\\ Mahalla : Articolo : Stampa
Bambini rom in gabbia
Di Fabrizio (del 28/02/2007 @ 10:26:09, in Regole, visitato 2030 volte)

Ricevo da Mariagrazia Dicati

[...] Giovedì 15 febbraio una donna Rom è stata tradotta, insieme ai due figli di 1 e 3 anni, dal carcere femminile di Napoli presso la Corte di Appello per l'udienza relativa all'accusa di evasione dagli arresti domiciliari, per il reato di furto. Assistevano al processo chiusi in una gabbia di ferro.
Per questo bruttissimo episodio non abbiamo visto o ascoltato una protesta coerente alla gravità del fatto,

INTERVIENE L'UNICEF con la seguente dichiarazione

Dichiarazione del Presidente dell'UNICEF Italia Antonio Sclavi: «Suscita sdegno e viva preoccupazione la notizia delle due bambine Rom di 1 e 3 anni, rinchiuse in una gabbia assieme alla madre durante un'udienza svoltasi giovedì scorso presso la Corte di Appello del Tribunale di Napoli.

Ritengo ingiustificabili comportamenti così lesivi dei diritti dei bambini, ancora più gravi perché avvenuti nel nostro paese e auspico che a simili episodi facciano seguito provvedimenti efficaci da parte delle autorità competenti.

Non bisogna dimenticare che fenomeni di questo tipo, oltre ad offendere la dignità dei minori, possono causare loro anche gravi traumi psicologici.

Mi auguro che tutto ciò induca il paese a una riflessione che riconosca la necessità di ampliare il sistema di garanzie dei diritti, istituendo al più presto il Garante nazionale per l'infanzia e i Garanti regionali (ove ancora non istituiti)con il compito di tutelare i diritti dei bambini in tutto il territorio, attraverso un continuo ed attento monitoraggio.

Occorre inoltre che gli operatori competenti in materia di giustizia e sicurezza ricevano un'adeguata formazione sui diritti dei bambini, affinché prevalga l'interesse superiore dei minori in tutte le decisioni e circostanze che li riguardano e a nessun bambino venga mai più riservato un trattamento tanto discriminante e lesivo della dignità.»