\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Meticci
Di Fabrizio (del 24/08/2005 @ 13:33:38, in Italia, visitato 1602 volte)

Che non sia farina del mio sacco, questo si capisce subito.

Ho scelto questo post diciamo così, a ragion veduta. Troppi concetti uguali e troppe ripetizioni hanno amplificato quella che secondo la mia ignoranza, era solo il ragionamento di un europeo di 200 anni fa. Però, ripetere tutti, a destra e a sinistra, le nostre immutevoli verità, ci condanna, che abbiamo torto o ragione non importa, al GIOCO DELLO SCONTRO DI CIVILTA'.

Leggete il post che segue, e fatemi sapere se la scelta, tra le tante possibili, è stata azzeccata. Grazie.

mercoledì, agosto 24, 2005
Al potere, per la grandezza di Roma

Dice Pera: "o ci impegniamo a integrare gli altri facendoli diventare cittadini della nostra civiltà - con la nostra educazione, lingua, conoscenza della nostra storia, condivisione dei nostri principi e valori - oppure la partita dell'integrazione è perduta". "Ha ragione", afferma Sandro Bondi, Coordinatore di Forza Italia: "Pera toglie polvere al concetto di "cives" che consentì, per centinaia di anni, all'impero romano di "integrare" culture e società profondamente diverse. Alla base c'era un concetto ferreo: per appartenere alla stessa società è necessario partecipare alle stesse regole. Soggiacere allo stesso diritto. La differenza tra la tolleranza delle società cristiane rispetto alle società islamiche è che Giustiniano innestò sul cattolicesimo la grande eredità del diritto romano''. Il problema però è che lo scenario attuale non si prospetta affatto così come viene descritto. L'"integrare gli altri facendoli diventare cittadini della nostra civiltà" rimane, tuttora, una retorica vuota. Lo si tocca con mano analizzando le regole insuperabili - o quasi - per ottenere la cittadinanza, lo stop imposto dal governo ai comuni che hanno concesso il voto agli immigrati, la Fallaci e compagnia cantante che chiedono, in termini più o meno velati, l'espulsione indiscriminata di tutti i musulmani. Non parliamo poi del pericolo meticci!

continua