\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Slovacchia
Di Fabrizio (del 16/06/2010 @ 09:42:10, in media, visitato 1610 volte)

Da Slovak_Roma (NB tutti i link sono in lingua straniera)

The Advocacy Project by Tereza Bottman

06/06/2010 - Circa 400 miglia a est di Praga, nella confinante Slovacchia, che si separò pacificamente dalla Repubblica Ceca non molto tempo fa, si trovano le due comunità profilate nel documentario "In a Cage" della Roma Press Agency.

Secondo l'agenzia stampa ceca Mlada Fronta, la Slovacchia ha oltre 800 insediamenti romanì, isolati dalla comunità maggioritaria. Secondo il giornale slovacco Sme.sk, il conto sarebbe di circa 700.

[Chmiňanské Jakubovany, Eastern Slovakia. Photo credit: LukᚠHoudek]

Questi insediamenti di solito hanno tassi molto alti di disoccupazione (in alcuni casi vicino al 100%) e mancano di servizi basici come acqua corrente, fognature, elettricità, gas o raccolta dei rifiuti.

Gli insediamenti presentati nel documentario del 2006 "In a Cage", sono il villaggio di Rankovce, vicino alla città di Kosice, e la comunità di Podskalka.

[Chmiňanské Jakubovany, Eastern Slovakia. Photo credit: LukᚠHoudek]

Ci che mi ha impressionato è che nonostante l'isolamento, la mancanza di opportunità e la povertà profonda dei residenti, hanno trovato modi per preservare la loro dignità, di stabilire l'auto-governo e la routine quotidiana, e focalizzarsi nella speranza per il futuro, specialmente riguardo l'istruzione per le giovani generazioni.

Direttrice-produttrice del documentario è Kristína Magdolenová, giornalista per i diritti umani ed editrice capo di Roma Press Agency. Il suo scopo è di aprire porte ed abbattere le barriere di pregiudizio tra la popolazione maggioritaria ed i Rom, ma anche suonare un allarme sulla grave situazione dei Rom che vivono segregati. Ha detto Magdolenová:

"Il nostro scopo era di aprire la porta al mondo dei Rom. Per mostrare loro che la maggioranza non li conosce, attraverso i loro problemi giornalieri, gioie e preoccupazioni. Per mostrare la loro faccia reale senza pregiudizi, senza paura della loro alterità, senza fraintesi. Per mostrare che la società slovacca gioca con la comunità rom, li spinge sempre più al margine di questo gioco troppo pericoloso. Un gioco con potenziale umano, che può anche essere rivolto contro di loro. Il film vuole puntualizzare che siamo vicini alla mezzanotte e che dobbiamo smetterla di giocare questo gioco pericoloso."

Anche la Repubblica Ceca, dove andrò per la mia borsa di studio, ha seri problemi riguardo la segregazione abitativa. I Rom sono discriminati nel mercato del lavoro ed in quello della casa. Ma di questo parlerò in un altro post.

L'eccellente documentario "In a Cage" sulle comunità rom isolate isolate, si può vedere QUI.