\\ Mahalla : Articolo : Stampa
I bravi ragazzi rom diventano... ingombranti
Di Fabrizio (del 17/03/2010 @ 09:23:27, in lavoro, visitato 1229 volte)

VERGOGNA!
Nella città delle bombe, I BRAVI RAGAZZI ROM DIVENTANO … INGOMBRANTI

E’ l’esperienza di imprenditoria Economica, Ambientale e Sociale più significativa di Reggio Calabria e probabilmente dell’intero sud.
Un fiore all’occhiello – come in tanti si sono sempre affrettati sempre a dire nei convegni o di fronte alle telecamere locali e nazionali –

Hanno deciso di ucciderla, cancellarla. Con un atto di sfrontato, calcolato cinismo.

La cooperativa Rom 1995 la conoscono e l’apprezzano tutti.
Dal 1999 – epoca lontana della giunta Falcomatà – ha gestito in città il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti e beni durevoli. Lo ha fatto anche nell’era Scopelliti.

Rappresenta un piccolo, grande miracolo; un mix riuscito di efficienza, professionalità, disponibilità, solidarietà.
E’ un esempio raro ,soprattutto a queste latitudini, di integrazione umana e sociale dimostrato dal fatto che per servizio di raccolta degli ingombranti sono regolarmente impiegati dieci ragazzi Rom. Nomadi, zingari, insomma.

Hanno vinto e hanno fatto vincere una scommessa difficile. Contro ogni scetticismo. Roba da non crederci -

Ora avranno un premio: saranno giocoforza licenziati. Ricacciati nel ghetto e nella strada. Dove però loro, persone capaci e responsabili, non intendono andare.

La cooperativa ROM 1995 è un frutto di Legalità, ama la Legalità. Gestisce un bene confiscato alla ‘ndrangheta che con un duro e paziente lavoro è stato ristrutturato. Ora la Legalità è tradita e ferita.
La cooperativa Rom è amica dell’Ambiente. Gestisce un servizio di alto valore ecologico. Incalcolabile il numero di rifiuti ingombranti (dai vecchi televisori ai frigoriferi, dai materassi alle scaffalature) strappati alle fiumare e ai cassonetti in questi oltre dieci anni di lavoro.

La cooperativa ROM 1995 è evidentemente un lusso per la nostra città, un’anomalia. Non è incline alle mediazioni di basso profilo. Perciò si è deciso di spazzarla via?
Se motivi ragionevoli non ce ne sono,le ragioni vanno cercate, come spesso accade, dietro le quinte.
I fatti sono quelli raccontati dai responsabili della stessa cooperativa in conferenza stampa. Incontestabili. Leggere per capire.
Dopo il bando per la gestione del servizio di raccolta differenziata, il gioco passa in mano alla Leonia. Per la cooperativa Rom 1995 non c’è posto. Il bando prevederebbe la possibilità di subappaltare, ma si scopre a giochi fatti, che la Leonia (Società a maggioranza del Comune) aveva dichiarato di non volersi avvalere di questa possibilità. Scopelliti e la sua Amministrazione avevano rassicurato: state tranquilli, vi sarà la continuità del vostro prezioso servizio, sarà prevista una nuova convenzione con voi. Tutte bugie. La possibilità di affidamento alla cooperativa nel bando non ci sarà. Non la si è voluta inserire (l’Amministrazione avrebbe potuto disporre preventivamente in tal senso) né è stata prevista la gestione diretta del servizio da parte dello stesso Comune. Un motivo ci sarà.
Quello che è accaduto è un fatto gravissimo e vergognoso. Una vera ingiustizia che ci tocca direttamente, tocca direttamente tutta la città e non solo-
DOBBIAMO MOBILITARCI, FARE QUALCOSA
Chiediamo una soluzione immediata e convincente affinché il servizio di raccolta di rifiuti ingombranti e di gestione della ricicleria che sta per essere aperta sia affidato, come per il passato, alla cooperativa Rom 1995.
Se c’è la volontà questo è ancora possibile. Deve essere possibile.
O forse i ROM che gestiscono un bene confiscato danno un cattivo esempio. E’ un’onta, un fatto insopportabile da restituire alla “normalità”.
Dobbiamo decidere cosa fare e da che parte stare. Per questi motivi chiediamo a tutti di aderire al nostro appello.

Legambiente sta dalla parte dei ragazzi della Cooperativa ROM 1995. E voi?

SCHIERIAMOCI.
ANCHE NOI SCEGLIAMO ALMENO PER UNA VOLTA DI DIVENTARE INGOMBRANTI!

La pagina su Facebook