\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Ungheria
Di Fabrizio (del 31/07/2013 @ 09:01:50, in Europa, visitato 1471 volte)
 Frescoes porta turisti, speranza al villaggio rom - thv11.com

In questo remoto villaggio rom dell'Ungheria Orientale, è in pieno svolgimento un festival musicale. E' parte di un progetto in corso dal 2009 - per attirare visitatori che amano la musica e i murales, portando contemporaneamente soldi nel villaggio di Bodvalenke (vedi QUI, ndr).

Dice Ezster Pastor, creatore del progetto muralista: "L'idea dietro il nostro progetto è semplice. Pittori rom creano murales sulle pareti delle case. Abbiamo due obiettivi principali: combattere i pregiudizi anti-rom, che qui sono comuni e dare a questa gente lavoro per contrastare la povertà."

Il progetto di Pastor, finanziato da due banche, ha già portato 29 murales. E i turisti stanno affluendo a vedere i risultati: circa 3.500 visitatori ogni anno, e visite guidate aiutano a spiegare l'ispirazione che sta dietro i murales.

Dice Peter Boros, turista ungherese: "E' molto importante capire questa cultura piena di colore, attraverso il cibo, la gente, l'atmosfera e naturalmente, i murales sulle case, che raccontano storie meravigliose. Simbolizzano qualcosa di cui sappiamo pochissimo. Qui, la si può scoprire ed imparare."

In questa parte impoverita dell'Ungheria, i reddito medio è di 30 euro al mese. La maggior parte dei 200 abitanti è disoccupata e vive di sussidi. Dall'inizio del progetto, la loro vita è cambiata in meglio. I festival permettono ai residenti di impiantare bancarelle per gli spuntini, vendere prodotti da forno e artigianali.

Racconta Katalin Egri, che risiede a Bodvalenke: "Ogni anno nel nostro villaggio, c'è il festival del drago e altre celebrazioni. Ci visitano molte persone e questo ci aiuta a vivere. Prima, era solo uno dei tanti villaggi poveri."

Gizi, un altro residente, dice: "E' cambiato tutto. Abbiamo visto i cambiamenti nei nostri figli durante gli ultimi 4 anni, da quando hanno visto così tante persone venire nel nostro villaggio.I prati delle case sono più puliti e ci sono più opportunità di lavoro."

In Ungheria e in altri paesi dell'Est Europa, le comunità rom sono discriminate e tenute distanti dalle altre. Con questo progetto, si spera di cambiare questa mentalità, educando la gente sulla comunità rom e generando redito per gli abitanti del posto. E i progressi sono evidenti - alla scuola locale, la frequenza e le promozioni sono aumentati significativamente, da quando un po' di vernice e un'idea brillante hanno riportato in vita il villaggio.