\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Canada
Di Fabrizio (del 30/04/2008 @ 09:08:03, in Regole, visitato 1943 volte)

Da Hungarian_Roma

Il sig. Horvath è di origine Rom, figlio di un sopravissuto all'Olocausto ed in patria è spesso stato vittima di violenze da parte della polizia e degli skinheads, incluso un accoltellamento quasi fatale. Sua moglie e suo figlio stanno chiedendo al governo canadese di fermare il suo ingiusto rimpatrio da una nazione in cui si era rifugiato.

Al termine dell'articolo, c'è una lista di cose che è possibile fare. Giovedì 1 Maggio ci sarà una dimostrazione alle 14.00 davanti al Consolato Ungherese di Toronto (425 Bloor Street East - Sherbourne subway). Abbiamo elencato altri consolati ungheresi (Calgary, Winnipeg, Vancouver) ed un'ambasciata (Ottawa) nel caso qualcuno volesse organizzare manifestazioni simili.

Grazie!

Toronto Action for Social Change, tasc@web.ca, (416) 651-5800


By Colin Perkel, Canadian Press

TORONTO - Adolf Horvath, 51 anni, è un rifugiato rom terrorizzato di essere rimandato in Ungheria si nasconde mentre sua moglie ed il figlio fanno appello al ministro federale della giustizia per riconsiderare la sua estradizione.

[...] In vista dell'imminente estradizione, Horvath è sparito da cinque settimane.

"Ho perso mio padre" dice suo figlio Adam, 13 anni e studente a Toronto, mentre le lacrime gli rigano il volto. "Non ho futuro senza mio padre, non posso vivere senza di lui. Se andrà in Ungheria, può essere ucciso e io non lo voglio."

Horvath ha ragione di aver paura di essere rimpatriato. E' stato ripetutamente assalito e minacciato in Ungheria, dove gli abusi sui Rom sono comuni. Durante un attacco a casaq sua, gli skinheads lo colpirono e accoltellarono di fronte alla moglie terrorizzata, Erika di 36 anni, e al figlio Adam, che allora aveva 2 anni e mezzo. "Quasi l'ammazzavano," dice Erika Horvath. "Anch'io sono stata colpita."

Horvath lasciò l'Ungheria per il Canada nel 1999. Sua moglie ed il figlio ottennero lo status di rifugiati e le autorità canadesi nel 2004 decisero che a causa della sa origine rom c'era "più di una possibilità di persecuzione."

Come risultato, il Canada l'ha ritenuto "persona bisognosa di protezione," cosa che avrebbero dovuto precludere il suo ritorno in Ungheria.

Tuttavia, in risposta alla richiesta del governo ungherese di estradizione, il Ministro della Giustizia Rob Nicholson ha deciso che la cosa sarebbe dovuta essere decisa in tribunale.

Nel prendere la sua decisione, Nicholson ha contato in parte sulle informazioni dell'allora ministro dell'immigrazione, Monte Solberg, che concludeva dicendo che Horvath affrontava rischi di abusi una volta ritornato in patria. Tuttavia, Solberg ha deciso che Horvath potrebbe contare in Ungheria sulla protezione statale e quindi potrebbe essere estradato.

Dice Ronald Poulton, avvocato di Horvath: "Tutto ciò è ridicolo. E' imbarazzante che il governo canadese prenda questa decisione. Se gli succederà qualcosa, riterrò responsabile il governo canadese."

Laszlo Bakos, dell'ambasciata ungherese ad Ottawa, dice di non avere conoscenze di prima mano sui maltrattamenti, ma aggiunge che Horvath non dovrebeb aver paura di fare ritorno.  Dice: "Non ci sono casi di tortura in Ungheria."

Il mese scorso la Corte Suprema del Canada non ha dato motivi di sostenere le decisioni degli altri tribunali minori. Ciò significa che, a meno di un cambiamento del ministro della giustizia, Horvath ha esaurito ogni mezzo legale per rimanere in Canada.

Piuttosto che ricorrere contro l'estradizione, Horvath si è nascosto ed è scomparso. "Avrebbe fatto così chiunque, giusto?" dice Erika.

Aggiunge: "Onestamente, non capisco. Se qualcuno cerca protezione dal paese da cui scappa, perché vogliono rimandarlo indietro?"

Horvath ha consegnato al tribunale documenti che indicano che le richieste ungheresi tendono solo a nascondere le accuse alla polizia. Ci sono inoltre nuovi documenti che suggeriscono che l'Ungheria ha chiesto l'estradizione per accuse mai poste.

La famiglia ora prega Nicholson di terminare il processo di estradizione.

"Ho ancora incubi dove la polizia picchia la mia famiglia," Ha scritto Adam al ministero, ricordando il disegno che fece quattro anni fa dove un poliziotto rideva mentre picchiava suo padre.

"Sarò disperato per il resto della mia vita se dovrà andare."

Un portavoce del Dipartimento di Giustizia dice che Nicholson non avrebbe commentato.

I Rom sono stati spesso perseguitati in Europa, con decine di migliaia di loro morti per mano dei nazisti.

Sia il Dipartimento di Stato USA che Amnesty International hanno notato che i Rom affrontano maltrattamenti e persino torture per mano della polizia o dei razzisti.

Poulton, che ha denominato il rischio di danno al suo cliente in Ungheria "estremamente acuto," ha detto che è preoccupato per la famiglia.


Take Action: Stop Mr. Horvath's Forced Removal to Persecution and Cruel Treatment

1. Call and write Justice Minister Rob Nicholson, ask how Canada can forcibly return a person in need of protection to the country from which he needs protection? Ask that the extradition of Adolf Horvath by halted. (613) 995-1547, Fax: (613) 992-7910, nichor@parl.gc.ca, Nichor1@parl.gc.ca

2. Call and write Hungarian Embassy (613) 230-2717, PVastagh@kum.hu, FBanyai@kum.hu, LBakos@kum.hu, and Consulate of Hungary,
hungarian.consulate@bellnet.ca (416) 923-8981.
Politely ask that they communicate to their government your desire to see them drop the extradition against Adolf Horvath, especially since the two complainants in the case against Mr. Horvath recanted their evidence, saying they only made the allegations under police pressure. PLEASE leave a message if you get the answering machine.

Embassy of the Republic of Hungary
299 Waverley Street, Ottawa, Ontario K2P 0V9
Tel.: (613) 230-2717
Fax: (613) 230-7560

Consulate General of the Republic of Hungary in Toronto
425 Bloor Street East., Suite 501, Toronto, Ontario M4W 3R4
Tel.: (416) 923-8981
Fax: (416) 923-2732
hungarian.consulate@bellnet.ca

Calgary
Honorary consul: Mr. Arthur Szabo
400, 1111 - 11th Avenue SW , Calgary, Alberta, T2R 0G5
Tel.: (403) 229-1111/ # 313
Fax: (403) 245-0569
huconsul@mac.com

Vancouver – Honorary Consulate General
Honorary consul general: Mr. André Molnár
1770 West 7th Ave. Suite 412, Vancouver, BC V6E4P5
Tel: (604) 730-7321
Fax: (604) 730-7339


Vancouver
Honorary consul: Mr. Zoltan Vass
Suite 310 - 885 Dunsmuir Street, Vancouver, BC, V6C, 1N5
Tel: (1) (604) 909-3750
Fax: (1) (604) 608-1027
E-mail: zvass@tradingpostfinancial.com


Winnipeg – Honorary Consulate
Honorary consul: Mr. Thomas Frohlinger
Suite 301, 204 Kennedy Street, Winnipeg, Manitoba R3C 1T1
Telephone: (204) 956-0490;
Fax: (204) 947-3747
frohlinger@pkf-law.com