Cerca - Rom e Sinti da tutto il mondo

Ma che ci fa quell'orologio?
L'ora si puo' vedere dovunque, persino sul desktop.
Semplice: non lo faccio per essere alla moda!

L'OROLOGERIA DI MILANO srl viale Monza 6 MILANO

siamo amici da quasi 50 anni, una vita! Per gli amici, questo e altro! Se passate di li', fategli un saluto da parte mia...

ASSETTO VARIABILE

E' sospeso sino a data da destinarsi.

Le puntate precedenti sono disponibili QUI


Volete collaborare ad ASSETTO VARIABILE?
Inviate una
mail
Sostieni il progetto MAHALLA
 
  
L'associazione
Home WikiMAHALLA Gli autori Il network Gli inizi Pirori La newsletter Calendario
La Tienda Il gruppo di discussione Rassegna internazionale La libreria Mediateca Documenti Mahalla EU Assetto Variabile
Inoltre: Scuola Fumetti Racconti Ristorante Ricette   Cont@tti
Siamo su:  
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare

Federico Fellini
-

\\ Mahalla : Cerca
Di seguito gli articoli e le fotografie che contengono le parole richieste.

Ricerca articoli per Bodvalenke

Di Fabrizio (del 27/11/2009 @ 09:49:19 in Europa, visitato 1988 volte)

Da Hungarian_Roma (con un link per chi conosce un po' d'inglese)

TheBudapestTime.hu by Alice Müller

Sabato, 21 novembre 2009 - Un villaggio vicino al confine ungherese con una popolazione di 200 abitanti e affetto da disoccupazione e povertà, si sta preparando a diventare un'attrazione turistica. No, non si tratta di turismo del disastro. Il villaggio spera di attrarre turisti con i suoi murales. Ispirati alla rabbia.

"Due anni fa vidi in televisione la Guardia Ungherese marciare davanti al palazzo di Sólyom. La totale ignoranza ed intolleranza di quella gente mi rese così furioso che la rabbia mi portò a questo," dice Eszter Pásztor, iniziatrice del progetto "Freszkófalu". Pásztor è arrivata all'idea di un villaggio di affreschi per quello che aveva visto in villaggi egiziani che vivevano di turismo. La possibilità che i turisti vengano a Bodvalenke non è per niente irragionevole.

La rete di caverne Aggtelek è a meno di 20 km., e non lontano dal villaggio c'è una strada gotica con un diverse chiese attrattive. Proprio ai margini del villaggio inizia una palude con rari animali e specie di piante. Attualmente si stanno completando i programmi per i percorsi turistici attraverso la Grande Pianura.

Povertà zingara

"Quando arrivammo in questa -Ungheria da terzo mondo-  e preparavamo da mangiare nella cucina dell'ufficio, i bambini del villaggio si allineavano di fronte alla nostra finestra per vederci mangiare. Comprendemmo che un gran numero di bambini avevano fame, mentre gli altri erano gonfi, ma completamente malnutriti," ricorda Pásztor. "Se vuoi davvero combattere la povertà, allora devi attaccarla da tutti i fronti," aggiunge. Dei 200 residenti del villaggio, il 58% sono Zingari, ma la percentuale schizza se si guarda la popolazione con meno di 60 anni: i non-Rom sono solo l'8% della popolazione del villaggio sotto i 60 anni.

Su tutta la popolazione del villaggio, ci sono due persone con lavori regolari: uno nell'ufficio del governo locale e l'altro in una succursale di una clinica. Due donne del villaggio impiegate in una fabbrica di vestiti, hanno perso il loro lavoro quando la ditta si è spostata in Ucraina perché là ci sono oneri salariali più bassi. E' davvero sorprendente che il reddito medio è di soli 16.000 fiorini (59 €u.). Come risultato a malapena ci si può permettere l'autobus verso il villaggio vicino.

Ottenere vantaggi

L'unico negozio del villaggio sfrutta la situazione vendendo al doppio del prezzo normale.

Il fenomeno degli usurai è fin troppo facile da comprendere in un simile retroscena. Non stupisce che non tutti non sono contenti del progetto, che minaccia di portar via loro dei clienti.

Resistenze da superare

Ma ci sono anche altri ostacoli da superare. "All'inizio, nel marzo 2009, non è stato facile. Non volevo e non potevo iniziare a cercare i finanziamenti prima del beneplacito del villaggio. La reazione iniziale di molti residenti è stata: "Non puoi dipingere la mia parete." "Poi, alcuni dell'assemblea del villaggio hanno ricordato che c'era un tale János che aveva un cavallo ed un carro che si potevano usare per trasportare i turisti, mentre una donna di nome Zsusza avrebbe potuto cuocere il vakaró (focaccia tradizionale) per gli ospiti, ed il resto è seguito a valanga."

Attualmente non ci sono infrastrutture per i turisti; ristoranti, ostelli e campeggi esistono solo nell'immaginazione, perché non c'è mai stata l'esigenza di migliorare le infrastrutture per i residenti. Diverse famiglie del villaggio sono già state in grado di trasferirsi dalle case a rischio di crollo o senza riscaldamento, in case ristrutturate nel centro del villaggio.

Già questa è stata una piccola rivoluzione sociale, dato che nel centro villaggio vive la popolazione di etnia ungherese, che non voleva dei Rom in questa parte "pulita". I ragazzi vengono a giocare e fare i compiti nell'ufficio. Nel retro c'è persino un'azienda agricola per i bambini, dove prendersi cura di conigli, lepri e due capre. La squadra di quattro operatori sociali assieme a Pásztor assiste i residenti del villaggio nella nutrizione e nelle visite ai pubblici uffici.

L'arte

Pareti dipinte dai 10 ai 25 metri decorano il villaggio.

La Fondazione Laboratorio Culturale Europeo ha finanziato i creatori di questi lavori, tutti Rom, tramite una competizione nazionale. Perché non è stato approcciato nessun artista ungherese? "Hanno avuto le possibilità di esibirsi. Non si tratta di questo," dice asciutta Pásztor. Il progetto infatti significa molto di più: è sulla cultura rom, spesso disprezzata in Ungheria e messa in primo piano. Alcuni affreschi presentano leggende zingare, ma rimarranno un mistero per molti visitatori se nessuno le spiegherà.

Così un tour dei dipinti apre un mondo unico di immaginazione, per esempio, la credenza che originariamente i Rom volassero per aria come uccelli. Come risultato di una ricca festa, le ali ali diventano braccia, e da allora in poi hanno viaggiato a piedi. O che la luna ed il sole siano stati rubati da un mostro e liberati da due suonatori di tromba:uno trasportò la luna diventando sempre più pallido fino a divenire l'uomo nella luna, mentre l'altro che trasportò il sole ne fu bruciato - diventando con la sua pelle scura l'antenato degli zingari. Ma vengono rappresentati anche argomenti attuali: la striscia di uccisioni di Rom l'anno scorso è il motivo di un affresco nel centro del villaggio.

Ancora da fare

Camminare con Pásztor per Bodvalenke fornisce un'idea di che cosa si prospetta avanti. La fontana della piazza del villaggio sarà adornata con un drago che verrà dipinto una volta l'anno da residenti ed ospiti, in occasione del festival di primavera. Pásztor spiega come un cortile semi abbandonato diventerà un giardino con uno spazio per i falò. Un edificio in abbandono diventerà un negozio di oggetti costruiti dagli abitanti, come cesti intessuti e gioielli.

Tuttavia, ci sono ancora da sviluppare accordi di cooperazione con i villaggi attorno, e con gli operatori turistici sulle possibili offerte. La speranza che il villaggio possa reggersi sulle sue gambe è visibile sulle facce di molti dei suoi abitanti.

Donazioni

European Workshop Cultural Society, 1121 Budapest,Konkoly- Thege M. út 50.
Registry number: 9511
Account number:
Unicredit Bank
10918001-00000046- 61280007

 
Di Fabrizio (del 02/06/2012 @ 09:48:03 in musica e parole, visitato 1245 volte)

Da Hungarian_Roma, leggi anche 17 febbraio 2011

Carissimi,

Volevo informarvi - e  chiedervi di diffondere la notizia - che per la terza volta quest'anno, stiamo organizzando il Bódvalenke Dragon Festival (in ungherese, ndr.).

Bódvalenke è diventato famosa come il Fresco Village, dove artisti rom (dall'Ungheria e da altri paesi europei) hanno dipinto murales sulle pareti di questo poverissimo villaggio rom nel nord dell'Ungheria. Sinora, sono stati completati 21 murales ed altri tre sono in corso, la maggior parte di loro sono lavori davvero brillanti. E' stato anche detto che Bódvalenke stessa sia diventata un'opera d'arte, un capolavoro - un capolavoro della pittura rom.

Scopo del Dragon Festival è portare l'attenzione sulla grandezza dell'arte e della cultura rom: sono invitati eccellenti musici rom che improvviseranno di fronte ai dipinti il pomeriggio di sabato 9 giugno, e che la sera daranno un grande concerto; ci sarà un Caffè Poetico Rom; un angolo dei contastorie per i bambini; apriremo la Albert Hall di Bódvalenke (esposizione di artisti contemporanei nella casa di Albert); Romani Design presenterà una sfilata di moda dei loro capi moderni, ispirati ai tradizionali modelli rom; volo degli aquiloni e, dato che questo è l'Anno del Dragone, il Drago di Bódvalenke accoglierà pure un vero dragone cinese.

Invece domenica 10 giugno inizierà con una colazione musicale per chi sarà sopravvissuto alla sera precedente e continuerà con una jam session nella piazza principale. Il tema principale del secondo giorno sarà una breve conferenza su come l'arte può contribuire all'inclusione sociale, con a partecipazione di rappresentanti delle organizzazioni rom sui diritti civili, delle università e della stampa.

I migliori saluti,

Eszter Pásztor
Bódvalenke - Fresco Village
Project manager
www.bodvalenke.eu
+36-30-989-5070

 
Di Fabrizio (del 17/02/2011 @ 09:19:58 in Europa, visitato 1419 volte)

Da Hungarian_Roma

Bódvalenke, 7.2.2011 16:35, (ROMEA)

Photo: http://www.bodvalenke.eu

Un nuovo ed esaltante progetto artistico è attualmente in corso a Bódvalenke, Ungheria del nord.

Agli artisti è stato chiesto di affrescare le pareti delle case, in quella che è un'area socialmente svantaggiata, dove di 210 abitanti il 90% è Rom. Il budget annuale a Bódvalenke è di 30 milioni di fiorini (circa 100.000 euro), utilizzato principalmente per il funzionamento dell'ufficio del sindaco, assegni sociali e progetti di lavori pubblici, senza lasciare soldi per lo sviluppo del villaggio.

I pittori rom ungheresi hanno già completato 13 stupendi disegni sulle pareti.

Artisti rom di tutta Europa ora sono stati invitati a Bódvalenke per partecipare al progetto.

Gli elaborati verranno prima giudicati da una giuria selezionata. A quei pittori le cui opere verranno scelte, verranno forniti vernici, pennelli, vitto e alloggio e verranno coperte le spese di viaggio. In aggiunta, verrà fornita una borsa di studio, a seconda delle dimensioni del lavoro, della media di 1.000 euro.

Qualsiasi aiuto sarà grandemente apprezzato. Quanti siano interessati, dovrebbero inviare le loro proposte (meglio in formato PDF) a Eszter Pásztor at epasztor@enternet.hu

Ulteriori informazioni sono disponibili su http://www.bodvalenke.eu.

Minesh Patel, Bódvalenke

 
Di Fabrizio (del 14/02/2014 @ 09:07:59 in media, visitato 1254 volte)

Posted on Feb 6, 2014

Questa è la posizione di Valery Novoselsky, direttore esecutivo di uno dei più grandi network dedicato a pubblicare informazioni sulle questioni rom. Le notizie pubblicate non sono solo per un pubblico rom, ma anche per i non-Rom, soprattutto quanti sostengono le comunità romanì e che lavorano per e con loro.

C'è dibattito sulle questioni rom?

Sì, in modo regolare, ma non intensivo, sui link relativi a Roma Buzz Monitor, che è una parte del Roma Virtual Network. Da aprile 2010 una volta alla settimana io o qualcuno degli abbonati ai canali del Roma Virtual Network poniamo domande su questioni riguardanti la situazione attuale dei Rom. Prima del giugno scorso erano postate su http://debatewise.org ma da allora appaiono regolarmente su http://romadebates.wordpress.com e una dozzina di liste di Roma Virtual Network e gruppi rom su Facebook. I dibattiti si svolgono soprattutto su Facebook, in alcuni casi sono davvero "caldi", soprattutto riguardo le deportazioni dei Rom da Francia, Italia e Germania. Controllo comunque che non diventino offensivi o provocatori.

Ci sono stati alcuni cambiamenti a seguito di questi dibattiti?

Ha detto la parola esatta: "alcuni". Sì, ci sono cambiamenti, quando la gente nel corso della discussione diventa più istruita. Più fatti e mente più aperta modificano il punto di vista di gente dal carattere molto radicale. Così si rendono conto che dovrebbero conoscere i fatti e individuare i veri co-pensatori prima di lanciare campagne sociali.

Quanto sono importanti le informazioni sulle questioni rom?

Per i Rom sono sicuramente importanti sotto tutti gli aspetti. Non soltanto musica o aiuto sociale, anche possibilità di iscrizione ai programmi MA e PhD, o sul supporto logistico alle imprese, sulla Roma Police Union, ecc. Tutte queste notizie sono importanti anche per i non-rom, che hanno un buon rapporto con i Rom, quanti lavorano con loro nei medesimi progetti, o semplicemente chi è preoccupato per il benessere e la tolleranza della società civile. Informazioni attentamente selezionate e moderate su varie questioni rom sono postate su diversi nodi elettronici del Roma Virtual Network dal luglio 1999, aiutano tuttora migliaia di persone nell'apprendere sulle questioni rom, sulle opportunità offerte ai Rom e agli eventi legati alla storia, alla cultura e al miglioramento della situazione dei Rom in tutto il globo.

Qual è il tuo gruppo-target? Come arrivano le informazioni alle comunità rom? E, viceversa - alle istituzioni e ai decisori politici?

In breve: a Rom e pro-Rom. Indipendentemente dalla collocazione geografica o anagrafica. A quanti sono interessati alla politica, alla letteratura, alla difesa dei diritti umani, alla lingua, alla storia, alla prevenzione dei crimini di odio razziale, al business e ai progetti educativi. Molti Rom già accedono a Internet e Roma Virtual Network è già presente in diversi social network. Non soltanto su Yahoo e nelle sue mailing list, dove conta oltre 11.000 abbonati (singoli o associazioni). Ci sono anche 7.000 contatti su Facebook e 1.300 connessioni dirette su Linkedin. E un account su Twitter aggiornato regolarmente.
In termini tecnici anche le istituzioni e i decisori politici sono collegate a Roma Virtual Network. C'è il principio di uguaglianza nella raccolta delle informazioni pubblicate dalle varie fonti informative. Io col comitato di redazione del RVN rispettiamo quel principio. Facciamo del nostro meglio per far circolare le informazioni più accurate sugli eventi e le notizie relative alle comunità rom, a livello locale, nazionale e internazionale. L'accuratezza è più importante della velocità e spesso lo è anche del diritto d'informazione. Ci sforziamo di essere onesti e di mentalità aperta, di riflettere tutte le dichiarazioni significative di opinioni differenti, esplorando la gamma e il conflitto delle opinioni. Forniamo anche ugualmente notizie e opinioni dalle diverse sezioni delle comunità rom. RVN è aperto alle critiche costruttive e ai contributi che possano portare a un migliore servizio per Rom e non-Rom, a chi vuole imparare di più sulle questioni rom e contribuire al processo dell'emancipazione e dell'integrazione romanì nel mondo contemporaneo.


Suggerimenti di lettura:

Con un brano di Valery Novoselsky inedito per l'Italia

Rom e Sinti al tempo della rete

 
Di Fabrizio (del 31/07/2013 @ 09:01:50 in Europa, visitato 1471 volte)
 Frescoes porta turisti, speranza al villaggio rom - thv11.com

In questo remoto villaggio rom dell'Ungheria Orientale, è in pieno svolgimento un festival musicale. E' parte di un progetto in corso dal 2009 - per attirare visitatori che amano la musica e i murales, portando contemporaneamente soldi nel villaggio di Bodvalenke (vedi QUI, ndr).

Dice Ezster Pastor, creatore del progetto muralista: "L'idea dietro il nostro progetto è semplice. Pittori rom creano murales sulle pareti delle case. Abbiamo due obiettivi principali: combattere i pregiudizi anti-rom, che qui sono comuni e dare a questa gente lavoro per contrastare la povertà."

Il progetto di Pastor, finanziato da due banche, ha già portato 29 murales. E i turisti stanno affluendo a vedere i risultati: circa 3.500 visitatori ogni anno, e visite guidate aiutano a spiegare l'ispirazione che sta dietro i murales.

Dice Peter Boros, turista ungherese: "E' molto importante capire questa cultura piena di colore, attraverso il cibo, la gente, l'atmosfera e naturalmente, i murales sulle case, che raccontano storie meravigliose. Simbolizzano qualcosa di cui sappiamo pochissimo. Qui, la si può scoprire ed imparare."

In questa parte impoverita dell'Ungheria, i reddito medio è di 30 euro al mese. La maggior parte dei 200 abitanti è disoccupata e vive di sussidi. Dall'inizio del progetto, la loro vita è cambiata in meglio. I festival permettono ai residenti di impiantare bancarelle per gli spuntini, vendere prodotti da forno e artigianali.

Racconta Katalin Egri, che risiede a Bodvalenke: "Ogni anno nel nostro villaggio, c'è il festival del drago e altre celebrazioni. Ci visitano molte persone e questo ci aiuta a vivere. Prima, era solo uno dei tanti villaggi poveri."

Gizi, un altro residente, dice: "E' cambiato tutto. Abbiamo visto i cambiamenti nei nostri figli durante gli ultimi 4 anni, da quando hanno visto così tante persone venire nel nostro villaggio.I prati delle case sono più puliti e ci sono più opportunità di lavoro."

In Ungheria e in altri paesi dell'Est Europa, le comunità rom sono discriminate e tenute distanti dalle altre. Con questo progetto, si spera di cambiare questa mentalità, educando la gente sulla comunità rom e generando redito per gli abitanti del posto. E i progressi sono evidenti - alla scuola locale, la frequenza e le promozioni sono aumentati significativamente, da quando un po' di vernice e un'idea brillante hanno riportato in vita il villaggio.

 

Ricerca fotografie per Bodvalenke

Nessuna fotografia trovata.

Titolo
Quest'anno ci saranno le elezioni europee. Ti senti coinvolto:

 Per niente
 Poco
 Normalmente
 Abbastanza
 Molto

 

Titolo
La Newsletter della Mahalla
Indica per favore nome ed email:
Nome:
Email:
Subscribe Unsubscribe

 

********************

WIKI

Le produzioni di Mahalla:

Dicono di noi:

Bollettino dei naviganti:

********************


Disclaimer - agg. 17/8/04
Potete riprodurre liberamente tutto quanto pubblicato, in forma integrale e aggiungendo il link:
www.sivola.net/dblog.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. In caso di utilizzo commerciale, contattare l'autore e richiedere l'autorizzazione.
Ulteriori informazioni sono disponibili QUI

La redazione e gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post.
Molte foto riportate sono state prese da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non hanno che da segnalarlo, scrivendo a info@sivola.net

Filo diretto
sivola59
per Messenger Yahoo, Hotmail e Skype


Outsourcing
Questo e' un blog sgarruppato e provvisorio, di chi non ha troppo tempo da dedicarci e molte cose da comunicare.
Alcune risorse sono disponibili per i lettori piu' esigenti:

Il gruppo di discussione

Area approfondimenti e documenti da scaricare.

Appuntamenti segnalati da voi (e anche da me)

La Tienda con i vostri annunci

Il baule con i libri Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.


Informazioni e agenzie:

MAHALLA international

Romea.cz

European Roma Information Office

Union Romani'

European Roma Rights Center

Naga Rom

Osservazione


Titolo
blog (2)
Europa (7)
Italia (6)
Kumpanija (2)
media (2)
musica e parole (4)

Le fotografie piů cliccate


19/05/2022 @ 10:06:58
script eseguito in 9868 ms

 

Immagine
 1995 - redazione del bollettino per le scuole IL VENTO E IL CUORE... di Fabrizio



Cerca per parola chiave
 

 
 

Circa 3751 persone collegate


InChat: per non essere solo un numero scrivete /n  e poi il vostro nome/nick

< maggio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
Titolo
blog (506)
casa (438)
conflitti (226)
Europa (986)
Italia (1410)
Kumpanija (377)
lavoro (204)
media (491)
musica e parole (445)
Regole (348)
scuola (335)
sport (97)

Catalogati per mese:
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti:
BuongiornoE-mail: giovannidinatale1954@gmail.comOf...
28/12/2021 @ 11:20:35
Di giovannidinatale
Hi we are all time best when it come to Binary Opt...
27/11/2021 @ 12:21:23
Di Clear Hinton
 

Locations of visitors to this page

Contatore precedente 160.457 visite eliminato il 16/08/08 per i dialer di Specialstat

 Home page © Copyright 2003 - 2022 Tutti i diritti riservati.

powered by dBlog CMS ® Open Source