\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Milano - Bonfadini
Di Fabrizio (del 15/12/2011 @ 09:13:00, in Italia, visitato 1467 volte)

Segnalazione precedente. Aggiornamenti da Stefano Nutini.

13 dicembre
Ieri sera alle 21 Luca Massari, consigliere di zona 4 Sinistra per Pisapia, ha avuto dalla presidente del CDZ l'avviso che stamattina sarebbero passati in Bonfadini sia Granelli, ass. Sicurezza, che Mastrangelo, capo della polizia locale milanese.
Stamattina alle 7 eravamo lì, come già dall'altro ieri preannunciato, Luca, Fulvio, Marina B. e io. Non si è materializzato nessuno prima delle 11, quando si è visto Mastrangelo (con tre agenti) coi tecnici della MM/Paullese. Hanno comunicato in modo diretto e ultimativo che domattina partono i lavori del cantiere che interessano per ora la parte destra (entrando) del campo; si è concordato cogli abitanti, che non hanno espresso opposizione ma semmai sollievo per il dilatarsi delle date, di provvedere a smontare le baracchine di quell'ala (20) e spostarle/ricostruirle nell'ala sinistra; anche l'accesso al campo attuale verrà adibito a entrata dei mezzi del cantiere, mentre verrà riaperta la porta originaria del campo, che è in fondo all'ala sinistra, in modo da separare gli accessi e non creare possibili incidenti tra chi entra a piedi (gli abitanti) e i mezzi al lavoro.
I lavori sono quelli della fognatura, che passerà in un'area compresa tra la strada e il campo; ovviamente abbiamo fatto presente la grossa aleatorietà - per non dire impossibilità - dell'arrivo della Paullese (oggetto di uno specifico convegno sabato prossimo), dato il forte impatto di traffico e inquinamento, che ha comportato una forte opposizione in zona. Al convegno sarà presente anche Pisapia.
Sono subito partiti i lavori di smontaggio/riposizionamento delle baracchine, eseguite colla nota maestria dagli abitanti.
Come dicevo, da parte di questi ultimi, l'operazione è stata recepita come una dilazione di tempi; abbiamo sottolineato che, in assenza di cambiamenti nella gestione politica della questione, ossia se il Comune non pensa ad alternative secche, lo svuotamento del campo è da mettere - in prospettiva - in conto, e magari a breve. Questo anche per temperare e correggere le aspettative/illusioni diffuse di una soluzione verso primavera.
Ci pare che sia sempre più urgente una soluzione politica pubblica integrata di questa questione; svuotamento dei campi per far cosa?
Confido che la riunione del tavolo rom domani cogli assessori cominci ad affrontare il problema. A livello di base non riusciamo francamente a far di più, crediamo di aver tentato tutte le strade e bussato a tutti gli interlocutori, pur nella nostra debolezza e relativa solitudine.
Coglierei però anche la novità costituita, anche rispetto alla strategia dissuasiva attuata pur di recente dalla nuova Giunta, dal non intervento delle ruspe; si è affermato un precedente secondo cui, sia pur momentaneamente, non è lo sgombero rude la soluzione. Il gesto d'attenzione costituito dalla salvaguardia delle baracchine e del loro contenuto va colto positivamente. Semmai, ripeto, accanto a questi segni vanno consolidate le pressioni verso una soluzione politica complessiva. Altrimenti le innovazioni di processo si fermano qui, dando esiti prevedibilmente deleteri.

14 dicembre
Ciao, stamattina Fulvio ed io siamo passati due volte al campo Bonfadini. I lavori di smontaggio e spostamento/ricostruzione delle baracchine dell'ex ala destra del campo stanno procedendo alacremente, malgrado il maltempo.
Oltre ad alcuni spazi liberi nell'ala sinistra del campo è stata occupata, per questioni di incompenetrabilità dei corpi, anche l'area per ora libera sulla sinistra dell'attuale entrata, che diventerà l'entrata dei mezzi di lavoro del cantiere; a dire il vero, era stato chiesto di lasciar libera per il cantiere anche quell'area, ma mi pare evidente che questa ristrutturazione a tappe forzate non può essere fatta ingegneristicamente a tavolino, prescindendo dagli sazi a disposizione, che sono pochi.
Con gli abitanti abbiamo calcolato l'entità dello spostamento interno: le baracchine ricollocate sono una ventina, con una media di tre-quattro abitanti ciascuna.
Abbiamo diffuso tra gli abitanti del campo il volantino dell'iniziativa di sabato pom. sulla Paullese (HO INVIATO A PARTE VOLANTINO), che li interessa da vicino; li abbiamo stimolati alla presenza.

per Gruppo sostegno Forlanini