\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Tor de Cenci, salta l'accordo tra la comunità rom e il Comune
Di Fabrizio (del 23/04/2010 @ 08:58:42, in Italia, visitato 1400 volte)

Segnalazione di Monica Rossi

Repubblica.it Salta l'intesa scritta gia' da tempo concordata e utilizzata anche con i nomadi di altri campi gia' sgomberati

L'assessore Belviso incontra una delegazione di nomadi al dipartimento promozione dei servizi sociali e della salute del Comune

Non è stato raggiunto un accordo tra il comune di Roma e la comunità rom di Tor dè Cenci sulla chiusura del campo e al ricollocamento della popolazione. Si è conclusa con un nulla di fatto la riunione tra l'assessore alle Politiche sociali, Sveva Belviso, e alcuni rappresentanti del campo di Tor dè Cenci, dove attualmente vivono circa 350 rom macedoni e bosniaci, di cui 200 bambini e 150 adulti.

Erano già stati fatti diversi incontri con i rappresentanti spontanei di tor dè cenci, ha riassunto l'assessore, nel corso dei quali era stata rifiutata la proposta avanzata dal campidoglio di spostarsi presso il campo attrezzato di castel romano. "Alla fine di una serie di incontri- ha detto- abbiamo convenuto di accogliere la proposta fatta dallo stesso campo di trasferire la popolazione nomade all'interno del primo nuovo campo che verrà realizzato per la fine dell'estate".

"Su questa base- ha aggiunto- abbiamo trovato un accordo insieme con la popolazione di tor dè cenci, confermato fino a questa mattina e confermato verbalmente anche adesso". Il problema, però, è che i rom si sono rifiutati di firmare questa dichiarazione di intenti in cui l'amministrazione comunale e la popolazione di tor dè cenci si dovrebbero impegnare a collaborare per il trasferimento.(Segue)

"Hanno detto di voler vedere il campo nuovo - ha detto Belviso- ma i campi non autorizzati non hanno capacità decisionale". È Il comune che "ha scelto di andare incontro all'esigenze della popolazione e di non dividerla all'interno dei campi autorizzati". Insomma, "abbiamo accolto la richiesta di trasferire tutta la popolazione 'avente diritto' di tor dè cenci in un'unica area attrezzata", cosa che è "è stata confermata oggi", anche se i rom "hanno paura di mettere una firma".
Insomma, sintetizza l'assessore, "ad oggi confermano la loro disponibilità a collaborare e a trasferirsi, ma non vogliono firmare". Le intenzioni del campidoglio però sono chiare: "noi arriveremo fino alla fine cercando il rapporto diplomatico come abbiamo fatto finora". "Sono convinta- ha aggiunto- che alla fine accetteranno, altrimenti si procederà con le modalità di forza.

Non ci sono altre possibilità: quel campo verrà chiuso". Il prossimo passo dell'amministrazione capitolina riguarda il campo della Martora: "Il focus dell'amministrazione si sposta sul campo della Martora- ha detto ancora Belviso- la prossima settimana inizia il fotosegnalamento, hanno accettato il trasloco e verranno trasferiti nei campi autorizzati i primi di giugno".

Fonte Dires-redattore sociale (22 aprile 2010)