\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Denunciati Sindaco e Vicesindaco per sgomberi campi Rom
Di Fabrizio (del 10/11/2010 @ 09:38:58, in Regole, visitato 1642 volte)

Riferimento

COMUNICATO STAMPA
Conferenza stampa di presentazione della denuncia nei confronti del Sindaco e del ViceSindaco protagonisti dei ripetuti sgomberi dei campi rom a Milano

Milano, 9 novembre 2010 - Questa mattina nella Sala Stampa del Tribunale di Milano è stata illustrata la denuncia penale presentata da 39 cittadini presso la Procura della Repubblica nei confronti del Sindaco di Milano Letizia Moratti e del Vice Sindaco di Milano Riccardo De Corato su iniziativa dei volontari del Gruppo di Sostegno Forlanini.

La denuncia è stata sottoscritta dai volontari del Gruppo di Sostegno Forlanini e da alcuni genitori che seguono le famiglie Rom di Rubattino, oltre che da alcuni rappresentati del mondo politico e culturale milanese attivi sotto diversi aspetti per la difesa dei diritti umani e delle minoranze.

Stefano Nutini, Fiorella D'Amore e Paolo Agnoletto - volontari del Gruppo Sostegno Forlanini - nel presentare l'iniziativa hanno condannato "la volontà persecutoria di questa Amministrazione nei confronti della popolazione Rom, con gli oltre 360 sgomberi di campi Rom senza alcuna alternativa abitativa (14 sgomberi solo del campo Rom Forlanini / Cavriana), e gli oltre cinque milioni di euro spesi per gli sgomberi, in assenza totale di progetti di accompagnamento ed integrazione (…) Gli sgomberi avvengo spesso alla mattina presto, con qualsiasi tempo atmosferico, gli abitanti del campo – adulti, anziani malati e bambini anche di pochi mesi - vengono identificati , denunciati ed allontanati; subito dopo intervengono le ruspe che distruggono le baracche, le tende e tutti quei poveri beni che gli abitanti del campo non sono riuscisti a portarsi dietro nel loro ennesimo esodo".

E' quindi intervenuto un Rom che abitava uno dei campi ripetutamente sgomberati: "voglio rimanere qui perché solo così posso garantire a mio figlio di proseguire la scuola .. ieri sera ero con mio figlio lungo la strada sotto il lampione a vederlo finire i compiti … ma ogni volta che ci sgomberano è sempre più difficile .. finirà che sarò costretto a mettere una tenda davanti alla scuola … "

I volontari del Gruppo Sostegno Forlanini - che opera in Zona 4 da oltre due anni - hanno poi ribadito: "dopo ogni sgombero continueremo a garantire ai nostri amici Rom beni essenziali, quelle poche cose a cui ogni volta questi dannati della terra devono rinunciare; torneremo a portare tende, coperte, farmaci e cibo e quant'altro possa servire .(…) perché i 'loro' diritti sono i 'nostri' diritti" …"In questi anni abbiamo scelto di incontrare queste volti, queste persone, di costruire con loro rapporti di vicinanza, sono i nostri nuovi vicini di casa; abbiamo cercato di costruire dei rapporti di fiducia superando diffidenze e magari anche incomprensioni o paure reciproche" …"Siamo semplicemente dei cittadini che hanno scelto di vivere il loro ruolo di cittadinanza attiva per costruire una città più vivibile e quindi più sicura per tutti perché più accogliente, una città che deve tutelare i diritti di tutti al di là di appartenenze etniche e culturali"

Francesca Federici e Lorenzo Mandelli del gruppo di Genitori che affiancano le famiglie Rom di Rubattino hanno dichiarato "Noi - maestre, genitori e cittadini - siamo giunti a presentare questa denuncia come estremo tentativo di salvaguardare quello che è un diritto inalienabile: il diritto all'istruzione, l'unica possibilità per questi bambini di poter pensare ad un futuro diverso. Un diritto che viene continuamente messo in forse e negato dai continui sgomberi. I bambini senza diritto di istruzione sono bambini privati anche del diritto di sapere che si può vivere diversamente".

Elena Guffanti del Gruppo Sostegno Forlanini ha raccontato "grazie ad una attività di mediazione e facilitazione quest'anno siamo riusciti ad iscrivere in una scuola elementare della zona un bambino del campo. Nonostante i continui sgomberi il papà e la mamma cercano con umiltà di garantire un futuro al loro unico figlio accompagnandolo ogni giorno a scuola. .. Quando la mamma mostrandomi l'orario delle materie di insegnamento mi ha chiesto cosa significasse ' Educazione alla convivenza civile' ho provato imbarazzo e vergogna, lo stesso Stato che pretende di insegnare questi principi, nei confronti dei Rom mette in pratica solo segregazione ed emarginazione (…).
Nel corso della conferenza stampa è stato anche ricordato che "ai bambini Rom, in quanto 'non residenti' il Comune non garantisce la mensa scolastica, per poter usufruire del servizio devono infatti pagare la quota della fascia massima pari ad €. 680,00; mentre ai ragazzini Rom che frequentano la scuola media non viene dato il 'buono' per l'acquisto dei libri che pertanto devono essere pagati interamente dalla famiglia".

L'avv. Gilberto Pagani l'avv. Anna Brambilla hanno illustrato i punti essenziali su cui si fonda la denuncia: "Il comportamento tenuto dagli amministratori comunali viola apertamente le leggi esistenti, che prevedono misure destinate all'integrazione delle popolazioni Rom e Sinti. Al contrario il Comune di Milano utilizza risorse ingentissime al solo scopo di rendere la vita di queste persone insostenibile e di indurle così a lasciare la città. Questa è l'invocata soluzione definitiva del problema dei Rom, che non solo è disumana ma configura gravi reati, in particolare l'abuso d'ufficio, l'interruzione di pubblico servizio (fine del percorso scolastico per decine di bambini e ragazzi) e la distruzione dei beni delle famiglie sgomberate."

[...]

Per il Gruppo di Sostegno Forlanini
Paolo Agnoletto - cell. 333.8611303
Elena Guffanti - cell. 347.7179254
scendiamoincampo@gmail.com
Avv. Gilberto Pagani – cell. 347.2257078


Rassegna stampa (aggiornata 9 novembre 2010 ore 20.30):

http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/11/09/news/moratti_denunciata_per_gli_sgomberi_odio_etnico_e_razziale_verso_i_rom-8914182/

http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2010/11_novembre/09/milano_sgomberi_rom_volontari_denunciano_moratti_e_de_corato,26919327.html

http://www.asca.it/news-MILANO_ROM__MORATTI_E_DE_CORATO_DENUNCIATI_PER_SGOMBERI-964453-ORA-.html

http://www.agi.it/milano/notizie/201011091154-cro-rmi0015-nomadi_sgomberi_associazioni_denunciano_moratti_e_de_corato

http://lombardia.indymedia.org/node/33296

http://it.peacereporter.net/articolo/25181/Sgomberi+dei+campi+Rom:+denunciati+la+Moratti+e+De+Corato

video: http://it.peacereporter.net/videogallery/video/12292

con qualche confusione tra Vittorio e Paolo Agnoletto... : - P

e per finire...

ROM, DE CORATO: "SU SGOMBERI SEMPRE SEGUITE PROCEDURE CORRETTE" by Omnimilano

"Sono serenissimo". Così il vicesindaco, Riccardo De Corato, ha commentato la denuncia depositata questa mattina da 39 cittadini guidati dal Gruppo di Sostegno Forlanini, nei confronti del sindaco, Letizia Moratti, e del vicesindaco, per i reati di abuso di ufficio, interruzione di servizio pubblico e danneggiamento, nel corso degli sgomberi dei campi rom e in particolare di quello di via Rubattino.
"Abbiamo sempre seguito tutte le procedure corrette - ha spiegato De Corato - tanto che diamo sempre un'alternativa a donne e bambini, che alcune volte accettano e altre volte no". La denuncia è stata sottoscritta dai volontari e dai genitori che seguono le famiglie rom.
"Non hanno di meglio da fare, queste denunce servono solo ad alimentare il can-can mediatico", ha aggiunto il vicesindaco, che ha ricordato che quella depositata questa mattina e' la terza denuncia arrivata in poco più di un anno e mezzo. Come spiegato da De Corato, le altre due denunce riguardavano lo sgombero del campo di Chiaravalle, "per cui fu tutto archiviato", e per il censimento avviato con la Prefettura, "archiviata anche quella".