\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Gran Bretagna e Irlanda
Di Fabrizio (del 03/03/2007 @ 10:34:26, in casa, visitato 1370 volte)

Da British_Roma

DAVID POWLES - 27 February 2007 09:02

Quanti vivono in siti funzionanti per Nomadi e Viaggianti hanno richiesto più posti come i loro per fare fronte all'afflusso previsto nel corso dei cinque anni successivi.

Un rapporto di settimana scorsa ha rivelato che circa 100 posti ulteriori saranno necessari a Norfolk entro il 2011 perché le previsioni potrebbero portare alla formazione di siti illegali.

Per anni le famiglie viaggianti hanno vissuto nello squallore nel sito di Roundwell Park a Costessey.. D'altra parte, negli ultimi cinque anni il sito è stato trasformato.

Gloria Buckley, che controlla con suo marito Trevor, dice: "Quando arrivammo qui era come una zona di guerra. Era una brutta storia che durava da 20 anni e i cittadini non ci volevano. Le carovane sembravano porcilaie e c'era immondizia ovunque, ma pensavamo che potesse migliorare. Siamo arrivati qui cinque anni fa e abbiamo stabilito delle regole e detto alle persone che dovevano rispettarsi, loro ed i vicini. E' stata una lotta ma ha funzionato ed ora la gente che vive qua è orgogliosa del sito."

I Viaggianti pagano l'affitto, come anche le bollette. Quando la coppia arrivò, ogni blocco aveva i servizi di base, nessuna cucina e collegamento agli scarichi. Sono state spese £800.000 per riammodernare ogni blocco, tre quarti dei quali arrivarono dal Governo centrale ed il resto dal Consiglio Distrettuale di Norfolk.

Ognuno ha una spaziosa cucina, giardino e steccato, il sito ha un centro comunitario, che include una sala riunione ed un club pre-scolastico.

Dice Mrs Buckley: "Per anni la comunità viaggiante non ha ricevuto aiuti, quindi è tempo che la nostra comunità provveda in qualche modo. [...]"

Louie Gallagher, 55 anni, uno dei circa 40 residenti, dice: "Da quando sono arrivato tre anni fa non abbiamo avuto problemi. Vado all'ufficio postale e nei negozi ed ognuno è molto amichevole."

Glynis Gallacher, che vive nel sito con suo marito Bernard, dice: "C'è stato un massivo miglioramento del sito. Ci hanno dato la possibilità di stabilizzarci nella comunità, mandare i nostri bambini a scuola e far parte della vita pubblica di qui."

L'Assemblea Regionale dell'Inghilterra dell'Est stima che siano necessari altri 94 posti ed ha lanciato una consultazione pubblica.

[...]