\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Sinti di Buccinasco
Di Fabrizio (del 12/12/2013 @ 09:01:34, in Italia, visitato 1548 volte)

AL DIRETTORE de "IL GIORNO"

Gentile Signor Giancarlo Mazzuca,

nei giorni scorsi il giornale da Lei diretto ha pubblicato un articolo che ci ha molto spiacevolmente colpiti, a partire dal titolo: "Illuminavano il campo rubando la luce pubblica" e quindi, deduce il titolista nell'occhiello, "Nei guai i Sinti del Terradeo" (vedi QUI ndr.).

Passato, si fa per dire, il primo sconcerto, ci siamo chiesti come fosse possibile che un importante quotidiano pubblichi una simile... 'notizia' senza alcuna verifica, additando un'intera comunità di persone all'opinione pubblica di una città, dove hanno finora vissuto con una certa tranquillità, in un periodo di difficoltà economiche generalizzate che facilmente riscaldano gli animi. Oltretutto, la signora Santolini conosce il Terradeo, ci è stata, conosce noi e l'associazione: sarebbe bastata una telefonata, una mail, per avere tutte le spiegazioni del caso.

Dunque, i Sinti del Terradeo nei guai ci stanno per tante ragioni, anche senza bisogno di... raccomandazioni, a partire dal lavoro che non si trova, ma certo non per i motivi di fantasia che 'il Giorno' attribuisce loro.

Ma ci può essere di peggio? C'è: in tutte le edicole di Buccinasco è apparsa una locandina che a lettere cubitali denuncia: "campo nomadi illuminato rubando la corrente". A parte il grottesco 'nomadi' per persone registrate in anagrafe da trent'anni, le cose stanno ben diversamente.

Non stiamo a ricordare la legge sulla stampa, né cosa possa comportare questo modo di trattare una minoranza già emarginata e, altrove finora, malvista. Ci aspettiamo, però, un articolo che racconti le cose con pari evidenza e in modo più realistico, e le accludiamo una lettera sull'argomento. Essa si conclude con un invito, che rivolgiamo anche a lei e alla Signora Santolini, per sabato 14, alle 10.30, al Quartiere Terradeo, dove spiegheremo, documenteremo e, ancor più, mostreremo come stanno realmente le cose.

Gradisca i saluti di Ernesto Rossi e Augusto Luisi, dell'associazione "ApertaMente di Buccinasco".
Tel.3338628466 - 3355324525
10 dicembre 2013


ALLEGATO: da Buccinasco - Rino Pruiti

#Buccinasco - Fornitura dell'Enel al quartiere Terradeo: 'precisazioni'


Il sindaco Giambattista Maiorano interviene sulle polemiche dei giorni scorsi respingendo le accuse diffamatorie di chi gli ha attribuito dichiarazioni e volontà mai espresse. Intanto la fornitura dell'energia è stata riattivata con regolare contratto a forfait

Buccinasco (10 dicembre 2013) - La vicenda è ormai nota, dopo la pubblicazione sulla stampa e su un blog locale: la scorsa settimana è stata sospesa l'erogazione di energia elettrica al blocco servizi (bagni e docce comuni) del quartiere Terradeo in via dei Lavoratori, lasciando gli utenti privi dell'acqua calda. Meno noto, e anzi raccontato sul web in modo non corrispondente al vero, è quanto accaduto nei giorni scorsi. Tanto da spingere il sindaco Giambattista Maiorano a presentare una formale denuncia di diffamazione.

La sospensione del servizio fornito da Enel risale allo scorso 2 dicembre: in quella data ne viene informato il primo cittadino che il giorno successivo aveva già in programma un incontro con i rappresentanti dell'associazione Apertamente (di cui fanno parte alcuni abitanti del quartiere), il maresciallo della locale Stazione dei Carabinieri e il comandante della Polizia locale: i sinti non sono stati convocati dunque per offrire loro una via d'uscita né tanto meno l'offerta di un obolo pagato di tasca propria dal sindaco o addirittura dai cittadini di Buccinasco. In qualità di primo cittadino, in quella circostanza e con una nota scritta, Maiorano ha chiesto però ad Enel di riattivare il servizio considerata la presenza di numerosi minori nel quartiere e garantendo l'immediata firma di un contratto (non da parte del Comune ma a nome degli abitanti del campo).

E' vero che Enel ha rilevato una serie di anomalie e per questo è stato sospeso il servizio: solitamente il blocco servizi è alimentato dai pannelli solari del quartiere e solo nei periodi di cattivo tempo negli anni è sempre stato sottoscritto dalle famiglie del Terradeo una forma contrattuale forfettaria (con pagamento in anticipo). Quest'anno evidentemente non è stato fatto ma il problema è già stato risolto: in seguito ad un nuovo incontro con i rappresentanti dell'associazione, il giorno 6 dicembre è stato formalizzato un regolare contratto presso gli uffici Enel di Corsico. Per quanto concerne le utenze private abbinate ai singoli nuclei familiari, lo stesso sindaco ha comunicato ai rappresentanti del quartiere che qualora ci fossero degli insoluti, la società adotterbbe quanto previsto per tutti i cittadini.

"Ritengo pertanto assolutamente diffamatoria e calunniosa - dichiara il sindaco Maiorano - ogni altra versione dei fatti, come quella fornita dal sito internet 'La Città Ideale', proprio per questo ho presentato una denuncia per diffamazione ai carabinieri. Il rischio di tutte queste notizie infondate è la creazione di un clima che potrebbe sfociare in atti di intolleranza verso una comunità che faticosamente tenta di integrarsi a Buccinasco".

Ufficio stampa Comune di Buccinasco