual Network poniamo domande su questioni riguardanti la situazione attuale dei Rom. Prima del giugno scorso erano postate su http://debatewise.org ma da allora appaiono regolarmente su http://romadebates.wordpress.com e una dozzina di liste di Roma Virtual Network e gruppi rom su Facebook. I dibattiti si svolgono soprattutto su Facebook, in alcuni casi sono davvero "caldi", soprattutto riguardo le deportazioni dei Rom da Francia, Italia e Germania. Controllo comunque che non diventino offensivi o provocatori.

Ci sono stati alcuni cambiamenti a seguito di questi dibattiti?

Ha detto la parola esatta: "alcuni". Sì, ci sono cambiamenti, quando la gente nel corso della discussione diventa più istruita. Più fatti e mente più aperta modificano il punto di vista di gente dal carattere molto radicale. Così si rendono conto che dovrebbero conoscere i fatti e individuare i veri co-pensatori prima di lanciare campagne sociali.

Quanto sono importanti le informazioni sulle questioni rom?

Per i Rom sono sicuramente importanti sotto tutti gli aspetti. Non soltanto musica o aiuto sociale, anche possibilità di iscrizione ai programmi MA e PhD, o sul supporto logistico alle imprese, sulla Roma Police Union, ecc. Tutte queste notizie sono importanti anche per i non-rom, che hanno un buon rapporto con i Rom, quanti lavorano con loro nei medesimi progetti, o semplicemente chi è preoccupato per il benessere e la tolleranza della società civile. Informazioni attentamente selezionate e moderate su varie questioni rom sono postate su diversi nodi elettronici del Roma Virtual Network dal luglio 1999, aiutano tuttora migliaia di persone nell'apprendere sulle questioni rom, sulle opportunità offerte ai Rom e agli eventi legati alla storia, alla cultura e al miglioramento della situazione dei Rom in tutto il globo.

Qual è il tuo gruppo-target? Come arrivano le informazioni alle comunità rom? E, viceversa - alle istituzioni e ai decisori politici?

In breve: a Rom e pro-Rom. Indipendentemente dalla collocazione geografica o anagrafica. A quanti sono interessati alla politica, alla letteratura, alla difesa dei diritti umani, alla lingua, alla storia, alla prevenzione dei crimini di odio razziale, al business e ai progetti educativi. Molti Rom già accedono a Internet e Roma Virtual Network è già presente in diversi social network. Non soltanto su Yahoo e nelle sue mailing list, dove conta oltre 11.000 abbonati (singoli o associazioni). Ci sono anche 7.000 contatti su Facebook e 1.300 connessioni dirette su Linkedin. E un account su Twitter aggiornato regolarmente.
In termini tecnici anche le istituzioni e i decisori politici sono collegate a Roma Virtual Network. C'è il principio di uguaglianza nella raccolta delle informazioni pubblicate dalle varie fonti informative. Io col comitato di redazione del RVN rispettiamo quel principio. Facciamo del nostro meglio per far circolare le informazioni più accurate sugli eventi e le notizie relative alle comunità rom, a livello locale, nazionale e internazionale. L'accuratezza è più importante della velocità e spesso lo è anche del diritto d'informazione. Ci sforziamo di essere onesti e di mentalità aperta, di riflettere tutte le dichiarazioni significative di opinioni differenti, esplorando la gamma e il conflitto delle opinioni. Forniamo anche ugualmente notizie e opinioni dalle diverse sezioni delle comunità rom. RVN è aperto alle critiche costruttive e ai contributi che possano portare a un migliore servizio per Rom e non-Rom, a chi vuole imparare di più sulle questioni rom e contribuire al processo dell'emancipazione e dell'integrazione romanì nel mondo contemporaneo.


Suggerimenti di lettura:

Con un brano di Valery Novoselsky inedito per l'Italia

Rom e Sinti al tempo della rete