\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Rovereto (Tn) - Sinti in piazza per le microaree
Di Fabrizio (del 24/10/2008 @ 09:05:04, in Italia, visitato 1524 volte)

Ricevo da Tom Welschen

Protesta pubblica della comunità sinta di Rovereto.

Mercoledì 22 ottobre ore 17 nuovo appuntamento in piazza a fianco della comunità sinta

Domenica sera Samo e Mirko - due ragazzi della comunità sinta di Rovereto - hanno raccontato, durante la seconda giornata di Costruire Autonomia, la loro incredibile situazione. Da 20 anni rinchiusi in un campo che loro stessi definiscono lager, con servizi fatiscenti e condizioni igieniche assolutamente inaccettabili.
Hanno spiegato anche la forma di protesta che da mesi stanno conducendo nella città di Rovereto: usciti dal campo sosta hanno cominciato a parcheggiare i loro camper e le loro roulotte ai lati delle strade e nei parcheggi, venendo subito multati dalla polizia municipale e costretti di nuovo a spostarsi.
Nel frattempo la loro proposta di superamento del campo sosta e la costruzione di una serie di microaree attrezzate non è mai stata presa in considerazione dall’amministrazione comunale, rimanendo una semplice promessa non mantenuta.

Ascolta il racconto di Samo sulla vita nei campi nomadi.
[ audio ]

Ascolta la proposta di realizzare una microarea: secondo Gianluca Magagni dell’AIZO e secondo Samo una possibilità di una vita dignitosa per i Sinti.
[ audio ]

Mercoledì 8 ottobre alle ore 9.30 una trentina di sinti - armati di camper e cartelli di protesta - hanno presidiato la sede dei servizi sociali del Comune di Rovereto fino ad ottenere l’incontro con uno dei dirigenti del servizio. In risposta alla loro richiesta di microaree, che andassero a sostituire il campo sosta esistente, è stato promessa l’installazione di un nuovo contenitore per i rifiuti all’interno del campo.
A questo punto la decisione da parte di tutto il gruppo di sinti è stata quella di ripresentarsi - nel pomeriggio - sotto le finestre del Comune reclamando un incontro immediato con il Sindaco.
Di fronte ad una proposta civile - che voleva portare all’attenzione della popolazione la situazione inaccettabile del campo - si è contrapposta l’arroganza della politica, arroccata nelle proprie stanze ed incapace anche solo di comunicare ai sinti la concessione o la negazione di un incontro ufficiale.
Dopo un’ora di attesa i sinti, esasperati, hanno deciso di occupare pacificamente la strada: davanti alla richiesta di dignità e alla rabbia di un gruppo di cittadini roveretani - perchè tali sono i sinti del campo - si è contrapposto il silenzio di tutta quella società civile che non ha mosso un dito per aiutarli.
Verso le 17, dopo quasi due ore dall’inizio del blocco e senza l’ufficialità che nessuno membro del Comune di Rovereto è riuscito a dare in nessuna forma, si è venuti a conoscenza di un appuntamento fissato per mercoledì 22 ottobre alle ore 17.00.

In questa giornata la comunità sinta ha voluto portare in piazza, nel centro di Rovereto, la battaglia per le microaree e per la dignità.
Il 22 ottobre, certamente, saranno in tanti al loro fianco.
http://www.globalproject.info/art-17185.html