\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Sentenza del tribunale di Pescara
Di Fabrizio (del 01/07/2013 @ 09:01:50, in Regole, visitato 1167 volte)

Il 21 Giugno 2013 la Sezione civile del tribunale di Pescara ha pubblicata la sentenza di condanna del Popolo della libertà e della Lega nord per la pubblicazione e la diffusione di dichiarazioni di carattere discriminatorio in pregiudizio della comunità rom di Pescara, per fatti accaduti nel maggio 2012.

Copia della sentenza nel sito della Fondazione romanì Italia alla sezione news.

La sentenza del Tribunale di Pescara riconosce e condanna Pdl e Lega nord per la discriminazione verso la minoranza rom di Pescara, mentre non riconosce il risarcimento del danno chiesto dai ricorrenti (Associazione Studi Giuridici Italiana, Associazione RomSinti @ politica, Guarnieri Nazzareno, Spinelli Attilio, Di Rocco Carmine) perché "alcun atto discriminatorio risulta essere stato compiuto nei confronti dei ricorrenti".

Per noi che da molti anni e quotidianamente siamo impegnanti sulla tematica della discriminazione razziale e della integrazione culturale è importante la sentenza di condanna per discriminazione razziale del Tribunale di Pescara perché da troppo tempo anche in Abruzzo la pubblicazione e la diffusione di dichiarazioni di carattere discriminatorio, in pregiudizio della comunità rom, sono reiterate ed impunite.

La Fondazione romanì Italia si impegnerà con stimoli e proposte ad enti locali ed istituzioni affinché questa sentenza sia il punto di svolta per il ripristino della legalità a tutto tondo, valida per tutti e per ciascuno, ed il punto di partenza per avviare percorsi strutturati di integrazione culturale della minoranza rom, rispettosi della diversità culturale ed a beneficio di tutta la collettività, evitando ogni forma di buonismo e di assistenzialismo.

Fondazione Romanì newsletter