\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Milano ai tempi di Pisapia
Di Fabrizio (del 07/06/2013 @ 09:05:42, in lavoro, visitato 1020 volte)

Leggevo martedì scorso questo accorato grido di dolore:

Milano: annullati eventi estivi, soldi spesi per il campo nomadi (clicca sull'immagine per leggere tutto l'articolo)

Immagino che la prima reazione degli amati lettori sarà stata del tipo: "Razzisti senza neanche più un briciolo di vergogna", magari con qualche riserva su quel lussuoso destinato al nuovo campo dell'Ortomercato.

Ma come sapete, per quanto io sia persona di saldissimi principi (o quantomeno, ci si prova), il mio approccio alla morale e ad appioppare giudizi (la chiamo: sovrastruttura) è piuttosto elastico.

Detto questo, mi rivolgo a tutti quei Rom e Sinti che tuttora svolgono attività di intrattenimento, cercando di farsi accettare dai gagé, ma padroneggiando ancora a stento determinati loro meccanismi economici e culturali. Fossi in loro, scriverei alla redazione (redazione@voxnews.info) una letterina di questo tenore (leggete anche le note):

    Spettabile redazione,
    Siamo ...
  • musicisti di strada
  • un corpo di ballo
  • studenti del Conservatorio
  • giostrai
  • mimi
  • bricoleur
  • una società di catering
  • attori
  • ...(1)
  • e abbiamo letto il vostro articolo di settimana scorsa riguardo la mancanza di eventi per "Verdestate". Gradiremmo porre rimedio a questa incresciosa situazione (son problemi!), proponendoci per allietare i vostri pomeriggi e le vostre serate estive (la mattina si dorme o si lavora...). Siamo Rom (e/o Sinti) anche noi, ma per niente "nomadi", e questa ci pare l'occasione più opportuna per iniziare ad appianare vecchie divergenze (o quantomeno provarci), a cominciare con l'impatto che può avere sulla zona il previsto campo all'Ortomercato.
    Speriamo di cuore che non siate infastiditi dal nostro essere "zingari": sarebbe strano (non ci permettiamo di dire RAZZISTA) lamentarsi della mancanza di eventi estivi, ma opporvisi se questi vedano la nostra partecipazione.
    Ovviamente, in quanto professionisti (2), non possiamo esibirci a titolo gratuito, ma riteniamo giusto che ad adeguata prestazione debba corrispondere adeguato compenso. TENIAMO FAMIGLIA (3).
    Con i nostri più distinti saluti,

    Firma


Note:

  • 1: scegliere la propria categoria, sono possibili scelte multiple;
  • 2: ricordarsi di dare di sé un'immagine seria e professionale. Anche se il vostro capitale iniziale è minimo, viviamo gli ultimi scampoli di un capitalismo-straccione dove la prima impressione3 vale anche di più delle proprie capacità;
  • 3: è l'occasione per dimostrare non solo la propria volontà di integrarsi, anche economicamente, nella società maggioritaria. Quel "TENIAMO FAMIGLIA" dimostra di aver appreso la filosofia economica della cultura italiana