\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Turchia
Di Fabrizio (del 06/08/2012 @ 09:11:37, in lavoro, visitato 990 volte)

Da Roma_Daily_News

MEDIAROMA La difficile vita dei portatori a Gazibey

Quasi 400 famiglie rom vivono nel quartiere di Gazibey a Tekirdağ (Tracia, Turchia). La maggior parte di loro si è insediata lì da migrazioni dall'Albania, Grecia, Bulgaria e Romania, ed in difficili circostanze lavora come facchini.

Tra queste 400 famiglie rom, circa 150-200 vivono di facchinaggio. Ci sono anche famiglie che sopravvivono col commercio ambulante (50-60), guidando carri a cavallo (20-25), con attività di quartiere (drogherie, barbieri ecc. 10-15), con la vendita del pesce (5), lustrascarpe (8). Oltre 20 donne sono impiegate nelle pulizie domestiche.

Il problema più grave tra i facchini rom che vivono a Gazibey è l'incapacità di trovare laqvoro regolarmente. I portatori rom che di solito lavorano intensamente tra giugno e agosto, trasportano riso a settembre ed ottobre. I trasportatori di riso che lavorano nella città di Karpuzlu (İpsala distretto di Edirne), imbustano e portano il riso grezzo uscito dalle mietitrebbie. Quando termina il periodo del riso, inizia quello della disoccupazione.

Ci sono 25 famiglie che per guadagnare qualcosa, preparano caldaie nei loro appartamenti di Malkara. Il resto in inverno non ha praticamente altre fonti di reddito. Cercano di sopravvivere con i guadagni dell'estate. Ma la maggior parte di loro non ha abbastanza soldi per sopravvivere d'inverno, e sono costretti ad indebitarsi. In molte famiglie di portatori, le generazioni lavorano assieme. Tra loro ci sono anche giovani diplomati alle superiori. Quelli senza assicurazione sociale si trovano in difficoltà in caso di incidenti sul lavoro.

Le famiglie rom di Gazibey si guadagnano duramente da vivere. Sognano una vita migliore per i loro figli. sperano che i loro figli possano essere istruiti e che abbiano la possibilità di un lavoro regolare.

Source: Media Roma Tekirdağ