\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Turchia
Di Fabrizio (del 21/06/2012 @ 09:16:24, in casa, visitato 1074 volte)

Da Roma_Daily_News

13 giugno 2012: Un tribunale di Istanbul si è pronunciato ieri in favore della cancellazione del progetto di rinnovamento urbano a Sulukule (vedi QUI ndr.), il più antico insediamento rom in Europa. La quarta corte amministrativa di Istanbul ha stabilito che il progetto su Sulukule del comune di Fatih "non è di pubblico interesse". Si sono avuto tre casi distinti sollevati dalla Camera di Istanbul degli Architetti, la Camera di Istanbul degli Urbanisti e l'Associazione Rom di Sulukule. ERRC ha avviato e sostenuto il caso dell'Associazione Rom di Sulukule.

Il tribunale ha trovato il progetto comunale in violazione della legge 5.366 sulla "Conservazione tramite rinnovamento ed utilizzo per rivitalizzazione degli immobili storici deteriorati e delle proprietà culturali" nonché dei criteri UNESCO sulla conservazione del patrimonio storico.

Il progetto di rinnovamento urbano a Sulukule venne inizialmente lanciato nel 2005 e vide le famiglie rom obbligate a vendere le loro case a basso prezzo e spostarsi lontano dal centro cittadino per permettere la costruzione di un quartiere di lusso. Circa 3.500 residenti rom che vivevano a Sulukule videro le loro case demolite.

Il testo della sentenza non è ancora stato reso pubblico, ma secondo i media e gli avvocati coinvolti nel caso, il comune potrà presentare appello. Comunque, entro un mese dalla comunicazione della sentenza il comune dovrà interrompere lo sviluppo del progetto attuale, e predisporne un altro in linea con la sentenza. Se il comune non dovesse attuare la sentenza, potrà essere obbligato ad un risarcimento.

ERRC è stato attivamente coinvolto negli sforzi per preservare Sulukule, reagendo subito quando iniziò il progetto di rinnovamento urbano. ERRC si è incontrato con i funzionari del comune di Fatih ed ha inviato lettere, inclusa una al Primo Ministro, per ricordare gli obblighi della Turchia riguardo le leggi nazionali ed internazionali. Il 31 dicembre 2007, ERRC ha avviato e sostenuto un'azione legale dell'Associazione Rom di Sulukule di fronte al tribunale amministrativo di Istanbul, che chiedeva l'immediata sospensione della campagna di demolizione a Sulukule e la cancellazione del piano di rinnovamento urbano. Da allora, le case di molti Rom ed il quartiere storico, riconosciuto come patrimonio mondiale dell'umanità, sono state demolite. Tuttavia, ERRc accoglie con favore la decisione della corte di Istanbul, come una rivendicazione delle proteste dei Rom e della comunità internazionale contro l'illegalità dell'azione comunale e come apertura alla possibilità di ovviare ai danni inflitti ai Rom coinvolti.

Per ulteriori informazioni, contattare:

Sinan Gökçen
Media and Communications Officer
European Roma Rights Centre
sinan.gokcen@errc.org
+36.30.500.1324