\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Editoriale Speciale (Asino)
Di Fabrizio (del 25/11/2008 @ 10:13:10, in casa, visitato 2334 volte)

Ricevo da Veniero Granacci

Casilino 900: dice Alemanno che i Rom possono avere l'acqua potabile solo quando si fissa (meglio se insieme) la data dello sgombero!

Questo Editoriale è un Asino. Quindi c’è poco da dire. E’ un Editoriale piccolo piccolo, come la cifra dei politici borghesi che governano sulle vite di milioni di subalterni. Oggi [Domenica 23 Novembre, ndr] Gianni Alemanno ha visitato il campo rom Casilino 900 (uno dei più vecchi d'Europa) per la seconda volta da quando è diventato Sindaco di Roma. Ha naturalmente ribadito il solito clichè del moderno centrodestra secondo cui Roma rispetta tutti purchè tutti stiano nella legalità (come fanno le Banche, per esempio). Coerentemente con le sue innovative idee ha quindi confermato che farà sgomberare presto il campo dell’”illegalità”, seppure attraverso il confronto e l’accordo con il popolo Rom ( e grazie della concessione!): viene così confermato come nell’era di Internet i sistemi autoritari preferiscano adottare strategie di prudente intolleranza partecipata. Quando ad un certo punto ecco lo scatto dell’ex missino. Alla domanda di una giovane rom che chiedeva se fosse possibile riavere, aspettando il calcio in culo, almeno acqua e luce staccate da nove mesi (fosse anche soltanto per lavarsi faccia e mani come si fa tutte le mattine, per esempio, nella benestante e cattolica famiglia Alemanno-Rauti) cinico il neogaullista ha chiosato: "il giorno in cui verrà comunicata la data [forse già la prossima settimana, ndr] procederemo anche al riallaccio di luce e acqua. ." Applausi. Data vicina o data lontana, nella concitazione dell'iperbolico momento forse non tutti i presenti hanno fatto in tempo a cogliere il brodo di coltura della frase detta dal Sindaco, concentràti, come in realtà si era, sulla vicenda sgombero e sul fatto che mancano (forse!) solo sette giorni al riallaccio dei servizi. All’ingresso del campo c’è una frase che più o meno dice così: “oggi tutti i rom sono poveri. E se domani tutti i poveri saranno rom?”. Sicuramente se succederà con Alemanno sindaco, bisognerà trovare subito la data dello sgombero sennò questo qui manco lo sciacquone del cesso ci farà più tirare.

Francesco Fumarola, 23 Novembre 2008